Chris Botti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chris Botti
Chris bottipic.jpg
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereJazz
Smooth jazz
Pop
StrumentoTromba
Sito ufficiale

Christopher Stephen Botti, detto Chris (IPA: [kɹɪs boʊti]; Portland, 12 ottobre 1962), è un trombettista e compositore statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto a Corvallis (Oregon), ha trascorso due anni della sua infanzia in Italia. Le sue prime influenze musicali sono state sua madre, una pianista classica insegnante part-time di pianoforte e in seguito Miles Davis. È stato allievo di David Baker e Bill Adam alla Indiana University, dove si è diplomato.


Nel 1990, ha iniziato un lungo periodo di tour e registrazione con Paul Simon, nello stesso periodo ha anche suonato / registrato con Aretha Franklin, Natalie Cole, Bette Midler, Joni Mitchell, Natalie Merchant, Roger Daltrey e altri.

Il suo debutto da solista avviene nel 1995

Il 25 settembre 2007, C. Botti ha pubblicato un album intitolato Italia . L'album si concentra sulle radici italiane di Botti attraverso canzoni come "Ave Maria", "Venezia", ​​"Estate", e "Italia", in cui ha collaborato con Andrea Bocelli . L'album ha ricevuto la nomination ai Grammy Awards, per aver prodotto il Miglior album strumentale pop (contenente molte canzoni italiane come Estate ecc.). Nel 2007 esegue il brano Love Affair contenuto nell'album We All Love Ennio Morricone. Nello stesso anno Botti ha anche eseguito la canzone con Bocelli nella edizione del Teatro del Silenzio , a seguito del quale è stato inciso nel 2008 un DVD dal titolo Vivere Live in Tuscany .

Celebre per le sue importanti collaborazioni con artisti di ogni genere (pop, jazz ecc.) come Barbra Streisand, Sting, Frank Sinatra, Dean Martin, Chaka Khan, Andrea Bocelli, Jill Scott, Steven Tyler, The Blue Nile, Josh Groban, Michael Bublé, Dave Koz, Jeff Lorber, David Torn, Roy Hargrove, Paul Simon, Rod Stewart, Mark Knopfler, Clark Terry, Lee Ritenour, Renee Olstead, Burt Bacharach, Paula Cole, John Mayer, Katharine McPhee e Brian Culbertson; ha raggiunto la notorietà anche in Italia con la canzone La belle dame sans regrets, interpretata con Sting e contenuta nell'album To Love Again - The duets (2006).

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN74042933 · ISNI (EN0000 0001 1493 6203 · LCCN (ENno00009441 · GND (DE134931491 · BNF (FRcb13948625w (data)