British Superbike Championship

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
British Superbike Championship
Categoria Motociclismo
Nazione Regno Unito Regno Unito
Prima edizione 1988
Pilota campione
(2014)
Regno Unito Shane Byrne
Squadra campione
(2014)
Giappone Kawasaki
Sito web ufficiale British Superbike

Il British Superbike Championship è il principale campionato motociclistico nel Regno Unito.

Il campionato, anche noto con la sigla BSB, è organizzato dalla MCRCB-Events. I diritti televisivi e commerciali sono gestiti dalla DORNA UK Limited, facente parte dalla DORNA Sports group, società che detiene i diritti anche per la MotoGP.

Il direttore di gara delle corse nonché responsabile dell'intero campionato è Stuart Higgs. I commissari di percorso vengono forniti dalla Racesafe Marshals Association.

Alcuni piloti che hanno partecipato al BSB sono poi approdati al Campionato Mondiale Superbike o alla MotoGP, tra questi, Troy Bayliss (2001, 2006 e 2008), Neil Hodgson (2003) e James Toseland (2004 e 2007), sono diventati campioni del mondo Superbike.

Nel 2005, il campionato è stato vinto dal pilota spagnolo Gregorio Lavilla su Ducati 999 F04 gommata Dunlop, davanti alle Honda CBR 1000RR gommate Michelin guidate dal giapponese Ryuichi Kiyonari e dal britannico Michael Rutter. Il campionato marche è stato vinto dalla Honda. Il campione in carica 2004 John Reynolds è stato costretto al ritiro a causa di un incidente ad inizio stagione. Reynolds aveva vinto anche i campionati 1992 e 2001.

Una fase di gara a Thruxton nel 2006

Il campionato 2006, disputato su 12 delle 13 gare previste (la data di Mondello Park è stata annullata per pioggia), è stato vinto dal pilota giapponese Ryuichi Kiyonari su Honda CBR 1000RR gommata Michelin. Secondo, si è classificato Leon Haslam e terzo Gregorio Lavilla, entrambe su Ducati 999 F06 gommata Dunlop. Il Campionato costruttori è stato vinto dalla Ducati. L'ultima gara del campionato, a Brands Hatch, è stata vista da un milione e mezzo di telespettatori.

Nel 2007 il BSB si è disputato su 13 gare, compreso un unico appuntamento fuori dall'Inghilterra a Mondello Park in Irlanda. La vittoria finale è andata a Ryuichi Kiyonari su Honda CBR 1000RR gommata Michelin davanti al compagno di squadra Jonathan Rea ed a Leon Haslam su Ducati 999 F06 gommata Dunlop. Il campionato marche è stato vinto dalla Honda. Le gare sono state trasmesse in diretta da ITV e Sky Sports.

Dal 2008, sulla falsa riga di quanto già fatto nel 2004 nel Mondiale Superbike, viene introdotto il monogomma e come per il campionato del mondo, il fornitore unico è la Pirelli. Il campionato si è svolto in 12 eventi il primo dei quali, Brands Hatch, è stato posticipato dopo la seconda gara di Oulton Park a causa della neve. La vittoria finale è andata a Shane 'Shakey' Byrne sulla debuttante Ducati 1098 RS, secondo si è classificato Leon Haslam su Honda CBR 1000RR mentre il terzo posto è andato a Cal Crutchlow sempre su Honda CBR 1000RR. Il campionato marche è stato vinto dalla Ducati. Nel 2008 le gare sono state trasmesse, sia nel Regno Unito che in Europa continentale, da Eurosport 2.

Orfano dei primi tre classificati del 2008, il 2009 si è aperto con la gara di Brands Hatch il weekend di Pasqua (11-13 aprile). La principale novità è stato il passaggio del Team campione in carica, GSE Racing, alla Yamaha.

La copertura televisiva è a cura di British Eurosport.

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Dove non indicata la nazionalità si intende pilota britannico.

Anno Categoria Pilota Moto Squadra Note
1988 750cm³ - TT F1 Darren Dixon Suzuki Dixon ha continuato nei sidecar, con Andy Hetherington come passeggero.
1989 Superbike Brian Morrison Honda
1990 750cm³ - TT F1 Terry Rymer Yamaha
1991 750cm³ - TT F1 Robert McElnea Yamaha
1992 750cm³ - TT F1 John Reynolds Kawasaki
1993 Superbike James Whitham Yamaha Fast Orange
1994 Superbike Ian Simpson Norton Rotary F1
1995 Superbike Steve Hislop Ducati 916/955 Devimead Whitham si ritira per un Linfoma di Hodgkin
1996 Superbike Niall Mackenzie Yamaha YZF750
1997 Superbike Niall Mackenzie Yamaha YZF750 Cadbury's Boost
1998 Superbike Niall Mackenzie Yamaha YZF750 Cadbury's Boost Campione con 387 punti, 6 gare vinte, 1 pole position, su 24 gare
1999 Superbike Australia Troy Bayliss Ducati 996 INS GSE Racing Campione con 394 punti, 7 gare vinte, 6 pole position, su 24 gare
2000 Superbike Neil Hodgson Ducati 996 INS GSE Racing Campione con 422 punti, 7 gare vinte, 5 pole position, su 24 gare
2001 Superbike John Reynolds Ducati 996 RS Reve Red Bull Campione con 536 punti
2002 Superbike Steve Hislop Ducati 998 RS Paul Bird MonsterMob Campione con 452 punti, 8 gare vinte, 5 pole position, 17 podi, su 26 gare
2003 Superbike Shane Byrne Ducati 998 F02 Paul Bird MonsterMob Campione con 488 punti, 12 gare vinte, 5 pole position, 21 podi, su 24 gare
2004 Superbike John Reynolds Suzuki GSX-R1000 Crescent Q8 Rizla Campione con 446 punti, in 26 gare
2005 Superbike Spagna Gregorio Lavilla Ducati 999 F04 Airwaves Ducati - GSE Racing Campione con 461 punti in 26 gare
2006 Superbike Giappone Ryuichi Kiyonari Honda CBR1000RR FireBlade HM Plant HRC Campione con 466 punti, 11 gare vinte su 24
2007 Superbike Giappone Ryuichi Kiyonari Honda CBR1000RR FireBlade HM Plant HRC Campione con 433 punti, 8 gare vinte su 26
2008 Superbike Shane Byrne Ducati 1098 RS Airwaves Ducati - GSE Racing Campione con 474 punti, 10 gare vinte su 24
2009 Superbike Leon Camier Yamaha YZF-R1 Airwaves GSE Campione con 549.5 punti, 19 vittorie su 26 gare, 9 pole
2010 Superbike Giappone Ryuichi Kiyonari Honda CBR1000RR FireBlade HM Plant HRC Campione con 649 punti, 7 vittorie su 26 gare, 5 pole
2011 Superbike Tommy Hill Yamaha YZF-R1 Swan Yamaha Campione con 647 punti, 7 vittorie su 24 gare, 9 pole
2012 Superbike Shane Byrne Kawasaki ZX-10R Rapid Solicitors Kawasaki Campione con 683 punti, 8 vittorie su 26 gare, 1 pole
2013 Superbike Alex Lowes Honda CBR1000RR FireBlade Samsung Honda Campione con 643 punti, 8 vittorie su 26 gare, 12 pole
2014 Superbike Shane Byrne Kawasaki ZX-10R Rapid Solicitors Kawasaki Campione con 682 punti, 10 vittorie su 26 gare, 10 pole

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]