Finley (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Finley
I Finley in concerto a Milano nel 2007
I Finley in concerto a Milano nel 2007
Paese d'origine Italia Italia
Genere Pop punk[1]
Alternative rock[1]
Pop rock[1]
Periodo di attività 2002 – in attività
Album pubblicati 5
Studio 5
Sito web

I Finley sono un gruppo musicale rock italiano fondato a Legnano nel 2002. Il gruppo è composto da Pedro (voce), Ka (chitarra), Dani (batteria) e Ivan (basso), attualmente hanno all'attivo cinque album in studio.

Nella loro carriera musicale i Finley hanno venduto oltre 300.000 copie e vinto numerosi premi, tra cui i due prestigiosi Best Italian Act agli MTV Europe Music Awards, il primo nel 2006 a Copenaghen e il secondo a Liverpool nel 2008, diventando così il gruppo italiano più premiato della manifestazione insieme ai Subsonica.[senza fonte]

I membri della band sono stati inoltre insigniti dal sindaco di Legnano con la benemerenza civica per aver fatto conoscere il nome della città nel mondo, per il loro impegno e il contributo al progresso civile e morale al servizio della collettività.[2]

Storia del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni (2002-2004)[modifica | modifica wikitesto]

I Finley nacquero nel 2002 dall'incontro di quattro amici musicisti al Liceo Galileo Galilei di Legnano: Pedro, Ka, Dani e Ste. I quattro iniziarono subito a comporre brani originali presso lo scantinato del locale Circolone.

Attraverso il nome Junkies, il gruppo registrò l'EP Simply a Demo e, da li a poco, arrivò il loro esordio dal vivo al concerto del 1º maggio, un evento organizzato da tutti i licei della zona. Nel 2003 cambiarono definitivamente il nome in Finley, prendendo in prestito il cognome del giocatore dell'NBA Michael Finley, all'epoca stella dei Dallas Mavericks.

Si esibirono nei locali della provincia, parteciparono al concorso di Emergenza Festival, aggiudicandosi il sesto posto, e si classificarono terzi al Pop Rock Contest di Monfalcone nel 2004. Nello stesso anno autoproducono il loro primo videoclip per il brano Make Up Your Own Mind, girato da Marco Lamanna.

Claudio Cecchetto e Tutto è possibile (2005-2006)[modifica | modifica wikitesto]

Con il brano Make Up Your Own Mind i Finley arrivarono alle orecchie di Claudio Cecchetto. Iniziò la collaborazione tra il gruppo e il produttore, che portò i quattro ragazzi di Legnano ad esibirsi al Palalottomatica di Roma e al Forum di Assago, in apertura dei concerti di Max Pezzali.

Nel 2005 Claudio Cecchetto produsse il primo singolo dei Finley Tutto è possibile (versione italiana di Make Up Your Own Mind), il cui video venne presentato nel novembre del 2005 sugli schermi di MTV Italia. I Finley si presentarono qualche giorno più tardi sotto gli studi di Total Request Live in Piazza Duomo a Milano e, durante la diretta, mostrarono alle telecamere un cartello riportante la parola «Grazie!» come gesto di riconoscenza verso l'emittente musicale. Diventarono con il tempo un gruppo di riferimento per MTV Italia, che affidò ai quattro la conduzione di alcune puntate delle sue trasmissioni principali.

I Finley firmarono un contratto con EMI/Capitol Records, pubblicando il primo album in studio Tutto è possibile il 31 marzo 2006, registrato e missato dal produttore artistico Daniele Persoglio. L'album venne promosso da un tour italiano e dal secondo singolo Diventerai una star, uscito nell'estate dello stesso anno e grazie al quale l'album scalò le classifiche, venendo certificato disco di platino per le oltre 80.000 copie vendute. Il successo li portò sul palco di Festivalbar e Giffoni Film Festival, oltre all'esibizione con Pink durante il Coca Cola Live @ MTV e alla condivisione del palco con Depeche Mode e Morrissey all'Heineken Jammin' Festival. Durante una sessione di prove, il gruppo incontrò il rapper Mondo Marcio, il quale pubblicò da poco il secondo album Solo un uomo: insieme registrarono una nuova versione del singolo di Mondo Marcio Dentro alla scatola.

