Gran Premio di superbike d'Aragona 2014

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spagna Gran Premio d'Aragona 2014
Gara del Mondiale Superbike
Gara 2 su 12 del 2014
Motorland Aragón FIA.svg
Data 13 aprile 2014
Luogo Motorland Aragón
Percorso 5,344 km
Risultati
Superbike gara 1
Distanza 17 giri, totale 90,848 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Tom Sykes Regno Unito Tom Sykes
Kawasaki in 1min 56s 479ms Kawasaki in 1min 57s 664ms
(nel giro 2 di 17)
Podio
1. Regno Unito Tom Sykes
Kawasaki
2. Francia Loris Baz
Kawasaki
3. Regno Unito Jonathan Rea
Honda
Superbike gara 2
Distanza 17 giri, totale 90,848 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Tom Sykes Regno Unito Chaz Davies
Kawasaki in 1min 56s 479ms Ducati in 1min 57s 982ms
(nel giro 2 di 17)
Podio
1. Regno Unito Tom Sykes
Kawasaki
2. Francia Loris Baz
Kawasaki
3. Italia Marco Melandri
Aprilia
Supersport
Distanza 15 giri, totale 80,160 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Kev Coghlan Francia Jules Cluzel
Yamaha in 2min 01s 662ms MV Agusta in 2min 01s 708ms
(nel giro 9 di 15)
Podio
1. Turchia Kenan Sofuoğlu
Kawasaki
2. Paesi Bassi Michael van der Mark
Honda
3. Francia Florian Marino
Kawasaki

Il Gran Premio di superbike d'Aragona 2014 è stato la seconda prova del mondiale superbike del 2014, nello stesso fine settimana si è corso il secondo gran premio stagionale del mondiale supersport del 2014.

Tom Sykes vince entrambe le gare valide per il campionato mondiale Superbike, mentre Kenan Sofuoğlu è il vincitore della gara del mondiale Supersport.

Superbike[modifica | modifica wikitesto]

Gara 1[modifica | modifica wikitesto]

Fonte[1]

Prima affermazione stagionale in gara 1 per Tom Sykes (campione del mondo in carica), che dopo aver realizzato il sabato la sua ventesima superpole in carriera, realizza anche la sua personale quindicesima vittoria nel contesto del mondiale Superbike.

Co Sykes vincitore, sale sul secondo gradino del podio anche il compagno di squadra, il francese Loris Baz, con il team Kawasaki Racing che realizza una doppietta. Completa il podio Jonathan Rea con la Honda CBR1000RR del team PATA Honda, mentre Leon Camier del team BMW Motorrad Italia è il migliore dei piloti con motociclette con specifiche EVO.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
1 Regno Unito Tom Sykes Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R 17 33min 38s 583ms 25
76 Francia Loris Baz Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R 17 +4.275 20
65 Regno Unito Jonathan Rea PATA Honda Honda CBR1000RR 17 +8.418 16
7 Regno Unito Chaz Davies Ducati Superbike Ducati 1199 Panigale R 17 +15.715 13
58 Irlanda Eugene Laverty Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 17 +19.305 11
50 Francia Sylvain Guintoli Aprilia Racing Aprilia RSV4 Factory 17 +21.998 10
24 Spagna Toni Elías Red Devils Roma Aprilia RSV4 Factory 17 +24.018 10º 9
34 Italia Davide Giugliano Ducati Superbike Ducati 1199 Panigale R 17 +27.894 8
91 Regno Unito Leon Haslam PATA Honda Honda CBR1000RR 17 +29.077 12º 7
10º 22 Regno Unito Alex Lowes Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 17 +29.863 6
11º 33 Italia Marco Melandri Aprilia Racing Aprilia RSV4 Factory 17 +34.820 5
12º 19 Regno Unito Leon Camier BMW Motorrad Italia BMW S1000 RR EVO 17 +35.255 11º 4
13º 44 Spagna David Salom Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R EVO 17 +43.975 14º 3
14º 11 Francia Jérémy Guarnoni MRS Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO 17 +46.721 20º 2
15º 32 Sudafrica Sheridan Morais IRON BRAIN Grillini Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO 17 +56.619 17º 1
16º 23 Italia Luca Scassa Team Pedercini Kawasaki ZX-10R EVO 17 +1:16.469 22º
17º 20 Stati Uniti Aaron Yates Hero EBR EBR 1190 RX 17 +1:35.047 25º
18º 10 Ungheria Imre Tóth BMW Team Toth BMW S1000 RR 17 +1:48.427 24º
19º 21 Italia Alessandro Andreozzi Team Pedercini Kawasaki ZX-10R EVO 17 +1:51.222 23º
20º 56 Ungheria Péter Sebestyén BMW Team Toth BMW S1000 RR EVO 17 +2:01.152 27º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
84 Italia Michel Fabrizio IRON BRAIN Grillini Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO 9 19º
59 Italia Niccolò Canepa Althea Racing Ducati 1199 Panigale R EVO 4 13º
99 Stati Uniti Geoff May Hero EBR EBR 1190 RX 3 26º
71 Italia Claudio Corti MV Agusta RC-Yakhnich M. MV Agusta F4 RR 1 16º
9 Francia Fabien Foret MAHI Racing Team India Kawasaki ZX-10R EVO 0 21º

