Juno (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Juno
Juno gip.jpg
Juno (Ellen Page) in una scena del film
Titolo originale Juno
Paese di produzione USA
Anno 2007
Durata 92 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, drammatico
Regia Jason Reitman
Soggetto Diablo Cody
Sceneggiatura Diablo Cody
Casa di produzione Fox Searchlight Pictures
Distribuzione (Italia) 20th Century Fox
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Juno è un film del 2007 diretto da Jason Reitman, con protagonista Ellen Page.

La pellicola è stata presentata in anteprima il 26 ottobre 2007 al Festival Internazionale del Film di Roma, dove ha vinto il premio Marco Aurelio al miglior film.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Juno, una sedicenne, resta incinta dopo la sua esperienza sessuale con il suo migliore amico, Paulie, un compagno di scuola innamorato di lei. Sulle prime, anche col sostegno morale di Paulie, decide di abortire, ma poi opta per dare il bambino in adozione. Con l'aiuto dell'amica del cuore, Leah, comunica la scelta al padre e alla matrigna che, seppure stupiti, mantengono la calma e la sostengono. Insieme all'amica, Juno trova su una rivista l'inserzione della coppia ideale a cui affidare il bambino: belli, benestanti ed evidentemente amanti dei bambini.

Juno ed il padre incontrano la coppia e firmano i documenti; la ragazza si trova a suo agio con il marito, Mark, uomo giovanile che condivide le sue passioni, il rock (è un musicista che non ha sfondato e compone ora jingle pubblicitari) e i film horror, non altrettanto con la moglie Vanessa, rigida e perfettina, che sembra soffocare la personalità e gli interessi del marito. Juno comincia a frequentare la loro casa per tenerli informati sull'andamento della gravidanza, approfondendo la sua amicizia con Mark, che la sua matrigna trova inappropriata; finge intanto indifferenza nei confronti di Paulie, facendogli capire che nonostante la gravidanza non sono fidanzati. Un giorno, con Leah al centro commerciale, vede Vanessa giocare con una bambina, e vede in lei un vero desiderio di maternità, impressione che si rafforza poco dopo quando la incontra e le fa sentire il bambino scalciare nella pancia.

Quando Juno scopre che Paulie ha invitato al ballo di fine anno un'altra ragazza diventa triste e per consolarsi va a trovare Mark; la situazione di intimità che si crea tra i due per il tramite di un ballo lento spinge quest'ultimo a confessarle che ha deciso di lasciare Vanessa, facendo intendere che però loro due si potranno frequentare ancora. Juno si arrabbia e cerca di convincerlo a non divorziare per il bene del bambino; quando Vanessa torna a casa, vede Juno che piange e chiede a Mark che cosa sia successo e lui le comunica la sua decisione, dicendo che non si sente pronto per essere padre e ha ancora molti sogni da realizzare; Vanessa gli risponde che non è disposta ad aspettare una sua improbabile carriera da rockstar per diventare madre. Juno scappa in lacrime ma dopo un lungo pianto in automobile, prende una decisione e scrive un biglietto che lascia davanti alla porta di casa di Mark e Vanessa dove c'è scritto: «Vanessa: se tu ci stai ancora, io ci sto ancora.».

Tornata a casa, Juno confessa i suoi tormenti al padre: è possibile per due persone amarsi per sempre? Il padre, pur nel suo realismo, le dà comunque una risposta incoraggiante, dicendole che ci si può sbagliare, come nel suo caso con la madre di Juno (i genitori della ragazza sono divorziati), ma si può anche essere felici a lungo, come lo è ora lui con la sua seconda moglie: l'importante è trovare una persona che ci voglia bene così come siamo. Juno finalmente capisce chi è per lei quella persona, confessando quindi a Paulie il suo amore. È lui a farle coraggio quando il bambino nasce e viene portato a Vanessa, alla quale, tramite quel biglietto ora incorniciato nella cameretta del bambino, Juno ha confermato la sua fiducia anche come madre single. Il film si conclude con Juno e Paulie che cantano e suonano insieme la chitarra, dandosi poi un bacio.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

  1. All I Want Is You - 2:37 (Barry Louis Polisar)
  2. My Rollercoaster - 0:53 (Kimya Dawson)
  3. A Well Respected Man - 2:41 (The Kinks)
  4. (Ummm, Oh Yeah) Dearest - 1:53 (Buddy Holly)
  5. Up the Spout - 0:53 (Mateo Messina)
  6. Tire Swing - 3:07 (Kimya Dawson)
  7. Piazza, New York Catcher - 3:01 (Belle & Sebastian)
  8. Loose Lips - 2:24 (Kimya Dawson)
  9. Superstar - 4:06 (Sonic Youth)
  10. Sleep - 0:52 (Kimya Dawson)
  11. Expectations - 3:35 (Belle & Sebastian)
  12. All the Young Dudes - 3:35 (Mott the Hoople)
  13. So Nice So Smart - 2:47 (Kimya Dawson)
  14. Sea of Love - 2:20 (Cat Power)
  15. Tree Hugger - 3:14 (Kimya Dawson e Antsy Pants)
  16. I'm Sticking with You - 2:29 (The Velvet Underground)
  17. Anyone Else but You - 2:58 (The Moldy Peaches)
  18. Vampire - 1:20 (Antsy Pants)
  19. Anyone Else but You - 1:56 (Michael Cera e Ellen Page)

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Juno è uscito nelle sale negli Stati Uniti il 14 dicembre 2007 e in quelle italiane il 4 aprile 2008.[2]

Il film ha incassato 143.495.265 $ negli Stati Uniti e 87,916,319 $ negli altri territori, per un incasso globale di 231.411.584 $.[3]

Slogan promozionali[modifica | modifica wikitesto]

(EN)
« A comedy about growing up... and the bumps along the way. »
(IT)
« Meglio non avere fretta di diventare grandi. »

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I vincitori della seconda edizione della Festa, Roma FilmFest, 27 ottobre 2007. URL consultato il 25 aprile 2011.
  2. ^ (EN) Release dates for Juno (2007), IMDb.com. URL consultato il 25 aprile 2011.
  3. ^ (EN) Juno, Box Office Mojo. URL consultato il 25 aprile 2011.
  4. ^ (EN) Movie connections for Juno (2007), Internet Movie Database. URL consultato il 26 aprile 2011.
  5. ^ (EN) Movie connections for The First Secret (2011), Internet Movie Database. URL consultato il 1 gennaio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]