Episodi de I Simpson (settima stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Episodi de I Simpson.

La settima stagione de I Simpson (serie di produzione 3F) è andata in onda negli Stati Uniti dal 17 settembre 1995 al 19 maggio 1996.

La stagione comprende due episodi della serie di produzione 2F, relativa alla precedente stagione.

In Italia diciotto episodi sono stati trasmessi su Canale 5 per la prima volta fra il marzo e l'agosto del 1996, mentre su Italia 1 sono andati in onda cinque episodi nel febbraio del 1998 e due nel settembre dello stesso anno.

Dal 30 gennaio 2006 è in vendita il cofanetto contenente la settima stagione completa.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Codice di produzione Titolo Titolo originale Prima TV USA Stati Uniti Prima TV Italia Italia
1 2F20 Chi ha sparato al signor Burns? (seconda parte) Who Shot Mr. Burns? (Part Two) 17 settembre 1995 30 marzo 1996
2 2F17 L'uomo radioattivo Radioactive Man 24 settembre 1995 6 aprile 1996
3 3F01 Casa dolce casettina-uccia-ina-ina Home Sweet Homediddly-Dum-Doodily 1º ottobre 1995 27 aprile 1996
4 3F02 Bart si vende l'anima Bart Sells His Soul 8 ottobre 1995 21 luglio 1996
5 3F03 Lisa la vegetariana Lisa the Vegetarian 15 ottobre 1995 20 aprile 1996
6 3F04 La paura fa novanta VI Treehouse of Horror VI 29 ottobre 1995 13 settembre 1998
7 3F05 Maxi Homer King-Size Homer 5 novembre 1995 4 maggio 1996
8 3F06 Mamma Simpson Mother Simpson 19 novembre 1995 11 maggio 1996
9 3F08 L'ultimo sfavillio di Telespalla Bob Sideshow Bob's Last Gleaming 26 novembre 1995 25 maggio 1996
10 3F31 Il 138º episodio spettacolare The Simpsons 138th Episode Spectacular 3 dicembre 1995 13 settembre 1998
11 3F07 Marge non essere orgogliosa Marge Be Not Proud 17 dicembre 1995 18 maggio 1996
12 3F10 Squadra Homer Team Homer 7 gennaio 1996 8 giugno 1996
13 3F09 Due pessimi vicini di casa Two Bad Neighbors 14 gennaio 1996 1º giugno 1996
14 3F11 Scene di lotta di classe a Springfield Scenes from the Class Struggle in Springfield 4 febbraio 1996 15 giugno 1996
15 3F12 Bart la spia Bart the Fink 11 febbraio 1996 22 giugno 1996
16 3F13 Lisa l'iconoclasta Lisa the Iconoclast 18 febbraio 1996 29 giugno 1996
17 3F14 Homer lo Smithers Homer the Smithers 25 febbraio 1996 28 luglio 1996
18 3F16 Il giorno che morì la violenza The Day the Violence Died 17 marzo 1996 11 agosto 1996
19 3F15 Un pesce di nome Selma A Fish Called Selma 24 marzo 1996 4 agosto 1996
20 3F17 Bart girandolone Bart on the Road 31 marzo 1996 18 agosto 1996
21 3F18 22 cortometraggi di Springfield 22 Short Films About Springfield 14 aprile 1996 18 febbraio 1998
22 3F19 L'infuriato Abe Simpson e suo nipote brontolone in "La maledizione del pescediavolo battagliero" Raging Abe Simpson and His Grumbling Grandson in "The Curse of the Flying Hellfish" 28 aprile 1996 19 febbraio 1998
23 3F20 Tanto Apu per niente Much Apu About Nothing 5 maggio 1996 20 febbraio 1998
24 3F21 Homerpalooza Homerpalooza 19 maggio 1996 23 febbraio 1998
25 3F22 Un mare di amici Summer of 4 Ft. 2 19 maggio 1996 24 febbraio 1998

Chi ha sparato al signor Burns? (seconda parte)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Chi ha sparato al signor Burns?.
  • Sceneggiatura: Bill Oakley e Josh Weinstein
  • Regia: Wesley Archer
  • Messa in onda originale: 17 settembre 1995
  • Messa in onda italiana: 30 marzo 1996

Segue da Chi ha sparato al signor Burns? (prima parte). Durante le ricerche del colpevole, alcuni indizi portano il commissario Winchester ad identificare prima Smithers e poi Homer come principali sospettati. Successivamente, quando Burns riprende conoscenza, egli racconta come sono andati veramente i fatti, rivelando che il vero colpevole del tentato omicidio è Maggie Simpson.

  • Guest star: Tito Puente (voce di se stesso)
  • Frase alla lavagna: Non protesterò contro la soluzione quando la conoscerò
  • Gag del divano: i Simpson entrano, al posto del divano è presente un quadro che serve a prendere le altezze per le persone arrestate e la famiglia si posiziona davanti ad esso.

L'uomo radioattivo[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: John Swartzwelder
  • Regia: Susie Dietter
  • Messa in onda originale: 24 settembre 1995
  • Messa in onda italiana: 6 aprile 1996

Alcuni produttori di Hollywood decidono di girare a Springfield il film "L'Uomo Radioattivo", basato sull'omonimo fumetto. Bart cerca in tutti i modi di ottenere la parte del "Ragazzo Ionico" in modo da poter affiancare l'attore protagonista Rainer Wolfcastle. Alla fine i produttori decidono di dare la parte secondaria a Milhouse, che però non sembra apprezzare il lavoro nel mondo cinematografico, trovandolo molto stressante e faticoso. Ormai oppresso dalla troppa fatica, Milhouse decide di abbandonare il set, bloccando in questo modo le riprese del film, nascondendosi nella casa sull'albero di Bart. A questo punto i produttori cercano di convincere il ragazzo a tornare mandando sulla casa Mickey Rooney a parlare con lui e farlo tornare sui suoi passi, ma Milhouse è irremovibile e non cambia idea. I produttori, stanchi per la mancata conclusione delle riprese, decidono di interromepre la produzione e tornare a Hollywood.

  • Guest star: Mickey Rooney (voce di se stesso)
  • Frase alla lavagna: "Fatturare" non è una pratica del satanismo
  • Gag del divano: dal divano esce un fax dei Simpson, il quale poi cade a terra.

Casa dolce casettina-uccia-ina-ina[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Jon Vitti
  • Regia: Susie Dietter
  • Messa in onda originale: 1º ottobre 1995
  • Messa in onda italiana: 27 aprile 1996

Per ripagare la moglie del suo duro lavoro da casalinga, Homer decide di regalare a Marge una breve vacanza alle terme. Durante il loro periodo di assenza Lisa perde le scarpe e si sporca tutta, Bart prende i pidocchi da una scimmia nel mentre che giocava con Milhouse, perde i vestiti e si copre con un sacco di iuta, nonno Abraham deve accudire Maggie, ma non riesce a starle dietro. Il direttore Skinner, vedendo la situazione di Bart e Lisa, decide di mandare gli ispettori del benessere dei bambini a casa Simpson, trovandola in uno stato di pesante disordine, con Maggie che beve dalla ciotola del cane. Al ritorno di Homer e Marge, gli ispettori decidono di togliere loro la patria potestà e di affidare i loro figli ai Flanders. Per riavere i figli, Homer e Marge devono seguire un programma di rieducazione per genitori. Nel frattempo, Ned scopre che i ragazzi non sono mai stati battezzati e li porta al fiume per dare loro il battesimo. Finito il programma di recupero, Homer e Marge vanno al fiume per impedire il battesimo e riprendere i proprio figli. Durante il viaggio verso il luogo del battesimo, Maggie parla per la seconda volta (la prima era stata la puntata La prima parola di Lisa).

  • Guest star: Joan Kenley (voce della donna al telefono), Frank Welker (voce della Scimmia)
  • Frase alla lavagna: Nessuno vuole sentire le mie ascelle
  • Gag del divano: tutti i componenti della famiglia Simpson, compresi gli animali, appaiono in un riquadro ciascuno, come nel quiz Il gioco dei 9, e nel riquadro centrale c'è il salotto. Subito dopo tutti vanno nel salotto, tranne il nonno che rimane a dormire nel suo riquadro.

Bart si vende l'anima[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Bart si vende l'anima.
  • Sceneggiatura: Greg Daniels
  • Regia: Wesley Archer
  • Messa in onda originale: 8 ottobre 1995
  • Messa in onda italiana: 21 luglio 1996

Bart, convinto che l'anima non esista, vende la sua a Milhouse per 5 dollari. Vedendo che però tutto ciò che lo circonda è cambiato (gli animali lo odiano, le porte automatiche non si aprono e perde il senso dell'umorismo), Bart chiede l'aiuto di Lisa per poterla ritrovare dopo che è stata venduta a varie persone; finalmente Bart la riacquista. Nel frattempo Boe cambia il suo bar in una "Mangiatoia per famiglie" sperando di guadagnare di più, ma dopo un'improvvisa sfuriata nei confronti dei bambini, è costretto a tornare sui suoi passi e riaprire il bar.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: Non sono una misera macchina smilza e sputacchiante
  • Gag del divano: i Simpson guidano delle mini-auto e si fermano davanti alla TV.

Lisa la vegetariana[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Greg Daniels
  • Regia: Wesley Archer
  • Messa in onda originale: 8 ottobre 1995
  • Messa in onda italiana: 21 luglio 1996

Lisa, dopo aver visto allo zoo un agnellino, decide di diventare vegetariana. Questa sua scelta le comporterà non pochi problemi poiché sia a scuola sia a casa viene denigrata e tutti cercano di farla tornare onnivora. Le tensioni in famiglia aumentano quando Homer decide di preparare un barbecue, trovando Lisa subito contraria. La ragazzina cerca in tutti i modi di proporre anche un menù vegetariano per gli invitati, ma viene nuovamente derisa per questo. Allora decide di rovinare il barbecue buttando via la portata principale e scatenando così le ire di Homer. Siccome considera la sua una famiglia di selvaggi, decide di scappare di casa e va al Jet Market dove, stufa di sentirsi diversa, assaggia un hot dog ma poi scopre che si tratta di un hot dog vegetariano e che anche Apu è vegetariano. Inoltre incontra anche altri due vegetariani, Paul e Linda McCartney che le consigliano di tornare dalla sua famiglia. Alla fine, trovata da Homer, Lisa decide di appianare le divergenze con il padre, rispettando il suo pensiero.

  • Guest star: Paul McCartney (voce di se stesso) e Linda McCartney (voce di se stessa)
  • Frase alla lavagna: La toilette dei maschi non è un acquapark
  • Gag del divano: i Simpson, seduti sul divano, vengono colorati da dei disegnatori.

La paura fa novanta VI[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi La paura fa novanta I-X#La paura fa novanta VI.
  • Sceneggiatura: John Swartzwelder, Steve Tompkins e David X. Cohen
  • Regia: Bob Anderson
  • Messa in onda originale: 29 ottobre 1995
  • Messa in onda italiana: 13 settembre 1998

Tre storie di Halloween, introdotte da Krusty in versione cavaliere senza testa:

  • L'attacco degli scorfani alti 16 metri (Attack of the 50-Foot Eyesores)
    A causa di un temporale, le gigantesche statue pubblicitarie prendono vita e seminano distruzione e terrore a Springfield. Grazie all'aiuto di Paul Anka, Lisa riesce a spargere la notizia su come sconfiggere le statue.
  • Incubo a Evergreen Terrace (Nightmare on Evergreen Terrace)
    Questo episodio è una parodia di Nightmare dal profondo della notte. Il giardiniere Willie muore a causa dell'indifferenza dei genitori alle sue grida di aiuto durante una assemblea di classe e per vendicarsi, decide di uccidere nei sogni i figli dei responsabili della sua morte.
  • Homer³ (Homer³)
    Per evitare di incontrare Patty e Selma, Homer scopre uno strano passaggio spazio-temporale dietro alla libreria di casa. Quando Homer valica questo passaggio, diventa tridimensionale e nessuno riesce più a portarlo indietro.
  • Guest star: Paul Anka (voce di se stesso)
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: i Simpson cadono impiccati dal soffitto uno alla volta.

Maxi Homer[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Dan Greaney
  • Regia: Jim Reardon
  • Messa in onda originale: 5 novembre 1995
  • Messa in onda italiana: 4 maggio 1996

Homer, stanco di andare a lavorare in centrale, anche per gli esercizi ginnici che ha iniziato a imporre agli impiegati il sig. Burns, decide di ingrassare fino ad arrivare a 130 chili ed essere dichiarato invalido, così da poter lavorare a casa con il computer. Dopo essere riuscito ad ottenere il suo scopo, Homer si accorge che il lavoro a casa è comunque monotono, perciò decide di uscire e lascia la responsabilità di schiacciare i pulsanti del computer ad un drinking bird, ma quando torna a casa, scopre che questa sua trovata sta portando alla fusione del nocciolo. Per evitare una catastrofe, Homer si reca subito alla centrale, ma si accorge immediatamente come sia difficile risolvere la situazione per una persona iper-obesa. Alla fine, proprio grazie al suo fisico corpulento, Homer riesce a risolvere la situazione e ottiene dal signor Burns la possibilità di poter ritornare fisicamente in forma.

  • Guest star: Joan Kenley (voce della donna al telefono)
  • Frase alla lavagna: Le bruciature indiane non sono un nostro retaggio culturale
  • Gag del divano: i Simpson, tutti a forma di giocattoli a molla, vanno verso il divano, ma Homer cade per terra mentre tutti si siedono sul divano.

Mamma Simpson[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Richard Appel
  • Regia: David Silverman
  • Messa in onda originale: 19 novembre 1995
  • Messa in onda italiana: 11 maggio 1996

Homer, per evitare di lavorare di sabato, organizza un trucco per simulare la propria morte. L'operazione riesce talmente bene, che tutti credono veramente che lui sia morto. Quando decide di andare nella circoscrizione per rimettere a posto le cose, Homer incontra sua madre che credeva fosse morta. In realtà sua madre è dovuta scappare di casa 25 anni prima perché ricercata dall'FBI in quanto partecipava ai gruppi di protesta contro la guerra batteriologica e i laboratori di Burns. Quest'ultimo la riconosce, ricordandosi che fu lei a distruggere i suoi laboratori, e cerca di farla arrestare in tutti i modi. Alla fine la madre di Homer riesce a scappare, lasciando però nuovamente solo il figlio.

  • Guest star: Glenn Close (voce di mamma Simpson), Harry Morgan (voce di Bill Gannon)
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: il divano ha il dispositivo per rimettere a posto i birilli nelle piste da bowling: il gatto viene spostato e la macchina dispone i Simpson sul divano.

L'ultimo sfavillio di Telespalla Bob[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Spike Feresten
  • Regia: Dominic Polcino
  • Messa in onda originale: 26 novembre 1995
  • Messa in onda italiana: 25 maggio 1996

Ad uno spettacolo di aerei acrobatici, Telespalla Bob, fuggito dalla prigione e ossessionato dalla televisione, minaccia di far esplodere una bomba atomica se in tutta Springfield non verranno interrotte le trasmissioni televisive. Il buonsenso dei vari conduttori televisivi porta quest'ultimi ad accettare l'ultimatum di Bob, ma Krusty decide lo stesso di trasmettere il suo show dalla baracca della Protezione Civile. Vedendo che le sue richieste non sono state accettate, Bob decide di far esplodere la bomba, che si rivela un fiasco poiché è "scaduta". Allora decide, dopo aver rapito Bart, di compiere un attacco kamikaze con l'aereo dei fratelli Wright, dirigendosi verso la baracca e cercare di uccidere Krusty. Alla fine anche questo tentativo fallisce, Bob viene arrestato e la TV viene salvata dalla distruzione.

  • Guest star: R. Lee Ermey (voce del colonnello Leslie "Hap" Hapablap), Kelsey Grammer (voce di Telespalla Bob Terwilliger)
  • Frase alla lavagna: Le mutandate non sono salutari né per i bambini né per altre cose viventi
  • Gag del divano: i Simpson in versione rane acquatiche nuotano verso una conchiglia al posto del divano e, invece della TV, guardano una cassa del tesoro.

Il 138º episodio spettacolare[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Penny Wise
  • Regia: Pound Foolish
  • Messa in onda originale: 3 dicembre 1995
  • Messa in onda italiana: 13 settembre 1998

Troy McClure presenta una puntata speciale de i Simpson in cui vengono ripercorse le varie tappe della storia dello show: dai corti del Tracy Ullman Show ad alcune scene tagliate, da finte notizie ai vari finale inediti dell'episodio Chi ha sparato al signor Burns?, a varie scene a "luci rosse", tutto basato sui 137 episodi precedenti.

  • Guest star: Glenn Close (voce di mamma Simpson), Buzz Aldrin (voce di se stesso)
  • Frase alla lavagna: Farò questa cosa soltanto una volta l'anno
  • Gag del divano: varie gag precedenti.

Marge non essere orgogliosa[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Mike Scully
  • Regia: Steven Dean Moore
  • Messa in onda originale: 17 dicembre 1995
  • Messa in onda italiana: 18 maggio 1996

Bart vuole per Natale un nuovo videogioco, ma non avendo i soldi, decide di rubarlo dal supermercato, vedendo che altri ragazzi stanno taccheggiando. Un ispettore del supermercato, Don Brodka, però lo vede e avverte i genitori del fatto, lasciando un messaggio nella loro segreteria telefonica; inoltre ordina a Bart di non tornare nel supermercato durante il periodo natalizio, minacciandolo di mandarlo in un riformatorio. Tuttavia, Bart giunge a casa prima dei suoi genitori e fa sì che essi non sentano il messaggio. Marge decide però di andare a fare la tradizionale foto di famiglia proprio nel supermercato di Brodka, il quale, vedendo nuovamente Bart, dice tutto ai genitori. Homer, ma soprattutto Marge, rimarranno molto delusi da quanto è successo.

  • Guest star: Lawrence Tierney (voce del detective Don Brodka)
  • Frase alla lavagna: La smetterò di parlare del pianista alto 30 centimetri
  • Gag del divano: dopo essersi seduto sul divano, Homer alza un tappo nel pavimento e tutto viene risucchiato al suo interno.

Squadra Homer[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Mike Scully
  • Regia: Mark Kirkland
  • Messa in onda originale: 7 gennaio 1996
  • Messa in onda italiana: 8 giugno 1996

A scuola Bart mostra una maglietta di Mad Magazine con la scritta "Abbasso i compiti", ma il direttore Skinner se ne accorge e obbliga tutti gli alunni ad indossare una divisa. Intanto Homer e Boe vanno al bowling, e dato che le piste sono tutte occupate a causa di un torneo a squadre, decidono insieme ad Apu e Otto di formare una squadra chiamata "Amici birilli". Per potersi iscrivere al torneo però sono necessari 500 dollari che Homer riesce a farsi dare dal signor Burns poiché quest'ultimo, sotto l'effetto dell'etere, scambia Homer per Ghiottolino, un logo pubblicitario di una ditta. La squadra di Homer vince tutte le partite del torneo e arriva in finale. Intanto a scuola, le divise imposte da Skinner hanno privato gli alunni della capacità di divertirsi, ma durante una ricreazione un improvviso temporale stinge le uniformi che assumono varie tonalità di colori e tutti gli alunni ritornano alla normalità. Poco prima della finale del torneo di bowling il signor Burns si rende conto di aver firmato un assegno a Ghiottolino e mediante un'analisi dei dipendenti della centrale nucleare scopre che l'unico che può corrispondere alla forma del logo è Homer. Il padrone della centrale in un primo momento sembra intenzionato a riprendere i soldi, ma cambiando repentinamente idea decide di unirsi alla squadra e per fargli posto viene cacciato Otto. A causa della sua debolezza però il signor Burns è un pessimo giocatore e durante la finale non riesce ad abbattere nessun birillo, ma durante l'ultimo tiro Burns riesce a sfiorare due birilli che cadono grazie ad un incidente causato da Otto e così facendo la squadra di Homer vince il torneo e il trofeo, che Burns prende solo per sé. Alla fine Homer prova a rubare il trofeo dalla casa di Burns, ma viene braccato dai cani da guardia mentre tenta di scavalcare il cancello d'ingresso, incitato dai suoi compagni di squadra che però fuggono invece di aiutarlo.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: Non sono autorizzato a rimuovere l'amianto
  • Gag del divano: i Simpson si siedono sul divano. Contemporaneamente una famiglia di topi entra nella sua tana e si siede sul divano in maniera simile ai Simpson.

Due pessimi vicini di casa[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Ken Keeler
  • Regia: Wesley Archer
  • Messa in onda originale: 14 gennaio 1996
  • Messa in onda italiana: 1º giugno 1996

Di fronte alla villa dei Simpson si trasferiscono l'ex presidente George H. W. Bush e sua moglie Barbara. Bart inizia a far visita ai nuovi vicini, risultando però molto indisponente nei confronti di George per via dei suoi molti dispetti. All'improvviso Bart distrugge le memorie appena finita di scrivere da Bush e l'ex presidente, convinto di fare la cosa giusta, dà una sculacciata a Bart. Homer, appena venuto a conoscenza del fatto, va dal signor Bush per chiedere spiegazioni sull'accaduto. Convinto che Bush non avrebbe dovuto dare la sculacciata a Bart, Homer inizia una guerra di dispetti con il nuovo vicino, che alla fine decide di andarsene ritenendo questa situazione non più sostenibile. Subito dopo la partenza dei Bush, nella villa arriva un altro ex presidente, ovvero Gerald Ford, il quale diventa subito amico con Homer.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: i Simpson sono dei trofei di caccia di un cacciatore che entra nel salotto, si siede sul divano e fuma una pipa.

Scene di lotta di classe a Springfield[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Jennifer Crittenden
  • Regia: Susie Dietter
  • Messa in onda originale: 4 febbraio 1996
  • Messa in onda italiana: 15 giugno 1996

Marge compra a poco prezzo un vestito di Chanel e decide di indossarlo come vestito per tutti i giorni. Mentre Marge fa la spesa al Jet Market, incontra una sua vecchia compagna di scuola, che adesso è diventata ricca e che invita Marge e la famiglia al Country Club vedendo il vestito che indossa. Marge, vedendo che si trova bene con le persone dell'alta società, diventa ossessionata e vuole farne parte, perciò, quando per errore distrugge il suo vestito di Chanel, non esita a spendere tutti i risparmi di famiglia per comprarne uno nuovo. Nel frattempo Homer scopre che Smithers aiuta Burns a vincere le partite di golf e quindi Burns, per evitare che il segreto sia scoperto, promette a Homer che, se non parlerà, farà entrare nel club lui e la famiglia. Tuttavia a Homer, Bart e Lisa il club non piace affatto (lo considerano un covo di snob e pesti viziate) ed essi si lamentano spesso. Alla fine Marge capisce che la sua sta diventando un'ossessione che avrebbe solo messo la famiglia in difficoltà e decide di abbandonare il Club.

  • Guest star: Tom Kite (voce di se stesso)
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: la luce nel salotto è di un colore strano e, dopo essersi seduti, Homer accende la luce e torna tutto a posto.

Bart la spia[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: John Swartzwelder
  • Regia: Jim Reardon
  • Messa in onda originale: 11 febbraio 1996
  • Messa in onda italiana: 22 giugno 1996

Dopo la morte di una lontana parente, ognuno dei componenti della famiglia Simpson eredita 100 dollari. Bart mette i soldi in banca e prende un blocchetto di assegni con il quale cerca di avere la firma di varie persone, in particolare quella di Krusty il clown. Il ragazzo rimarrà molto deluso quando, invece della firma del pagliaccio, riceve un timbro e va in banca a chiedere spiegazioni. Uno dei lavoratori si insospettisce e, dopo una rapida analisi, si scopre che Krusty è il più grande evasore della storia americana e, per recuperare quanto ha evaso, gli viene sequestrata ogni sua proprietà. Ormai povero, Krusty decide di schiantarsi con il suo aereo contro una montagna e muore. Al suo funerale partecipano molte persone, tra cui Bob Newhart, ma Bart è convinto che il clown sia ancora vivo. Dopo numerose ricerche, scopre che Krusty è ancora vivo, poiché ha solo finto di morire, e vive con il falso nome di Rory B. Bellows. Bart e Lisa cercano di convincere il loro eroe a tornare alla vita precedente: all'inizio Krusty sembra restio, ma poi ammette che gli manca la vita che faceva in passato. Così decide di inscenare la morte di Rory B. Bellows, incassare i soldi dell'assicurazione e tornare alla vita di prima.

