Gran Premio di superbike di Losail 2014

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Qatar Gran Premio di Losail 2014
Gara del Mondiale Superbike
Gara 12 su 12 del 2014
Losail.svg
Data 2 novembre 2014
Luogo Losail
Percorso 5,380 km
Risultati
Superbike gara 1
Distanza 17 giri, totale 91,460 km
Pole position Giro più veloce
Italia Davide Giugliano Francia Loris Baz
Ducati in 1min 57s 033ms Kawasaki in 1min 58s 096ms
(nel giro 2 di 17)
Podio
1. Francia Sylvain Guintoli
Aprilia
2. Francia Loris Baz
Kawasaki
3. Regno Unito Tom Sykes
Kawasaki
Superbike gara 2
Distanza 17 giri, totale 91,460 km
Pole position Giro più veloce
Italia Davide Giugliano Francia Sylvain Guintoli
Ducati in 1min 57s 033ms Aprilia in 1min 57s 906ms
(nel giro 8 di 17)
Podio
1. Francia Sylvain Guintoli
Aprilia
2. Regno Unito Jonathan Rea
Honda
3. Regno Unito Tom Sykes
Kawasaki
Supersport
Distanza 15 giri, totale 80,700 km
Pole position Giro più veloce
Francia Jules Cluzel Francia Jules Cluzel
MV Agusta in 2min 01s 851ms MV Agusta in 2min 01s 999ms
(nel giro 15 di 15)
Podio
1. Paesi Bassi Michael van der Mark
Honda
2. Thailandia Ratthapark Wilairot
Honda
3. Francia Jules Cluzel
MV Agusta

Il Gran Premio di superbike di Losail 2014 è stato la dodicesima prova del mondiale superbike del 2014, nello stesso fine settimana si è corso l'undicesimo gran premio stagionale del mondiale supersport del 2014.

Vincendo le due gare di questo GP e grazie ai 50 punti ottenuti, Sylvain Guintoli diviene campione del mondo Superbike del 2014. Il pilota francese, al primo titolo mondiale della sua carriera, supera in testa il britannico Tom Sykes di soli sei punti, con l'Aprilia che ottiene sia il titolo piloti ma anche quello costruttori.

La gara del mondiale Supersport viene vinta da Michael van der Mark, lo stesso pilota olandese aveva già ottenuto la certezza del titolo mondiale al termine del GP di Jerez.

A cinque anni di distanza dall'ultima edizione del 2009, si torna a correre una prova del mondiale Superbike a Losail, per la prima volta nella storia dei mondiali per derivate dalla serie, un GP si svolge in notturna con l'ausilio dell'illuminazione artificiale.

Superbike[modifica | modifica wikitesto]

Gara 1[modifica | modifica wikitesto]

Fonte[1]

Vittoria in gara 1 per Sylvain Guintoli, con Loris Baz secondo a precedere il compagno di squadra Tom Sykes. Grazie a questa vittoria Guintoli, giunto all'ottava affermazione della sua carriera nel mondiale Superbike, recupera nove punti su Sykes (primo nella classifica mondiale) portandosi a sole tre lunghezze di ritardo.

Per quel che concerne la classe EVO, il migliore in questa gara è Niccolò Canepa, dodicesimo con la Ducati 1199 Panigale R del team Althea Racing, anche se David Salom con la Kawasaki ZX-10R del team Kawasaki Racing, grazie al tredicesimo posto ed i 3 punti acquisiti, ottiene la certezza di essere il migliore in classifica generale tra i piloti con motociclette con specifiche EVO.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
50 Francia Sylvain Guintoli Aprilia Racing Aprilia RSV4 Factory 17 33min 46s 738 25
76 Francia Loris Baz Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R 17 +2.650 20
1 Regno Unito Tom Sykes Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R 17 +3.955 16
65 Regno Unito Jonathan Rea PATA Honda Honda CBR1000RR 17 +4.805 13
34 Italia Davide Giugliano Ducati Superbike Ducati 1199 Panigale R 17 +7.861 11
24 Spagna Toni Elías Red Devils Roma Aprilia RSV4 Factory 17 +8.192 10º 10
7 Regno Unito Chaz Davies Ducati Superbike Ducati 1199 Panigale R 17 +8.991 9
33 Italia Marco Melandri Aprilia Racing Aprilia RSV4 Factory 17 +10.512 8
58 Irlanda Eugene Laverty Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 17 +15.978 7
10º 22 Regno Unito Alex Lowes Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 17 +21.456 11º 6
11º 91 Regno Unito Leon Haslam PATA Honda Honda CBR1000RR 17 +25.977 5
12º 59 Italia Niccolò Canepa Althea Racing Ducati 1199 Panigale R EVO 17 +29.085 14º 4
13º 44 Spagna David Salom Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R EVO 17 +29.096 12º 3
14º 52 Francia Sylvain Barrier BMW Motorrad Italia BMW S1000 RR EVO 17 +39.270 13º 2
15º 67 Australia Bryan Staring IRON BRAIN Grillini Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO 17 +43.360 17º 1
16º 11 Francia Jérémy Guarnoni MRS Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO 17 +46.206 18º
17º 99 Stati Uniti Geoff May Hero EBR EBR 1190 RX 17 +1:16.323 19º
18º 10 Ungheria Imre Tóth BMW Team Toth BMW S1000 RR 16 +1 giro 23º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
21 Italia Alessandro Andreozzi Team Pedercini Kawasaki ZX-10R EVO 7 15º
16 Ungheria Gábor Rizmayer BMW Team Toth BMW S1000 RR EVO 6 22º
95 Australia Alex Cudlin Team Pedercini Kawasaki ZX-10R EVO 2 16º
20 Stati Uniti Aaron Yates Hero EBR EBR 1190 RX 2 21º
71 Italia Claudio Corti MV Agusta Reparto Corse MV Agusta F4 RR 1 20º

Non partito[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta
32 Sudafrica Sheridan Morais IRON BRAIN Grillini Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO

Gara 2[modifica | modifica wikitesto]

Fonte[2]

Sylvain Guintoli, dopo aver vinto la prima gara, vince anche la seconda gara, realizzando così una doppietta in occasione di questo GP, portando a compimento anche il sorpasso decisivo nella classifica piloti a discapito di Tom Sykes, con il pilota francese del team Aprilia Racing che si laurea campione del mondo Superbike del 2014.

Il titolo piloti viene pertanto assegnato a Guintoli, che ottiene la prima posizione in graduatoria grazie a 416 punti totali, con Sykes secondo con 410 punti. Guintoli, al primo titolo iridato della sua carriera, diviene in questo modo il secondo pilota francese nella storia del campionato mondiale Superbike a laurearsi campione mondiale, a distanza di 25 anni dal successo iridato di Raymond Roche del 1990. Per quel che concerne l'Aprilia, la casa costruttrice italiana giunge al terzo titolo piloti della sua storia nel mondiale Superbike (dopo i successi di Max Biaggi nel 2010 e 2012).

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
50 Francia Sylvain Guintoli Aprilia Racing Aprilia RSV4 Factory 17 33min 41s 803ms 25
65 Regno Unito Jonathan Rea PATA Honda Honda CBR1000RR 17 +3.568 20
1 Regno Unito Tom Sykes Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R 17 +5.092 16
33 Italia Marco Melandri Aprilia Racing Aprilia RSV4 Factory 17 +8.305 13
7 Regno Unito Chaz Davies Ducati Superbike Ducati 1199 Panigale R 17 + 8.390 11
24 Spagna Toni Elías Red Devils Roma Aprilia RSV4 Factory 17 + 8.654 10º 10
76 Francia Loris Baz Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R 17 + 9.115 9
34 Italia Davide Giugliano Ducati Superbike Ducati 1199 Panigale R 17 +13.015 8
22 Regno Unito Alex Lowes Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 17 +13.478 11º 7
10º 91 Regno Unito Leon Haslam PATA Honda Honda CBR1000RR 17 +25.471 6
11º 44 Spagna David Salom Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R EVO 17 +37.964 12º 5
12º 59 Italia Niccolò Canepa Althea Racing Ducati 1199 Panigale R EVO 17 +38.001 14º 4
13º 67 Australia Bryan Staring IRON BRAIN Grillini Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO 17 +46.248 17º 3
14º 71 Italia Claudio Corti MV Agusta Reparto Corse MV Agusta F4 RR 17 +51.926 20º 2
15º 21 Italia Alessandro Andreozzi Team Pedercini Kawasaki ZX-10R EVO 17 +56.331 15º 1
16º 99 Stati Uniti Geoff May Hero EBR EBR 1190 RX 17 +1:23.937 19º
17º 10 Ungheria Imre Tóth BMW Team Toth BMW S1000 RR 16 +1 giro 23º
18º 95 Australia Alex Cudlin Team Pedercini Kawasaki ZX-10R EVO 16 +1 giro 16º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
52 Francia Sylvain Barrier BMW Motorrad Italia BMW S1000 RR EVO 5 13º
20 Stati Uniti Aaron Yates Hero EBR EBR 1190 RX 4 21º
11 Francia Jérémy Guarnoni MRS Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO 3 18º
58 Irlanda Eugene Laverty Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 2

