Alessandro Gazzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alessandro Gazzi
Torino-Zenit (11).jpg
Gazzi nel 2015 al Torino
Nazionalità Italia Italia
Altezza 184 cm
Peso 81 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Squadra Alessandria
Carriera
Giovanili
1997-1999Montebelluna
1999-2000Treviso
Squadre di club1
2000-2001 Treviso 2 (0)
2001-2003 Lazio 0 (0)
2003-2004 Viterbese 31 (1)[1]
2004-2007 Bari 86 (4)
2007 Reggina 9 (0)
2007-2011 Bari 139 (2)
2011-2012 Siena 33 (1)
2012-2016 Torino 90 (2)
2016-2017 Palermo 26 (0)
2017- Alessandria 27 (0)[2]
Nazionale
2003-2004 Italia Italia U-20 3 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 23 maggio 2018

Alessandro Carlo Gazzi (Feltre, 28 gennaio 1983) è un calciatore italiano, centrocampista dell'Alessandria.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Centrocampista centrale di notevole fisicità, grande grinta e di un buon piede sinistro[3].

Calcioscommesse[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di agosto 2012 viene iscritto, insieme ad altri suoi ex compagni del Bari, nel registro degli indagati dalla Procura di Bari per frode sportiva in riguardo ad alcune partite del Bari truccate in passato[4].

Deferito il 6 giugno 2013 per omessa denuncia, il 4 luglio seguente patteggia 3 mesi e 10 giorni di squalifica, più 40.000 euro di ammenda[5].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Nasce calcisticamente nella Plavis, la squadra del suo paese, Santa Giustina (BL). Passa poi al Montebelluna e subito dopo al Treviso, con cui esordisce in Serie B nel campionato 2000-2001, a 17 anni.

Nell'estate 2001 viene ufficializzato il suo trasferimento in prestito biennale alla Lazio, che lo inserisce nella primavera della squadra. Disputa due campionati giovanili, ma non scende mai in campo con la prima squadra, e nel 2003 torna a Treviso per fine prestito.

Viterbese[modifica | modifica wikitesto]

Nell'agosto 2003 viene ceduto a titolo definitivo alla Viterbese, all'epoca guidata dall'ex allenatore del Genoa Guido Carboni. Nel Lazio viene promosso titolare della formazione, e nella stagione regolare disputa 31 partite segnando una rete. Gioca ancora le quattro partite playoff per la promozione in Serie B, che la Viterbese perde in finale contro il Crotone. A fine stagione viene ufficializzato il fallimento del club, e Gazzi e tutti i giocatori della squadra rimangono svincolati a parametro zero.

Bari e Reggina[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio 2004 si trasferisce a titolo definitivo al Bari, in Serie B, insieme al suo allenatore ed ai compagni di squadra Santoruvo e Sibilano. Nella prima stagione in Puglia gioca 34 partite segnando tre gol, contribuendo al decimo piazzamento finale in classifica.

L'anno successivo, sempre in Serie B, scende in campo 35 volte, con una rete. Il 4 gennaio, essendo in scadenza di contratto, firma un prolungamento fino al 2009[6]. Nella stagione seguente gioca undici partite, ma nell'ultimo giorno del mercato invernale passa in comproprietà alla Reggina[7], dove per la prima volta in carriera ha la possibilità di confrontarsi con la Serie A. Esordisce in massima serie l'11 febbraio 2007 nella vittoria esterna contro il Torino e gioca in tutto nove partite fino a fine stagione. Grazie anche al suo contributo, la squadra, allora guidata da Walter Mazzarri, raggiunge la salvezza nonostante gli undici punti di penalizzazione iniziali per lo scandalo di calciopoli, e Gazzi viene insignito, assieme ai suoi compagni, del premio di cittadino onorario di Reggio Calabria.

Ritorno a Bari[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 giugno 2007 la comproprietà viene risolta a favore del Bari[8][9], e il giocatore ritorna in Puglia. Il 22 settembre, durante la gara contro il Ravenna, subisce un infortunio all'occhio, che lo costringe a un ricovero in ospedale e due settimane di stop[10]. Il 21 novembre prolunga il suo contratto con la società barese fino al 2011[11].

Nella stagione 2008-2009 è protagonista, con 39 presenze, della promozione in Serie A della squadra, allenata da Antonio Conte. L'anno successivo si conferma titolare inamovibile del team guidato da Gian Piero Ventura, con 32 partite disputate in massima serie. Il 7 aprile 2010 firma un ulteriore rinnovo del contratto fino al 2013[12], e anche l'anno dopo, nonostante la retrocessione finale, si rivela tra i migliori della formazione, con 31 partite disputate. Il 10 aprile 2011 realizza anche la sua prima rete in Serie A nella partita casalinga contro il Catania[13].

Siena[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la retrocessione dei pugliesi in serie cadetta, si rincorrono le voci di un suo possibile trasferimento. A lungo cercato da Chievo e soprattutto Torino[14], l'11 agosto 2011 viene formalizzata la sua cessione a titolo definitivo al Siena[15][16], neopromossa in Serie A.

Titolare del centrocampo della squadra di Giuseppe Sannino, esordisce con la nuova maglia l'11 settembre contro il Catania e segna la sua prima rete in maglia bianconera il 20 novembre, nella gara interna contro l'Atalanta. A fine stagione, sono 33 le partite disputate con un gol.

Torino[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 luglio 2012 passa ufficialmente a titolo definitivo al Torino per 2,5 milioni di euro più il passaggio in comproprietà al Siena di Matteo Rubin[17][18]. Debutta ufficialmente con la maglia granata il 18 agosto 2012, in occasione dell'incontro di Coppa Italia contro il Lecce[19] e il 26 agosto fa il suo esordio in campionato, contro la sua ex squadra, il Siena. Segna il suo primo gol in maglia granata nella vittoria esterna per 1-5 contro l'Atalanta. Nel febbraio 2015 rinnova il suo contratto con il club granata fino al termine della stagione 2015-2016[20]. Nonostante un'ulteriore estensione contrattuale, Gazzi lascia il club granata al termine della sua quarta stagione, avendo collezionato 104 presenze e 3 reti tra campionato e coppe.

Palermo[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 agosto 2016 viene acquistato a titolo definitivo dal Palermo, per una cifra vicina ai 700.000 euro. Con il club rosanero firma un contratto biennale fino al 30 giugno 2018.[21] Il suo debutto con la maglia dei siciliani è avvenuto il 12 agosto 2016 nella partita di Coppa Italia Palermo-Bari (1-0 dts), in cui è partito titolare. Il 24 luglio 2017 rescinde il contratto con il Palermo.[22]

Alessandria[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 agosto 2017 firma un biennale con l'Alessandria.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 23 maggio 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2000-2001 Italia Treviso B 2 0 CI 0 0 - - - - - - 2 0
2001-2002 Italia Lazio A 0 0 CI 0 0 UCL 0 0 - - - 0 0
2002-2003 A 0 0 CI 0 0 CU 0 0 - - - 0 0
Totale Lazio 0 0 0 0 0 0 - - 0 0
2003-2004 Italia Viterbese C1 31+4[23] 1 CI-C 0 0 - - - - - - 35 1
2004-2005 Italia Bari B 34 3 CI 2 0 - - - - - - 36 3
2005-2006 B 35 1 CI 5 0 - - - - - - 40 1
2006-gen. 2007 B 17 0 CI 1 0 - - - - - - 18 0
gen.-giu. 2007 Italia Reggina A 9 0 CI - - - - - - - - 9 0
2007-2008 Italia Bari B 37 1 CI 3 0 - - - - - - 40 1
2008-2009 B 39 0 CI 0 0 - - - - - - 39 0
2009-2010 A 32 0 CI 1 0 - - - - - - 33 0
2010-2011 A 31 1 CI 2 0 - - - - - - 33 1
Totale Bari 225 6 14 0 - - - - 239 6
2011-2012 Italia Siena A 33 1 CI 2 0 - - - - - - 35 1
2012-2013 Italia Torino A 34 2 CI 1 0 - - - - - - 35 2
2013-2014 A 11 0 CI 0 0 - - - - - - 11 0
2014-2015 A 30 0 CI 1 0 UEL 10 0 - - - 41 0
2015-2016 A 15 0 CI 2 1 - - - - - - 17 1
Totale Torino 90 2 4 1 10 0 - - 104 3
2016-2017 Italia Palermo A 26 0 CI 2 0 - - - - - - 28 0
2017-2018 Italia Alessandria C 27+1[23] 0 CI+CI 0+5 0 - - - - - - 33 0
Totale carriera 448 10 27 1 10 0 - - 485 11

