The LEGO Movie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da The Lego Movie)
The LEGO Movie
The LEGO Movie.jpg
Il logo del film.
Titolo originale The LEGO Movie
Paese di produzione USA
Anno 2014
Durata 100 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere animazione, commedia, azione
Regia Phil Lord e Chris Miller
Soggetto Phil Lord e Chris Miller, Kevin Hageman, Dan Hageman
Sceneggiatura Phil Lord e Chris Miller
Produttore Roy Lee, Doug Davison, Stephen Gilchrist, Dan Lin, Igor Khait
Produttore esecutivo John Powers Middleton, Jill Wilfert
Casa di produzione Village Roadshow Pictures, RatPac-Dune Entertainment, Lego System A/S, Vertigo Entertainment, Lin Pictures, Animal Logic, Warner Animation Group
Distribuzione (Italia) Warner Bros. Pictures
Storyboard Theresa Cullen
Animatori David Williams, Alfie Olivier
Fotografia Pablo Plaisted
Montaggio David Burrows, Chris McKay
Musiche Mark Mothersbaugh
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

The LEGO Movie è un film d'animazione del 2014 diretto da Phil Lord e Chris Miller, registi anche delle pellicole animate, Piovono polpette e 21 Jump Street. Il film venne realizzato attraverso l'utilizzo di tre tecniche cinematografiche : CGI, stop motion e live action.[1] Dal film la società LEGO ha prodotto un set di giochi.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel mondo dei mattoncini LEGO, il vecchio mago Vitruvius tenta di proteggere una superarma denominata "Kragle" dalle grinfie del malefico Lord Business, che riesce comunque, durante uno scontro ad impossessarsene, accencando il mago con il laser.

Vitruvius racconta a Lord Business di una profezia che narra le gesta di una persona chiamata "Lo Speciale", che avrebbe trovato il Pezzo Forte in grado di fermare il Kragle.

Otto anni e mezzo dopo, nella città LEGO di Bricksburg, troviamo Emmet Mattonowski, un ordinario operaio edile, che, dopo una giornata di lavoro si imbatte in una ragazza, Wildstyle, alla ricerca di "qualcosa" nel cantiere dove lavora Emmet.

Così anche egli si mette a indagare, ma cade accidentalmente in una buca, trovando per caso il "Pezzo Forte". Costretto misteriosamente a toccarlo, Emmet ha improvvisamente delle strane visioni, tra cui quella di una mano umana, e sviene.

Si risveglia altrove, con il Pezzo Forte incollato sulla schiena, sotto la custodia di Poliduro, tenente di Lord Business [3]. Qui Emmet viene a conoscenza dei piani di Lord Business per distruggere il mondo con la famigerata arma, il "Kragle".

Ma Wildstyle riesce a liberare Emmet conducendolo da Vitruvius, il quale spiega che lui e Wildstyle sono dei "Mastri Costruttori", gli unici che possiedono la capacità di costruire qualsiasi cosa di cui hanno bisogno , con grande velocità e senza l'uso di manuali di istruzioni.

Si scopre così che quando Lord Business salì al potere la sua disapprovazione per tale creatività, da lui ritenuta anarchica e caotica, causò la cattura di molti mastri costruttori. In quanto "Speciale", Emmet è destinato a sconfiggere Lord Bussines, ma Wildstyle e Vitruvius sono delusi nel constatare che Emmet non abbia nessuna attitudine creativa.

Il terribile e infido Lord Business prevede di utilizzare il Kragle [4] per immobilizzare istantaneamente tutto l'universo conosciuto. Emmet e Wildstyle vanno da Batman, il fidanzato di Wildstyle, che li conduce ad una riunione dei Mastri Costruttori sopravvissuti. Ma questi, delusi dalla poca creatività di Emmet, si rifiutano di combattere al suo fianco nella lotta contro Lord Business.

Nel frattempo Poliduro rintraccia Emmet, e i suoi agenti catturano tutti i Costruttori ad eccezione di Emmet e pochi altri. Emmet ritiene che la debolezza dei Mastri risieda nel fatto che usino la loro creatività individualmente, mentre dovrebbero lavorare tutti insieme.

Escogita così un piano per infiltrare la sua squadra nel quartier generale di Lord Business. Dopo vari sforzi Emmet ed i suoi alleati vengono catturati e imprigionati, così Vitruvius tenta di reagire, ma viene ucciso: con le sue ultime parole ammette di essersi inventato la profezia.

Lord Business getta il Pezzo Forte in un baratro posto al bordo dell'universo, imposta l'autodistruzione per il suo quartier generale e se ne va con il Kragle ordinando ai suoi robot di uccidere Poliduro.

A questo punto compare il fantasma di Vitruvius, che, dice a Emmet, che, anche se la profezia non è reale, lui può ancora salvare il mondo. Emmet, legato alla batteria del meccanismo di autodistruzione, si sacrifica per i suoi amici gettandosi fuori dal bordo dell'universo. Ispirati dalle parole di Vitruvius, i Mastri Costruttori fuggono con l'aiuto di Poliduro, che decide di diventare definitivamente Politenero. Ben presto, i personaggi Lego di tutto l'universo usano la loro creatività per costruire armi e oggetti da usare contro gli scagnozzi di Lord Business, ed è così che i Mastri Costruttori danno inizio alla resistenza.

Grazie al baratro posto ai confini dell'universo, Emmet si ritrova nel mondo reale, dove è realmente un giocattolo Lego. Veniamo così a sapere che tutti gli eventi narrati finora erano stati generati dalla fantasia di un ragazzino, Finn.

Suo padre, "L'uomo che sta sopra", già apparso nelle strane visioni di Emmet quando questo toccò per la prima volta il Pezzo Forte, rimprovera il figlio per aver rovinato i suoi set Lego, poiché il piccolo ha mescolato i personaggi di tutti i playset creando disordine. Finn sostiene che i Lego sono giochi per i bambini, ma il padre preferisce usare la Krazy Glue sulle sue creazioni per renderle perfette e permanenti, rispecchiando il modo di giocare degli adulti.

Così, nel mondo Lego, le forze di Lord Business prendono il sopravvento. Rendendosi conto che il padre sta incollando tutti i Lego, Emmet, che, essendo un giocattolo non può muoversi da solo, usa tutte le sue forze per muoversi e cade dal tavolo, ottenendo l'attenzione di Finn, che lo mette sul set Lego di Brisksburg, dove poi costruisce un robot enorme per aiutare i suoi amici, prima di affrontare Lord Business.

Nel mondo reale, il padre di Finn guarda con più attenzione e umanità alle creazioni del figlio e stavolta rimane colpito dalla sua creatività. Rendendosi conto che suo figlio basa la figura dell'arcigno Lord Business su di lui, muta la sua opinione e permette al figlio di giocare con i suoi set Lego.

Così nel mondo Lego Emmet riesce a convincere Lord Business che anche lui è "Speciale", come tutti. Commosso dalle parole di Emmet, Lord Business, dopo essersi liberato dalla sua indole di crudele tiranno, decide di chiudere definitivamente la Kragle, liberando le sue vittime. Tutto questo perché allo stesso tempo, nel mondo reale, il padre di Finn rimuove la colla dai LEGO.

Con l'universo in salvo, Emmet festeggia con i suoi amici e Wildstyle diventa la sua fidanzata. Tuttavia arrivano gli "alieni" dei set LEGO Duplo, che annunciano la loro intenzione di invadere il mondo, poiché nel mondo reale il padre ha permesso alla sorellina di Finn di introdurre questo set LEGO.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Emmett: è un ordinario operaio di città, ogni mattina, segue le istruzioni per integrarsi e segue a bacchetta le indicazioni che il Presidente Business detta alla televisione ed è un appassionato del brevissimo video di "Dove sono i miei pantaloni".

Segue sempre i suoi compagni, ed è poco creativo ed ingenuo. Viene definito dai suoi amici "un tipo comune" e talvolta anche nominato come "nessuno". Quando Vitruvius e Widstyle entrano nella sua mente si scopre che è vuota e si pensa non abbia mai avuto un pensiero originale. Tuttavia, alla fine, scopre di essere un Mastro Costruttore e salva il mondo dal Kragle.

Wildstyle: è un abile Mastro Costruttore, in realtà una donna, che si sa difendere molto bene dagli scagnozzi di Poliduro. Mentre all'inizio crede in Emmett, rinuncia al fatto che sia veramente quello "Speciale", dato che non possiede la minima creatività. Rivela, verso la fine, che il suo vero nome è Lucy e non Wildstyle. Il suo ragazzo è Batman.

Vitruvius: è un Mago Mastro Costruttore, che tiene sempre in mano uno scettro. Insegnerà ad Emmett a diventare un Mastro Costruttore. Nel primo scontro con Lord Business rimane cieco, perché colpito da un raggio laser. Egli stesso inventa la profezia di quello speciale, e riunisce i mastri costruttori nel paese del cucù. Verso la fine, Lord Business, dopo che Vitruvius tenta di liberare alcuni mastri costruttori imprigionati, lo uccide tagliandogli la testa con un CD. Mentre sta per morire, rivela ad Emmett che la profezia era inventata, ma successivamente riappare nel film, sotto forma di fantasma.

Lord Business/Presidente Business : è il presidente della Octan e del mondo, ma in realtà è un uomo malvagio che detesta la creatività. Ingaggia Poliduro che ha il compito di fermare i Mastri Costruttori, i quali sono i pochi nel mondo Lego che possiedolo il dono della creatività massima.

Ruba una terribile arma, il Kragle, con la quale afferma di voler bloccare tutti per mantenere l'ordine spruzzandolo grazie al TAKOS, un ugello terrificante che ha il compito di spargere ovunque il Kragle. Verso la fine, commosso dalle parole di Emmett, spruzza l'anti Kragle in tutto il mondo grazie ad un innaffiatoio Lego.

Poliduro: è un poliziotto crudele, dalla doppia faccia. Il suo secondo lato ha il nome di Politenero. Lavora per Lord Business che gli cancella la sua faccia di Politenero grazie ad un bastoncino di ovatta. Poliduro, grazie al Kragle, viene obbligato da Lord Business a "Kragleizzare" i suoi genitori, che in seguito verranno ripuliti dal Kragle. Poliduro cerca a tutti i costi di fermare Emmett, distruggendo anche il paese del Cucù. Verso la fine, quando Lord Business lo avvisa che lo farà morire, si cambia la faccia disegnandosi sulla faccia vuota, il volto di Politenero.

Batman: è fidanzato con Wildstyle alla guida di una macchina volante a forma di pipistrello. Spesso inizia le sue parole con il prefisso "Bat". Anche se fidanzato con Wildstyle, appena nota che ama Emmett, li lascia insieme, dicendo a Wildstyle che era Emmett l'eroe che meritava.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato sviluppato nel 2008 dalla Warner Bros. Nell'agosto 2009, venne annunciato che Dan e Kevin Hageman stavano scrivendo la sceneggiatura di un film in live-action e animato, che mescolava, commedia, azione e avventura.[5]

Phil Lord e Chris Miller, vennero assunti nel giugno 2010, per scrivere e dirigere il film. Nel novembre 2011, la Warner Bros ha dato il via libera per la produzione del film, con il programma di distribuirlo nelle sale nel 2014.

L'Australian Animal Logic fornirà l'animazione, per almeno l'80% della pellicola. Chris McKay, il regista della serie Robot Chicken, ha confermato insieme a Lord e Miller per la co-direzione del film.[6] Nel marzo 2012, Lord e Miller hanno rivelato il titolo del lavoro "Lego: The Piece of Resistance" [7], e una trama: "Coinvolgono molti mondi. Praticamente, i personaggi meno qualificati nell'universo Lego devono salvare il mondo prima che venga congelato".[8]

Nel mese di aprile 2012, la Warner Bros. ha previsto l'uscita delle sale della pellicola per il 28 febbraio 2014.[9] Il cast venne assegnato nel giugno 2012, con Chris Pratt che da la voce a Emmet, il personaggio principale del film, e Will Arnett che presta la voce a Batman, mentre il ruolo di Superman è stato offerto a Channing Tatum.

Mentre nel mese di agosto 2012, è stato annunciato che Elizabeth Banks sarà la voce della "dura-come-i-chiodi" Wildstyle e Morgan Freeman presterà la sua voce a Vitruvio, un vecchio mistico. Il film racconterà la storia di Emmet, un ordinario, rispettoso della legge, scambiato per il più straordinario "MasterBuilder". E' costretto insieme alla squadra tra cui Vitruvio, Wildstyle e Batman, ad una missione per fermare un tiranno malvagio che vuole incollare l'universo.

Nel mese di luglio 2012, si è svolto un concorso sulla pagina ufficiale del film di Facebook, che consentiva a chi avesse costruito la vettura più originale con il Lego, questa avrebbe potuto apparire nel film.[10] Nel mese di ottobre 2012, la Warner Bros. ha spostato la data di uscita del film, intitolandolo semplicemente "Lego", il 7 febbraio 2014. Nel novembre 2012 Alison Brie, Will Ferrell, Liam Neeson e Nick Offerman hanno annunciato i loro ruoli. Will Ferrell doppierà il villain di nome Lord Business, mentre Liam Neeson un nemico chiamato Bad Cop e Nick Offerman doppierà un pirata in cerca di vendetta sul presidente. Il 21 marzo 2013, è stato annunciato che il titolo ufficiale del film sarebbe stato The Lego Movie.

Il 19 giugno 2013, la Warner Bros. ha pubblicato il primo teaser trailer ufficiale del film e nello stesso giorno è stato pubblicato il teaser trailer doppiato in italiano[11]. Dal 28 ottobre 2013 vengono rilasciati dei mini-trailer per la presentazione dei vari protagonisti del film e il 30 ottobre 2013 viene rilasciato il trailer ufficiale.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Nella versione italiana, Batman è stato doppiato da Claudio Santamaria, che ha doppiato lo stesso personaggio nella celebre trilogia cinematografica diretta da Christopher Nolan.

Videogioco[modifica | modifica wikitesto]

Warner Bros. Interactive Entertainment ha annunciato anche l'uscita del relativo videogioco, dal titolo The LEGO Movie Videogame suddiviso in 15 livelli.[12]

Giochi LEGO[modifica | modifica wikitesto]

The LEGO Movie è anche una serie di 17 set LEGO[13] che riprendono le scene iconiche del film.

Linee LEGO viste nel film[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ LEGO The Movie sarà "il film più folle di tutti i tempi", badtaste.it, 10 giugno 2012. URL consultato il 19 luglio 2014.
  2. ^ The Lego Movie, lego.com. URL consultato il 19 luglio 2014.
  3. ^ La cui testa a volte si gira per rivelare il suo lato opposto, Politenero.
  4. ^ Che in realtà non è altro che un tubo di colla "Krazy Glue" con alcune delle lettere del logo sbiadite.
  5. ^ Marc Graser, Warner builds pic with Lego, variety.com, 11 agosto 2009. URL consultato il 19 luglio 2014.
  6. ^ Dave McNary, Warners greenlights 'Lego' feature, variety.com, 11 novembre 2011. URL consultato il 19 luglio 2014.
  7. ^ Lego:Il pezzo di resistenza.
  8. ^ Angie Han, Phil Lord and Chris Miller Offer New Title, Plot Details for Warner Bros.’ Lego Movie, slashfilm.com, 5 marzo 2012. URL consultato il 19 luglio 2014.
  9. ^ Dave McNary, Warner Bros. dates 'Lego,' '42', variety.com, 23 aprile 2012. URL consultato il 19 luglio 2014.
  10. ^ The Lego Movie - Film, facebook.com, 12 luglio 2012. URL consultato il 19 luglio 2014.
    «Welcome to the official Facebook page for LEGO: The Motion Picture, in theaters 2014! We're kicking things off with a contest for all you creative LEGO builders out there. Design your very own LEGO vehicle for the chance to have it appear in the upcoming movie! Watch the video below from directors Phil Lord and Chris Miller, and learn more about the contest here».
  11. ^ The LEGO Movie, ecco il trailer italiano, 19 giugno 2013. URL consultato il 19 luglio 2014.
  12. ^ The LEGO Movie The Videogame, z-giochi.com. URL consultato il 19 luglio 2014.
  13. ^ The Lego Movie - Products, lego.com. URL consultato il 19 luglio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]