I Finley furono inseriti tra i candidati per il Best Italian Act agli MTV Europe Music Awards 2006 di Copenaghen, insieme ai Lacuna Coil, a Jovanotti, Tiziano Ferro e a Mondo Marcio. Il gruppo si aggiudicò la statuetta e il 27 novembre, per festeggiare il premio, pubblicò un'edizione speciale di Tutto è possibile, che ottenne il secondo disco di platino superando le 160.000 copie vendute.

Il tour, trainato dai singoli Sole di settembre e Fumo e cenere, proseguì nei club italiani per tutto il 2006, portando il gruppo a tenere oltre 100 concerti; l'ultima data del tour si tenne il 28 gennaio 2007 all'Alcatraz di Milano.

Adrenalina e Sanremo (2007-2008)[modifica | modifica wikitesto]

Nei primi mesi del 2007 i Finley si sono dedicati alla composizione e alla scrittura del secondo album, Adrenalina. Prodotto da Claudio Cecchetto ed EMI/Capitol, il disco è stato realizzato insieme al produttore artistico Michele Canova (Tiziano Ferro, Jovanotti, Eros Ramazzotti) ed è stato pubblicato il 15 giugno 2007, a poche settimane dall'uscita del singolo omonimo, debuttando alla seconda posizione degli album più venduti in Italia.

Nell'estate del 2007 i Finley, oltre a toccare tutta Italia con l'Adrenalina Tour, hanno portato la loro musica fuori dai confini nazionali, esibendosi ai più importanti festival rock europei. Primo fra tutti il Rock am Ring e Rock im Park in Germania, dove suonano in una delle edizioni più incredibili della storia del festival (Muse, Smashing Pumpkins, Linkin Park, The Hives) e condividendo il palco con Korn, Velvet Revolver, Good Charlotte, Paolo Nutini e The Kooks. Ad Hyde Park, Londra per il Wireless Festival in un concerto che li ha visti protagonisti insieme a The White Stripes, Queens of the Stone Age, Air e a Göteborg, Svezia, dove si esibiscono sul palco del Pier Pressure Festival, in apertura a My Chemical Romance ed Avril Lavigne. Durante la trasferta europea, il gruppo è stato seguito da MTV Italia, che ha realizzato un documentario incentrato sugli avvenimenti sopracitati.

Il tour italiano è proseguito fino alla fine dell'estate e ha visto i Finley esibirsi all'MTV Day 2007 a Roma, insieme a Elisa, Negramaro e Le Vibrazioni, in una Piazza San Giovanni gremita da più di 70.000 persone, presenti per assistere al concerto del decimo compleanno dell'emittente. Nel mese di ottobre 2007 il gruppo ha pubblicato il secondo singolo Domani e poche settimane più tardi Adrenalina è stato certificato disco d'oro.

Durante la composizione dei brani di questo album i Finley hanno scritto Ricordi, brano presentato nei mesi successivi al Festival di Sanremo 2008. Durante la fase serale incentrata sui duetti, il gruppo si è esibito con la cantante messicana Belinda, con la quale hanno inciso successivamente la versione inglese di Ricordi, intitolata Your Hero.

A seguito della manifestazione, il gruppo ha pubblicato Adrenalina 2, riedizione del secondo album che è divenuta la pubblicazione più venduta tra i partecipanti al Festival di Sanremo 2008. Il secondo album dei Finley è divenuto disco di platino e nel maggio del 2008 è partito un tour italiano che è proseguito fino all'autunno. Nel corso dello stesso anno, il gruppo è stato candidato nuovamente come Best Italian Act agli MTV Europe Music Awards 2008, aggiudicandosi il premio a Liverpool, nel mese di novembre.

Band at Work e Fuori! (2009-2011)[modifica | modifica wikitesto]

I Finley tornano in studio e dopo qualche mese escono con un EP intitolato Band at Work, preceduto dal singolo Gruppo Randa. Con questa pubblicazione, il gruppo ha sperimentato generi nuovi e ha affrontato temi differenti da quelli affrontati negli album precedenti, dando vita ad un album di passaggio che li porterà successivamente a reinventare il proprio sound.

Il 30 marzo 2010 pubblicano sempre con Claudio Cecchetto, Pierpaolo Peroni ed EMI il terzo album in studio Fuori!, arrangiato e registrato da Marco Barusso e in parte da Daniele Persoglio e missato da Marco Barusso. L'album debutta alla nona posizione della classifica Fimi/Nielsen e viene presentato dalla band attraverso un film-clip, un cortometraggio a puntate legate tra loro dai 5 singoli dell'album (Fuori!, Un'altra come te, Il tempo di un minuto, In orbita e Meglio di noi non c'è niente). Una novità nel campo dei videoclip, tema molto caro alla band, vista la forte predisposizione cinematografica e la particolare attenzione dei ragazzi alla regia dei propri video.

Nel settembre dello stesso anno i Finley vengono scelti per reinterpretare la colonna sonora di Camp Rock 2: The Final Jam, fortunata produzione Disney, che li vede impegnati nella promozione del film con il brano Per la vita che verrà, scritto dalla band come versione italiana della sigla originale I wouldn't change a thing, cantato da Demi Lovato e Joe Jonas.

Nella seconda metà del 2010 si verificano due episodi molto importanti nel percorso della band. Il primo è l'abbandono da parte di Ste che, per inseguire nuovi progetti personali, decide di non continuare più con la band. Il suo posto verrà preso temporaneamente dall'amico, produttore e bassista Daniele Persoglio. Il secondo è l'incontro con Edoardo Bennato. La collaborazione tra la band e Bennato nasce in occasione di un concerto dei Finley, nel quale suonano insieme due brani del loro repertorio: Le ragazze fanno grandi sogni e Fumo e cenere. Bennato chiama i Finley per la realizzazione del suo DVD live Mtv Classic Storytellers che vede la partecipazione di altri ospiti quali Roy Paci, Giuliano Palma & The Bluebeaters e Morgan. I Finley reinterpretano insieme a Edoardo il brano Rinnegato.

Nel 2011 i Finley partecipano alla realizzazione di Rio - il cd, la compilation ispirata al film d'animazione Fox, con il brano Carnevale. A settembre dello stesso anno decidono di prendersi una lunga pausa per occuparsi del quarto album della band. Durante questo periodo pubblicano un diario online scritto per tenere aggiornati sul nuovo disco. Nella seconda puntata di Timeline Videodoc i Finley annunciano che la produzione artistica dell'album verrà affidata all'amico di vecchia data Guido Style, frontman dei The Styles. Nella quinta puntata invece, viene ufficialmente presentato Ivan, il nuovo bassista.

Nasce la Gruppo Randa: Fuoco e fiamme e Sempre solo noi (2012)[modifica | modifica wikitesto]

Terminato il sodalizio con Claudio Cecchetto e la EMI, i Finley decidono, insieme al nuovo manager Omar Pedretti, di fondare la propria etichetta indipendente, la Gruppo Randa.

Il 29 maggio, a due anni di distanza da Fuori!, i Finley pubblicano Fuoco e fiamme, quarto album di inediti, il primo pubblicato con la neonata, Gruppo Randa. L'album, anticipato dal videoclip Fuego, esordisce alla posizione numero uno della classifica degli artisti indipendenti e al sesto posto nella classifica FIMI/Nielsen. Fuoco e fiamme è un album di tredici tracce rock, che sceglie appunto il fuoco come simbolo di rigenerazione e di passione. Edoardo Bennato partecipa nel brano Il meglio arriverà.

