Elezioni regionali italiane del 1975

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Le elezioni regionali italiane del 1975 si sono tenute il 15 e 16 giugno insieme alle amministrative.

Piemonte, Veneto e Lazio ottennero 10 seggi in più dopo il precedente censimento.

Il Piemonte, la Liguria e il Lazio passarono a maggioranze rosse PCI-PSI. Fu uno smacco per la DC così grave da portare alla chiusura anticipata della legislatura nazionale un anno dopo.

Riepilogo nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Elettori: 34.063.567
Votanti: 31.572.198 92,69%
Schede nulle 1.238.168
di cui bianche 811.206
Liste Voti % Seggi Differenza (%) Aumento/Diminuzione
Democrazia Cristiana 10.698.157 35,27 277 Diminuzione2,46 Diminuzione10
Partito Comunista Italiano 10.148.723 33,46 247 Aumento5,60 Aumento47
Partito Socialista Italiano 3.631.912 11,97 82 Aumento1,55 Aumento15
Movimento Sociale Italiano - Destra Nazionale 1.950.213 6,43 40 Aumento1,20 Aumento8
Partito Socialista Democratico Italiano 1.701.864 5,61 36 Diminuzione1,36 Diminuzione5
Partito Repubblicano Italiano 961.797 3,17 19 Aumento0,28 Aumento1
Partito Liberale Italiano 749.821 2,47 11 Diminuzione2,27 Diminuzione16
Democrazia Proletaria[1] 271.216 0,89 4 - Aumento4
Partito di Unità Proletaria per il Comunismo[2] 147.030 0,48 4 - Aumento4
Unità Popolare[3] 30.810 0,10 - - -
Democrazia Operaia[4] 24.634 0,08 - - -
Sinistra Indipendente[5] 7.880 0,03 - - -
Partito Giustizialista Italiano[6] 3.418 0,01 - - -
indipendente[7] 2.068 0,01 - Stabile Stabile
UFD[8] 1.452 0,005 - - -
DC-Indipendenti[9] 1.419 0,005 - - -
Unità Popolare per il Socialismo[4] 1.128 0,004 - - -
Unione Rifondazione Socialista Democratica[10] 488 0,002 - - Diminuzione18
Totale 30.334.030 100,00 720 Aumento30

Risultati nelle singole regioni[modifica | modifica wikitesto]

Regione Liste Presidenti uscenti
DC PCI PSI MSI-DN PSDI PRI PLI DP Altri
Piemonte Piemonte 32,1% 33,9% 12,9% 4,3% 7,4% 3,6% 5,0% - 0,8% Gianni Tarena (DC)
Lombardia Lombardia 37,5% 30,4% 14,0% 4,5% 5,2% 3,1% 2,8% 2,5% - Cesare Golfari (DC)
Veneto Veneto 48,0% 22,8% 12,8% 4,5% 3,8% 6,3% 2,5% 2,3% 1,5% Angelo Tomelleri (DC)
Liguria Liguria 30,4% 38,4% 13,5% 4,6% 5,5% 3,5% 3,9% - 0,2% Giorgio Luciano Verda (DC)
Emilia-Romagna Emilia-Romagna 25,3% 48,3% 10,2% 3,7% 5,2% 3,9% 1,8% 1,6% - Guido Fanti (PCI)
Toscana Toscana 28,5% 46,5% 10,7% 4,2% 3,9% 2,6% 1,2% 2,1% 0,3% Lelio Lagorio (PSI)
Umbria Umbria 27,6% 46,1% 13,9% 5,7% 2,4% 2,4% 0,8% 1,1% - Pietro Conti (PCI)
Marche Marche 36,5% 36,9% 9,8% 4,4% 5,3% 3,4% 1,6% 2,1% - Dino Tiberi (DC)
Lazio Lazio 31,5% 33,5% 9,8% 11,3% 6,1% 3,7% 2,5% 1,5% 0,1% Rinaldo Santini (DC)
Abruzzo Abruzzo 42,5% 30,3% 10,2% 6,4% 6,2% 2,6% 1,8% - - Ugo Crescenzi (DC)
Molise Molise 50,0% 17,9% 10,0% 5,0% 6,2% 4,5% 4,5% 1,2% 0,7% Giustino D'Uva (DC)
Campania Campania 36,7% 27,1% 10,4% 12,1% 6,6% 3,6% 2,1% 1,1% 0,3% Vittorio Cascetta (DC)
Puglia Puglia 39,2% 28,5% 11,9% 10,8% 4,7% 2,3% 1,7% - 0,9% Gennaro Trisorio Liuzzi (DC)
Basilicata Basilicata 41,8% 27,1% 13,2% 6,4% 6,9% 1,6% 2,1% - 0,9% Vincenzo Verrastro (DC)
Calabria Calabria 39,5% 25,2% 14,7% 8,3% 5,3% 3,0% 1,3% 2,7% - Aldo Ferrara (DC)

Nota: per il meccanismo elettorale, la maggioranza relativa nelle Marche fu vinta dalla DC.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Presente solo in Lombardia, Veneto, Umbria, Lazio, Molise e Campania.
  2. ^ Presente solo in Emilia-Romagna, Toscana, Marche e Calabria.
  3. ^ Presente solo in Liguria, Toscana, Puglia e Basilicata.
  4. ^ a b Presente solo in Piemonte.
  5. ^ Presente solo in Campania.
  6. ^ Presente solo in Lazio
  7. ^ Presente solo in Puglia.
  8. ^ Presente solo in Lombardia.
  9. ^ Presente solo in Molise.
  10. ^ Presente solo in Toscana.