Dragon Man

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dragon Man
Universo Universo Marvel
Nome orig. Dragon Man
Lingua orig. Inglese
Alter ego Dragon Man
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. febbraio 1965
1ª app. in Fantastic Four n. 35 - I serie
Editore it. Editoriale Corno
app. it. in Fantastici Quattro n. 30
Sesso Maschio
Parenti Professor Gregson Gilbert (creatore)

Dragon Man è un personaggio dei fumetti, creato da Stan Lee (testi) e Jack Kirby (testi), pubblicata dalla Marvel Comics. È apparso la prima volta in The Fantastic Four (prima serie) n. 35 (1965).

È un supercriminale nemico dei Fantastici Quattro.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

L'androide Dragon Man fu costruito dallo scienziato Gilbert Gregson come un grande passo nel campo della vita artificiale. Tuttavia, il suo creatore non fu in grado di animarlo. Fu Diablo l'alchimista a dargli vita con una delle sue pozioni e Dragon Man divenne suo servitore. Dragon Man è dotato di una forza sovrumana, pari a quella della Cosa; inoltre è capace di volare ed emettere fiammate. Tuttavia, la sua intelligenza è piuttosto scarsa. Si dice che non attacchi se non provocato, benché attacchi spesso i supereroi. Nel crossover age of ultron, episodio 144, dragon man, o più precisamente, la sua carcassa, si trova nel laboratorio di hank pym, in cui, quest'ultimo la sta studiando con l'intento di trarne le conoscenze appropriate per la creazione di un'intelligenza artificiale avanzata, a tal punto da essere maggiore di quella umana, è lecito quindi dire che hank pym abbia tratto ispirazione per la creazione di ultron, da dragon man, quest'ultimo, comunque, di recente è capitato su una specie di pianeta chiamato Battleworld.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Nella serie animata dei Fantastici 4 del 2006 è un membro dei Terribili 4: il suo look è stato ridisegnato per renderlo più moderno, ed è sempre un androide.

Compare anche nella serie animata Ultimate Spider-Man dove affronta in alcuni episodi Spider-Man con il risultato di farsi sconfiggere dal giovane supereroe; qui sembra non avere mentori e agisce per conto proprio.

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics