Ordine Nero (Marvel Comics)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ordine Nero
gruppo
Universouniverso Marvel
Nome orig.Black Order
Lingua orig.Inglese
SoprannomeCacciatori d'Ossidiana
AutoreJonathan Hickman
Disegni
1ª app.settembre 2013
1ª app. inNew Avengers n°8
Editore it.Panini Comics
app. it. inIron Man n° 9
Formazione originale
  • Fauce d’Ebano
  • Proxima Media Nox
  • Astro Nero
  • Gamma Corvi
  • Super Massiva
  • Gamora (solo nel MCU)
  • Nebula (solo nel MCU)

«Udite e gioite. Avete avuto il privilegio di essere stati salvati dal Grande Titano. Forse voi pensate che sia sofferenza. No, questa è redenzione. La bilancia universale tende verso l'equilibrio grazie al vostro sacrificio. Sorridete, poiché anche nella morte, siete diventati figli di Thanos.»

(Fauce d'Ebano nel film Avengers: Infinity War)

L'Ordine Nero (Black Order), i cui membri sono chiamati anche Cacciatori d'Ossidiana (Cull Obsidian), è un gruppo fittizio di supercattivi creati da Jonathan Hickman, Jerome Opeña e Jim Cheung e apparsi nelle pubblicazioni della Marvel Comics.

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

L'Ordine Nero appare per la prima volta in New Avengers (Vol. 3[1]) n. 8, durante l'evento crossover Infinity. Sono stati creati da Jonathan Hickman con i disegni di Jerome Opeña e Jim Cheung.

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

L'Ordine Nero di Thanos[modifica | modifica wikitesto]

L'Ordine Nero nasce come gruppo di alieni che lavora per il titano Thanos; durante il crossover Infinity aiutano Thanos a razziare numerosi mondi in tutto l'universo.[2] Quando vengono a sapere che Freccia Nera, re degli Inumani, nasconde qualcosa, Thanos e l'Ordine Nero attaccano il pianeta. Sulla Terra l'Ordine Nero si mette alla ricerca delle Gemme dell'Infinito, ognuna custodita da un membro degli Illuminati.[3]

Durante una battaglia contro i Vendicatori, Astro Nero e Super Massiva vengono uccisi, mentre Fauce d'Ebano tradisce Thanos e libera Thane, suo figlio. Thane intrappola poi Thanos, Gamma Corvi e Proxima Media Nox all'interno di una prigione d'ambra, lasciandoli in uno stato di morte vivente.[4]

Il gruppo di Gamma Corvi[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la nuova creazione del multiverso, e con Thanos disperso, Gamma Corvi crea una nuova versione dell'Ordine Nero, formato dai peggiori criminali dell'universo, con i quali vuole creare un suo impero. Usando come base una luna chiamata Quadrante Nero, il gruppo comincia a conquistare diversi pianeti, tuttavia Thanos fa ritorno e reclama per sé la luna e i pianeti conquistati. Piuttosto che lasciarsi uccidere dal Titano, Gamma Corvi decide di suicidarsi, e Thanos prende il comando del Quadrante Nero.[5]

Il nuovo Ordine Nero di Thanos[modifica | modifica wikitesto]

Mentre si trova imprigionato al Triskelion, Thanos viene avvicinato da una figura incappucciata che gli offre il suo aiuto per ottenere il martello Mjolnir di Terra-1610.[6] Thanos accetta, e per compiere la missione forma un nuovo Ordine Nero, composto da Proxima Media Nox e Cigno Nero di Terra-1365. Il gruppo viaggia sull'astronave del Collezionista,[7] dove combattono Thor e Beta Ray Bill, ma vengono sconfitti.[8] La figura incappucciata torna da Thanos e si rivela essere Hela la Dea della Morte di Asgard, che per dimostrare il suo potere uccide Proxima Media Nox e Cigno Nero. Hela chiede aiuto a Thanos per reclamare il dominio su Hel, offrendogli in cambio la morte che egli ha sempre desiderato.[9]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Formazione originale[modifica | modifica wikitesto]

  • Astro Nero (Black Dwarf /Cull Obsidian): alieno dotato di super-forza e pelle impenetrabile. È il fratello di Gamma Corvi.
  • Gamma Corvi (Corvus Glaive): il favorito di Thanos, possiede super-forza, super-velocità e una grande resistenza; usa inoltre un'asta con lame che possono tagliare qualsiasi cosa.
  • Fauce d'Ebano (Ebony Maw): un alieno dal grande intelletto e con una forte capacità di persuasione.
  • Super Massiva (Supergiant): è dotata di poteri telepatici.
  • Proxima Media Nox (Proxima Midnight): moglie di Gamma Corvi, è molto abile nel combattimento corpo a corpo ed è dotata di super forza.

Ordine Nero di Gamma Corvi[modifica | modifica wikitesto]

  • Gamma Corvi
  • Coven

La seconda formazione di Thanos[modifica | modifica wikitesto]

  • Thanos
  • Proxima Media Nox
  • Cigno Nero (Black Swan) di Terra-1365

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

I membri dell'Ordine Nero appaiono nella saga cinematografica Marvel Cinematic Universe, come antagonisti secondari nel film Avengers: Infinity War .[10] Il potente gruppo qui è composto da Fauce d'Ebano, Proxima Media Nox, l'Astro Nero (conosciuto come il Cacciatore d'Ossidiana) e Gamma Corvi.[11][12]

  • Fauce d'Ebano (Ebony Maw) è interpretato da Tom Vaughan-Lawlor. Portavoce e sgherro di Thanos, e presumibilmente leader del gruppo, possiede dei poteri telecinetici molto potenti abbastanza da mettere in difficoltà anche il Dottor Strange. Insieme al suo gruppo si reca sulla Terra per recuperare le altre due Gemme dell'Infinito. Insieme all'Astro Nero cerca di recuperare la Gemma del Tempo affrontando Iron Man, il Dottor Strange, Wong e Spider-Man. Riesce a catturare Strange e lo porta sulla sua astronave dove comincia a torturarlo per farsi consegnare la gemma, tuttavia grazie a un piano di Iron Man e Spider-Man (intrufolatosi nell'astronave) lo uccidono scaraventandolo fuori dalla nave spaziale.
  • Proxima Media Nox (Proxima Midnight) è interpretata da Carrie Coon. Come arma utilizza una lancia tridente a impulsi ed una spada. Insieme al suo gruppo si reca sulla Terra per recuperare le altre due Gemme dell'Infinito. Insieme a Gamma Corvi, bracca Scarlet e Visione a Edimburgo iniziando un duro scontro contro di loro mettendoli in difficoltà, ma alla fine lei e Gamma Corvi, quest'ultimo ferito gravemente, vengono messi in fuga dall'arrivo di Capitan America, Falcon e la Vedova Nera. Insieme all'Astro Nero guida l'assalto in Wakanda, scontrandosi direttamente con la Vedova Nera, Scarlet e Okoye. Viene uccisa dalla stessa Scarlet.
  • L'Astro Nero (Cull Obsidian) è interpretato da Terry Notary. È il più grosso e feroce del gruppo e come arma utilizza un martello a catena, convertibile in scudo o tenaglia. Insieme al suo gruppo si reca sulla Terra per recuperare le altre due Gemme dell'Infinito. Insieme a Fauce d'Ebano cerca di recuperare la gemma del tempo affrontando Iron Man, il Dottor Strange, Wong e Spider-Man dove viene sconfitto e spedito al polo nord da Wong, perdendo anche la mano sinistra. Tempo dopo, insieme a Proxima Media Nox e con una nuova mano cibernetica, si reca nel Wakanda dove inizia l'assalto alla città per recuperare la Gemma della Mente sulla fronte di Visione. Affronta Banner (dentro l'armatura Hulkbuster) venendo sconfitto e disintegrato dalla cupola di energia attorno alla città.
  • Gamma Corvi (Corvus Glaive) è interpretato da Michael James Shaw. Come arma utilizza un'alabarda in grado di tagliare perfino il Vibranio, di cui è composto il corpo di Visione. Insieme al suo gruppo si reca sulla Terra per recuperare le altre due Gemme dell'Infinito. Insieme a Proxima Media Nox, bracca Scarlet e Visione a Edimburgo iniziando un duro scontro contro di loro mettendoli in difficoltà, ma alla fine lui, ferito gravemente, e Proxima vengono messi in fuga dall'arrivo di Capitan America, Falcon e la Vedova Nera. Dopo essersi ripreso partecipa alla battaglia in Wakanda per recuperare la gemma di Visione. Quando Wanda si reca sul campo di battaglia, decide di andare a recuperare personalmente la gemma, riuscendo quasi nel suo intendo, ma viene bloccato da Capitan America iniziando uno scontro con il super soldato. Alla fine verrà ucciso da Visione, trafitto con la sua stessa arma.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ Free Comic Book Day 2013 Infinity
  3. ^ New Avengers, Vol. 3 n. 8.
  4. ^ Infinity n. 6
  5. ^ Thanos, Vol. 2 n. 1.
  6. ^ Unworthy Thor n. 2
  7. ^ Unworthy Thor n. 3
  8. ^ Unworthy Thor n. 4
  9. ^ The Unworthy Thor n. 5
  10. ^ (EN) Anthony Breznican, Avengers: Infinity War reveals four new villains — The Black Order, su Entertainment Weekly, 15 luglio 2017. URL consultato il 16 luglio 2017.
  11. ^ (EN) Anthony Couto, Thanos’ Black Order Confirmed for Avengers: Infinity War, su CBR.com, 15 luglio 2017. URL consultato il 16 luglio 2017.
  12. ^ (EN) Graeme McMillan, Marvel Unveils New 'Avengers: Infinity War' Villains, su The Hollywood Reporter, 15 luglio 2017. URL consultato il 16 luglio 2017.