Burattino senza fili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Burattino senza fili
ArtistaEdoardo Bennato
Tipo albumStudio
Pubblicazione1977
Durata35:56
Dischi1
Tracce9
GenereFolk
Rock and roll
Concept album
EtichettaRicordi SMRL 6209
ProduttoreAlessandro Colombini Edoardo Bennato
Certificazioni FIMI (dal 2009)
Dischi d'oroItalia Italia[1]
(vendite: 25 000+)
Edoardo Bennato - cronologia
Album precedente
(1976)
Album successivo
(1980)

Burattino senza fili è un concept album, quale 5º album in studio del cantautore italiano Edoardo Bennato uscito nel 1977.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Come si deduce dal titolo, è un album che si ispira e riprende i personaggi de Le avventure di Pinocchio di Carlo Collodi.

Nel disco sono trattati svariati temi di attualità, in particolare l'industria discografica, la situazione femminile e l'intellighenzia. Bisogna, inoltre, tenere presente l'anno di uscita, il 1977, epoca che viene ricordata in Italia per i fatti di Bologna e l'avvento delle Brigate Rosse.

La rilettura della favola è una metafora per comprendere la società moderna. Pinocchio, diventato umano, finisce per essere manovrato, come quando era una marionetta, da personaggi loschi (vedi i brani il gatto e la volpe oppure Mangiafuoco). Il ragazzo, nonostante desiderasse crescere, rimpiange alla fine quei momenti, capendo che il mondo non è affatto facile e mansueto come credeva (si prenda in considerazione il testo di È stata tua la colpa).[2]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Ondarock Pietra miliare
Rockol.it 9/10

Burattino senza fili è ritenuto da molti critici come uno dei lavori migliori del cantautore, oltre ad uno dei dischi italiani più importanti e venduti di sempre.[3]

Ondarock, al riguardo, considera la composizione di Edoardo Bennato come «l'opera più ambiziosa realizzata fino a quel momento ( [...] ) la più compatta e, artisticamente, la più valida».[4]

Nella trasmissione televisiva 33 Giri italian Masters, prodotta da Sky Arte, il cantante napoletano giudica Quando sarai grande uno dei testi più belli che abbia scritto.[5]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

I testi e le musiche sono di Edoardo Bennato

Lato A
  1. È stata tua la colpa - 5:15
  2. Mangiafuoco - 4:53
  3. La fata - 4:08
  4. In prigione, in prigione - 4:42
Lato B
  1. Dotti, medici e sapienti - 3:23
  2. Tu grillo parlante - 4:02
  3. Il gatto e la volpe - 2:59
  4. Quando sarai grande - 4:47
  5. Dotti, medici e sapienti - versione strumentale (ghost track) - 1:45

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

È stato l’album più comprato in Italia nel 1977. Superò perfino Io tu noi tutti di Lucio Battisti. Sono state vendute più di un milione di copie. Riguardo al successo, Bennato ricorda: «Appena uscì ( [...] ) l'intellighenzia che mi aveva sostenuto ai festival cominciò a guardarmi con sospetto. Non avevo fatto come gli altri cantautori impegnati, come Claudio Lolli o Claudio Rocchi, non ero rimasto al mio posto. Ero diventato commerciale, mi ero venduto».[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Burattino senza fili (certificazione), su FIMI. URL consultato il 21 febbraio 2022.
  2. ^ a b Burattini senza fili, su rockol.it. URL consultato il 28/3/21 (archiviato il 26 ottobre 2020).
  3. ^ Burattini senza fili, su debaser.it. URL consultato il 28/3/21 (archiviato il 1º giugno 2021).
  4. ^ Burattini senza fili, su ondarock.it. URL consultato il 28/3/21 (archiviato il 26 febbraio 2021).
  5. ^ Il disco di Edoardo Bennato che si ispira a Pinocchio, su arte.sky.it. URL consultato il 28/3/21 (archiviato il 1º giugno 2021).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica