Garfield 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Garfield 2
Garfield 2.png
Una scena del film
Titolo originale Garfield: A Tail of Two Kitties
Paese di produzione USA, Gran Bretagna
Anno 2006
Durata 78 min
86 min (extended dvd edition)
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Tim Hill
Soggetto Jim Davis (Comic strip)
Sceneggiatura Joel Cohen, Alec Sokolow
Produttore John Davis
Produttore esecutivo Brian Manis, Michele Imperato Stabile
Casa di produzione Davis Entertainment, Dune Entertainment, Major Studio Partners, Ingenious Film Partners
Distribuzione (Italia) 20th Century Fox
Art director Louis Mann
Fotografia Peter Lyons Collister
Montaggio Peter S. Elliot
Musiche Christophe Beck
Scenografia Anne D. McCulley
Costumi Francine Jamison-Tanchuck
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Garfield 2 è il seguito di Garfield - Il film, tratto dall'omonimo fumetto di Jim Davis.

Trama[modifica | modifica sorgente]

In Inghilterra moderna, nel castello del territorio Carlyle, un gatto di nome Principe, di stirpe nobile, vive una vita di lusso dove è anche il re, pure se non viene capito in lingua, fino alla morte della nobile padrona del posto, Lady Eleanor. Principe, a sua insaputa, ha un sosia perfettamente uguale a lui d'aspetto, il quale è proprio il nostro amato protagonista Garfield, gatto americano, che vive in casa con l'amico Odie e il suo padrone Jon, il quale sta preparando una cena per la sua fidanzata Liz durante la quale, vorrebbe chiederle di sposarlo, dopo un anno trascorso insieme. Garfield è convinto di essere il re di casa.

Quella sera, la veterinaria Liz va da Jon confessandogli che l'indomani partirà per Londra, per curare uno scimpanzé allo zoo e visitare in un viaggio turistico il castello Carlyle, lasciato aperto, ora che regna un gatto, Principe. Jon decide in quel momento di fare la proposta di matrimonio ma non trova l'anello (preso da Garfield, poiché non vorrebbe che Liz stia con Jon, pensando di non essere più considerato). Liz parte e Jon decide di partire anche lui per Londra per farle una sorpresa, ma prima lascia Odie e Garfield in un canile, ma i due animali, non volendo stare in gabbia, riescono a scappare nell'auto di Jon e si nascondono nella sua valigia, dopo aver buttato tutti i vestiti, proprio quando lui stava partendo per l'aeroporto.

Nel frattempo, al castello Carlyle, Principe è stato appena nominato il nuovo proprietario del castello (grazie al testamento di Lady Eleanor, che era affezionata al gatto), ma Lord Dargis, unico erede ed unico nipote di Eleanor, non prende bene la cosa e decide di sbarazzarsi di Principe, rapendolo e buttandolo nel Tamigi, dopo averlo chiuso in un cestino da picnic. Principe arriva dal Tamigi alle fogne e riemerge dal tombino in una strada londinese.

Jon arriva a Londra e incontra Liz e mentre cerca di farle la proposta di matrimonio, compaiono Odie e Garfield sorprendendo Jon. Dopo, i due animali vengono lasciati soli, mentre Liz e Jon vanno a visitare la città, ma Garfield e Odie escono per strada alla ricerca di Jon, quando Garfield viene notato da Smithee, il maggiordomo del castello Carlyle che, scambiando Garfield per Principe, lo prende e lo porta con sé, mentre Odie, rimasto solo, incontra Principe ed entra in confusione, quando vengono raggiunti da Jon che scambia Principe per il suo gatto Garfield.

Nel frattempo Dargis è contento, poiché dopo essersi sbarazzato di Principe, potrà finalmente prendersi il castello e tutta la terra e decide di raccontare la notizia ad alcuni funzionari. Gli animali del castello che sono tenuti in una stalla scoprono che Dargis ha cercato di eliminare Principe e che ha in mente un altro piano da padrone: far uccidere gli animali, servirli cucinati ai turisti ed abbattere i boschi e le zone di caccia della zona, per fare dei grattacieli ed un condominio lussuoso per sé.

Garfield viene portato al castello, ma gli altri animali realizzano presto che il gatto non è Principe, per la voce e per i suoi atteggiamenti strani. Dargis, dopo aver notato Garfield (scambiato per Principe) decide ancora una volta di eliminarlo, prima che i delegati vengano entro tre giorni, per assegnare la proprietà, mentre Garfield se la spassa tra bambagia gratis e lasagne alla rinfusa gratis.

Il giorno seguente, Liz va al castello Carlyle come turista, ma accidentalmente perde la mappa, che viene notata da Principe che, con essa, decide di scappare e tornare al castello. Jon inizia a cercarlo con Odie ma senza successo fino a che non nota un giornale che contiene notizie ed immagini di Principe, nuovo nobile di Carlyle fotografato, e realizza che i due gatti sono stati scambiati. Affitta perciò una macchina e si dirige verso il castello.

Con l'intento di far sparire Garfield, Dargis lo cattura e lo chiude in una prigione sotterranea, ma il gatto viene liberato dall'accogliente cane, Winston, e da un topolino. Garfield decide di tornare a Londra, ma poi incontra faccia a faccia Principe in una scena classica di "falso specchio", grazie alla quale scopre la verità dopo aver espirato. Principe spiega che lui aveva vissuto la vita di Garfield per gli ultimi tre giorni e gli chiede di tornare a casa. Principe viene notato dagli altri animali e Garfield decide di rimanere per aiutarli ad affrontare Dargis, prima che i delegati gli affidino la proprietà definitivamente. Così mettono trappole per tutto il castello, compreso il rottweiler Rommel, che, un tempo nemico di Principe, ora impazzisce per i pantaloni di Dargis e lo aggredisce.

Nel frattempo Smithee è incitato da Dargis a non intromettersi ed andarsene dalla tenuta, per una vacanza, come scusa. Ma Jon incontra Smithee chiedendogli informazioni, facendogli notare il giornale di Principe e facendogli realizzare lo scambio tra i due gatti. Smithee capisce che Dargis è il colpevole, poiché aveva notato cose strane in lui negli ultimi giorni.

Dargis minaccia con una balestra i delegati per affidargli la proprietà, ma in quel momento arrivano Garfield, Principe, Jon e Odie, il quale mozza il sedere a Dargis facendogli perdere la balestra che finisce nelle mani di Jon. In quel momento arriva anche Liz, staccatasi dal suo gruppo e dalla guida turistica, e Dargis, sebbene all'inizio innamorato, capisce i sentimenti di lei e minaccia di ucciderla con una pistola, facendo abbassare la balestra a Jon. Dargis cerca di allontanarsi e far firmare i documenti ai delegati, tenendo Liz in ostaggio, ma arriva un furetto, che entra nei pantaloni di Dargis che inizia a strombazzare e Jon gli dà un pugno. In quel momento, arriva Smithee con dei poliziotti che arrestano Dargis.

Liz vede Garfield e Principe, senza distinguerli, ma riconosce Garfield nell'istante in cui dà un calcio ad Odie.

Jon consegna l'anello a Liz e le chiede finalmente di sposarlo e lei accetta, così quando torneranno in America si sposeranno, mentre Garfield tornerà da Nermal ed Arlene e, forse, si porterà in casa anche Principe.

Il film si conclude con Garfield, Principe e gli altri animali che fanno festa in piscina.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Garfield, prima di uscire dalla stanza dell'albergo per cercare John e Liz, dice ad Odie che vuole prima fare uno spuntino prima che gli mangia il suo fegato con un piatto di fave e un buon Chianti. È un chiaro riferimento ad Hannibal Lecter nel film Il silenzio degli innocenti.
  • Quando Dargis rapisce Principe (perché geloso di lui per avergli tolto il rango di erede al trono), tale scena ricorda molto quella del film Disney Gli Aristogatti, quando Edgar rapisce Duchessa e i gattini, in quanto geloso del loro rango di successori al trono.

Critiche e incassi[modifica | modifica sorgente]

Come il precedente film, anche questo è stato stroncato dalla critica, e ha ricevuto minori consensi da parte del pubblico statunitense, incassando comunque molto a livello globale.

Zona Incassi[1] Percentuale
USA 28.426.747 $ 20,3%
Resto del mondo 111.798.644 $ 79,7%
TOTALE 140.225.391 $ 100%

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Garfield: A Tail of Two Kitties (2006) - Box Office Mojo

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema