Gran Premio di superbike di Portimão 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Portogallo Gran Premio di Portimão 2010
Gara del Mondiale Superbike
Gara 2 su 13 del 2010
Autódromo de Algarve.svg
Data 28 marzo 2010
Luogo Autódromo Internacional do Algarve
Percorso 4,592 km
Risultati
Superbike gara 1
Distanza 22 giri, totale 101,024 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Cal Crutchlow Italia Max Biaggi
Yamaha in 1:42.092 Aprilia in 1:42.774
(nel giro 4 di 22)
Podio
1. Italia Max Biaggi
Aprilia
2. Regno Unito Leon Haslam
Suzuki
3. Regno Unito Jonathan Rea
Honda
Superbike gara 2
Distanza 22 giri, totale 101,024 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Cal Crutchlow Spagna Carlos Checa
Yamaha in 1:42.092 Ducati in 1:43.285
(nel giro 2 di 22)
Podio
1. Italia Max Biaggi
Aprilia
2. Regno Unito Leon Haslam
Suzuki
3. Regno Unito Cal Crutchlow
Yamaha
Supersport
Distanza 20 giri, totale 91,84 km
Pole position Giro più veloce
Irlanda Eugene Laverty Italia Michele Pirro
Honda in 1'45.169 Honda in 1'45.180
(nel giro 2 di 20)
Podio
1. Turchia Kenan Sofuoğlu
Honda
2. Spagna Joan Lascorz
Kawasaki
3. Italia Michele Pirro
Honda

Il Gran Premio di Superbike di Portimão 2010 è stata la seconda prova su tredici del Campionato mondiale Superbike 2010, è stato disputato il 28 marzo sull'Autódromo Internacional do Algarve e in gara 1 ha visto la vittoria di Max Biaggi davanti a Leon Haslam e Jonathan Rea[1], lo stesso pilota si è ripetuto anche in gara 2, davanti a Leon Haslam e Cal Crutchlow[2].

La vittoria nella gara valevole per il campionato mondiale Supersport 2010 è stata ottenuta da Kenan Sofuoğlu[3].

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Gara 1[modifica | modifica wikitesto]

Arrivati al traguardo[4][modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Motocicletta Tempo Griglia Punti
3 Italia Max Biaggi Aprilia 37:59.283 25
91 Regno Unito Leon Haslam Suzuki +0:00.200 20
65 Regno Unito Jonathan Rea Honda +0:06.901 16
7 Spagna Carlos Checa Ducati +0:07.457 13
2 Regno Unito Leon Camier Aprilia +0:07.564 11º 11
67 Regno Unito Shane Byrne Ducati +0:11.420 10
52 Regno Unito James Toseland Yamaha +0:18.391 15º 9
41 Giappone Noriyuki Haga Ducati +0:18.536 18º 8
11 Australia Troy Corser BMW +0:24.514 7
10º 111 Spagna Rubén Xaus BMW +0:32.427 10º 6
11º 84 Italia Michel Fabrizio Ducati +0:35.045 17º 5
12º 57 Italia Lorenzo Lanzi Ducati +0:36.816 14º 4
13º 50 Francia Sylvain Guintoli Suzuki +0:36.841 3
14º 35 Regno Unito Cal Crutchlow Yamaha +0:44.678 2
15º 66 Regno Unito Tom Sykes Kawasaki +0:44.942 12º 1
16º 31 Italia Vittorio Iannuzzo Honda +0:59.135 23º
17º 32 Sudafrica Sheridan Morais Honda +0:59.852 21º
18º 95 Stati Uniti Roger Lee Hayden Kawasaki +1:00.097 24º
19º 15 Italia Matteo Baiocco Kawasaki +1:10.151 22º
20º 99 Italia Luca Scassa Ducati +6 giri 16º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Motocicletta Giri Griglia
88 Australia Andrew Pitt BMW +4 giri 19º
96 Rep. Ceca Jakub Smrž Ducati +6 giri
49 Giappone Makoto Tamada BMW +18 giri 20º
76 Germania Max Neukirchner Honda +19 giri 13º

Gara 2[modifica | modifica wikitesto]

Arrivati al traguardo[5][modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Motocicletta Tempo Griglia Punti
3 Italia Max Biaggi Aprilia 38:06.128 25
91 Regno Unito Leon Haslam Suzuki +0:00.191 20
35 Regno Unito Cal Crutchlow Yamaha +0:00.658 16
7 Spagna Carlos Checa Ducati +0:01.015 13
2 Regno Unito Leon Camier Aprilia +0:03.123 11º 11
52 Regno Unito James Toseland Yamaha +0:09.131 15º 10
67 Regno Unito Shane Byrne Ducati +0:11.033 9
41 Giappone Noriyuki Haga Ducati +0:13.452 18º 8
50 Francia Sylvain Guintoli Suzuki +0:13.964 7
10º 11 Australia Troy Corser BMW +0:16.377 6
11º 84 Italia Michel Fabrizio Ducati +0:26.351 17º 5
12º 111 Spagna Rubén Xaus BMW +0:27.964 10º 4
13º 66 Regno Unito Tom Sykes Kawasaki +0:33.566 12º 3
14º 57 Italia Lorenzo Lanzi Ducati +0:33.823 14º 2
15º 76 Germania Max Neukirchner Honda +0:37.372 13º 1
16º 99 Italia Luca Scassa Ducati +0:45.611 16º
17º 95 Stati Uniti Roger Lee Hayden Kawasaki +0:56.512 24º
18º 15 Italia Matteo Baiocco Kawasaki +0:58.980 22º
19º 49 Giappone Makoto Tamada BMW +1:15.819 20º
20º 88 Australia Andrew Pitt BMW +1:41.672 19º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Motocicletta Giri Griglia
32 Sudafrica Sheridan Morais Honda +10 giri 21º
96 Rep. Ceca Jakub Smrž Ducati +12 giri
65 Regno Unito Jonathan Rea Honda +15 giri
31 Italia Vittorio Iannuzzo Honda +15 giri 23º

Supersport[modifica | modifica wikitesto]

Arrivati al traguardo[3][modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Motocicletta Tempo Griglia Punti
54 Turchia Kenan Sofuoğlu Honda 35:21.143 25
26 Spagna Joan Lascorz Kawasaki + 0.031 20
51 Italia Michele Pirro Honda + 8.879 16
7 Regno Unito Chaz Davies Triumph + 15.270 13
99 Francia Fabien Foret Kawasaki + 22.096 11
37 Giappone Katsuaki Fujiwara Kawasaki + 23.041 10
127 Danimarca Robbin Harms Honda + 30.830 13º 9
4 Regno Unito Gino Rea Honda + 35.171 12º 8
55 Italia Massimo Roccoli Honda + 35.225 14º 7
10º 25 Spagna David Salom Triumph + 35.239 6
11º 50 Irlanda Eugene Laverty Honda + 49.540 5
12º 40 Stati Uniti Jason Di Salvo Triumph + 49.628 10º 4
13º 5 Svezia Alexander Lundh Honda +1:08.602 15º 3
14º 8 Svizzera Bastien Chesaux Honda +1:13.455 16º 2
15º 9 Italia Danilo Dell'Omo Honda +1:30.738 17º 1
16º 33 Italia Paola Cazzola Honda +1:30.852 18º
17º 36 Regno Unito Max Hunt 0 +1 giro 19º
18º 24 Russia Eduard Blokhin 0 +1 giro 20º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Motocicletta Giri Griglia
117 Portogallo Miguel Praia Honda + 4 giri
14 Francia Matthieu Lagrive Triumph + 20 giri 11º

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Risultati prima manche sul sito ufficiale del mondiale Superbike (PDF), su resources.worldsbk.com.
  2. ^ Risultati seconda manche sul sito ufficiale del mondiale Superbike (PDF), su resources.worldsbk.com.
  3. ^ a b Risultati supersport sul sito ufficiale (PDF), su resources.worldsbk.com.
  4. ^ Risultati completi di Gara 1, su wsb-archives.co.uk. URL consultato il 17 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 18 febbraio 2019).
  5. ^ Risultati completi di Gara 2, su wsb-archives.co.uk. URL consultato il 17 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 18 febbraio 2019).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale Superbike - Stagione 2010
Flag of Australia.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of South Africa.svg Flag of the United States.svg Flag of San Marino.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of France.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2009
Gran Premio di superbike di Portimão
Altre edizioni
Edizione successiva:
2011
Moto Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moto