Alessandro Andreozzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alessandro Andreozzi
Alessandro Andreozzi Australian GP 2012.jpg
Andreozzi al GP d'Australia del 2012
Nazionalità Italia Italia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2011 in Moto2
Gare disputate 12
Carriera in Supersport
Esordio 2012
Gare disputate 1
Carriera in Superbike
Esordio 2014
Miglior risultato finale 19º
Gare disputate 33
Punti ottenuti 37
 

Alessandro Andreozzi (Macerata, 2 giugno 1991) è un pilota motociclistico italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver gareggiato nella Coppa Italia del 2010, l'anno successivo, dopo che era stato respinto un reclamo a suo carico,[1] ottiene il titolo nel campionato Italiano Velocità della classe Moto2 e debutta anche nel motomondiale, sempre nella stessa classe, partecipando al Gran Premio di San Marino come wildcard e concludendo la gara 29º. L'anno successivo partecipa alla seconda metà di stagione del mondiale in sella ad una Speed Up, senza mai andare a punti. Sempre nel 2012 giunge secondo nel campionato italiano e partecipa al Gran Premio di Misano nel mondiale Supersport in sella ad una Yamaha YZF-R6 del team Bike Service R.T. giungendo ventesimo al traguardo.[2]

L'anno seguente cambia categoria nel campionato italiano, giungendo all'ottavo posto tra le Superbike. Sempre nel 2013 passa alla Superstock 1000 FIM Cup con il Team Pedercini alla guida di una Kawasaki ZX-10R, i compagni di squadra per questa stagione sono Simone Grotzkyj Giorgi, Lorenzo Savadori, Francesco Dittali e Leandro Mercado. Andreozzi fa segnare due giri veloci ma non riesce a salire sul podio, conclude la stagione al nono posto con 64 punti. Passa al campionato mondiale Superbike nel 2014 sempre con il Team Pedercini su una Kawasaki ZX-10R in configurazione EVO. Chiude la stagione al diciannovesimo posto assoluto con 22 punti, settimo tra quelli dotati di motociclette in configurazione EVO, il miglior risultato stagionale è il nono posto ottenuto in gara 2 nel Gran Premio degli Stati Uniti.

Nel 2015 torna a disputare delle gare in un campionato mondiale ottenendo una wild-card per disputare gli ultimi due Gran Premi della Superstock 1000 FIM Cup a bordo di un'Aprilia RSV4 RF del team Nuova M2 Racing. I compagni di squadra sono Lorenzo Savadori e Kevin Calia. Ottiene un tredicesimo ed un settimo posto che gli permettono di totalizzare 12 punti, buoni per piazzarsi ventunesimo in classifica finale.

Nel 2016 torna ad essere pilota titolare nella Superstock 1000 FIM Cup, lo fa guidando una Kawasaki ZX-10R gestita dal Team Pedercini per il quale aveva già corso nel 2013 e nel 2014. I compagni di squadra per questa stagione sono Jérémy Guarnoni, Christophe Ponsson e Roberto Mercandelli. A partire dal Gran Premio di Germania al Lausitzring passa all SK-Racing Team by Barni in sella ad una Ducati Panigale R. Chiude la stagione al venticinquesimo posto con sette punti ottenuti.

Nel 2017 è pilota titolare nel Campionato Italiano Velocità ma torna nella Superstock 1000 a disputare, in qualità di wild-card il Gran Premio d'Italia in sella ad una Yamaha YZF-R1 del team Speed Action by Andreozzi RC, chiude la gara con un ritiro. Dal Gran Premio di Portogallo a Portimão, corre nel campionato mondiale Superbike in sella ad una Yamaha YZF-R1 del team Guandalini Racing in qualità di pilota sostitutivo.[3] Chiude la stagione al venticinquesimo posto in classifica piloti con quattordici punti ottenuti. Nel 2018 partecipa, in qualità di wild card, alla gara inaugurale del Campionato europeo Superstock 1000 chiudendola al sesto posto, i punti così ottenuti gli consentono di chiudere al ventesimo posto in classifica piloti. Sempre nel 2018 è chiamato a sostituire Karel Hanika in sella alla Yamaha YZF-R1 del team Guandalini Racing in poccasione del Gran Premio di Misano nel mondiale Superbike.[4] Ottiene un punto che gli consente di chiudere la stagione al trentunesimo posto in classifica piloti.

Risultati in gara[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale[modifica | modifica wikitesto]

2011 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Spain.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of the United States.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto2 FTR NE 29 0
2012 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Spain.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto2 Speed Up 29 Rit Rit NE Rit 24 22 30 25 SQ 22 23 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Campionato mondiale Supersport[modifica | modifica wikitesto]

2012 Moto Flag of Australia.svg Flag of Italy.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Europe.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Russia.svg Flag of Germany.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg Punti Pos.
Yamaha 20 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.

Campionato mondiale Superbike[modifica | modifica wikitesto]

2014 Moto Flag of Australia.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of the United States.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Qatar.svg Punti Pos.
Kawasaki Rit 17 19 16 17 Rit 15 17 14 15 12 Rit Rit 15 15 16 16 9 12 Rit Rit NP Rit 15 22 19º
2017 Moto Flag of Australia.svg Flag of Thailand.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Germany.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg Flag of Spain.svg Flag of Qatar.svg Punti Pos.
Yamaha 17 12 17 13 14 14 Rit 13 14 25º
2018 Moto Flag of Australia.svg Flag of Thailand.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United States.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg Flag of Argentina.svg Flag of Qatar.svg Punti Pos.
Yamaha 15 Rit 1 31º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Non disputata/Non valida Non qual./Non part. Squalificato Ritirato

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Articolo dal sito del C.I.V., su civ.tv (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2014).
  2. ^ Supersport Misano 2012 - Entry List, su worldsbk.com, 8 giugno 2012.
  3. ^ Redazione GPone, SBK, Guandalini cambia: Andreozzi al posto di Roccoli a Portimao, su gpone.com, 10 settembre 2017.
  4. ^ Alessandro Palma, Superbike Misano: Hanika KO, al suo posto Alessandro Andreozzi, su corsedimoto.com, 3 luglio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]