Grillo Parlante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Grillo Parlante (disambigua).
Grillo Parlante
File-Grillo parlante.jpg
Il Grillo Parlante in un'illustrazione del libro
Lingua orig. Italiano
Autore Carlo Collodi
1ª app. 1883
Voce orig. Carlo Valli in Pinocchio (film del 2012)
Specie grillo
Sesso Maschio

Grillo Parlante è un personaggio immaginario del romanzo di Carlo Collodi, Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino: il grillo parla con il burattino e lo ammonisce, impersonando la voce della coscienza che cerca di orientare Pinocchio verso le scelte giuste.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Nel libro il Grillo Parlante appare quattro volte: la prima di esse è poco dopo l'inizio delle avventure del burattino (capitolo IV), quando, in preda alla fame, questi sta cercando del cibo in casa di Geppetto. In questa occasione Pinocchio, stufo di sentire i suoi rimproveri, gli lancia addosso un martello e lo spiaccica. Più avanti (capitolo XIII), il Grillo ricompare sotto forma di fantasma e tenta nuovamente di far ragionare Pinocchio che sta per seminare i suoi zecchini d'oro, ingannato dal Gatto e la Volpe. Anche in questo caso i suoi ammonimenti saranno vani. Nella sua terza apparizione (capitolo XVI) il Grillo è uno dei tre (civetta, Grillo, corvo) dottori che visitano Pinocchio moribondo a casa della Fata Turchina: si dimostra il più assennato di essi, poiché è l'unico che capisce che Pinocchio sta solo fingendo di essere malato e gli ricorda i suoi cattivi comportamenti, facendolo piangere. Poco prima della fine del romanzo (capitolo XXXVI) il Grillo riappare sano e salvo e dà ospitalità a Pinocchio e Geppetto usciti dalla pancia del Pesce-cane in una casetta regalatagli dalla Fata Turchina. Qui ricorda a Pinocchio quanto sia stato cattivo con lui, ma di fronte al pentimento del burattino non gli dimostra rancore e gli offre tutto il suo aiuto.

Il Grillo Parlante rappresenta la saggezza delle persone di buon senso, ma anche la stessa coscienza di Pinocchio: nelle prime due apparizioni, quando il burattino è ancora ingenuo e poco assennato, il Grillo viene messo violentemente a tacere, a rappresentare la cattiva considerazione che i ragazzacci hanno delle persone sagge, ma anche della propria voce interiore che li porta a riflettere sui comportamenti sbagliati. Nelle successive due apparizioni i consigli del Grillo hanno più successo perché la sua storia va di pari passo a quella di Pinocchio, che si sta lentamente trasformando in un bravo ragazzo: nel primo caso lo pungono nel vivo, mettendolo di fronte alle sue cattiverie; nel secondo caso invece segna il primo vero passo verso l'accettazione degli altrui consigli e della propria bontà.

Può sembrare strano che il Grillo Parlante "resusciti" nel capitolo XVI dopo essere stato eliminato da Pinocchio ed essere successivamente ricomparso come spirito; questo si può spiegare col fatto che l'intenzione di Collodi era quella di far terminare le Avventure di Pinocchio proprio nel capitolo XIII, con la morte del burattino; successivamente invece creò la seconda parte della storia, nella quale il Grillo appare vivo e vegeto.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Versione Disney[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Grillo Parlante (Disney).

Il Grillo Parlante è portato nel 1940 sugli schermi dalla Disney nel film Pinocchio, e nella versione inglese è chiamato "Jiminy Cricket", anziché "Talking Cricket" (traduzione letterale di Grillo Parlante). Nel film è un grillo antropomorfo con abito da gentiluomo, cappello a cilindro e un ombrello ed è la "coscienza" di Pinocchio. Nella versione italiana è doppiato da Carlo Romano.

Il Grillo diventa protagonista anche del film Bongo e i tre avventurieri, e interpreta lo Spirito del Natale Passato nel film Canto di Natale di Topolino.

Compare poi in diverse serie Disney come la House of Mouse - Il Topoclub.

Nella serie di Kingdom Hearts, compare sin dal primo capitolo (ma non in tutti) ed è colui che tiene il Diario di Bordo (Grillario) del viaggio Sora, Pippo e Paperino. Tuttavia, non ha molte scene in Kingdom Hearts (a parte quelle in cui compare Pinocchio) e nemmeno in Kingdom Hearts 2, in cui ne ha addirittura una sola. Tuttavia in Chains of Memories, il Grillo ha molte parti in cui interviene (quasi tutte le cutscene). In Kingdom Hearts 3D aiuta Sora e Riku nella versione onirica del Paese dei Monelli, aiutato dai protagonisti nella ricerca di Pinocchio nel Paese dei Balocchi e dentro la Balena.

Musical[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002 in Italia esce Pinocchio il Grande Musical prodotto dalla Compagnia della Rancia, con la regia di Saverio Marconi e musiche dei Pooh. Il musical rimane un mese al teatro "Diners della Luna" costruito appositamente per il musical in questione. Il Grillo parlante viene impersonato dal ballerino cantante Andrea Verzicco. La tournée ha inizio nell'ottobre del 2004 ed il Grillo Parlante è impersonato stavolta da Adriano Gherardini che inoltre registra anche il Dvd ufficiale (Mediaset) nell'aprile 2005 fino al febbraio 2006. Da novembre 2009 con un nuovo cast il musical torna in scena col Grillo Parlante impersonato da Marco Iacomelli.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Il Grillo compare in quasi tutti i cartoni e serie riguardanti alle favole in cui compare Pinocchio, o al massimo viene sostituito da qualcun altro (le tre gemelle, il pulcino Gina...).

Nella serie tv C'era una volta viene interpretato da Raphael Sbarge e ha lo stesso nome che ha nel film Disney. Un tempo era un umano, figlio di due truffatori (identificabili nei personaggi de Il Gatto e la Volpe). Stufo di rubare e desideroso di vivere libero come i Grilli, Jiminy chiede a Tremotino un modo per liberarsi dei suoi, lo stregone gli vende una boccetta con un liquido magico che però viene somministrato a due delle vittime delle truffe dei suoi genitori, Stephen e Donna. I due hanno un figlio che vede i suoi genitori trasformarsi in marionette e incolpa Jiminy dell'accaduto. Per farsi redimere, Jiminy viene trasformato dalla Fata Turchina in un Grillo affinché possa essere l'angelo custode di quel bambino, che altri non è che Geppetto. Il Grillo diverrà, in diverse occasioni, una specie di psicologo per alcuni abitanti della Foresta Incantata. Quando il Sortilegio Oscuro viene lanciato, Jiminy ritorna umano, chiamato Archibald Hopper, e diventa veramente uno psicologo. Dopo la rottura del Sortilegio, Jiminy/Archie continua il suo lavoro e proprio per questo diventa soggetto di un paio di rapimenti affinché il rapitore possa carpire informazioni dei suoi nemici. Nel Mondo Reale Archie è padrone di Pongo, il dalmata protagonista de La Carica dei 101, il quale è molto fedele al suo padrone e li salva la vita (indirettamente) diverse volte.

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi