Pino Palladino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pino Palladino
Pino Palladino con i The Whoa Filadelfia (2008)
Pino Palladino con i The Who
a Filadelfia (2008)
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Rock
Neo soul
Blues
Periodo di attività 1978 – in attività
Strumento Basso elettrico

Pino Palladino (Cardiff, 17 ottobre 1957) è un bassista britannico d'origine italiana, molto attivo nel panorama del rock europeo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Iniziò a suonare il basso elettrico nel 1973, dopo aver fatto pratica per qualche tempo con la chitarra elettrica. Nel 1978 suonò in una emittente televisiva locale. Nel 1980 entrò nel gruppo di Jools Holland e comparve nell'album Jools Holland and the Millionaires.

Negli anni ottanta, Palladino ottenne la notorietà suonando il basso fretless con molti artisti come Gary Numan, Paul Young, David Gilmour, Tears for Fears, David Knopfler, Pino Daniele e Don Henley. Negli anni novanta con Melissa Etheridge, Rick Wright, D'Angelo, Elton John, Eric Clapton e Mike Lindup.

È diventato membro dei The Who dopo la prematura morte di John Entwistle. Insieme a Phil Collins, ha fatto parte del gruppo chiamato a suonare per la festa dei cinquanta'anni di regno della regina Elisabetta II, con Paul McCartney, Eric Clapton, Cliff Richard e Tony Bennett.

Nel 2003 ha suonato con Simon and Garfunkel nel loro tour Old Friends. Ha suonato anche con Pino Daniele, col quale condivide il tifo per l'Everton e per il Napoli.

Nell'estate del 2005 Palladino era in tour con Jeff Beck in Giappone.

Dalla sua formazione, nel 2005, è membro del John Mayer Trio (formato da John Mayer, Steve Jordan e Palladino). Il trio si è esibito in un live a Los Angeles l'8 dicembre 2007. Il concerto è stato registrato al Los Angeles Nokia Theatre (con la regia di Danny Clinch) ed il ricavato è stato devoluto a numerosi enti benefici della città.

Il 7 febbraio 2010 ha suonato insieme alla rock band The Who in occasione del Super Bowl XLIV al Sun Life Stadium (già Dolphin Stadium) di Miami di fronte a 76.500 spettatori.

Nel 2013 inizia una collaborazione con i Nine Inch Nails con cui registra alcune tracce dell'album Hesitation Marks, unendosi anche alla line-up dal vivo al fianco di Reznor.

Divenuto famoso nell'ambiente con il suo tipico tocco melodico sul fretless StingRay del 79, negli anni ha saputo cambiar pelle e stili musicali. Anche la strumentazione odierna differisce avendo adottato strumenti Fender quali il Precision e il Jaguar. L'amplificazione usata è Epifani di cui è endorser, ma spesso utilizza anche due testate Ampeg SVT-VR abbinate a due cabinet Ampeg SVT-810AV.

Fender, nel 2005, ha realizzato il Fender Pino Palladino Custom Shop Precision Bass. Questo strumento è stato costruito ispirandosi a due bassi che Palladino ha spesso adoperato negli anni. Il body, disponibile esclusivamente nella colorazione Faded Fiesta Red, riprende il colore di un Precision del 1961 di Pino Palladino, mentre il manico si rifà ad un Precision del 1963. Palladino, inoltre, adopera quasi esclusivamente bassi equipaggiati con corde flatwound, (in particolare le Thomastik-Infeld flat-wound bass strings).

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 34647527 LCCN: no2002042354