Leon Haslam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Leon Haslam
Leon Haslam 2009 SBK Donington.JPG
Haslam sulla CBR 1000RR del team Stiggy Racing nel 2009
Nome Leon Lloyd Haslam
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 1998 in classe 125
Stagioni dal 1998 al 2002
Miglior risultato finale 18º
Gare disputate 46
Punti ottenuti 38
Carriera in Superbike
Esordio 2003
Miglior risultato finale
Gare disputate 213
Gare vinte 5
Podi 39
Punti ottenuti 1924
Pole position 3
Giri veloci 6
 

Leon Lloyd Haslam (Ealing, 31 maggio 1983[1]) è un pilota motociclistico britannico.

Figlio d'arte (il padre, Ron, aveva corso per Honda e Cagiva in 500 negli anni ottanta),[2] dopo una parentesi nel motomondiale si è dedicato alle corse nella categoria Superbike.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Per quel che concerne il motomondiale, fa il suo esordio nel 1998, correndo come wild card il GP di Gran Bretagna. La stessa wild card riesce ad ottenerla, per lo stesso GP, anche nel 1999.

Nel 2000 corre la sua prima stagione da pilota titolare nel motomondiale su una Italjet nella classe 125.

L'anno successivo si sposta nella classe 500, correndo le prime gare con una Honda NSR 500 V2 per poi portare a termine la stagione con una Honda NSR 500, sempre rimanendo nel team Shell Advance Honda. Riesce ad ottenere 13 punti validi per la classifica iridata, con un undicesimo posto al GP del Brasile quale miglior piazzamento in gara.

Nel 2002 scende di cilindrata, andando a gareggiare nella classe 250 per il team Cibertel Honda BQR, ottenendo il diciottesimo posto nella classifica finale.

Dopo l'esperienza nel motomondiale, nel 2003 partecipa al campionato Britannico Supersport con una Ducati del team Renegade, fino a quando lo stesso team lo chiama per sostituire Sean Emmett nel campionato British Superbike nella parte conclusiva della stagione. Nello stesso anno partecipò anche a 6 gare del campionato mondiale Superbike.

Nel 2004 corre l'intera stagione nel mondiale Superbike, sempre con il team Renegade, con Noriyuki Haga come compagno di squadra, su una Ducati 999, conquistando l'ottavo posto finale, con un terzo posto come miglior risultato in gara.

Dal 2005 al 2008 ha corso nuovamente nella British Superbike, prima con la Ducati poi con la Honda.

Nel 2009, dopo 2 apparizioni nell'anno precedente (a Donington Park e a Portimão, dove giunge terzo in gara 2) come wild card, torna in pianta stabile nel mondiale Superbike, alla guida di una Honda CBR 1000RR del team Stiggy Racing, con cui si piazza sesto a fine anno.

Il 12 ottobre 2009 viene annunciata la sua partecipazione nel 2010 al campionato mondiale Superbike con una Suzuki GSX-R1000 del team Suzuki Alstare.[3]

Nel gran premio d'esordio a Phillip Island, in Australia, ottiene la superpole, una vittoria in gara 1 (la prima della sua carriera nel mondiale Superbike) ed un secondo posto in gara 2, uscendo così dal primo week-end del mondiale Superbike del 2010 in testa alla classifica. Da notare che in gara 1 ha preceduto la Ducati dell'italiano Michel Fabrizio di soli quattro millesimi, distacco minimo nella storia del mondiale Superbike.[4]

Prosegue La stagione con un doppio secondo posto a Portimão dietro Max Biaggi (principale avversario per il titolo) e altri podi (5 su 8 gare) di cui due vittorie (Valencia gara 1 e Kyalami gara 2), risultati che lo piazzano provvisoriamente in testa alla graduatoria mondiale con 15 punti di vantaggio rispetto al pilota romano.

Il 31 maggio, nella tappa americana di Salt Lake City, dopo una rimonta in gara 1 che lo piazza secondo dietro al diretto rivale Max Biaggi, cade per la prima volta in stagione in gara 2 mentre era quarto e, complice la vittoria del romano, si ritrova secondo dietro proprio quest'ultimo con 15 punti di svantaggio ma con 92 punti di vantaggio sul primo degli inseguitori. Prosegue l'annata con altri quattro piazzamenti a podio, realizzando in totale 14 podi e 3 vittorie in stagione, che gli valgono il secondo posto nel classifica piloti staccato di 75 punti dal campione del mondo Biaggi.

Vista l'impossibilità del team Alstare di reperire le risorse finanziarie per rinnovargli il contratto,[5] già a fine stagione 2010 trova l'accordo per correre nel 2011 per il team BMW Motorrad Motorsport con la BMW S1000 RR. L'annata non ricalca quella precedente, Haslam subisce il cambio di moto, totalizzando solo tre podi in campionato, riuscendo comunque a realizzare sempre punti nelle gare portate a termine, ritirandosi solo in tre occasioni. Nella graduatoria piloti è quinto con 224 punti, risultando il miglior pilota della casa tedesca.

Per le stagioni 2013 e 2014 si trasferisce al team Ten Kate Honda, con compagno di squadra Jonathan Rea. Dopo una prima stagione ricca di incidenti e ritiri, il pilota britannico riesce a mettersi in mostra la stagione successiva arrivando settimo in campionato, grazie anche a prestazioni costanti (tranne la gara inaugurale a Phillip Island porta a termine tutte le gare). Per la stagione 2015 viene ingaggiato dal team Aprilia Racing Team - Red Devils per guidare l'Aprilia RSV4 RF, il compagno di squadra è Jordi Torres. Haslam inizia l'annata trovandosi in lotta per il titolo con Jonathan Rea. Durante la stagione scivola indietro in classifica fino ad assestarsi al quarto posto, che mantiene fino alla fine del campionato. In questa stagione ottiene comunque due vittorie, in gara 2 in Australia e ancora gara 2 in Qatar, nove piazzamenti a podio, due Superpole e due giri veloci.

Nel 2016 lascia il mondiale Superbike per passare al British Superbike, dove guida una Kawasaki ZX-10R gestita dal team JG Speedfit. [6] Termina il campionato al secondo posto, staccato di 29 punti dal campione Shane Byrne e con nove vittorie all'attivo. Chiude la stagione partecipando al mondiale Superbike in sella ad una Kawasaki ZX-10R del team Pedercini Racing nel GP finale in Qatar, dove ottiene un undicesimo ed un quinto posto, che gli permettono di chiudere al ventesimo posto in classifica piloti. [7]

Nel 2017 paertecipa in qualità di wild card al Gran Premio di Gran Bretagna del mondiale Superbike in sella ad una Kawasaki del team Puccetti Racing.[8]

Risultati in gara[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale[modifica | modifica wikitesto]

1998 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of the Community of Madrid.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Imola-Stemma.png Flag of Catalonia.svg Flag of Australia.svg Flag of Argentina.svg Punti Pos.
125 Honda 17 0
1999 Classe Moto Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Imola-Stemma.png Flag of the Land of Valencia (official).svg Flag of Australia.svg Flag of South Africa.svg Flag of Brazil.svg Flag of Argentina.svg Punti Pos.
125 Honda 19 0
2000 Classe Moto Flag of South Africa.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Portugal.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Flag of Brazil.svg Flag of the Pacific Community.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
125 Italjet 22 19 Rit 17 NQ 22 10 18 19 Rit 17 Rit 22 Rit Rit 17 6 27º
2001 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of South Africa.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Portugal.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Flag of the Pacific Community.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Brazil.svg Punti Pos.
500 Honda 13 17 16 NP NQ 13 17 Rit Rit Rit 16 15 19 15 11 13 19º
2002 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of South Africa.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Portugal.svg Flag of Brazil.svg Flag of the Pacific Community.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
250 Honda Rit 15 19 Rit 18 18 Rit 17 13 17 7 10 Rit 17 18 17 19 18º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Campionato mondiale Superbike[modifica | modifica wikitesto]

2003 Moto Flag of Spain.svg Flag of Australia.svg Flag of Japan.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of the United States.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Punti Pos.
Ducati Rit 10 7 6 Rit 6 35 21º
2004 Moto Flag of Spain.svg Flag of Australia.svg Flag of San Marino.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the United States.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Punti Pos.
Ducati 5 9 Rit 10 11 5 5 4 7 3 5 4 9 Rit Rit Rit 6 6 10 12 7 6 169
2008 Moto Flag of Qatar.svg Flag of Australia.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Germany.svg Flag of San Marino.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of Portugal.svg Punti Pos.
Honda 8 Rit 7 3 33 22º
2009 Moto Flag of Australia.svg Flag of Qatar.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of South Africa.svg Flag of the United States.svg Flag of San Marino.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of Portugal.svg Punti Pos.
Honda 6 3 11 11 5 5 3 2 Rit 7 Rit 4 10 Rit 12 8 4 2 7 12 6 5 6 8 5 5 Rit Rit 241
2010 Moto Flag of Australia.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of South Africa.svg Flag of the United States.svg Flag of San Marino.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Punti Pos.
Suzuki 1 2 2 2 1 4 11 2 4 2 3 1 2 Rit 8 2 8 10 3 4 6 3 5 Rit 2 10 376
2011 Moto Flag of Australia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of Portugal.svg Punti Pos.
BMW 3 5 4 4 12 5 3 Rit 8 13 Rit 5 9 9 8 7 4 8 5 9 Rit 5 3 4 9 15 224
2012 Moto Flag of Australia.svg Flag of Italy.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the United States.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Russia.svg Flag of Germany.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg Punti Pos.
BMW 12 5 3 3 Rit 5 AN 2 2 15 10 8 12 3 7 6 7 7 6 17 6 Rit 7 Rit 19 Rit 5 Rit 200
2013 Moto Flag of Australia.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Portugal.svg Flag of Italy.svg Flag of Russia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Turkey.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of Spain.svg Punti Pos.
Honda 7 10 9 9 NP NP NP NP Rit NP 10 9 Rit AN 7 Rit 7 13 9 8 Rit 11 8 Rit Rit Rit 91 13º
2014 Moto Flag of Australia.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Qatar.svg Punti Pos.
Honda Rit 6 9 8 8 5 10 8 8 7 7 11 10 12 11 5 7 7 7 8 6 3 11 10 187
2015 Moto Flag of Australia.svg Flag of Thailand.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Portugal.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Qatar.svg Punti Pos.
Aprilia 2 1 2 2 4 3 4 4 4 Rit 4 4 12 3 5 3 13 5 7 6 5 3 16 5 6 1 332
2016 Moto Flag of Australia.svg Flag of Thailand.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of Spain.svg Flag of Qatar.svg Punti Pos.
Kawasaki 11 5 16 20º
2017 Moto Flag of Australia.svg Flag of Thailand.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Germany.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg Flag of Spain.svg Flag of Qatar.svg Punti Pos.
Kawasaki 2 Rit 20
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Non disputata/Non valida Non qual./Non part. Squalificato Ritirato

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN96789333