Gran Premio di superbike di Magny-Cours 2014

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francia Gran Premio di Magny-Cours 2014
Gara del Mondiale Superbike
Gara 11 su 12 del 2014
Circuit de Nevers Magny-Cours.svg
Data 5 ottobre 2014
Luogo Magny Cours
Percorso 4,411 km
Risultati
Superbike gara 1
Distanza 19 giri, totale 83,809 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Tom Sykes Italia Marco Melandri
Kawasaki in 1min 36s 366ms Aprilia in 1min 54s 013ms
(nel giro 11 di 19)
Podio
1. Francia Sylvain Guintoli
Aprilia
2. Italia Marco Melandri
Aprilia
3. Regno Unito Jonathan Rea
Honda
Superbike gara 2
Distanza 19 giri, totale 83,809 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Tom Sykes Francia Sylvain Guintoli
Kawasaki in 1min 36s 366ms Aprilia in 1min 53s 660ms
(nel giro 10 di 19)
Podio
1. Italia Marco Melandri
Aprilia
2. Francia Sylvain Guintoli
Aprilia
3. Regno Unito Leon Haslam
Honda
Supersport
Distanza 12 giri, totale 52,932 km
Pole position Giro più veloce
Francia Jules Cluzel Turchia Kenan Sofuoğlu
MV Agusta in 1min 40s 550ms Kawasaki in 1min 56s 887ms
(nel giro 7 di 12)
Podio
1. Francia Jules Cluzel
MV Agusta
2. Paesi Bassi Michael van der Mark
Honda
3. Italia Roberto Rolfo
Kawasaki

Il Gran Premio di superbike di Magny-Cours 2014 è stato l'undicesima prova del mondiale superbike del 2014, nello stesso fine settimana si è corso il decimo gran premio stagionale del mondiale supersport del 2014.

Le gare del mondiale Superbike vengono vinte dai piloti del team Aprilia Racing, con Sylvain Guintoli che taglia per primo il traguardo in gara 1 e Marco Melandri in gara 2. La corsa del mondiale Supersport vede vincere Jules Cluzel.

Superbike[modifica | modifica wikitesto]

Gara 1[modifica | modifica wikitesto]

Fonte[1]

In condizioni climatiche di pioggia, vince gara 1 il francese Sylvain Guintoli, successo favorito dal compagno di squadra Marco Melandri, che, in testa alla corsa a due giri dal termine, a seguito di segnalazione dal box del team Aprilia Racing, lascia passare Guintoli in prima posizione. Con i due piloti alla guida della Aprilia RSV4 Factory nelle prime due posizioni, è Jonathan Rea del team PATA Honda il terzo pilota sul podio, con Tom Sykes quarto (anche lui favorito dal compagno di squadra, Loris Baz, che gli cede la posizione).

Nel gruppo dei piloti con motociclette con specifiche EVO, primo di classe è stato Sylvain Barrier con la BMW S1000 RR del team BMW Motorrad Italia, decimo nella classifica complessiva della gara.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
50 Francia Sylvain Guintoli Aprilia Racing Aprilia RSV4 Factory 19 36min 45s 206 25
33 Italia Marco Melandri Aprilia Racing Aprilia RSV4 Factory 19 +2.257 20
65 Regno Unito Jonathan Rea PATA Honda Honda CBR1000RR 19 +5.954 16
1 Regno Unito Tom Sykes Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R 19 +15.670 13
76 Francia Loris Baz Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R 19 +16.149 11
91 Regno Unito Leon Haslam PATA Honda Honda CBR1000RR 19 +29.411 10º 10
34 Italia Davide Giugliano Ducati Superbike Ducati 1199 Panigale R 19 +57.319 9
57 Italia Lorenzo Lanzi 3C Racing Ducati 1199 Panigale R 19 +59.306 15º 8
27 Germania Max Neukirchner 3C Racing Ducati 1199 Panigale R 19 +1:12.274 12º 7
10º 52 Francia Sylvain Barrier BMW Motorrad Italia BMW S1000 RR EVO 19 +1:22.931 13º 6
11º 59 Italia Niccolò Canepa Althea Racing Ducati 1199 Panigale R EVO 19 +1:39.670 16º 5
12º 11 Francia Jérémy Guarnoni MRS Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO 19 +1:42.886 21º 4
13º 71 Italia Claudio Corti MV Agusta Reparto Corse MV Agusta F4 RR 19 +2:03.253 18º 3
14º 67 Australia Bryan Staring IRON BRAIN Grillini Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO 18 +1 giro 23º 2
15º 9 Francia Fabien Foret Team Pedercini Kawasaki ZX-10R EVO 18 +1 giro 20º 1
16º 74 Francia Nicolas Salchaud Dream Team Company MV Agusta F4 RR 18 +1 giro 27º
17º 32 Sudafrica Sheridan Morais IRON BRAIN Grillini Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO 17 +2 giri 19º
18º 99 Stati Uniti Geoff May Hero EBR EBR 1190 RX 17 +2 giri 28º
19º 58 Irlanda Eugene Laverty Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 17 +2 giri
20º 10 Ungheria Imre Tóth BMW Team Toth BMW S1000 RR 16 +3 giri 25º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
16 Ungheria Gábor Rizmayer BMW Team Toth BMW S1000 RR EVO 7 26º
20 Stati Uniti Aaron Yates Hero EBR EBR 1190 RX 7 24º
212 Spagna Xavi Forés 3C Racing Ducati 1199 Panigale R 5 11º
21 Italia Alessandro Andreozzi Team Pedercini Kawasaki ZX-10R EVO 3 22º
24 Spagna Toni Elías Red Devils Roma Aprilia RSV4 Factory 2 14º
22 Regno Unito Alex Lowes Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 2
7 Regno Unito Chaz Davies Ducati Superbike Ducati 1199 Panigale R 1

Non partito[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Griglia
44 Spagna David Salom Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R EVO 17º

Gara 2[modifica | modifica wikitesto]

Fonte[2]

Vittoria in gara 2 per Marco Melandri che, a differenza di quanto accaduto in gara 1, non rispetta la segnalazione fattagli dal suo team e non lascia passare in prima posizione Sylvain Guintoli. Con il team Aprilia Racing che porta anche in questa gara entrambi i suoi piloti sui due gradini più alti del podio, arriva in terza posizione Leon Haslam con la Honda CBR1000RR del team PATA Honda.

La classifica piloti vede Guintoli ancora secondo, ma il francese riduce il suo distacco da Tom Sykes a soli 12 punti. Il britannico Sykes, in entrambe le gare di questo GP al quarto posto, si trova infatti al primo posto della graduatoria con 378 punti, mentre Guintoli è secondo con 366 punti.

Nella classe EVO migliore risulta Niccolò Canepa, che si posiziona decimo con la Ducati 1199 Panigale R del team Althea Racing. Da segnalare come, complice i numerosi ritiri, sono soltanto tredici i piloti che tagliano il traguardo.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
33 Italia Marco Melandri Aprilia Racing Aprilia RSV4 Factory 19 36min 25s 402ms 25
50 Francia Sylvain Guintoli Aprilia Racing Aprilia RSV4 Factory 19 +2.669 20
91 Regno Unito Leon Haslam PATA Honda Honda CBR1000RR 19 +16.450 10º 16
1 Regno Unito Tom Sykes Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R 19 +20.759 13
57 Italia Lorenzo Lanzi 3C Racing Ducati 1199 Panigale R 19 +46.689 15º 11
27 Germania Max Neukirchner 3C Racing Ducati 1199 Panigale R 19 +58.490 12º 10
76 Francia Loris Baz Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R 19 +1:03.100 9
71 Italia Claudio Corti MV Agusta Reparto Corse MV Agusta F4 RR 19 +1:24.699 18º 8
7 Regno Unito Chaz Davies Ducati Superbike Ducati 1199 Panigale R 19 +1:27.899 7
10º 59 Italia Niccolò Canepa Althea Racing Ducati 1199 Panigale R EVO 19 +1:51.706 16º 6
11º 9 Francia Fabien Foret Team Pedercini Kawasaki ZX-10R EVO 18 +1 giro 20º 5
12º 16 Ungheria Gábor Rizmayer BMW Team Toth BMW S1000 RR EVO 17 +2 giri 26º 4
13º 10 Ungheria Imre Tóth BMW Team Toth BMW S1000 RR 17 +2 giri 25º 3

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
67 Australia Bryan Staring IRON BRAIN Grillini Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO 16 23º
58 Irlanda Eugene Laverty Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 14
212 Spagna Xavi Forés 3C Racing Ducati 1199 Panigale R 12 11º
11 Francia Jérémy Guarnoni MRS Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO 12 21º
65 Regno Unito Jonathan Rea PATA Honda Honda CBR1000RR 11
52 Francia Sylvain Barrier BMW Motorrad Italia BMW S1000 RR EVO 6 13º
32 Sudafrica Sheridan Morais IRON BRAIN Grillini Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO 4 19º
34 Italia Davide Giugliano Ducati Superbike Ducati 1199 Panigale R 3
99 Stati Uniti Geoff May Hero EBR EBR 1190 RX 2 28º
22 Regno Unito Alex Lowes Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 1
20 Stati Uniti Aaron Yates Hero EBR EBR 1190 RX 1 24º
24 Spagna Toni Elías Red Devils Roma Aprilia RSV4 Factory 0 14º
74 Francia Nicolas Salchaud Dream Team Company MV Agusta F4 RR 0 27º

Non partiti[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Griglia
21 Italia Alessandro Andreozzi Team Pedercini Kawasaki ZX-10R EVO 22º
44 Spagna David Salom Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R EVO 17º

Supersport[modifica | modifica wikitesto]

Fonte[3]

La gara viene ridotta a soli 12 giri a fronte dei 17 previsti, a causa dell'esposizione della bandiera rossa in seguito alla caduta di Lucas Mahias.

Vittoria per il pilota francese Jules Cluzel alla guida della MV Agusta F3 675 del team MV Agusta Reparto Corse, che realizza così la terza vittoria stagionale, settima personale della sua carriera nel mondiale Supersport. Con Cluzel salgono sul podio Michael van der Mark e Roberto Rolfo, per quest'ultimo si tratta del primo piazzamento a podio in stagione.

La classifica di campionato, con van der Mark già certo del titolo mondiale, vede Cluzel tornare al secondo posto con 132 punti, mentre Florian Marino, quinto in questa gara, scende al terzo posto con 120 punti.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
16 Francia Jules Cluzel MV Agusta Reparto Corse MV Agusta F3 675 12 23min 54s 426ms 25
60 Paesi Bassi Michael van der Mark PATA Honda Honda CBR600RR 12 +20.274 20
44 Italia Roberto Rolfo Team Go Eleven Kawasaki ZX-6R 12 +24.232 17º 16
26 Italia Lorenzo Zanetti PATA Honda Honda CBR600RR 12 +24.911 10º 13
21 Francia Florian Marino Kawasaki Intermoto Ponyexpres Kawasaki ZX-6R 12 +26.599 11
88 Regno Unito Kev Coghlan DMC Panavto-Yamaha Yamaha YZF R6 12 +26.860 11º 10
5 Italia Roberto Tamburini San Carlo Puccetti Racing Kawasaki ZX-6R 12 +28.110 9
99 Stati Uniti Patrick Jacobsen Kawasaki Intermoto Ponyexpres Kawasaki ZX-6R 12 +29.777 8
14 Thailandia Ratthapark Wilairot Core PTR Honda Honda CBR600RR 12 +53.463 13º 7
10º 6 Svizzera Dominic Schmitter HAGN-SKM Racing Yamaha YZF R6 12 +54.266 14º 6
11º 87 Italia Luca Marconi Team Lorini Honda CBR600RR 12 +57.226 19º 5
12º 22 Regno Unito Mason Law Kawasaki Intermoto Ponyexpres Kawasaki ZX-6R 12 +1:07.547 22º 4
13º 64 Australia Matt Davies AARK Racing Honda CBR600RR 12 +1:10.889 26º 3
14º 11 Italia Christian Gamarino Team Go Eleven Kawasaki ZX-6R 12 +1:20.101 25º 2
15º 155 Italia Massimo Roccoli MV Agusta Reparto Corse MV Agusta F3 675 12 +1:27.838 1
16º 36 Colombia Martín Cárdenas CIA Insurance Honda Honda CBR600RR 12 +1:38.961 23º
17º 53 Francia Valentin Debise Com Plus SMS Racing Honda CBR600RR 11 +1 giri 21º
18º 7 Spagna Nacho Calero CIA Insurance Honda Honda CBR600RR 11 +1 giri 24º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
54 Turchia Kenan Sofuoğlu San Carlo Puccetti Racing Kawasaki ZX-6R 8
17 Francia Lucas Mahias MG Competition Yamaha YZF R6 7
4 Irlanda Jack Kennedy CIA Insurance Honda Honda CBR600RR 6
65 Russia Vladimir Leonov Rivamoto Honda CBR600RR 3 15º
25 Italia Alex Baldolini Team Lorini Honda CBR600RR 3 16º
161 Russia Alexey Ivanov DMC Panavto-Yamaha Yamaha YZF R6 2 27º
19 Germania Kevin Wahr RS Wahr by Kraus Racing Yamaha YZF R6 1 18º
10 Italia Alessandro Nocco San Carlo Puccetti Racing Kawasaki ZX-6R 0 12º
23 Francia Cédric Tangre Yohann Moto Sport Suzuki GSX-R600 0 20º
61 Italia Fabio Menghi VFT Racing Yamaha YZF R6 0 28º

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Magny Cours, Superbike - Results Race 1, su sbk.perugiatiming.com, 5 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 5 febbraio 2015).
  2. ^ Magny Cours, Superbike - Results Race 2, su sbk.perugiatiming.com, 5 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 5 febbraio 2015).
  3. ^ Magny Cours, Supersport - Results Race, su sbk.perugiatiming.com, 5 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 5 febbraio 2015).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale Superbike - Stagione 2014
Flag of Australia.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Qatar.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2013
Gran Premio di superbike di Magny-Cours
Altre edizioni
Edizione successiva:
2015
Moto Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moto