Lando Calrissian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Vive d'imbrogli, contrabbando, una canaglia...il tuo tipo »
(Ian Solo parla di Lando a Leila Organa)
Lando Calrissian
Lando Calrissian, insieme a Lobot, a Cloud City nel film L'Impero colpisce ancora
Lando Calrissian, insieme a Lobot, a Cloud City nel film L'Impero colpisce ancora
Universo Guerre stellari
Autore George Lucas
1ª app. in L'Impero colpisce ancora
Ultima app. in Il ritorno dello Jedi
Interpretato da Billy Dee Williams
Voci italiane
Specie umana
Sesso Maschio
Luogo di nascita Socorro
Professione Primo ministro di Bespin e di Nkllon, Generale dell'Alleanza Ribelle
Affiliazione Alleanza Ribelle, Nuova Repubblica

Lando Calrissian è un personaggio dell'universo fantascientifico di Guerre stellari presente nella trilogia originale.

Vita[modifica | modifica sorgente]

Nato nel 31 BBY su Socorro, all'inizio della sua carriera Lando Calrissian è un contrabbandiere e amico di Ian Solo. Dopo aver perso la nave Millennium Falcon, a favore di quest'ultimo, in una partita a sabacc, diventerà il Barone Amministratore della città galleggiante di Cloud City e della miniera di Gas Tibanna sul gigante gassoso Bespin, carica che vinse appunto a una partita di sabacc. Qui conobbe il suo fedele braccio destro Lobot.

Appare per la prima volta nel secondo episodio della vecchia trilogia, L'Impero colpisce ancora, quando Leila, Chewbecca, Ian Solo e C3-PO arrivano su Bespin per cercare rifugio dalle truppe imperiali. Sfortunatamente Lando, amico di vecchia data di Ian, si trova costretto a consegnare quest'ultimo proprio a Dart Fener, intenzionato ad utilizzarlo come esca per attirare Luke Skywalker. A malincuore accetta quindi di consegnare il vecchio amico all'Impero sotto la minaccia di un'occupazione militare di Cloud City. In seguito, però, con l'arrivo di Luke che impegna in battaglia il padre Dart Fener, si crea l'occasione per Lando di cogliere di sorpresa la guarnigione imperiale e di riprendere il controllo della stazione. Da quel momento Lando entra a far parte della Ribellione contro l'Impero, con il grado di generale, soprattutto dopo le sue eroiche gesta nella battaglia di Taanab. Starà a lui pilotare il Millennium Falcon durante la pericolosa missione d'attacco contro la Morte Nera II in orbita attorno alla luna boscosa di Endor.

Dopo la guerra egli stabilì un complesso minerario su Nkllon, il pianeta più vicino alla stella Athega. Il complesso prese il nome di Nomad City e si specializzò nell'estrazione di materiali dal sottosuolo e nella produzione di scudi con speciali rivestimenti isolanti per fornire alle astronavi in transito da e verso la stazione di resistere al caldo intenso prodotto dal vicino sole. Una particolarità di questo centro di produzione era quella di trovarsi costantemente sulla faccia non illuminata del pianeta, e di potersi muovere per rimanere in tale posizione. Tale stratagemma fu adottato poiché la temperatura sul lato illuminato del pianeta avrebbe causato la fusione di ogni tipo di materiale.

Il complesso di Nomad City venne distrutto dall'Ammiraglio Thrawn durante il suo tentativo di guidare le restanti truppe imperiali ad una vittoria contro la Nuova Repubblica. Lando Calrissian riprese il suo ruolo di generale nelle forze della Nuova Repubblica solamente altre due volte: quando la minaccia di Palpatine si ripresentò in un nuovo corpo-clone, e quando la razza degli Yuuzhan Vong fece la sua apparizione nella galassia. Con la fine di quest'ultimo conflitto, Lando si ritirò a vita privata.

Presentato da Ian come "una canaglia che vive di imbrogli", Lando sarà di grande aiuto alla Ribellione mostrando capacità di comando, abilità di combattimento e grande coraggio. Resterà molto legato a tutti i personaggi principali.

Note di produzione[modifica | modifica sorgente]

Lando Calrissian è l'unico personaggio della trilogia originale che è visibilmente interpretato da un attore di colore, Billy Dee Williams (insieme a James Earl Jones che presta la voce a Dart Fener). George Lucas fu fortemente criticato per questa omissione e per la sua politica di usare diversi accenti per identificare le varie classi sociali, per citarne uno, l'accento britannico usato da C-3PO e dagli ufficiali imperiali nel doppiaggio in lingua originale. Nel concept art originale Lando era un clone scampato alle Guerre dei Cloni con il nome di Lando Kadar, ma successivamente l'idea fu scartata.

Prima dell'uscita de Il ritorno dello Jedi, fu sospettato che la principale funzione del personaggio di Lando Calrissian fosse di sostituire il personaggio di Ian Solo. Infatti Harrison Ford, che interpreta Solo, non aveva ancora firmato il contratto per il terzo film, poiché in una delle scene principali de L'Impero colpisce ancora Solo viene congelato nella carbonite e portato via da Boba Fett: con questa scena la sorte di Ian Solo rimase incerta sia per il pubblico sia per il regista Lucas, infatti molti premettero su di lui per eliminare il personaggio di Solo; alla fine però Lucas decise di mantenere Solo creando le prime scene de Il ritorno dello Jedi con Luke, Leila, Calrissian, Chewbecca che salvano Solo con l'aiuto di R2-D2 e di C-3PO.

Prima di ottenere la parte di Calrissian, Williams si presentò all'audizione per la parte di Ian Solo nel film Una nuova speranza.

Billy Dee Williams ebbe una citazione per aver detto che la figura di Lando fu fortemente mal interpretata dal pubblico e dalla regia del film; infatti dopo l'uscita del secondo film, mentre Williams prendeva sua figlia finita la scuola, fu riconosciuto da alcuni bambini e accusato di essere uno tra i cattivi del film per aver tradito Ian Solo: ciò a dispetto della più discutibile vita condotta da quest'ultimo. In realtà Calrissian è il più onorevole tra i due personaggi, scegliendo di tradire Solo invece che lasciare nel pericolo di essere sterminati dall'Impero i molti innocenti che vivevano a Cloud City, senza contare che, dopo aver ottenuto il tradimento, Fener viene meno ai patti concordati.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Lando Calrissian, viene nominato anche nel film E.T. l'extra-terrestre di Steven Spielberg il quale non era nuovo a omaggiare Lucas con citazioni e omaggi. Il regista di E.T. in più punti, infatti, inserì nel suo film, in varie maniere, la presenza più o meno occulta di alcuni personaggi del film Star Wars. Oltre alla breve ma divertente apparizione di Yoda, infatti, in un'altra scena, Spielberg, mostra il bambino Elliot che descrive i suoi giocattoli alla creatura dello spazio e nomina appunto Lando Calrissian, agitando tra le mani un action figure giocattolo.

Apparizioni[modifica | modifica sorgente]

  • The Life and Legend of Obi-Wan Kenobi
  • La Scommessa dell'Hutt
  • Contrabbandieri
  • Young Lando Calrissian — Star Wars Tales 20
  • Lando Calrissian and the Mindharp of Sharu
  • Lando Calrissian and the Flamewind of Oseon
  • Lando Calrissian and the Starcave of ThonBoka
  • L'Alba della Ribellione
  • Shadow Games (solo menzionato)
  • Kessel Run (appare in flashback)
  • Star Tours: The Adventures Continue (solo menzionato)
  • Dark Forces: Soldier for the Empire
  • Underworld: The Yavin Vassilika
  • Star Wars: Rogue Squadron II: Rogue Leader (solo voce)
  • Star Wars: Rogue Squadron III: Rebel Strike
  • Star Wars: Rebellion
  • Galaxy of Fear: The Nightmare Machine
  • Galaxy of Fear: Ghost of the Jedi (solo menzionato)
  • Lady Luck — Star Wars Tales 3
  • Lando Calrissian: Idiot's Array
  • A Bad Feeling: The Tale of EV-9D9
  • Star Wars Galaxies: An Empire Divided
  • Star Wars Galaxies: The Ruins of Dantooine
  • Crisis on Cloud City
  • Imperial Double-Cross
  • The Last One Standing: The Tale of Boba Fett
  • Star Wars: Rebellion 15: Vector, Part 7 (menzionato indirettamente)
  • Star Wars: Episodio V - L'Impero colpisce ancora (prima apparizione)
  • Star Wars: Episodio V - L'Impero colpisce ancora (romanzo ufficiale e romanzo versione junior)
  • Super Star Wars: The Empire Strikes Back
  • Star Wars The Empire Strikes Back Mobile
  • Entrenched
  • Star Wars 42: The Empire Strikes Back: To Be a Jedi (solo menzionato)
  • Thank the Maker — Star Wars Tales 6 (solo voce)
  • Star Wars 43: The Empire Strikes Back: Betrayal at Bespin
  • Star Wars 44: The Empire Strikes Back: Duel a Dark Lord
  • Therefore I Am: The Tale of IG-88
  • Payback: The Tale of Dengar
  • Star Wars 46: The Dreams of Cody Sunn-Childe
  • Star Wars 50: The Crimson Forever
  • Star Wars 51: Resurrection of Evil
  • Star Wars 52: To Take The Tarkin
  • Star Wars 86: The Alderaan Factor
  • Star Wars 54: Starfire Rising
  • Star Wars 55: Plif!
  • Star Wars 56: Coffin in the Clouds
  • Star Wars 57: Hello, Bespin, Good-bye!
  • Star Wars 58: Sundown!
  • Star Wars 59: Bazarre
  • Star Wars 61: Screams in the Void
  • Star Wars 62: Pariah!
  • Star Wars 65: Golrath Never Forgets
  • Star Wars Annual 2: Shadeshine!
  • Star Wars 67: The Darker
  • Star Wars 68: The Search Begins
  • Star Wars 69: Death in the City of Bone
  • Star Wars 70: The Stenax Shuffle
  • Star Wars 71: Return to Stenos
  • Star Wars 72: Fool's Bounty
  • Star Wars: X-Wing Alliance
  • L'Ombra dell'Impero
  • L'Ombra dell'Impero (fumetto)
  • Shadows of the Empire Kenner Special, Part 2
  • Star Wars 73: Lahsbane
  • Star Wars 74: The Iskalon Effect
  • Star Wars 75: Tidal
  • Star Wars 76: Artoo-Detoo to the Rescue
  • Star Wars 77: Chanteuse of the Stars...
  • Star Wars 79: The Big Con
  • Star Wars Annual 3: The Apprentice
  • The Bounty Hunters: Scoundrel's Wages
  • Star Wars: Demolition
  • The Gambler's Quest
  • The Rise and Fall of Darth Vader (appare in flashback)
  • Star Wars: Episodio VI - Il ritorno dello Jedi
  • Star Wars: Episodio VI - Il ritorno dello Jedi (romanzo ufficiale e romanzo versione junior)
  • Star Wars: Return of the Jedi 1: In the Hands of Jabba the Hutt
  • Out of the Closet: The Assassin's Tale
  • Taster's Choice: The Tale of Jabba's Chef
  • A Free Quarren in the Palace: Tessek's Tale
  • A Barve Like That: The Tale of Boba Fett (solo menzionato)
  • Star Wars: Return of the Jedi 2: The Emperor Commands
  • Star Wars: Return of the Jedi 3: Mission to Endor
  • Star Wars: Return of the Jedi 4: The Final Duel
  • Escape from Jabba's Palace
  • Super Star Wars: Return of the Jedi
  • One Last Night in the Mos Eisley Cantina: The Tale of the Wolfman and the Lamproid (solo voce)
  • Han Solo: Rebel Hero
  • Star Wars Trilogy: Apprentice of the Force
  • La Tregua di Bakura (solo menzionato)
  • Star Wars 81: Jawas of Doom
  • Star Wars 82: Diplomacy
  • Star Wars 83: Sweetheart Contract
  • Star Wars 85: The Hero
  • Star Wars 90: The Choice (solo menzionato)
  • Star Wars 91: Wookiee World
  • Star Wars 92: The Dream
  • Star Wars 94: Small Wars
  • Star Wars 97: Escape
  • Star Wars 98: Supply and Demand
  • The Vandelhelm Mission
  • Star Wars 99: Touch of the Goddess
  • Star Wars 100: First Strike
  • Star Wars 102: School Spirit
  • Star Wars 104: Nagais and Dolls
  • Star Wars 105: The Party's Over
  • Star Wars 106: My Hiromi
  • Star Wars 107: All Together Now
  • Star Wars: Galactic Battlegrounds
  • Shadows of the Empire: Evolution
  • Lando's Commandos: On Eagles' Wings — Star Wars Tales 5
  • X-Wing Rogue Squadron: The Rebel Opposition (solo menzionato)
  • X-Wing Rogue Squadron: The Phantom Affair (solo menzionato)
  • X-Wing Rogue Squadron: Apple Jacks Special Bonus Story (solo menzionato)
  • The Glove of Darth Vader
  • The Lost City of the Jedi (solo menzionato)
  • Zorba the Hutt's Revenge
  • Mission from Mount Yoda (solo menzionato)
  • Queen of the Empire
  • Prophets of the Dark Side (solo menzionato)
  • Luke Skywalker and the Shadows of Mindor
  • X-Wing: Rogue Squadron (solo menzionato)
  • X-Wing: Wedge's Gamble (solo menzionato)
  • X-Wing: Wraith Squadron (solo menzionato)
  • Tatooine Ghost (solo menzionato)
  • Corphelion Interlude (solo menzionato)
  • L'erede dell'Impero
  • Sfida alla Nuova Repubblica
  • L'ultima missione
  • Dark Empire
  • Dark Empire II
  • Empire's End
  • Sulle Orme dei Cavalieri Jedi
  • Il Discepolo del Lato Oscuro
  • I Campioni della Forza
  • Io, Jedi (solo menzionato)
  • La Stirpe dei Cavalieri Jedi (appare in ologramma)
  • N.R.I. Reports (solo menzionato)
  • Star Wars: Jedi Knight II: Jedi Outcast
  • L'Arma Segreta (solo menzionato)
  • Planet of Twilight
  • Star Wars: Jedi Knight: Jedi Academy (solo menzionato)
  • Prima della Tempesta
  • Un Nuovo Nemico
  • La Resa dei Conti
  • Jade Solitaire (solo menzionato)
  • The New Rebellion
  • Ambush at Corellia
  • Assault at Selonia
  • Showdown at Centerpoint
  • Spettro del Passato
  • Visione del Futuro
  • Star Wars: Union
  • Survivor's Quest (solo menzionato)
  • Young Jedi Knights: Heirs of the Force (solo menzionato)
  • Young Jedi Knights: Shadow Academy
  • Young Jedi Knights: The Lost Ones (solo menzionato)
  • Young Jedi Knights: Lightsabers (solo menzionato)
  • Young Jedi Knights: Darkest Knight (solo menzionato)
  • Young Jedi Knights: Jedi Under Siege
  • Young Jedi Knights: Shards of Alderaan (solo menzionato)
  • Young Jedi Knights: Jedi Bounty (solo menzionato)
  • Young Jedi Knights: The Emperor's Plague (solo menzionato)
  • Young Jedi Knights: Trouble on Cloud City
  • Young Jedi Knights: Crisis at Crystal Reef
  • The New Jedi Order: Vector Prime
  • Star Wars: Chewbacca
  • Revenants — Star Wars Tales 18 (solo menzionato)
  • The New Jedi Order: Dark Tide I: Onslaught
  • The New Jedi Order: Dark Tide II: Ruin (solo menzionato)
  • The New Jedi Order: Agents of Chaos I: Hero's Trial (solo menzionato)
  • The New Jedi Order: Agents of Chaos II: Jedi Eclipse (solo menzionato)
  • The New Jedi Order: Balance Point (solo menzionato)
  • The New Jedi Order: Edge of Victory I: Conquest (solo menzionato)
  • The New Jedi Order: Edge of Victory II: Rebirth
  • The New Jedi Order: Star by Star
  • The New Jedi Order: Dark Journey (solo menzionato)
  • The New Jedi Order: Enemy Lines I: Rebel Dream
  • The New Jedi Order: Enemy Lines II: Rebel Stand
  • The New Jedi Order: Destiny's Way
  • The New Jedi Order: Force Heretic I: Remnant (solo menzionato)
  • The New Jedi Order: The Final Prophecy
  • The New Jedi Order: The Unifying Force
  • Dark Nest I: The Joiner King (solo menzionato)
  • Dark Nest II: The Unseen Queen (solo menzionato)
  • Dark Nest III: The Swarm War (solo menzionato)
  • Legacy of the Force: Betrayal (solo menzionato)
  • Legacy of the Force: Tempest (solo menzionato)
  • Legacy of the Force: Exile
  • Legacy of the Force: Sacrifice (solo menzionato)
  • Legacy of the Force: Fury
  • Millennium Falcon
  • Fate of the Jedi: Outcast
  • Fate of the Jedi: Omen (solo menzionato)
  • Fate of the Jedi: Abyss (solo menzionato)
  • Fate of the Jedi: Backlash (solo menzionato)
  • Fate of the Jedi: Allies
  • Fate of the Jedi: Vortex
  • Fate of the Jedi: Conviction (solo menzionato)
  • Fate of the Jedi: Ascension
  • Fate of the Jedi: Apocalypse
  • Crucible

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Guerre stellari Portale Guerre stellari: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerre stellari