Fuori classifica[modifica | modifica wikitesto]

La Bimota BB3, motocicletta portata in gara dal team Bimota Alstare, partecipa al campionato anche se non ha ancora ottenuto l'omologazione da parte della FIM, pertanto i piazzamenti dei due piloti non vengono considerati, quindi non gli vengono assegnati punti per le classifiche mondiali.

Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia
86 Italia Ayrton Badovini Bimota Alstare Bimota BB3 EVO 17 +43.934 15º
2 Regno Unito Christian Iddon Bimota Alstare Bimota BB3 EVO 17 +58.222 18º

Gara 2[modifica | modifica wikitesto]

Fonte[2]

Così come successo in gara 1, anche la seconda gara vede vincere Tom Sykes con al secondo posto il compagno di squadra Loris Baz, entrambi alla guida della Kawasaki ZX-10R. La sola differenza rispetto alla prima gara è il terzo classificato, che è Marco Melandri con l'Aprilia RSV4 Factory. Lo spagnolo David Salom, decimo sul traguardo, risulta il migliore dei piloti della classe EVO.

Grazie alla sua personale sedicesima affermazione in carriera nel mondiale Superbike, il britannico Sykes si porta in testa al campionato piloti con 75 punti, seguito da Baz secondo a meno quattro punti dal compagno di squadra, con Sylvain Guintoli (quarto in questa gara) terzo con 64 punti totali.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
1 Regno Unito Tom Sykes Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R 17 33min 37s 223ms 25
76 Francia Loris Baz Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R 17 +0.338 20
33 Italia Marco Melandri Aprilia Racing Aprilia RSV4 Factory 17 +0.470 16
50 Francia Sylvain Guintoli Aprilia Racing Aprilia RSV4 Factory 17 +5.429 13
65 Regno Unito Jonathan Rea PATA Honda Honda CBR1000RR 17 +8.861 11
58 Irlanda Eugene Laverty Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 17 +15.986 10
34 Italia Davide Giugliano Ducati Superbike Ducati 1199 Panigale R 17 +18.206 9
91 Regno Unito Leon Haslam PATA Honda Honda CBR1000RR 17 +25.513 12º 8
24 Spagna Toni Elías Red Devils Roma Aprilia RSV4 Factory 17 +25.823 10º 7
10º 44 Spagna David Salom Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R EVO 17 +38.949 14º 6
11º 59 Italia Niccolò Canepa Althea Racing Ducati 1199 Panigale R EVO 17 +39.413 13º 5
12º 19 Regno Unito Leon Camier BMW Motorrad Italia BMW S1000 RR EVO 17 +41.486 11º 4
13º 32 Sudafrica Sheridan Morais IRON BRAIN Grillini Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO 17 +1:02.587 17º 3
14º 23 Italia Luca Scassa Team Pedercini Kawasaki ZX-10R EVO 17 +1:09.720 22º 2
15º 9 Francia Fabien Foret MAHI Racing Team India Kawasaki ZX-10R EVO 17 +1:14.046 21º 1
16º 21 Italia Alessandro Andreozzi Team Pedercini Kawasaki ZX-10R EVO 17 +1:14.233 23º
17º 10 Ungheria Imre Tóth BMW Team Toth BMW S1000 RR 17 +1:37.781 24º
18º 56 Ungheria Péter Sebestyén BMW Team Toth BMW S1000 RR EVO 17 +1:54.547 27º
19º 20 Stati Uniti Aaron Yates[3] Hero EBR EBR 1190 RX 17 +1:55.195 25º
20º 99 Stati Uniti Geoff May Hero EBR EBR 1190 RX 17 +1:57.166 26º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
84 Italia Michel Fabrizio IRON BRAIN Grillini Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO 12 19º
11 Francia Jérémy Guarnoni MRS Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO 9 20º
71 Italia Claudio Corti MV Agusta RC-Yakhnich M. MV Agusta F4 RR 5 16º
7 Regno Unito Chaz Davies Ducati Superbike Ducati 1199 Panigale R 3
22 Regno Unito Alex Lowes Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 1

Fuori classifica[modifica | modifica wikitesto]

La Bimota BB3, motocicletta portata in gara dal team Bimota Alstare, partecipa al campionato anche se non ha ancora ottenuto l'omologazione da parte della FIM, pertanto i piazzamenti dei due piloti non vengono considerati, quindi non gli vengono assegnati punti per le classifiche mondiali.

Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia
86 Italia Ayrton Badovini Bimota Alstare Bimota BB3 EVO 17 +40.915 15º
2 Regno Unito Christian Iddon Bimota Alstare Bimota BB3 EVO 10 Ritirato 18º

Supersport[modifica | modifica wikitesto]

Fonte[4]

Vittoria nella seconda prova di campionato per il turco Kenan Sofuoğlu con la Kawasaki ZX-6R, giunto alla personale ventisettesima affermazione della sua carriera nel mondiale Supersport. Secondo con la Honda CBR600RR del team PATA Honda l'olandese Michael van der Mark, con il francese Florian Marino del team Kawasaki Intermoto Ponyexpres al terzo posto.

La classifica piloti vede portarsi in testa Kev Coghlan (quinto in gara ed autore della pole position) che, pur non avendo ancora vinto una gara, diviene leader con 31 punti, con Marino secondo staccato di due lunghezze e Raffaele De Rosa (sesto sul traguardo di questo GP) terzo con 26 punti.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
54 Turchia Kenan Sofuoğlu MAHI Racing Team India Kawasaki ZX-6R 15 30min 43s 276ms 25
60 Paesi Bassi Michael van der Mark PATA Honda Honda CBR600RR 15 +0.869 20
21 Francia Florian Marino Kawasaki Intermoto Ponyexpres Kawasaki ZX-6R 15 +9.091 16
26 Italia Lorenzo Zanetti PATA Honda Honda CBR600RR 15 +10.475 13
88 Regno Unito Kev Coghlan DMC Panavto-Yamaha Yamaha YZF R6 15 +15.194 11
35 Italia Raffaele De Rosa CIA Insurance Honda Honda CBR600RR 15 +18.579 12º 10
5 Italia Roberto Tamburini San Carlo Puccetti Racing Kawasaki ZX-6R 15 +19.059 11º 9
65 Russia Vladimir Leonov MV Agusta RC-Yakhnich M. MV Agusta F3 675 15 +19.666 8
11 Italia Christian Gamarino Team Go Eleven Kawasaki ZX-6R 15 +19.846 14º 7
10º 14 Thailandia Ratthapark Wilairot Core PTR Honda Honda CBR600RR 15 +20.077 10º 6
11º 4 Irlanda Jack Kennedy CIA Insurance Honda Honda CBR600RR 15 +24.569 13º 5
12º 44 Italia Roberto Rolfo Team Go Eleven Kawasaki ZX-6R 15 +25.187 19º 4
13º 6 Svizzera Dominic Schmitter HAGN-SKM Racing Yamaha YZF R6 15 +25.535 17º 3
14º 99 Stati Uniti Patrick Jacobsen Kawasaki Intermoto Ponyexpres Kawasaki ZX-6R 15 +28.843 2
15º 61 Italia Fabio Menghi VFT Racing Yamaha YZF R6 15 +28.904 16º 1
16º 24 Italia Marco Bussolotti Team Lorini Honda CBR600RR 15 +33.148 18º
17º 9 Paesi Bassi Tony Coveña Kawasaki Ponyexpres Intermoto Kawasaki ZX-6R 15 +43.243 22º
18º 89 Regno Unito Fraser Rogers Com Plus SMS Racing Honda CBR600RR 15 +56.196 23º
19º 161 Russia Alexey Ivanov DMC Panavto-Yamaha Yamaha YZF R6 15 +56.460 24º
20º 7 Spagna Nacho Calero CIA Insurance Honda Honda CBR600RR 15 +1:11.373 20º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
16 Francia Jules Cluzel MV Agusta RC-Yakhnich M. MV Agusta F3 675 11
10 Italia Alessandro Nocco San Carlo Puccetti Racing Kawasaki ZX-6R 9 21º
84 Italia Riccardo Russo Team Lorini Honda CBR600RR 6
15 Germania Kevin Wahr RS Wahr by Kraus Racing Yamaha YZF R6 4 15º

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aragón, Superbike - Results Race 1, su sbk.perugiatiming.com, 13 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2015).
  2. ^ Aragón, Superbike - Results Race 2, su sbk.perugiatiming.com, 13 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2015).
  3. ^ penalizzato di venti secondi in quanto la sua moto viene trovata irregolare a seguito di espezione tecnica dopo la gara
  4. ^ Aragón, Supersport - Results Race, su sbk.perugiatiming.com, 13 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2015).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale Superbike - Stagione 2014
Flag of Australia.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Qatar.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2013
Gran Premio di superbike d'Aragona
Altre edizioni
Edizione successiva:
2015
Moto Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moto