Mario Santana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario Santana
Santana Mario Alberto.jpg
Dati biografici
Nome Mario Alberto Santana
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 178 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Genoa Genoa
Carriera
Giovanili
199?-1998 San Lorenzo San Lorenzo
Squadre di club1
1999-2002 San Lorenzo San Lorenzo 33 (2)
2002 Venezia Venezia 4 (0)
2002-2003 Palermo Palermo 33 (1)
2003-2004 Chievo Chievo 28 (3)
2004-2006 Palermo Palermo 58 (3)
2006-2011 Fiorentina Fiorentina 108 (15)
2011-2012 Napoli Napoli 8 (0)
2012 Cesena Cesena 16 (3)
2012-2013 Torino Torino 27 (4)
2013-2014 Genoa Genoa 6 (0)
2014 Olhanense Olhanense 3 (0)
2014- Genoa Genoa 0 (0)
Nazionale
2004-2005 Argentina Argentina 7 (1)
Palmarès
Transparent.png Campionato sudamericano di Calcio Under-20
Argento Ecuador 2001
Transparent.png Confederations Cup
Argento Germania 2005
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 10 maggio 2014

Mario Alberto Santana (Comodoro Rivadavia, 23 dicembre 1981) è un calciatore argentino, centrocampista del Genoa.

Il 5 febbraio 2008 ha acquisito la cittadinanza italiana.[1]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Schierato prevalentemente come esterno d'attacco, possiede una buona tecnica. È dotato di un discreto dribbling e di un cross preciso, qualità che gli hanno permesso di servire diversi assist durante la sua carriera.[2]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Argentina[modifica | modifica sorgente]

Muove i suoi primi passi nel calcio professionistico con la maglia della squadra argentina del San Lorenzo, con la quale esordisce nella stagione 1999-2000. A Buenos Aires colleziona 33 presenze segnando 2 gol nell'arco di tre stagioni e vince con la propria squadra il campionato di Clausura del 2001 e la Coppa Mercosur dello stesso anno, dopodiché viene ingaggiato dal Venezia di Maurizio Zamparini nel gennaio del 2002.

Venezia e Palermo[modifica | modifica sorgente]

Arrivato in Italia, il ventunenne Santana fa il suo esordio in Serie A il 24 marzo 2002 nella partita Venezia-Atalanta, terminata 0-1 per gli ospiti, subentrando a Vannucchi nel secondo tempo. Quella stessa stagione riesce a giocare in altre 3 occasioni, ma senza riuscire, con i suoi compagni di squadra, ad evitare la retrocessione in B del Venezia, in una stagione i lagunari classificarsi all'ultimo posto in classifica.

A fine stagione il presidente dei veneti Maurizio Zamparini decide di vendere la società per poi rilevare la maggioranza del pacchetto azionario del Palermo, ed una volta arrivato in Sicilia il neo-presidente decide di portare con sé il giovane Santana. In Serie B, nella stagione 2002-2003, l'argentino si conquista la fiducia degli allenatori rosanero (se ne alterneranno ben 3 durante il campionato) e totalizza 33 presenze segnando 3 gol, fallendo però con la squadra l'obiettivo stagionale della promozione in serie A.

ChievoVerona[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate del 2003, Santana viene mandato in prestito per un anno al ChievoVerona nell'ambito della trattativa che ha portato Eugenio Corini al Palermo.[3] Con la squadra veronese allenata da Luigi Delneri disputa 28 partite segnando 4 gol nel campionato 2003-2004 di Serie A. L'estate successiva, al termine del campionato, ottiene la prima convocazione nella nazionale argentina.

Ritorno al Palermo[modifica | modifica sorgente]

Mario Santana

Terminato il periodo di prestito, l'esterno ritorna a giocare nel Palermo che nel frattempo ha ottenuto la promozione nella massima serie. Nella stagione 2004-2005 gioca 30 partite nel campionato chiuso al 6º posto con conseguente qualificazione in Coppa UEFA, la prima per il Palermo, contro le 28 presenze in Serie A della stagione successiva, a cui vanno aggiunte 9 partite disputate in Coppa UEFA e 3 in Coppa Italia.

Nel corso della partita di Coppa UEFA contro lo Schalke 04 del 16 marzo 2006 riporta poi un infortunio (frattura della terza vertebra lombare) che lo costringe a restare fuori per due mesi.[4] Nonostante un recupero-lampo che gli permette di disputare le ultime partite di campionato, non riesce a conquistare un posto nella rosa dei convocati dell'Argentina per i Mondiali di Germania. Dopo questa stagione lascia il Palermo, di cui ne ha vestito la maglia per 106 occasioni segnando 5 gol.

Fiorentina[modifica | modifica sorgente]

Il 27 maggio 2006 viene ufficializzato l'acquisto a titolo definitivo del giocatore dalla Fiorentina per circa 5 milioni di euro con un contratto quadriennale e un'opzione sul quinto anno[5], dopo che l'allenatore Prandelli aveva espressamente chiesto un esterno di centrocampo al suo direttore sportivo Pantaleo Corvino per il proprio nuovo modulo di gioco. Al suo esordio in maglia viola, nella partita di Coppa Italia contro il Giarre, Santana mette a segno subito una rete, ma subisce anche un nuovo infortunio, stavolta al retto femorale, che lo costringerà a rimanere fuori dai campi di gioco per un paio di mesi.[6]

Al rientro in campo l'argentino riconquista subito la maglia da titolare, segnando tra l'altro il suo primo gol in campionato per la Fiorentina nel match interno contro la Reggina. Nella trasferta della sua squadra contro il Torino, però, Santana subisce una riacutizzazione del precedente infortunio, che lo costringe ad un'assenza di altri quarantacinque giorni e prolungata poi, dopo un breve rientro in squadra, a causa di un'ulteriore ricaduta. A causa dei suoi molteplici problemi fisici l'argentino chiude quindi la sua prima stagione in maglia viola contando otto presenze ed un gol.

La seconda stagione parte un po' come era finita la prima, non senza problemi fisici. Trovata la migliore forma, riesce a siglare la prima doppietta con la maglia della Fiorentina il 23 dicembre 2007 in casa con il Cagliari. Conclude la stagione 2007-2008 con un bottino di 6 gol in 26 presenze, anche se le sue prestazioni non sempre sono state convincenti. All'inizio della stagione stagione 2008-2009 Prandelli abbandona il modulo 4-3-3 per passare ad un 4-3-1-2.

Nella nuova disposizione tattica Santana gioca dietro le due punte. Il 28 gennaio 2009 Santana segna la prima rete della stagione contro il Napoli. Il 2 febbraio 2009, durante il posticipo Bologna-Fiorentina, un duro intervento di Zenoni costringe Santana ad uscire dal terreno di gioco: il responso medico parla di una duplice microfattura a tibia e perone, associate ad una lesione parziale del legamento crociato anteriore del gionocchio destro,[7] infortunio che gli fa chiudere anticipatamente la stagione. Il 20 ottobre 2009 segna il suo primo gol in Champions League, a Budapest, nella partita contro gli ungheresi del Debreceni, partita finita 4-3 per i viola.

Il 22 aprile 2010, in un'amichevole di allenamento contro i dilettanti del San Miniato Basso, si è procurato una lesione parziale del legamento crociato anteriore, concludendo anzitempo la stagione.[8] Operato il 7 maggio, la prognosi è di cinque mesi.[9] Rientra in campo nell'autunno del 2010. Alla fine della stagione 2010-2011 rimane svincolato,[10][11] lasciando la Fiorentina dopo 108 presenze e 15 gol in campionato.

Passaggio al Napoli[modifica | modifica sorgente]

Il 12 luglio 2011 si trasferisce a parametro zero al Napoli.[12] Esordisce in maglia azzurra il 10 settembre in Cesena-Napoli (1-3) della seconda giornata, in realtà prima partita di campionato a causa del rinvio della prima giornata.

Prestito al Cesena[modifica | modifica sorgente]

Il 31 gennaio 2012, nell'ultimo giorno della sessione invernale di calciomercato, passa in prestito al Cesena.[13][14] Esordisce in bianconero il 9 febbraio seguente in occasione di Lazio-Cesena (3-2) della 23ª giornata di campionato, giocando titolare. Segna la sua prima rete nella 29ª giornata, in Cesena-Parma (2-2). Chiude la stagione con 16 presenze e 3 gol, segnando anche contro Palermo (sua ex squadra) e Roma.

Prestito al Torino[modifica | modifica sorgente]

Rientrato al Napoli per fine prestito, il 13 luglio 2012 passa al Torino in prestito con diritto di riscatto.[15][16] Sigla il primo gol con la maglia granata il 9 dicembre 2012 nella partita persa per 2-4 contro il Milan. A fine stagione, dopo 27 presenze e 4 reti, non viene riscattato e torna quindi a Napoli.

Passaggio al Genoa[modifica | modifica sorgente]

Il 29 luglio 2013 si trasferisce al Genoa a titolo definitivo.[17][18][19] Con la squadra, in attesa della perfezione della trattativa, aveva già preso parte ad amichevoli e allenamenti.[20] Disputa la sua prima partita ufficiale con la maglia rossoblù il 17 agosto 2013 in occasione della sconfitta ai calci di rigore, dopo il 2-2 dei tempi regolamentari, in Coppa Italia contro lo Spezia. Esordisce poi in campionato il 25 agosto successivo nella trasferta di Milano contro l'Inter.

Prestito all'Olhanense[modifica | modifica sorgente]

Il 29 gennaio 2014, dopo 6 presenze in campionato col Genoa, viene ceduto a titolo temporaneo all'Olhanense, formazione della massima divisione portoghese,[21][22] lasciando così l'Italia dopo dodici anni di militanza consecutiva. A fine stagione, dopo 3 presenze nel campionato portoghese, ritorna al Genoa.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

« Al momento dell'esecuzione degli inni, lì schierati in mezzo al campo, ho avuto la pelle d'oca. »
(Mario Santana[23])

Nel 2001, con la Nazionale Under-20 argentina, prende parte al campionato sudamericano. Dopo l'ottima stagione con il Chievo Verona, Santana fa il suo esordio con la Nazionale di calcio dell'Argentina nell'amichevole a Shizuoka contro il Giappone del 18 agosto 2004. Schierato dal primo minuto dal commissario tecnico Bielsa, l'esterno riesce a segnare in quella stessa partita aiutando così la propria Nazionale a vincere per 2-1.[24] Viene poi impiegato in altre 6 occasioni dal successivo c.t. argentino José Pekerman e partecipa anche alla FIFA Confederations Cup 2005 in Germania, ma non viene convocato per i Mondiali tedeschi del 2006.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 10 luglio 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1999-2000 Argentina San Lorenzo PD 4 1 - - - - - - 4 1
2000-2001 PD 17 1 - - - CM+CL  ?[25]+3  ?[25]+0 20+ 1+
2001-gen. 2002 PD 12 0 - - - CM  ?[25]  ?[25] 12+ 0+
Totale San Lorenzo 33 2 14 1 47 3
gen.-giu. 2002 Italia Venezia A 4 0 CI 0 0 - - - 4 0
2002-2003 Italia Palermo B 33 1 CI 0 0 - - - 33 1
2003-2004 Italia Chievo A 28 3 CI 1 0 - - - 29 3
2004-2005 Italia Palermo A 30 3 CI 3 0 - - - 33 3
2005-2006 A 28 0 CI 3 0 CU 9 1 40 1
Totale Palermo 91 4 6 0 9 1 106 5
2006-2007 Italia Fiorentina A 8 1 CI 1 1 - - - 9 2
2007-2008 A 26 6 CI - - CU 8 0 34 6
2008-2009 A 20 1 CI 1 0 UCL+CU 8+0 0 29 1
2009-2010 A 26 3 CI 4 0 UCL 5 1 35 4
2010-2011 A 28 4 CI 2 1 - - - 30 5
Totale Fiorentina 108 15 8 2 21 1 137 18
2011-gen. 2012 Italia Napoli A 8 0 CI 0 0 UCL 3 0 11 0
gen.-giu. 2012 Italia Cesena A 16 3 CI - - - - - 16 3
2012-2013 Italia Torino A 27 4 CI 1 0 - - - 28 4
2013-gen. 2014 Italia Genoa A 6 0 CI 1 0 - - - 7 0
gen.-giu. 2014 Portogallo Olhanense PL 3 0 3 0
Totale carriera 323 31 17 2 47 3 388 36

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Argentina Argentina
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
18-8-2004 Shizuoka Giappone Giappone 1 – 2 Argentina Argentina Amichevole 1
14-6-2005 Colonia Argentina Argentina 2 – 1 Tunisia Tunisia Conf. Cup 2005 - 1º turno -
18-6-2005 Norimberga Australia Australia 2 – 4 Argentina Argentina Conf. Cup 2005 - 1º turno -
21-6-2005 Norimberga Argentina Argentina 2 – 2 Germania Germania Conf. Cup 2005 - 1º turno -
26-6-2005 Hannover Messico Messico 1 – 1 dts
(6 - 7 dcr)
Argentina Argentina Conf. Cup 2005 - Semifinali -
17-8-2005 Budapest Ungheria Ungheria 1 – 2 Argentina Argentina Amichevole -
9-10-2005 Buenos Aires Argentina Argentina 2 – 0 Perù Perù Qual. Mondiali 2006 -
Totale Presenze 7 Reti 1

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

San Lorenzo: Clausura 2001

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

San Lorenzo: 2001

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fiorentina, Santana da oggi è cittadino italiano, Corriere dello Sport.
  2. ^ "Occhi puntati su", Mario Alberto Santana... il nuovo "Calimero" viola Stefanoborgi.it
  3. ^ Luigi Tripisciano, Album rosanero, Palermo, Flaccovio Editore, giugno 2004, p. 91, ISBN 88-7804-260-9.
  4. ^ Palermo, stagione finita per Santana: frattura della vertebra, Sportnews.it, 25 marzo 2006
  5. ^ Acffiorentina: per Santana un quadriennale, Fiorentina.it, 27 maggio 2006
  6. ^ Fiorentina: stiramento per Santana, sport.excite.it, 21 agosto 2006
  7. ^ Violachannel.it: Report dello Staff Medico, Violachannel.it, 3 febbraio 2009
  8. ^ Fiorentina: stagione finita per Santana Ansa.it
  9. ^ Report medico it.violachannel.tv
  10. ^ Fiorentina, diversi svincolati: Santana saluta Firenze e ringrazia tutti Tutto-sport.com
  11. ^ Santana già scopre le bellezze di Napoli Resport.it
  12. ^ Santana e Colombo al Napoli Sscnapoli.it
  13. ^ Santana è del Cesena Cesenacalcio.it
  14. ^ Napoli, Santana al Cesena Sscnapoli.it
  15. ^ Santana al Toro Torinofc.it
  16. ^ Santana e Fideleff ceduti in prestito a Torino e Parma Sscnapoli.it
  17. ^ Santana: «Al Genoa grazie a Liverani», ilsecoloxix.it
  18. ^ Nella prima grifo su ottovolante, genoacfc.it
  19. ^ Tutti i trasferimenti - Genoa Legaseriea.it
  20. ^ Genoa-Val Stubai 8-0 Ilsecoloxix.it
  21. ^ Santana ceduto a SC Olhanense, genoacfc.it. URL consultato il 29 gennaio 2014.
  22. ^ Mário Santana (ex-Génova) no Olhanense até final da época, somosnos.scolhanense.com. URL consultato il 31 gennaio 2014.
  23. ^ Santana: "Che emozione vestire la maglia della Seleccion" Ilpalermocalcio.it
  24. ^ Santana in gol con la maglia della Seleccion Ilpalermocalcio.it
  25. ^ a b c d 11 presenze e una rete complessive nelle edizioni 2000 e 2001. Cfr. Statistiche su Futbolxxi.com

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]