Non partiti[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Griglia
16 Ungheria Gábor Rizmayer BMW Team Toth BMW S1000 RR EVO 22º
32 Sudafrica Sheridan Morais IRON BRAIN Grillini Kawasaki Kawasaki ZX-10R EVO

Supersport[modifica | modifica wikitesto]

Fonte[3]

Michael van der Mark con la Honda CBR600RR chiude il campionato mondiale Supersport del 2014 con la vittoria in questa gara, portando in questo modo a sei le sue affermazioni in questa stagione. Con van der Mark al primo posto in questa gara (e già sicuro del titolo mondiale), secondo sul traguardo giunge il pilota tailandese Ratthapark Wilairot (al primo podio iridato della sua carriera) con la Honda CBR 600RR del team Core PTR Honda, con Jules Cluzel al terzo posto con la MV Agusta F3 675 del team MV Agusta Reparto Corse.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
60 Paesi Bassi Michael van der Mark PATA Honda Honda CBR600RR 15 30min 42s 722ms 25
14 Thailandia Ratthapark Wilairot Core PTR Honda Honda CBR600RR 15 +3.570 20
16 Francia Jules Cluzel MV Agusta Reparto Corse MV Agusta F3 675 15 +5.124 16
17 Francia Lucas Mahias DMC Panavto-Yamaha Yamaha YZF R6 15 +5.476 13
88 Regno Unito Kev Coghlan DMC Panavto-Yamaha Yamaha YZF R6 15 +5.578 11
44 Italia Roberto Rolfo Team Go Eleven Kawasaki ZX-6R 15 +8.275 10
26 Italia Lorenzo Zanetti PATA Honda Honda CBR600RR 15 +8.965 9
54 Turchia Kenan Sofuoğlu San Carlo Puccetti Racing Kawasaki ZX-6R 15 +12.367 8
5 Italia Roberto Tamburini San Carlo Puccetti Racing Kawasaki ZX-6R 15 +22.923 10º 7
10º 155 Italia Massimo Roccoli MV Agusta Reparto Corse MV Agusta F3 675 15 +23.081 16º 6
11º 21 Francia Florian Marino Kawasaki Intermoto Ponyexpres Kawasaki ZX-6R 15 +25.585 11º 5
12º 99 Stati Uniti Patrick Jacobsen Kawasaki Intermoto Ponyexpres Kawasaki ZX-6R 15 +25.668 12º 4
13º 35 Italia Raffaele De Rosa Team Lorini Honda CBR600RR 15 +26.094 13º 3
14º 11 Italia Christian Gamarino Team Go Eleven Kawasaki ZX-6R 15 +28.026 14º 2
15º 22 Regno Unito Mason Law Kawasaki Intermoto Ponyexpres Kawasaki ZX-6R 15 +29.868 17º 1
16º 77 Qatar Nasser Hasan Al Malki CIA Insurance Honda Honda CBR600RR 15 +48.357 20º
17º 161 Russia Alexey Ivanov DMC Panavto-Yamaha Yamaha YZF R6 15 +1:00.928 22º
18º 61 Italia Fabio Menghi VFT Racing Yamaha YZF R6 15 +1:00.968 23º
19º 7 Spagna Nacho Calero CIA Insurance Honda Honda CBR600RR 15 +1:14.126 21º

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
15 Italia Marco Faccani San Carlo Puccetti Racing Kawasaki ZX-6R 14 15º
87 Italia Luca Marconi Team Lorini Honda CBR600RR 14 19º
4 Irlanda Jack Kennedy CIA Insurance Honda Honda CBR600RR 4
53 Francia Valentin Debise Com Plus SMS Racing Honda CBR600RR 1 18º

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Losail, Superbike - Results Race 1, su sbk.perugiatiming.com, 2 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 6 febbraio 2015).
  2. ^ Losail, Superbike - Results Race 2, su sbk.perugiatiming.com, 2 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 6 febbraio 2015).
  3. ^ Losail, Supersport - Results Race, su sbk.perugiatiming.com, 2 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 6 febbraio 2015).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale Superbike - Stagione 2014
Flag of Australia.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Qatar.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2009
Gran Premio di superbike di Losail
Altre edizioni
Moto Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moto