Ernesto Vitolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ernesto Vitolo
Ernesto vitolo profilo.jpg
NazionalitàItalia Italia
GenereRock
Pop
Jazz
Blues
Periodo di attività musicale1971 – in attività
StrumentoPianoforte, organo hammond, sintetizzatori
EtichettaBMG/RCA, Hullabaloo, Polosud Records
Gruppo attualeNapoli Centrale
Album pubblicati3
Studio2
Live1
Sito ufficiale

Ernesto Vitolo (Napoli, 30 agosto 1955) è un compositore e polistrumentista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pianista, tastierista[1], hammondista e compositore. Autodidatta, polistrumentista, inizia a suonare la fisarmonica a 6 anni, a 9 il violino, a 11 il pianoforte. Si avvicina poi all'Organo Hammond, che lo porta a esibirsi già a 12 anni nei clubs locali. Si diploma in Solfeggio e Teoria Musicale nel 1975 e si dedica allo studio della Composizione per tre anni[2] con il M° Bruno Mazzotta.

La sua carriera professionale inizia ufficialmente nel 1971, come organista nel gruppo di Rocky Roberts.[senza fonte]

Il suo album di esordio è "Un 33 targato NA" (1972) del gruppo La nuova generazione, del quale Ernesto Vitolo è tastierista per due anni.

È stato componente del gruppo Crisalide insieme al batterista Mauro Spina e al bassista Stefano Cerri. Dalla fine degli anni settanta inizia collaborazioni, in studio e dal vivo con numerosi artisti italiani, tra cui Pino Daniele, Edoardo Bennato, Vasco Rossi, Teresa De Sio, Eugenio Finardi, Eduardo De Crescenzo, Nino Buonocore, Renato Zero, Marina Rei, Giorgia, Irene Grandi, Tony Esposito, Andrea Mingardi.

Con la De Sio in Tour per lungo periodo nel 1986 suona ed arrangia l' Album "Toledo & Regina" (in collaborazione con Paul Buckmaster) e scrive ed arrangia dei brani di una parte dell'Album "Cindarella Suite", l'altra metà dell'Album è affidata a Brian Eno.

Con Eduardo De Crescenzo in tour per molti anni scrive "Canzone Nuova" e "No Missing" rispettivamente contenute negli Album "C'è il sole" e " La vita è un'altra".

Nel 1986 partecipa a New York, all'Apollo Theater, all'evento "Harlem meets Naples" assieme a Edoardo Bennato, Toni Esposito, James Senese e Tullio de Piscopo, Gennaro Venditto. Nel 1992 incide per la BMG/RCA. il primo disco a suo nome, dal titolo "Piano&Bit" che vede la collaborazione di numerosi altri musicisti, tra i quali Toots Thielemans e Mike Stern. Replica nel 2005 con il suo secondo lavoro Vintage Hands e nel 2006 va in tour con Edoardo Bennato ed Alex Britti.

Nel 2011 partecipa con il gruppo Napoli Centrale a Passione, film di John Turturro e nello stesso anno pubblica il suo terzo lavoro, il suo primo album live, dal titolo Vitologic.

Nel 2008 partecipa al progetto Ricomincio da 30 di Pino Daniele con la band storica di Nero a metà. A partire dal primo concerto evento dell'8 luglio 2008 a Piazza del Plebiscito ha proseguito questa collaborazione fino al 2014 con lo spettacolo Tutta n'ata storia.

A metà anni 2010 collabora dal vivo con James Senese e Napoli Centrale, continuando a lavorare al progetto Hammond Duo con le cantanti Virginia Sorrentino e Gabriella Rinaldi.

Nel 2009 e 2014 ha partecipato al progetto di beneficenza REGGAE 4 SHASHAMENE (vol. I e vol. II), iniziativa promossa da Elio Fioretti per l'Axum di Messina (Associazione di Amicizia e Cooperazione Italia-Etiopia) insieme ad altri artisti italiani e stranieri, tra cui Ciccio Merolla, Franco del Prete, Rino Calabritto, Sir Oliver Skardy, Davide Cantarella, Madi Simmon, ecc., gli artisti etiopi Aster Aweke, Zeleke Gessese, Teddy Afro nonché il gruppo molisano Noflaizone.

Dal 2015 partecipa al progetto Un' Orchestra per Pino Daniele. Attualmente in tour con James Senese e Napoli Centrale.

È considerato uno dei maggiori suonatori di Organo Hammond oggi in Italia[3], oltre che uno dei tastieristi più apprezzati dal panorama musicale italiano.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album da solista[modifica | modifica wikitesto]

Vitolo alle tastiere

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]