Lucas Mahias

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lucas Mahias
Lucas MAHIAS - Promoto Sport - Moto2 2014 - Le Mans (14217775322).jpg
Mahias durante il GP di Francia del 2014
Nazionalità Francia Francia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2013
Gare disputate 6
Carriera in Supersport
Esordio 2014
Mondiali vinti 1
Gare disputate 62
Gare vinte 9
Podi 29
Punti ottenuti 836
Pole position 8
Giri veloci 8
Carriera in Superbike
Esordio 2016
Miglior risultato finale 25º
Gare disputate 23
Punti ottenuti 53
 

Lucas Mahias (Mont-de-Marsan, 14 aprile 1989) è un pilota motociclistico francese.

Vincitore del campionato mondiale Supersport nel 2017.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Mahias fa il suo esordio in un campionato mondiale nel 2013 quando partecipa, in qualità di wild card al Gran Premio della Repubblica Ceca in classe Moto2, in sella ad una Transfiormers del team Promoto Sport. Chiude la gara in ventiduesima posizione. Partecipa inoltre alla gara conclusiva del campionato a Valencia come pilota sostitutivo per il team Tech 3, chiudendo la gara al 24º posto.

Nel 2014 partecipa nuovamente al motomondiale disputando come wild card i Gran Premi di Francia, Repubblica Ceca e della Comunità Valenciana, con il team Promoto Sport. Non ottiene punti validi per la classifica piloti. In questa stagione Mahias fa il suo esordio nel campionato mondiale Supersport, partecipando alle ultime due gare in calendario con una Yamaha YZF-R6, ottenendo i primi punti nella gara finale in Qatar. Sempre nel 2014 Mahias si laurea campione di Francia nella categoria Supersport, andando a vincere tutte le dodici gare in calendario.[1]

Nel 2015 inizia la stagione come pilota titolare nel campionato mondiale Supersport in sella ad una Kawasaki ZX-6R del team Kawasaki Intermoto Ponyexpress. L'esperienza si chiude dopo le prime sei gare, nelle quali Mahias ha raccolto 22 punti e quattro ritiri. In questo stesso campionato torna a correre le ultime tre gare in calendario, partecipando come wild card su una Yamaha YZF-R6 del team MG Competition. In occasione del Gran Premio di Francia, dopo essere partito dalla prima fila in griglia di partenza, Mahias ottiene il suo primo podio in una gara mondiale giungendo terzo al traguardo.[2][3] Chiude la stagione al dodicesimo posto con cinquantun punti all'attivo. Partecipa inoltre alla gara conclusiva del motomondiale a Valencia in sella ad una Transfiormers, chiude la gara con un ritiro.

Nel 2016 Mahias è pilota titolare nel campionato mondiale Endurance alla guida di una Yamaha YZF-R1 del team GMT94 Yamaha. In questa stagione fa il suo esordio nel campionato mondiale Superbike disputando il Gran Premio d'Olanda ad Assen in sella ad una Kawasaki ZX-10R del Team Pedercini in sostituzione dell'infortunato Sylvain Barrier.[4] Ottiene punti in entrambe le manches e guida la gara per un giro in gara 2. In seguito viene chiamato a sostituire gli infortunati Riccardo Russo e Florian Marino nella Superstock 1000 FIM Cup in sella ad una Yamaha YZF-R1 del Pata Yamaha Official Stock Team. In questa categoria ottiene subito un successo andando a vincere all'esordio il Gran Premio d'Italia a Misano. Partecipa poi alle ultime due gare del campionato, vincendo a Magny-Cours dopo essere partito dalla pole, e giungendo secondo nella gara finale a Jerez dove ottiene il giro più veloce della gara.[5] Pur avendo disputato solo tre gare delle otto in calendario, Mahias chiude quarto nel mondiale, migliore tra i piloti Yamaha, con 70 punti all'attivo. Nel mondiale Superbike invece chiude venticinquesimo con 9 punti conquistati.

Nel 2017 Mahias è pilota titolare nel campionato mondiale Supersport in sella alla Yamaha YZF-R6 del team GRT Yamaha. Il compagno di squadra è Federico Caricasulo. In occasione delle terza prova di campionato, corsa ad Aragón, vince la sua prima gara nel mondiale Supersport. Vince la seconda gara stagionale in Qatar, al termine della stessa gara diviene campione del mondo della Supersport.[6] Nel 2018 viene confermato, come Federico Caricasulo dal team GRT. Cghiude la stagione al secondo posto in classifica piloti vincendo tre Gran Premi. Nel 2019 si trasferisce al team Kawasaki Puccetti Racing, il compagno di squadra è Hikari Ōkubo.[7] In occasione del gran premio di casa, a Magny-Cours, ottiene la prima vittoria con Kawasaki.[8] Chiude la stagione al quarto posto tra i piloti. In occasione dell'Gp di Valencia 2019 corre in MotoE sulla moto del team Ajo in sostituzione del l'infortunato Niki Tuuli. Sfortunatamente nella seconda sessione di prove libere rimedia una caduta che gli costa l'amputazione della quinta falange del quinto dito della mano destra.

Nel 2020 è titolare in Supersport con lo stesso team della stagione precedente. Il nuovo compagno di squadra è Philipp Öttl. Conclude la stagione al secondo posto in classifica, conquistando otto piazzamenti a podio di cui due vittorie.[9] In questa stagione inoltre, insieme al compagno di squadra, prende parte al Gran Premio di Misano del Campionato Italiano Velocità, classe Supersport. Conclude entrambe le gare al primo posto senza però, in virtù del regolamento, ottenere punti validi per la classifica.

Nel 2021 accede nel Campionato mondiale Superbike con lo stesso team, ovvero il Kawasaki Puccetti Racing. Non partecipa ai test pre-stagionali svolti in Catalogna, ma, assieme al suo team per il 2021, svolge il primo round stagionale al Mugello del CIV (Campionato Italiano Velocità), guidando nella categoria Superbike e prendendo confidenza con la sua Kawasaki. Riesce a fare la pole position e vincere entrambe le gare, ma correndo fuori gara da wildcard non ottiene punti né accede al podio.

Risultati in gara[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale[modifica | modifica wikitesto]

Moto2[modifica | modifica wikitesto]

2013 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Texas.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the United States.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of Japan.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto2 Transfiormers e Tech 3 NE 22 24 0
2014 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Texas.svg Flag of Argentina.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto2 Transfiormers 18 31 Rit 0
2015 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Texas.svg Flag of Argentina.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto2 Transfiormers Rit 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class Squalificato '-' Dato non disp.

MotoE[modifica | modifica wikitesto]

2019 Classe Moto Flag of Germany.svg Flag of Austria.svg Flag of San Marino.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos
MotoE Energica NQ NQ 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.

Campionato Mondiale Supersport[modifica | modifica wikitesto]

2014 Moto Flag of Australia.svg Flag of Aragon.svg Flag of Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Qatar.svg Punti Pos.
Yamaha Rit 4 13 22º
2015 Moto Flag of Australia.svg Flag of Thailand.svg Flag of Aragon.svg Flag of Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Portugal.svg Flag of Italy.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Qatar.svg Punti Pos.
Kawasaki e Yamaha Rit 4 Rit 7 Rit Rit Rit 3 4 51 12º
2017 Moto Flag of Australia.svg Flag of Thailand.svg Flag of Aragon.svg Flag of Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg Flag of Spain.svg Flag of Qatar.svg Punti Pos.
Yamaha 2 Rit 1 2 2 2 Rit 3 2 4 5 1 190
2018 Moto Flag of Australia.svg Flag of Thailand.svg Flag of Aragon.svg Flag of Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Italy.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg Flag of Argentina.svg Flag of Qatar.svg Punti Pos.
Yamaha 1 2 4 4 8 5 4 Rit 1 3 3 1 185
2019 Moto Flag of Australia.svg Flag of Thailand.svg Flag of Aragon.svg Flag of Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg Flag of Argentina.svg Flag of Qatar.svg Punti Pos.
Kawasaki 12 8 7 5 8 6 3 3 3 1 2 1 168
2020 Moto Flag of Australia.svg Flag of Spain.svg Flag of Portugal.svg Flag of Aragon.svg Teruel (provincia).svg Flag of Catalonia.svg Flag of France.svg Flag of Portugal.svg Punti Pos.
Kawasaki 4 4 3 2 Rit 5 4 4 2 2 2 2 1 Rit 1 229
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class Squalificato '-' Dato non disp.


Campionato mondiale Superbike[modifica | modifica wikitesto]

2016 Moto Flag of Australia.svg Flag of Thailand.svg Flag of Aragon.svg Flag of Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Flag of Spain.svg Flag of Qatar.svg Punti Pos.
Kawasaki 10 13 NP NP 9 25º
2021 Moto Flag of Aragon.svg Flag of Portugal.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Netherlands.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag Of Navarre.svg Flag of France.svg Flag of Catalonia.svg Flag of Spain.svg Flag of Portugal.svg Flag of Argentina.svg Flag of Indonesia.svg Punti Pos.
Kawasaki 15 Rit 10 13 Rit 14 11 Rit 11 9 7 12 Rit NP NP Rit 15 14 NP 14 13 13 Rit Rit NP AN NP Inf Inf Inf 44
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class Squalificato '-' Dato non disp.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Redazione FFM, Situation Supersport Rectif 1 (PDF), su fsbk.fr, FFM, 16 settembre 2014.
  2. ^ (EN) Redazione Worldsbk, Magny Cours, Supersport - Qualifying Practices (PDF), su worldsbk.com, Dorna Sports S.L., 3 ottobre 2015.
  3. ^ (EN) Redazione Worldsbk, Magny Cours, Supersport - Results Race (PDF), su worldsbk.com, Dorna Sports S.L., 4 ottobre 2015.
  4. ^ Gianluca, SBK, Pedercini: Mahias al posto di Barrier, su motoblog.it, Triboo Media S.r.l., 8 aprile 2016.
  5. ^ Adriano Bestetti, Superstock 1000: vittoria per Mahias a Magny-Cours, su motoblog.it, Triboo Media S.r.l., 2 ottobre 2016.
  6. ^ Carlo Baldi, Mahias campione del mondo Supersport 2017 e Sofluogu entra nella leggenda, su moto.it, CRM S.r.l., 5 novembre 2017.
  7. ^ Mirko Colombi, SBK, Manuel Puccetti accoglie Mahiasː"somiglia a Sofuoglu", su gpone.com, Buffer Overflow S.r.l., 4 dicembre 2018.
  8. ^ Lorenza D'Adderio, Supersport, Magny-Cours: Mahias vince in volata, team Bardahl out, su it.motorsport.com, Motorsport Network, 29 settembre 2019.
  9. ^ (EN) Redazione Worldsbk, SSP 2020 - Championship Standings (PDF), su worldsbk.com, Dorna Sports S.L., 18 ottobre 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]