Ad agosto, in concomitanza con il termine delle competizioni ufficiali, i Finley pubblicano il video di Olympia (the sound of my nation), brano dedicato ai Giochi della XXX Olimpiade e scelto dalla Federazione Pugilistica Italiana per accompagnare l'avventura londinese dell'Italian Boxing Team. Il video vede la partecipazione di Vincenzo Mangiacapre e dei pugili Domenico Valentino, Vincenzo Picardi, Vittorio Jahyn Parrinello e Manuel Cappai.

A metà settembre esordisce sul palinsesto delle reti Mediaset Undici, talk-show sportivo condotto da Pierluigi Pardo e in onda ogni lunedì su Italia 1 e Italia 2. I Finley realizzano il brano sigla della trasmissione.

Il 9 novembre riparte dal Circolo degli Artisti di Roma l'attività live della band con il Fuoco e fiamme Tour e il 4 dicembre, a sei mesi di distanza dall'uscita di Fuoco e fiamme, esce Sempre solo noi. Seconda pubblicazione della Gruppo Randa, Sempre solo noi è un concept album in edizione limitata che celebra i dieci anni di carriera dei Finley. Sette brani intensi e autobiografici, tra cui il singolo Un giorno qualunque. Un album che i Finley hanno voluto dedicare ai loro fan, realizzando il Gruppo Randa Manifesto, un poster-booklet composto dalle foto di tutti coloro che hanno supportato la band durante il suo percorso.

La band chiude l'anno collaborando alla prima pubblicazione del PGA, un progetto no-profit nato nel 2010 dall'idea di Andrea Rock. PGA - Italian punks goes acoustic...for good!, è il titolo della prima compilation del collettivo PGA: oltre trenta musicisti che rivisitano i classici della storia del punk-rock in chiave acustica. Tutti gli incassi derivanti da questo progetto vengono destinati a L'isola che non c'è, associazione che si occupa di fornire corsi di musica, danza e teatro a ragazzi disabili. I Finley per l'occasione realizzano una cover del brano dei Clash, I Fought the Law.

Lego ed Unleash the Power (2013-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 la band realizza per Lego la colonna sonora della nuova linea Legends of Chima registrando tre brani Unleash the power, Day of glory e Horizon.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Pedro (Marco Pedretti) – voce (2002–presente)
  • Ka (Carmine Ruggiero) – chitarra, cori (2002–presente)
  • Ivan (Ivan Moro) – basso, cori (2011–presente)
  • Dani (Danilo Calvio) – batteria, cori (2002–presente)

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Ste (Stefano Mantegazza) – basso, cori (2002–2010)

Cronologia della formazione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Extended play[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

2006
2007
2008
2009
2012

Colonne sonore, pubblicità e videogame[modifica | modifica wikitesto]

2005
  • Make Up Your Own Mind usata da Volkswagen per la promozione del modello Touran.
2006
2008
2010
  • I Finley pubblicano Per la vita che verrà, versione italiana di I wouldn't change a thing per il film Disney Camp Rock 2: The Final Jam.
2011
  • I Finley partecipano alla realizzazione di Rio - Il cd, interpretando il brano Carnevale.
2012
2013
  • I Finley realizzano per Lego la colonna sonora del progetto Legends of Chima. Unleash the power, Day of glory e Horizon sono i titoli dei tre brani per la campagna.

Cover e featuring[modifica | modifica wikitesto]

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Da Kiss Kiss My Ass, trasmissione radiofonica condotta dalla band:

Featuring[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Finley, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 24 giugno 2013.
  2. ^ Legnanonews - S.Magno: I Finley Tra I Cittadini Legnanesi Benemeriti

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]