Medicazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una medicazione adesiva, nella sua confezione originale (a sinistra) e sul polso di una persona (a destra)

La medicazione è un procedimento atto alla riparazione tessutale, tramite un trattamento che protegge, favorisce la cicatrizzazione e la guarigione delle lesioni. Si realizza sia tramite l'impiego di farmaci (disinfettanti e cicatrizzanti applicati esternamente) che di materiali che proteggono e coprono la ferita (per esempio, bende, garze, cerotti ecc.), isolandola dall'ambiente esterno riducendo il rischio di infezioni. Viene tenuta saldamente in sito tramite l'applicazione di cerotti, fasciature o reticelle elastiche.[1]

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

Una medicazione può essere:

  • occlusiva: azione sterile atta a proteggere con bende, garze e cerotti una ferita dal contatto con l'ambiente esterno potenzialmente nocivo (agenti microbici).
  • asettica: è intesa come l'utilizzo di sostanze ad azione antisettica, che hanno lo scopo di ridurre o evitare l'azione di agenti microbici sulla ferita.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Medicazione

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina