Roy Lee

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Roy Lee (Brooklyn, 23 marzo 1969) è un produttore cinematografico statunitense di origini coreane.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Roy Lee nacque nel 1969 all'ospedale Wyckoff Heights di Brooklyn. Suo padre era un dottore, e sua madre una devota cristiana, erano in America da soli 3 anni e stavano cercando di adattarsi alla società. La madre di Lee era speranzosa che il figlio diventasse un ministro religioso.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1999 Lee andò a lavorare per BenderSpink, una compagnia guidata da due suoi amici, Chris Bender e J.C. Spink. Il suo incarico era di lavorare su contenuti in Internet: cortometraggi da riprodurre su computer.[1] Lee creò anche insieme a Ed Kashiba, Scriptshark, un metodo in rete per sceneggiatori novizi alla ricerca di valutazione e vendita del loro lavoro.

Vertigo Entertainment[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver prodotto numerosi progetti cinematografici per alcuni grandi studi cinematografici, lasciò BenderSpink alla fine del 2001 per costituire la compagnia Vertigo Entertainment con il collega Doug Davison. Quest'ultimo era incaricato di procedere con lo sviluppo dei film al termine della loro vendita da parte di Lee. Durante i primi tempi, Lee ammise che la cosa più difficile era stabilire rapporti con il mercato estero.[1]

Ingaggiando una strategia molto efficace, Lee si assicurò i diritti di diversi horror asiatici da riproporre sul mercato americano. Incontrandosi coi distributori asiatici, il produttore li convinceva che i loro titoli non avrebbero mai fruttato in America, perché gli statunitensi odiavano i film sottotitolati, ragion per cui avrebbero sicuramente guadagnato di più vendendone i diritti per potenziali rifacimenti. Infine, rassicurandoli che li avrebbe rappresentati senza alcun impegno e liberi da eventuali costi, dal momento che la compagnia americana lo avrebbe pagato a film fatto, intratteneva i negoziati con la casa asiatica per il passaggio di diritti, asserendo che una sceneggiatura era stata già proposta per un potenziale film; la sua tattica si rivelò un successo nel suo paese d'origine.

Iniziarono a uscire i primi titoli basati su opere asiatiche: nel 2002 uscì il blockbuster The Ring, diretto da Gore Verbinski, tra l'altro il primo film in cui appariva nei crediti. Nel 2004 uscì The Grudge con Sarah Michelle Gellar e basato sul thriller giapponese del 2000 Ju-On di Takashi Shimizu. Il film (The Grudge), detiene il record del fine settimana d'apertura più redditizio di sempre per un film dell'orrore (ottobre 2004).

The Grudge 2, interpretato da Amber Tamblyn e con il ritorno della Gellar, uscì nell'ottobre 2006 e fu diretto nuovamente da Takashi Shimizu, ponendosi subito in cima al botteghino totalizzando 22 milioni di dollari all'apertura. Sempre lo stesso mese uscì The Departed, un thriller sul crimine organizzato irlandese prodotto dalla Warner Bros., diretto da Martin Scorsese e con Leonardo DiCaprio, Matt Damon e Jack Nicholson, e dove Lee figurava tra i produttori. Con un'apertura di 27 milioni di dollari, divenne la miglior apertura per un film di Scorsese. Ai premi Oscar 2007, si aggiudicò la categoria miglior film.

Attualmente, Lee figura fra i produttori di Quarantine 2: Terminal, Abduction e The Woman in Black, in postproduzione e la cui uscita è prevista per il 2011; e di The Strangers 2, Creepshow, Incident at Sans Asylum, The Ring 3D[2] e Godzilla[3][4][5], in preproduzione e previsti per il 2012.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Tad Friend, Remake Man, The New Yorker, 02-06-2003.
  2. ^ vedi qui; ultimo accesso il 07-01-2011).
  3. ^ Confermato: Godzilla tornerà al cinema!. Bad Taste, 30-03-2010 (ultimo accesso il 31-03-2010).
  4. ^ Cinema: gli americani rifaranno 'Godzilla'. ADNKronos, 30-03-2010 (ultimo accesso il 31-03-2010).
  5. ^ Torna Godzilla, in cantiere remake. ANSA, 30-03-2010 (ultimo accesso il 31-03-2010).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 16971471