La fantastica storia del Pifferaio Magico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La fantastica storia del Pifferaio Magico
ArtistaEdoardo Bennato
Tipo albumRaccolta
Pubblicazione2005
Durata71:39
Dischi1
Tracce19
GenerePop
EtichettaEdizioni Musicali Cinquantacinque
ProduttoreFranco De Lucia
Registrazionea
Edoardo Bennato - cronologia
Album successivo
(2006)

La fantastica storia del Pifferaio Magico è un CD + DVD del 2005 di Edoardo Bennato, che ripropone il celebre racconto del Pifferaio Magico, rivisitato e personalizzato.[1] In questo lavoro, versione aggiornata del precedente È arrivato un bastimento del 1983,[1] il cantautore napoletano riprende quasi tutte le canzoni di quell'album (manca solo "Specchio delle mie brame"), aggiungendo in scaletta altri vari brani dal repertorio anni '80 e '90 (salvo una fuga nelle origini con "Detto tra noi"), due inediti ("La fantastica storia del Pifferaio Magico" e "Sono nata in una grande città"), più il brano "Non è amore", sorta di inno alla pace inciso da Bennato nel 2003 per l'album L'uomo occidentale.

Nel disco intervengono vari artisti, che di volta in volta duettano con Bennato, o sono da lui accompagnati alla chitarra.

Al CD è allegato un DVD per la regia di Massimo Tassi, che racconta la storia del Pifferaio Magico in chiave "bennatesca": sono denunciati i tumori della società contemporanea, con riferimenti più o meno velati a fatti e persone reali come a trasmissioni TV. Vengono quindi presi di mira gli imbonitori delle folle, come la folla stessa che si fa abbindolare, non riuscendo a vedere al di là del proprio naso. Il Pifferaio alla fine non potrà non andarsene da quella società corrotta e senza speranza per il futuro, portando via in salvo i bambini, rimasti puri e ancora indifferenti alla corruzione delle menti.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. La fantastica storia 4:26
  2. Sono nata in una grande città (con Irene Grandi) 4:18
  3. La televisione che felicità (con Max Pezzali) 4:04
  4. Ogni favola è un gioco (con Raf) 3:33
  5. La città trema (con Piero Pelù) 4:05
  6. Detto tra noi (con Jovanotti) 3:59
  7. T'amo (con Sugarfree) 3:20
  8. Addosso al gatto (con Neffa) 4:11
  9. Assuefazione (con Roy Paci & Aretuska) 3:53
  10. Il gatto mangia il topo (con Sud Sound System) 3:11
  11. Sarà falso sarà vero (con Zeropositivo) 3:17
  12. Troppo troppo (con Maria C. Chizzoni & Quartetto Flegreo) 2:59
  13. Eccoli i prestigiatori (con Africa Unite) 3:57
  14. Una ragazza (con Daniele Groff) 3:34
  15. Non è amore (con Niccolò Fabi) 3:37
  16. È arrivato un bastimento (con Negrita) 4:24
  17. Allora chi (con Velvet) 3:48
  18. C'era una volta (con Maurizio Capone & Bungt Bangt) 3:13
  19. Lo show finisce qua (con Morgan) 3:50

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Edoardo Bennato - biografia, recensioni - Ondarock, su ondarock.it. URL consultato il 27 febbraio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica