Giunone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'articolo riguardante l'asteroide omonimo, vedi 3 Juno.
Giunone
Testa di Giunone, Museo di Aquincum, Budapest
Testa di Giunone, Museo di Aquincum, Budapest
Nome originale Iuno
Nome alternativo Regina, greco: Era
Mitologia romana
Luogo di culto principale Tempio di Giunone Regina (Aventino)
Altri luoghi di culto Tempio di Giunone Moneta, Tempio di Giunone Regina (Campo Marzio)
Iconografia
Simboli Giglio
Animali Vacca e Pavone
Festività Matronalia
Parentele
Genitori Saturno e Opi
Gli amori di Giove e Giunone, dipinto di Annibale Carracci, conservato a Roma, Galleria Farnese.
Giunone Regina su di un denario di Giulia Soemia.

Giunone è una divinità della mitologia romana, legata al ciclo lunare dei primitivi popoli italici. Era l'antica divinità del matrimonio e del parto, spesso rappresentata nell’atto di allattare, la quale assunse, in seguito, le funzioni di protettrice dello Stato: dagli antichi Romani, infatti, fu gradualmente sovrapposta a Era della mitologia greca, divenendo la moglie di Giove, quindi la più importante divinità femminile. Figlia, come Giove, di Saturno e Opi, corrispondenti nella mitologia greca a Crono e Rea. Giunone era anche la protettrice degli animali, in particolare era a lei sacro il pavone.

Epiteti[modifica | modifica sorgente]

Nemica di Troia[modifica | modifica sorgente]

Si narra che Giunone fosse nemica giurata dei Troiani per tre motivi mitici:

  1. Il torto subito da Paride perché aveva dato la mela della bellezza a Venere anziché a lei.
  2. Il rapimento di Ganimede da parte di Giove che ne fece il suo amante e il coppiere degli dei.
  3. La profezia che si racconta nell'Eneide, secondo la quale la sua città prediletta sarà distrutta dai discendenti di Troia e quindi i Romani.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Dizionario dei miti", di Gabriella D'Anna, ediz. Newton&Compton, Roma, 1996 (alla pag.65 - voce "Giunone")
  2. ^ "Il costume antico e moderno", volume 5, di Giulio Ferrario, Torino, 1832

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mitologia romana Portale Mitologia romana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia romana