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Bari: 2008-2009
Alessandria: 2017-2018

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 35 (1) se si comprendono le presenze nei play-off.
  2. ^ 28 (0) se si comprendono le presenze nei play-off.
  3. ^ Alessandro Gazzi, Transfermarkt.it, 27 settembre 2011. URL consultato il 27 settembre 2011.
  4. ^ Marco Bonetto, Servono 4 titolari e un altro portiere, in Tuttosport, 17 agosto 2012, p. 10.
  5. ^ Calcioscommesse: Palazzi chiede 4 anni per Gillet. Gazzi patteggia: 3 mesi. Bari da -1 in B - La Gazzetta dello Sport
  6. ^ Ufficiale: Gazzi rinnova con il Bari, Tuttomercatoweb.com, 4 gennaio 2006. URL consultato il 13 luglio 2012.
  7. ^ Ufficiale: Reggina, preso Gazzi, Tuttomercatoweb.com, 31 gennaio 2007. URL consultato il 13 luglio 2012.
  8. ^ Gazzi, il Bari lo riscatta alle buste, Asbari.it, 22 giugno 2007. URL consultato il 13 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 20 novembre 2010).
  9. ^ Apertura delle buste: ecco l'elenco definitivo, Tuttomercatoweb.com, 22 giugno 2007. URL consultato il 13 luglio 2012.
  10. ^ Bari-Ravenna: Gazzi ricoverato in ospedale, Tuttomercatoweb.com, 22 settembre 2007. URL consultato il 13 luglio 2012.
  11. ^ Ufficiale: Gazzi e il Bari prolungano, Tuttomercatoweb.com, 21 novembre 2007. URL consultato il 13 luglio 2012.
  12. ^ Ufficiale: Gazzi prolunga con il Bari fino al 2013, Tuttomercatoweb.com, 7 aprile 2010. URL consultato il 13 luglio 2012.
  13. ^ Bari-Catania 1-1, Transfermarkt.it, 10 aprile 2011. URL consultato il 13 luglio 2012.
  14. ^ Bari, ag. Gazzi: "Trattiamo con Chievo e Torino", su tuttomercatoweb.com, 19 luglio 2011. URL consultato il 13 luglio 2012.
  15. ^ Il Bari cede Gazzi al Siena, Asbari.it, 11 agosto 2011. URL consultato il 13 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).
  16. ^ Ufficiale: Alessandro Gazzi al Siena, Tuttomercatoweb.com, 11 agosto 2011. URL consultato il 13 luglio 2012.
  17. ^ Ecco Alessandro Gazzi!, Torinofc.it, 13 luglio 2012. URL consultato il 13 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 27 novembre 2012).
  18. ^ Ufficiale: Gazzi al Torino, Rubin al Siena, Tuttomercatoweb.com, 13 luglio 2012. URL consultato il 13 luglio 2012.
  19. ^ Torino-Lecce 4-2, Torinofc.it, 18 agosto 2012. URL consultato il 1º settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2012).
  20. ^ Serie A, Torino-Gazzi: c'è il rinnovo, su tuttosport.com. URL consultato il 15 giugno 2015 (archiviato dall'url originale l'8 luglio 2015).
  21. ^ UFFICIALE: Palermo, preso Gazzi, su tuttomercatoweb.com. URL consultato il 02 agosto 2016.
  22. ^ RISOLUZIONE CONSENSUALE PER GAZZI, in U.S. Citta' di Palermo. URL consultato il 24 luglio 2017.
  23. ^ a b Play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]