Il Gatto e la Volpe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Il gatto e la volpe" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Il gatto e la volpe (disambigua).
il Gatto e la Volpe
Le avventure di Pinocchio-pag069.jpg
Lingua orig.Italiano
AutoreCarlo Collodi
1ª app.1883
Interpretato da
Voci orig.
Voci italiane
SpecieGatto e Volpe
SessoMaschio

Il Gatto e la Volpe sono due personaggi immaginari del libro Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino di Carlo Collodi. Essi campano di elemosina e inganni, infatti il protagonista Pinocchio è vittima dei loro raggiri. Il Gatto si finge cieco per aver studiato troppo, così come la Volpe che si finge zoppa per il medesimo motivo. Nell'immaginario collettivo sono divenuti gli imbroglioni e i falsi amici per antonomasia.

Ruolo nella storia[modifica | modifica wikitesto]

I due ingannatori fanno la loro apparizione nel capitolo XII, non appena Pinocchio si congeda dal burattinaio Mangiafuoco con cinque monete d'oro ricevute. Pinocchio le mostra loro incautamente e loro, con l'intenzione di rubargliele, lo convincono a sotterrarle nel paese dei Barbagianni dove c'è un luogo chiamato Campo dei miracoli, dove secondo loro sotterrando una moneta sarebbe cresciuto un albero colmo di zecchini d'oro. Durante il tragitto sostano all'osteria del Gambero Rosso per cenare e riposarsi; i due compari ordinano una grande cena a spese di Pinocchio, che non mangia nulla avendo preso «un'indigestione anticipata di monete d'oro». Mentre Pinocchio dorme qualche ora, il Gatto e la Volpe escono segretamente e si accordano con l'oste perché svegli a mezzanotte il burattino per riprendere il cammino verso il Campo dei miracoli. Quando Pinocchio si avvia nella notte oscura, incontra il Gatto e la Volpe che, travestiti da briganti, non riesce a riconoscere. Loro cercano con la violenza di sottrargli le monete d'oro che il burattino aveva riposto in bocca, ma non riescono nel tentativo. I due tipi incappucciati inseguono Pinocchio e dopo averlo raggiunto lo impiccano ad una quercia per poter tornare l'indomani mattina a prelevare le monete dalla bocca spalancata del burattino morto. Tuttavia Pinocchio viene salvato dall'intervento della Fata.

Pinocchio, una volta lasciata la casa della Fata, incontra nuovamente i due imbroglioni e questi lo convincono per la seconda volta a sotterrare i rimanenti quattro zecchini nel Campo dei miracoli; in seguito gli dicono di aspettare lontano dal campo per venti minuti affinché possa crescere l'albero degli zecchini e il Gatto e la Volpe fanno finta di andarsene. Pinocchio allora si allontana e loro nel frattempo tornano nel campo, rubano le monete e fuggono.

Verso la fine della storia, nel cap. XXXVI, Pinocchio e Geppetto incontrano il Gatto e la Volpe ridotti in condizioni pessime: il Gatto, a furia di fingersi cieco era diventato cieco veramente, e la Volpe, invecchiata e malata, era stata costretta a vendere la bella coda a un merciaio ambulante che ne aveva ricavato uno scacciamosche; Pinocchio si beffa di loro, vendicandosi così dei torti subiti.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Il Gatto e la Volpe nel film della Disney
  • Il gatto e la volpe, antagonisti iniziali del film Disney Pinocchio del 1940 prima del burattinaio Stromboli detto "Mangiafuoco", sono rappresentati come animali antropomorfi e dotati di nome proprio (nella versione originale): la Volpe si chiama John Worthington "Honest John" Foulfellow (doppiato da Walter Catlett, in originale e in italiano da Mario Gallina) e il Gatto si chiama Gideon (detto "Giddy") e i suoi unici effetti sonori sono (un colpo di tosse e quando soffia dentro un boccale di birra, entrambi ambientati nell'Osteria) sono di Mel Blanc, storico doppiatore dei Looney Tunes. Sono due delinquenti squattrinati analfabeti dalle maniere melliflue e ingannevoli che entrano ed escono di prigione, i loro vestiti sono vecchi abiti malridotti da gentiluomini, cappelli a cilindro, ghette, mantelli e bastoni da passeggio. La Volpe resta il più astuto, ruffiano, diplomatico e raffinato dei due personaggi, l'imbroglione invadente dalla parlantina facile. Il Gatto è la spalla, muto, poco sveglio e assai impulsivo e violento: nel film tenta di colpire le persone con un martello che tiene sempre nella tasca del mantello. Mentre Pinocchio sta andando a scuola incontra il Gatto e la Volpe e quest'ultima, intenta ad approfittare del fatto che il burattino è "una marionetta vivente senza fili", lo fa inciampare nel suo bastone per fermarlo. In seguito i due lo convincono ad andare con loro al Teatro dei Burattini per "diventare un attore" (nonostante i tentativi del Grillo Parlante di fermare Pinocchio); in realtà il fine è di venderlo a Mangiafuoco. Più tardi, mentre bevono all'Osteria del Gambero Rosso con i soldi guadagnati dalla truffa ai danni di Pinocchio (cifra miserevole in realtà), si mettono d'accordo con il Postiglione, un malvagio e misterioso cocchiere che raccoglie ragazzi svogliati con il suo carro per portarli al Paese dei balocchi e trasformarli in asini da vendere. L'accordo è di reclutare qualche ragazzo in cambio di denaro. Ovviamente in piena notte non trovano nessuno per strada, ma casualmente i due si imbattono in Pinocchio, che trovano mentre torna a casa e, anche in questo caso, riescono a raggirarlo convincendolo di essere stressato e che l'unica cura sia riposarsi andando al Paese dei balocchi, a detta della Volpe una "terra felice di spensieratezza". Il loro destino nel film, benché facile da intuire, rimane ignoto ma in una scena tagliata vengono arrestati, dopo un terzo tentativo di raggiro ai danni di Pinocchio nel finale.
  • Sempre in ambito Disney, il Gatto e la Volpe compaiono sporadicamente anche nella serie televisiva House of Mouse - Il Topoclub come ospiti fissi del locale.
    Ciccio Ingrassia e Franco Franchi interpretano i due furfanti nello sceneggiato TV.
  • Nello sceneggiato TV Le avventure di Pinocchio, Gatto e Volpe sono interpretati da Franco e Ciccio e sono inizialmente due comici e suonatori della compagnia di Mangiafoco, travestiti e truccati nei due animali. Quando il loro capo vuole bruciare Pinocchio per far ardere un falò, i due trovano il Pinocchio umano, sostenendo che Mangiafoco si sia sognato tutto, venendo per questo licenziati a fucilate e privati dei costumi. Poi, fingendosi alternativamente ciechi e zoppi, incontrano Pinocchio ad Acchiappacitrulli, dove cercano di raggirarlo e di rubargli le monete parlandogli del Campo dei Miracoli a cui Pinocchio non crede. Nella notte, rubando due lenzuola dell'Osteria del Gambero Rosso, inseguono Pinocchio travestiti da fantasmi nel bosco e lo impiccano fasciandolo nelle due lenzuola, ma poi scoprono che (grazia alla Fata) Pinocchio è diventato una marionetta e la vedono scioccati scappare verso la casa della Fata. Il giorno dopo, lo rincontrano presso l'Osteria, scoprendo che aveva nascosto le monete dietro un sasso e lo ingannano definitivamente convincendolo a seminare al Campo dei Miracoli. I due, poi, non sono più visti ma Pinocchio, parlando con Geppetto nella Balena, riesce a capire che i fantasmi erano loro due.
  • Ne Le straordinarie avventure di Pinocchio e Il mondo è magia - Le nuove avventure di Pinocchio, Gatto e Volpe sono due umani di nome Volpo (Rob Schneider) e Felinetta (Bebe Neuwirth) e, per la prima ed unica volta, è il gatto a ricoprire il ruolo di capo del duo e la volpe ad essere quello poco sveglio e pasticcione. I due sono due furfanti di strada ben vestiti, soliti a miagolare e abbaiare di tanto in tanto, che lavorano, occasionalmente, per Lorenzini. I due informano al capo di Pinocchio, che poco dopo riesce a farne la stella del suo spettacolo, ma quando la marionetta brucia il teatro, Lorenzini manda i due a riacciuffarlo ma, attirati dalle monete, gliele rubano raccontandogli del Campo dei Miracoli e scappano via. Alla fine, Pinocchio (divenuto umano) ritrova i due furfanti e gli racconta che esiste un posto dove l'acqua trasforma le pietre in oro, la Terra Magica (il Paese dei Balocchi). Toccando l'acqua, i due diventano l'animale che meglio rispecchiano (una gatta e una volpe, appunto). Un anno dopo, i due, ritornato per metà umani, si sono uniti come fenomeno da baraccone al circo della moglie di Lorenzini e sono intenzionati ad avere la sua speciale medicina trasformatrice per poter tornare umani, ma falliscono sempre finché non trovano la fontana magica della Fata Azzurra che li può trasformare nella loro forma originale che, a loro sorpresa, è quella che hanno attualmente, finendo con l'accettarlo.
  • In Pinocchio 3000, il Gatto e la Volpe sono interpretati da due robot di nome Cabby e Rodo, che rispettivamente assomigliano ad un umano ed un riccio azionato a molla. Come altre controparti cinematografiche, Rodo è rappresentato furbo e Cabby pasticcione e sono al soldo di un altro cattivo (stavolta l'Omino di Burro, Scamboli).
  • Ne Le nuove avventure di Pinocchio, chiamati in inglese Willie e Ferdy, sono interpretati da una donnola e una volpe. Sebbene riprendano bene la loro controparte originale (ingannando Pinocchio e rischiando diverse volte di ucciderlo) si rivelano infine buoni, tanto che aiuteranno Pinocchio a fuggire a Mangiafuoco e a ritrovare Geppetto.
  • In Bambino Pinocchio, i due sono chiamati Volpe Rognosa e Gatto Randagio (solo nel primo episodio) e sono rispettati fedelmente al libro, con tanto di occhiali da non vedenti e una zampa fasciata per fingersi ciechi e zoppi. Differentemente dal romanzo, pero', i due sono presenti quasi in ogni episodio per fregare Pinocchio e talvolta condividendone i guai (i due, infatti, finiscono addirittura con il diventare degli asini nel Paese dei Balocchi).
  • Nel film di Roberto Beningi, i due furfanti sono interpretati dai Fichi d'India e ricalcano in maniera fedele al romanzo e in maniera comica i due antagonisti.

Riferimenti culturali[modifica | modifica wikitesto]

Il cantautore Edoardo Bennato ha scritto una canzone sui due personaggi chiamata proprio Il gatto e la volpe, nella quale i due malfattori personaggi sono agenti discografici che ammaliano con false promesse gli aspiranti artisti.

In Lupo Alberto compaiono due personaggi chiamati Jasper la Volpe e Gideon il Gatto che ricordano molto i loro sosia letterari e cinematografici.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]