Vittorio Iannuzzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vittorio Iannuzzo
Vittorio Iannuzzo.JPG
Iannuzzo sulla CBR 1000RR della Squadra Corse Italia nel 2009
Nazionalità Italia Italia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera in Supersport
Esordio 1998
Miglior risultato finale
Gare disputate 73
Punti ottenuti 190
Carriera in Superbike
Esordio 2003
Miglior risultato finale 18º
Gare disputate 120
Punti ottenuti 91
 

Vittorio Iannuzzo (Avellino, 10 maggio 1982) è un pilota motociclistico italiano.

Vincitore del campionato Europeo Superstock 1000 nel 2002.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Iannuzzo fa il suo esordio internazionale nella stagione 1998 quando partecipa, in qualità di wild card al Gran Premio di Misano nel mondiale Supersport in sella ad una Yamaha del team Tienne. Chiude la gara al quattordicesimo posto ottenendo i suoi primi punti iridati. La stagione successiva è pilota titolare per il team Lorenzini by Leoni nel mondiale Supersport. Chiude la sua prima stagione mondiale al diciottesimo posto in classifica piloti. Nel 2000 continua con il team della stagione precedente. Raccoglie sette punti e il trentunesimo posto in classifica piloti. Nel 2001 si trasferisce al team DMR Suzuki Italia che gli mette a disposizione una GSX R600. Chiude diciottesimo con venti punti all'attivo.

Nel 2002 si trasferisce nella Superstock 1000 FIM Cup dove disputa l'intera stagione con la Suzuki GSX 1000R del Alstare System Suzuki Italia. Vince la gara inaugurale della stagione in Spagna a Valencia, rimane leader della classifica fino al termine della stagione, che chiude con 152 punti.[1] In questa circostanza Iannuzzo è il primo italiano a vincere il titolo della Superstock 1000.[2] Nel 2003 rimane nello stesso team della stagione precedente ma si trasferisce nel campionato mondiale Superbike. Chiude la stagione al diciottesimo posto con trentasette punti ottenuti. Il 2004 è la terza stagione consecutiva come pilota del Team Alstare. Disputa le prime otto gare stagionali nel mondiale Supersport, le ultime due nella Superstock 1000.

Nel 2005 è pilota titolare del Gimotorsport UnionBikeDucci nella Superstock 1000 FIM Cup in sella ad una MV Agusta, a rientro nelle competizioni motociclistiche. Chiude la stagione al quattordicesimo posto con trenta punti ottenuti. In occasione del Gran Premio di Misano chiude la gara al terzo posto, ottenendo così il primo podio per MV in questa categoria.[3] Nel 2006 si trasferisce nuovamente nel mondiale Superbike dove inizia la stagione come pilota titolare del Celani Team Suzuki Italia prima di passare, come pilota sostitutivo, al team Sterilgarda Berik in sella ad una Ducati 999 F05. Chiude la stagione al ventiseiesimo posto con sei punti ottenuti. Nel 2007 disputa le sole gare in territorio italiano del mondiale Superbike, in qualità di wild card in sella ad una ZX-10R del team Kawasaki PSG-1 Corse. Ottiene punti in tutti gli eventi chiudendo diciottesimo tra i piloti.

Nel 2008 è pilota titolare del team Pedercini.[4] Non ottiene punti validi per la classifica. Nel 2009 è titolare del team Squadra Corse Italia in sella ad una Honda CBR1000RR. Chiude la stagione al quarantesimo posto in classifica piloti. Guida ancora una Honda all'inizio della stagione 2010 ma, a partire dal Gran Premio di Misano, si trasferisce nel mondiale Supersport alla guida di una Triumph Daytona 675 gestita dal team ParkinGo BE1 Triumph. Nella stagione 2011 è pilota titolare nel mondiale Supersport con una Kawasaki ZX-6R del team Lorenzini by Leoni. Chiude la stagione al quattordicesimo posto con 44 punti ottenuti. Il 2012 vede Iannuzzo pilota titolare del Power Team by Suriano che gli mette a disposizione una Triumph Daytona 675. Disputa una stagione regolare andando a chiudere la stagione al nono posto tra i piloti, con sessanta punti ottenuti.[5] Nel 2013 è pilota titolare del mondiale Superbike con una BMW S1000RR del team Grillini Dentalmatic. Chiude la stagione al diciannovesimo posto. Nelle stagioni successive compete nei vari campionati nazionali di Superbike, durante la stagione 2015 porta all'esordio la MV Agusta F4 nel British Superbike Championship.[6]

Risultati in gara[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale Supersport[modifica | modifica wikitesto]

1998 Moto Flag of the United Kingdom.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain.svg Flag of Germany.svg Flag of San Marino.svg Flag of South Africa.svg Flag of the United States.svg Flag of Europe.svg Flag of Austria.svg Flag of the Netherlands.svg Punti Pos.
Yamaha 14 2 50º
1999 Moto Flag of South Africa.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of San Marino.svg Flag of the United States.svg Flag of Europe.svg Flag of Austria.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Punti Pos.
Yamaha 18 15 9 13 Rit 8 Rit Rit 16 19 14 21 18º
2000 Moto Flag of Australia.svg Flag of Japan.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Europe.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the United Kingdom.svg Punti Pos.
Yamaha Rit Rit 12 Rit 14 Rit Rit 19 Rit 15 Rit 7 31º
2001 Moto Flag of Spain.svg Flag of Australia.svg Flag of Japan.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of San Marino.svg Flag of Europe.svg Flag of Germany.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
Suzuki 19 15 12 16 18 Rit Rit 14 Rit 7 12 20 18º
2004 Moto Flag of Spain.svg Flag of Australia.svg Flag of San Marino.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Europe.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Punti Pos.
Suzuki 6 13 9 SQ Rit Rit Rit Rit 20 16º
2010 Moto Flag of Australia.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of South Africa.svg Flag of the United States.svg Flag of San Marino.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Punti Pos.
Triumph 12 11 14 Rit 12 Rit 15 18º
2011 Moto Flag of Australia.svg Flag of Europe.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of Portugal.svg Punti Pos.
Kawasaki 8 9 Rit Rit Rit Rit 10 15 12 7 12 11 44 14º
2012 Moto Flag of Australia.svg Flag of Italy.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Europe.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Russia.svg Flag of Germany.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg Punti Pos.
Triumph 9 5 Rit 9 Rit 9 7 9 13 Rit 7 Rit 19 60
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.

Campionato mondiale Superbike[modifica | modifica wikitesto]

2003 Moto Flag of Spain.svg Flag of Australia.svg Flag of Japan.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of the United States.svg Flag of Europe.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Punti Pos.
Suzuki 12 9 8 8 Rit 15 Rit 7 NP NP 37 18º
2006 Moto Flag of Qatar.svg Flag of Australia.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Europe.svg Flag of San Marino.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Punti Pos.
Suzuki e Ducati 17 Rit Rit Rit 16 26 Rit 17 18 Rit 14 16 14 18 16 15 15 Rit Rit 16 Rit Rit 16 Rit 6 26º
2007 Moto Flag of Qatar.svg Flag of Australia.svg Flag of Europe.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Punti Pos.
Kawasaki 11 AN 13 15 10 12 19 19º
2008 Moto Flag of Qatar.svg Flag of Australia.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Germany.svg Flag of San Marino.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Europe.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of Portugal.svg Punti Pos.
Kawasaki 19 Rit NP NP Inf Inf NP NP Rit Rit 22 19 20 Rit Rit Rit Rit Rit 20 Rit SQ Rit Rit Rit Rit 23 Rit Rit 0
2009 Moto Flag of Australia.svg Flag of Qatar.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of South Africa.svg Flag of the United States.svg Flag of San Marino.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Flag of Portugal.svg Punti Pos.
Honda Rit Rit 20 21 Rit 23 Rit Rit 21 Rit Inf Inf Inf Inf 20 24 Rit Rit 15 18 Rit 15 Rit Rit Rit Rit Rit Rit 2 40º
2010 Moto Flag of Australia.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of South Africa.svg Flag of the United States.svg Flag of San Marino.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg Punti Pos.
Honda 16 17 16 Rit Rit Rit Inf Inf Rit Rit 0
2013 Moto Flag of Australia.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Europe.svg Flag of Portugal.svg Flag of Italy.svg Flag of Russia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Turkey.svg Flag of the United States.svg Flag of France.svg Flag of Spain.svg Punti Pos.
BMW 17 16 14 Rit 17 Rit Rit 12 15 16 11 15 14 Rit Rit AN 17 16 14 15 12 13 15 16 15 Rit NC Rit 27 19º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Non disputata/Non valida Non qual./Non part. Squalificato Ritirato

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Redazione Worldsbk, STK1000 2002 Championship Standings (PDF), su worldsbk.com, Dorna Sport S.L., 29 settembre 2002.
  2. ^ Carlo Baldi, La Superstock 1000 FIM Cup parla italiano, su moto.it, CRM S.r.l., 7 aprile 2010.
  3. ^ (EN) Redazione Worldsbk, STK1000 2005 Misano - Results Race (PDF), su worldsbk.com, Dorna Sport S.L., 26 giugno 2005.
  4. ^ Redazione Moto, Iannuzzo con Pedercini nel 2008, su moto.it, CRM S.r.l., 26 novembre 2007.
  5. ^ (EN) Redazione Worldsbk, SSP 2012 Championship Standings (PDF), su worldsbk.com, Dorna Sport S.L., 7 ottobre 2012.
  6. ^ (EN) TSL Staff, BSB 2015 Brands Hatch - Event's Report (PDF), su tsl-timing.com, Timing Solutions Ltd, 18 ottobre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]