Anyway, Anyhow, Anywhere

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Anyway, Anyhow, Anywhere
ArtistaThe Who
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1965
Durata2:41
Dischi1
Tracce2
GenereRock
Pop rock
Power pop
EtichettaBrunswick (UK)
Decca Records (US)
ProduttoreShel Talmy
The Who - cronologia
Singolo precedente
(1965)
Singolo successivo
(1965)

Anyway, Anyhow, Anywhere è un brano musicale del gruppo rock britannico The Who pubblicato su singolo nel 1965.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Il brano possiede un testo a "domanda e risposta" (stile comune nei testi degli Who dell'epoca) ed alcuni dei primissimi feedback di chitarra mai registrati. La canzone venne composta dal chitarrista Pete Townshend e dal cantante Roger Daltrey, unica occasione nella quale scrissero insieme. Il feedback di chitarra presente nella traccia, sebbene non il primo ad essere messo su nastro (vedi I Feel Fine dei Beatles), è ritenuto essere il primo assolo a contenere tale effetto. Inoltre, la traccia è la prima canzone degli Who con Nicky Hopkins al piano.

Townshend: «Scrissi il primo verso e Roger mi aiutò con il resto. Fui ispirato dall'ascolto di Charlie Parker, sentendo che era davvero uno spirito libero, e nonostante avesse dovuto combattere con problemi di alcol, droga, ed altro, ciò che suonava lo redimeva e liberava il suo spirito, e volevo che noi fossimo così, e così volli scrivere una canzone su quello, una canzone spirituale».

Il brano venne suonato raramente dal vivo per gran parte della carriera degli Who, ma a partire dal 1999 divenne brano immancabile durante i loro concerti; e venne incluso nell'album Live at the Royal Albert Hall. Inoltre, la canzone è stata inserita anche nelle raccolte BBC Sessions, The Kids Are Alright, e The Who Hits 50!

Tracce singolo UK[modifica | modifica wikitesto]

  1. Anyway, Anyhow, Anywhere - 2:41
  2. Daddy Rolling Stone -

Tracce singolo US[modifica | modifica wikitesto]

  1. Anyway, Anyhow, Anywhere - 2:41
  2. Anytime You Want Me -

Cover[modifica | modifica wikitesto]

  • David Bowie registrò una versione della canzone per il suo album di cover Pin Ups nel 1973.
  • The Flaming Lips reinterpretarono il brano per la compilation Mojo: The Who Covered allegata alla rivista Mojo.
  • Gli Ocean Colour Scene per il tribute album Substitute - The Songs of The Who.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock