Gran Premio di superbike di Magny-Cours 2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francia Gran Premio di Francia 2012
Gara del Mondiale Superbike
Gara 14 su 14 del 2012
Circuit de Nevers Magny-Cours.svg
Data 7 ottobre 2012
Luogo Circuito di Nevers Magny-Cours
Percorso 4,411 km / 2,741 US mi
Clima Variabile
Risultati
Superbike gara 1
Distanza 23 giri, totale 101,453 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Tom Sykes Francia Sylvain Guintoli
Kawasaki ZX-10R in 1:36.950 Ducati 1098R in 1:53.143
(nel giro 17 di 23)
Podio
1. Francia Sylvain Guintoli
Ducati 1098R
2. Italia Marco Melandri
BMW S1000 RR
3. Regno Unito Tom Sykes
Kawasaki ZX-10R
Superbike gara 2
Distanza 23 giri, totale 101,453 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Tom Sykes Italia Davide Giugliano
Kawasaki ZX-10R in 1:36.950 Ducati 1098R in 1:39.237
(nel giro 5 di 23)
Podio
1. Regno Unito Tom Sykes
Kawasaki ZX-10R
2. Regno Unito Jonathan Rea
Honda CBR1000RR
3. Francia Sylvain Guintoli
Ducati 1098R
Supersport
Distanza 22 giri, totale 97,042 km
Pole position Giro più veloce
Australia Broc Parkes Turchia Kenan Sofuoğlu
Honda CBR600RR in 1:41.545 Kawasaki ZX-6R in 1:51.861
(nel giro 19 di 22)
Podio
1. Francia Jules Cluzel
Honda CBR600RR
2. Regno Unito Sam Lowes
Honda CBR600RR
3. Regno Unito Dan Linfoot
Kawasaki ZX-6R

Il Gran Premio di superbike di Francia 2012 è stata la quattordicesima e ultima prova del mondiale Superbike 2012. Si è disputato il 7 ottobre presso il circuito di Nevers Magny-Cours e nello stesso fine settimana si sono corsi il tredicesimo Gran Premio stagionale del mondiale Supersport e il decimo della Superstock 1000 FIM Cup. Ha registrato nelle due gare della Superbike le vittorie di Sylvain Guintoli e Tom Sykes, in Supersport quella di Jules Cluzel e in Superstock quella di Jérémy Guarnoni.

Per quanto riguarda l'assegnazione del titolo piloti della Superbike, al termine delle gare di Portimão la classifica vedeva Tom Sykes su Kawasaki e Marco Melandri su BMW matematicamente ancora in gioco rispettivamente con 30,5 e 38,5 punti di svantaggio rispetto a Max Biaggi su Aprilia.[1] Al termine di Gara 1, complice il ritiro di Biaggi, il distacco dei due inseguitori si è ridotto a 14,5 e 18,5 punti,[2] mentre nella seconda manche Sykes ha ottenuto la vittoria, Melandri si è ritirato e Biaggi ha concluso al quinto posto; questo piazzamento ha consentito a Biaggi di rimanere ancora in testa con un vantaggio di mezzo punto rispetto al britannico.[3] Per Max Biaggi si tratta del secondo titolo mondiale in questa categoria dopo quello del 2010.[4] Il titolo costruttori è andato alla Aprilia, mentre la seconda casa in classifica è la BMW e la terza è la Ducati.[5]

In Supersport il titolo piloti era già stato matematicamente assegnato al termine della corsa precedente a Kenan Sofuoğlu su Kawasaki, mentre il campionato costruttori ha visto la Honda prevalere sulla Kawasaki.[6]

Nella Superstock 1000 FIM Cup la competizione per il campionato piloti, ristretta a Sylvain Barrier su BMW e Eddi La Marra su Ducati, separati da 3 punti alla vigilia dell'ultima gara, si è conclusa con la vittoria finale di Barrier a seguito del ritiro di La Marra nelle prime fasi della corsa.[7] Il titolo riservato ai costruttori è stato invece vinto dalla Kawasaki, che ha preceduto BMW e Ducati.[8]

Superbike[modifica | modifica wikitesto]

Gara 1[modifica | modifica wikitesto]

Resoconto ufficiale[9]

Pos # Pilota Moto Giri Tempo Griglia Punti
1 50 Francia Sylvain Guintoli Ducati 1098R 23 44:06.299 5 25
2 33 Italia Marco Melandri BMW S1000 RR 23 +6.127 4 20
3 66 Regno Unito Tom Sykes Kawasaki ZX-10R 23 +16.595 1 16
4 121 Francia Maxime Berger Ducati 1098R 23 +21.857 14 13
5 91 Regno Unito Leon Haslam BMW S1000 RR 23 +25.149 7 11
6 86 Italia Ayrton Badovini BMW S1000 RR 23 +32.778 17 10
7 58 Irlanda Eugene Laverty Aprilia RSV4 Factory 23 +34.311 3 9
8 34 Italia Davide Giugliano Ducati 1098R 23 +47.269 15 8
9 71 Italia Claudio Corti Kawasaki ZX-10R 23 +49.720 12 7
10 76 Francia Loris Baz Kawasaki ZX-10R 23 +50.192 13 6
11 64 Italia Norino Brignola BMW S1000 RR 22 +1 giro 19 5
12 84 Italia Michel Fabrizio BMW S1000 RR 21 +2 giri 11 4
13 65 Regno Unito Jonathan Rea Honda CBR1000RR 18 +5 giri 6 3
Rit 2 Regno Unito Leon Camier Suzuki GSX-R1000 9 Incidente 9
Rit 7 Spagna Carlos Checa Ducati 1098R 7 Incidente 2
Rit 4 Giappone Hiroshi Aoyama Honda CBR1000RR 7 Ritiro 18
Rit 87 Italia Lorenzo Zanetti Ducati 1098R 5 Incidente 16
Rit 3 Italia Max Biaggi Aprilia RSV4 Factory 2 Incidente 10
Rit 19 Regno Unito Chaz Davies Aprilia RSV4 Factory 1 Incidente 8
NP 21 Stati Uniti John Hopkins Suzuki GSX-R1000 Infortunio
NP 5 Svezia Alexander Lundh Kawasaki ZX-10R Infortunio

Gara 2[modifica | modifica wikitesto]

Resoconto ufficiale[10]

Pos # Pilota Moto Giri Tempo Griglia Punti
1 66 Regno Unito Tom Sykes Kawasaki ZX-10R 23 38:15.725 1 25
2 65 Regno Unito Jonathan Rea Honda CBR1000RR 23 +1.354 6 20
3 50 Francia Sylvain Guintoli Ducati 1098R 23 +2.393 5 16
4 58 Irlanda Eugene Laverty Aprilia RSV4 Factory 23 +13.122 3 13
5 3 Italia Max Biaggi Aprilia RSV4 Factory 23 +13.955 10 11
6 34 Italia Davide Giugliano Ducati 1098R 23 +18.229 15 10
7 7 Spagna Carlos Checa Ducati 1098R 23 +18.430 2 9
8 19 Regno Unito Chaz Davies Aprilia RSV4 Factory 23 +26.648 8 8
9 86 Italia Ayrton Badovini BMW S1000 RR 23 +33.809 17 7
10 2 Regno Unito Leon Camier Suzuki GSX-R1000 23 +37.217 9 6
11 121 Francia Maxime Berger Ducati 1098R 23 +38.871 14 5
12 71 Italia Claudio Corti Kawasaki ZX-10R 23 +55.714 12 4
13 87 Italia Lorenzo Zanetti Ducati 1098R 23 +57.621 16 3
14 4 Giappone Hiroshi Aoyama Honda CBR1000RR 23 +1:05.487 18 2
15 64 Italia Norino Brignola BMW S1000 RR 22 +1 giro 19 1
Rit 91 Regno Unito Leon Haslam BMW S1000 RR 15 Incidente 7
Rit 84 Italia Michel Fabrizio BMW S1000 RR 8 Incidente 11
Rit 33 Italia Marco Melandri BMW S1000 RR 5 Incidente 4
Rit 76 Francia Loris Baz Kawasaki ZX-10R 5 Incidente 13
NP 21 Stati Uniti John Hopkins Suzuki GSX-R1000 Infortunio
NP 5 Svezia Alexander Lundh Kawasaki ZX-10R Infortunio

Supersport[modifica | modifica wikitesto]

Kenan Sofuoğlu, giunto terzo al traguardo, al termine della corsa ha ricevuto 25 secondi di penalità sul tempo di gara a seguito di un contatto nel corso dell'ultimo giro con Dan Linfoot.[11][12]

Pos # Pilota Moto Giri Tempo Griglia Punti
1 16 Francia Jules Cluzel Honda CBR600RR 22 42:20.985 3 25
2 11 Regno Unito Sam Lowes Honda CBR600RR 22 +1.591 5 20
3 4 Regno Unito Dan Linfoot Kawasaki ZX-6R 22 +27.615 11 16
4 54 Turchia Kenan Sofuoğlu Kawasaki ZX-6R 22 +27.854 4 13
5 99 Francia Fabien Foret Kawasaki ZX-6R 22 +31.601 2 11
6 25 Italia Alex Baldolini Triumph Daytona 675 22 +46.745 10 10
7 20 Sudafrica Mathew Scholtz Honda CBR600RR 22 +50.820 16 9
8 8 Italia Andrea Antonelli Yamaha YZF-R6 22 +50.934 18 8
9 14 Ungheria Gábor Talmácsi Honda CBR600RR 22 +53.090 6 7
10 3 Australia Jed Metcher Yamaha YZF-R6 22 +55.664 15 6
11 93 Francia Florian Marino Kawasaki ZX-6R 22 +57.222 13 5
12 38 Ungheria Balázs Németh Honda CBR600RR 22 +58.375 23 4
13 10 Ungheria Imre Tóth Honda CBR600RR 22 +1:00.363 19 3
14 32 Sudafrica Sheridan Morais Kawasaki ZX-6R 22 +1:16.824 7 2
15 55 Italia Massimo Roccoli Yamaha YZF-R6 22 +1:17.175 9 1
16 81 Italia Cristiano Erbacci Yamaha YZF-R6 22 +1:17.492 29
17 65 Russia Vladimir Leonov Yamaha YZF-R6 22 +1:26.293 14
18 40 Regno Unito Martin Jessopp Honda CBR600RR 22 +1:36.675 24
19 31 Italia Vittorio Iannuzzo Triumph Daytona 675 22 +1:38.983 8
20 76 Svizzera Roman Stamm Suzuki GSX-R600 22 +1:40.174 22
21 61 Italia Fabio Menghi Yamaha YZF-R6 22 +1:47.916 25
22 117 Portogallo Miguel Praia Honda CBR600RR 22 +1:48.178 27
23 94 Francia Axel Maurin Kawasaki ZX-6R 21 +1 giro 31
24 36 Australia Mitchell Carr Honda CBR600RR 21 +1 giro 28
25 22 Italia Roberto Tamburini Honda CBR600RR 21 +1 giro 26
26 34 Sudafrica Ronan Quarmby Honda CBR600RR 21 +1 giro 12
27 23 Australia Broc Parkes Honda CBR600RR 21 +1 giro 1
28 98 Francia Romain Lanusse Kawasaki ZX-6R 20 +2 giri 20
29 33 Austria Yves Polzer Yamaha YZF-R6 20 +2 giri 30
Rit 125 Italia Danilo Marrancone Honda CBR600RR 19 Ritiro 21
Rit 53 Francia Valentin Debise Honda CBR600RR 4 Ritiro 17
Rit 24 Russia Eduard Blokhin Yamaha YZF-R6 4 Ritiro 32
NP 13 Italia Dino Lombardi Honda CBR600RR Infortunio

Superstock[modifica | modifica wikitesto]

La pole position è stata fatta segnare da Sylvain Barrier in 1:41.079;[13] lo stesso pilota ha effettuato il giro più veloce in gara, in 1:59.525.[14]

