Mark Harris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mark Baldwin Harris (Meriden, 8 agosto 1955) è un tastierista, arrangiatore e compositore statunitense. È noto per la sua attività di polistrumentista e produttore discografico nell'ambito della musica leggera italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Connecticut (Stati Uniti) da una famiglia di musicisti non professionisti, si avvicina alla musica attraverso lo studio del pianoforte classico. Più tardi si cimenterà nei più vari generi musicali, dalla "new music" contemporanea al rock e al jazz, dando prova di grande eclettismo.

Nell'estate del 1967 si trasferisce insieme alla famiglia in Italia, dove lavora nell'ambito della musica leggera, continuando parallelamente il suo percorso di sperimentazione. Dal 1974 al 1975 ha fatto parte dei Napoli Centrale.

Ha collaborato tra gli altri con Fabrizio De André, Edoardo Bennato, Toni Esposito, Antonella Ruggiero, Laura Pausini, Sergio Caputo, Eros Ramazzotti, Giorgio Gaber, Skiantos, Massimo Riva, Mia Martini, Enzo Jannacci, Pino Daniele, Roberto Vecchioni, Eugenio Finardi e Renato Zero.

Sua è la voce del brano Ave Maria, in lingua sarda, presente nel disco Fabrizio De André del 1981, suonata anche in occasione del funerale del cantautore genovese.[1]

Si è impegnato anche nella didattica. Nel campo della musica pop è da ricordare il successo che ha lanciato gli Articolo 31: Oi Maria (Maria Maria). Ha inoltre accompagnato musicisti stranieri come Al Jarreau, Dee Dee Bridgewater, Randy Crawford e altri.

È stato direttore musicale della produzione milanese di Grease con Lorella Cuccarini.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Intervista a Mark Harris in Dentro Faber, vol. 6, Il Sacro, min. 48:39

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN16046832