Claudio Santamaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Claudio Santamaria nel 2008

Claudio Santamaria (Roma, 22 luglio 1974) è un attore e doppiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Claudio Santamaria, di padre romano e madre senisese, è nato e cresciuto nel quartiere Prati di Roma, dove ha frequentato il Liceo Artistico. Da adolescente ha lavorato per un breve periodo nel doppiaggio, prima di avviare gli studi al corso triennale di Acting Training, tenuto da Beatrice Bracco. Dopo un tentativo non riuscito di essere ammesso all'Accademia, il suo debutto sul palcoscenico arriva con La nostra città, diretto da Stefano Molinari. In teatro ha recitato spesso in opere scritte da Lucilla Lupaioli e dirette da Furio Andreotti e fatto parte della compagnia Area Teatro, a fianco di Paola Cortellesi.

Il suo esordio al cinema giunge nel 1997, con Fuochi d'artificio di Leonardo Pieraccioni. Da lì i primi ruoli cinematografici importanti con l'opera prima di Gabriele Muccino Ecco fatto, e nei film di Marco Risi L'ultimo capodanno e di Bernardo Bertolucci L'assedio, ma la sua affermazione cinematografica principale è frutto delle sue interpretazioni in film come Almost blue e L'ultimo bacio, per cui riceve anche una candidatura al David di Donatello. Nel 2002 interpreta il ruolo di Pentothal in Paz! di Renato De Maria, ricevendo una candidatura ai Nastri d'argento, un film omaggio ai fumetti di Andrea Pazienza. Nella sua carriera si contano film che spaziano dalla commedia al drammatico e al thriller dove sempre più spesso ricopre ruoli da prim’attore, tra cui Passato prossimo di Maria Sole Tognazzi, per cui riceve un'altra candidatura ai Nastri d'argento.

Nel 2003 lavora nel cortometraggio Rosso, per quale collabora alla sceneggiatura ed alla regia, ma soprattutto è protagonista, accanto a Licia Maglietta di uno dei successi dell'anno, ovvero Agata e la tempesta di Silvio Soldini nel doppio ruolo di Nico e Arturo. Dopo il fortunato Ma quando arrivano le ragazze? di Pupi Avati, il suo successo in sala si consolida definitivamente con Romanzo criminale di Michele Placido, incentrato sulle vicende della Banda della Magliana.

Nel 2006 ha preso parte con un piccolo ruolo (il cattivo Carlos) a Casino Royale, 21° film della serie su James Bond. Successivamente lavora per la fiction tv Rino Gaetano - Ma il cielo è sempre più blu, prodotta da Claudia Mori, che racconta la vita di Rino Gaetano, in cui interpreta il ruolo del cantautore calabrese cantando le sue canzoni, al fianco di Kasia Smutniak e Laura Chiatti. Alla fine di febbraio 2008 è stato il protagonista del film Fine pena mai accanto a Valentina Cervi, dove interpreta un boss della Sacra Corona Unita (e dove, tra l'altro, in una scena appare completamente nudo).

Ha preso parte a tre videoclip, per gli Üstmamò, Umberto Tozzi ed Irene Grandi, per il brano Sconvolto così. Nel gennaio del 2008 ha cantato ed interpretato la canzone "Il Pendolo", singolo di traino del nuovo album degli Equ. È stato scelto per presentare il Concerto del Primo Maggio 2008, ospitato in Piazza San Giovanni a Roma. Nel 2009 partecipa alla realizzazione dell'album Back In Gum Palace dei Mammooth.

Inoltre Claudio Santamaria, ha svolto l'attività di doppiatore. Tra gli attori doppiati vi sono, Christian Bale nella trilogia cinematografica di Batman, diretti da Christopher Nolan e Eric Bana in Munich di Steven Spielberg. Nel febbraio del 2014, torna a doppiare il personaggio di Batman, questa volta in versione Lego, nel film d'animazione The Lego Movie.

Dopo aver conosciuto le sofferenze del popolo Guarani del Brasile sul set di “Birdwatchers – La terra degli uomini rossi”, Claudio Santamaria è diventato testimonial di alcune campagne di Survival International, il movimento mondiale per i diritti dei popoli indigeni. Nel 2009, ad esempio, ha doppiato per Survival il film “Mine - Storia di una montagna sacra”[1], in cui si racconta la lotta dei Dongria Kondh per salvare la loro montagna da una miniera di bauxite, mentre nel 2013 ha dato il suo sostegno alla campagna per salvare gli Awá del Brasile[2], la tribù più minacciata del mondo[3].

Durante il Festival di Sanremo 2009, nella serata di mercoledì 18 febbraio, ricorrenza del compleanno del cantautore genovese Fabrizio De André, ha cantato insieme alla P.F.M. e a un altro attore, Stefano Accorsi, la celebre canzone Bocca di Rosa. Nella primavera 2010 legge la versione integrale de La camera azzurra di Georges Simenon per l'audiolibro edito da Emons Audiolibri[1]. Entusiasta dell'esperienza accetta di registrare in audiolibro la trilogia Millennium di Stieg Larsson per Emons-Marsilio. Nel luglio 2011 partecipa al Festival Dei Due Mondi di Spoleto come voce recitante del melologo "La Realtà" su liriche di Pierpaolo Pasolini e le musiche composte per l'occasione da Flavio Emilio Scogna.

Nell'ambito del Festival di Sanremo 2014 è ospite della seconda serata, durante la quale legge una lettera di Alberto Manzi, che interpreta nella miniserie Non è mai troppo tardi, in onda su Rai Uno pochi giorni dopo il festival.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

È stato legato per alcuni anni a Delfina Delettrez-Fendi, figlia di Silvia Venturini Fendi, dalla quale nel 2007 ha avuto una figlia, Emma.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Claudio Santamaria nel 2008

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Cortometraggi[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Teatro[modifica | modifica sorgente]

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

Audiolibri[modifica | modifica sorgente]

Premi[modifica | modifica sorgente]

  • Premio Gransito Movie Award, come Rivelazione Maschile, per L'ultimo bacio (2002)
  • Premio Gransito Movie Award, come Miglior Attore Non Protagonista, per L'ultimo bacio (2002)
  • Premio Grolla d'Oro, nella Categoria Attori Italiani 2004/2005 (2005)
  • Premio al Levante Film Festival, come Miglior Giovane Attore Italiano (2005)
  • Premio Nastro d'Argento, come Miglior Attore Protagonista, ex aequo con Kim Rossi Stuart e Pierfrancesco Favino, protagonisti maschili in Romanzo Criminale (2006)
  • "Premio Golden Graal", come Miglior Attore Drammatico, per "Romanzo Criminale" (2006)
  • "Premio Grolle", come Miglior Attore di fiction, per "Rino Gaetano" (2008)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Mine - Storia di una montagna sacra - I film di Survival International
  2. ^ Elicotteri e carri armati per la tribù più minacciata del mondo - Survival International
  3. ^ Awá - Survival International

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 71124839 LCCN: no2005056793