Pos # Pilota Moto Giri Tempo Griglia Punti
1 11 Francia Jérémy Guarnoni Kawasaki ZX-10R 14 28:12.230 3 25
2 20 Francia Sylvain Barrier BMW S1000 RR 14 +9.862 1 20
3 32 Italia Lorenzo Savadori Ducati 1199 Panigale 14 +20.703 6 16
4 93 Francia Matthieu Lussiana Kawasaki ZX-10R 14 +34.445 11 13
5 67 Australia Bryan Staring Kawasaki ZX-10R 14 +37.916 4 11
6 71 Svezia Christoffer Bergman Kawasaki ZX-10R 14 +39.886 8 10
7 69 Rep. Ceca Ondřej Ježek Ducati 1098R 14 +43.775 12 9
8 25 Francia Julien Millet Kawasaki ZX-10R 14 +49.227 15 8
9 39 Francia Randy Pagaud Kawasaki ZX-10R 14 +49.678 14 7
10 21 Germania Markus Reiterberger BMW S1000 RR 14 +1:03.515 7 6
11 88 Italia Massimo Parziani Aprilia RSV4 APRC 14 +1:23.345 19 5
12 27 Francia Adrien Protat Kawasaki ZX-10R 14 +1:45.301 25 4
13 42 Brasile Heber Pedrosa Kawasaki ZX-10R 14 +1:46.615 22 3
14 99 Svizzera Gabriel Berclaz Kawasaki ZX-10R 14 +2:14.496 24 2
15 155 Portogallo Tiago Dias Kawasaki ZX-10R 14 +3:54.896 21 1
16 36 Brasile Philippe Thiriet Kawasaki ZX-10R 13 +1 giro 18
NC 55 Slovacchia Tomáš Svitok Ducati 1098R 9 +5 giri 26
Rit 43 Sudafrica Greg Gildenhuys BMW S1000 RR 9 Incidente 5
Rit 37 Polonia Andrzej Chmielewski Ducati 1098R 8 Ritiro 17
Rit 92 Argentina Leandro Mercado Kawasaki ZX-10R 7 Incidente 9
Rit 222 Sudafrica Nicolaas Henrik Grobler Kawasaki ZX-10R 4 Incidente 16
Rit 47 Italia Eddi La Marra Ducati 1199 Panigale 1 Incidente 2
Rit 15 Italia Fabio Massei Honda CBR1000RR 1 Incidente 10
Rit 40 Ungheria Alen Győrfi Honda CBR1000RR 0 Incidente 23
Rit 169 Sudafrica David McFadden Kawasaki ZX-10R 0 Incidente 13
NP 12 Germania Marc Moser Ducati 1199 Panigale Non partito 20

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Portimão, Superbike - Championship Standings - dal sito ufficiale superbike[collegamento interrotto]
  2. ^ Magny-Cours, Superbike - Championship Standings (Race 1) - dal sito ufficiale superbike[collegamento interrotto]
  3. ^ Magny-Cours, Superbike - Championship Standings (Race 2) - dal sito ufficiale superbike[collegamento interrotto]
  4. ^ Biaggi si riprende il Mondiale Dopo due anni torna sul trono, La Gazzetta dello Sport, 7 ottobre 2012.
  5. ^ Magny-Cours, Superbike - Manufacturers Standings - dal sito ufficiale superbike[collegamento interrotto]
  6. ^ Magny-Cours, Supersport - Manufacturers Standings - dal sito ufficiale superbike[collegamento interrotto]
  7. ^ STK1000 Magny Cours Gara: Guarnoni 1º, Barrier Campione, Bikeracing.it, 7 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2012).
  8. ^ Magny-Cours, Superstock - Manufacturers Standings - dal sito ufficiale superbike[collegamento interrotto]
  9. ^ Magny-Cours, Superbike - Results Race 1 - dal sito ufficiale superbike[collegamento interrotto]
  10. ^ Magny-Cours, Superbike - Results Race 2 - dal sito ufficiale superbike[collegamento interrotto]
  11. ^ Magny-Cours, Supersport - Results Race - dal sito ufficiale superbike[collegamento interrotto]
  12. ^ Supersport Magny Cours Gara: Cluzel chiude il 2012 in bellezza, Bikeracing.it, 7 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2012).
  13. ^ Magny-Cours, Superstock 1000 - Qualifying Practices - dal sito ufficiale superbike[collegamento interrotto]
  14. ^ Magny-Cours, Superstock 1000 - Results Race - dal sito ufficiale superbike[collegamento interrotto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale Superbike - Stagione 2012
Flag of Australia.svg Flag of Italy.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Europe.svg Flag of the United States.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Russia.svg Flag of Germany.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2011
Gran Premio di superbike di Magny-Cours
Altre edizioni
Edizione successiva:
2013
Moto Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moto