  • Guest star: Bob Newhart (voce di se stesso)
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: dal divano esce un fax dei Simpson, il quale poi cade a terra.

Lisa l'iconoclasta[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Jonathan Collier
  • Regia: Mike B. Anderson
  • Messa in onda originale: 18 febbraio 1996
  • Messa in onda italiana: 29 giugno 1996

È la festa del bicentenario della fondazione di Springfield e tutti gli abitanti si stanno preparando al meglio per questa importante celebrazione. Anche Lisa si prepara scrivendo un tema su Jebediah Springfield, fondatore della città, e per approfondire meglio il personaggio va nel museo di Jebediah, curato da Hollis Hurlbut. Durante la visita al museo Lisa scopre che in realtà Jebediah è un impostore, poiché era un pirata con la lingua d'argento che ha tentato di uccidere il presidente George Washington. Dopo questa scoperta, Lisa cerca di dire la verità agli abitanti di Springfield su questa vicenda, ma l'unico a crederle è Homer. Dopo varie ricerche, Lisa riesce a trovare la lingua d'argento nel museo, poiché essa è stata nascosta da Hollis per proteggere il mito del fondatore. A questo punto anche Hollis capisce che la cittadinanza deve conoscere la verità del passato di Jebediah e porta Lisa alla parata in modo da informare tutti gli abitanti. La parata viene interrotta e Lisa sta per pronunciare il discorso, ma all'ultimo istante non racconta la verità, poiché ha paura di deludere le tante persone presenti che credono al mito di Jebediah. Alla fine Lisa afferma che il fondatore era un grande uomo e le celebrazioni possono in questo modo continuare.

  • Guest star: Donald Sutherland (voce di Hollis Hurlbut)
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: tutti i componenti della famiglia Simpson, compresi gli animali, appaiono in un riquadro ciascuno, come nel quiz Il gioco dei 9, e nel riquadro centrale c'è il salotto. Subito dopo tutti vanno nel salotto, tranne il nonno che rimane a dormire nel suo riquadro.

Homer lo Smithers[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: John Swartzwelder
  • Regia: Steven Dean Moore
  • Messa in onda originale: 25 febbraio 1996
  • Messa in onda italiana: 28 luglio 1996

Su consiglio del signor Burns, Smithers va in vacanza. Temendo che il suo sostituto lo rimpiazzi, Smithers sceglie Homer al suo posto, pensando che l'inettitudine dell'uomo faccia capire a Burns quanto vale Smithers. Tuttavia i progetti di Smithers falliscono miseramente proprio per via dell'inettitudine di Homer, che costringe il signor Burns a vedersela da solo, e contemporaneamente a rendersi conto di quanto sia inutile avere un assistente. Burns quindi decide di licenziare Smithers, che se la prende con Homer aggredendolo nel suo ufficio. La foga della colluttazione fa precipitare Burns dalla finestra, che completamente ingessato, è costretto a riassumere Smithers affinché faccia le cose al suo posto.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: i Simpson guidano delle mini-auto e si fermano davanti alla TV.

Il giorno che morì la violenza[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: John Swartzwelder
  • Regia: Wes Archer
  • Messa in onda originale: 17 marzo 1996
  • Messa in onda italiana: 11 agosto 1996

Durante una parata di celebrazione per il settantacinquesimo anniversario di Grattachecca e Fichetto, Bart conosce Chester J. Lampwick, un senzatetto che dichiara di essere il vero inventore di Fichetto, a cui Roger Meyers rubò l'idea. Bart e Lisa aiutano l'uomo a far riconoscere i propri diritti sulla creazione, mandando in bancarotta gli studios che producono il cartone animato. Bart e Lisa decidono di trovare un sistema per far tornare in onda Grattachecca e Fichetto, ma scoprono di essere stati preceduti da un'altra coppia di fratelli, Lester e Eliza.

  • Guest star: Suzanne Somers (voce di se stessa), Kirk Douglas (voce di Chester J. Lampwick)
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: i Simpson, seduti sul divano, vengono colorati da dei disegnatori.

Un pesce di nome Selma[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Jack Barth
  • Regia: Mark Kirkland
  • Messa in onda originale: 24 marzo 1996
  • Messa in onda italiana: 4 agosto 1996

A causa dei pettegolezzi sulla sua bizzarra vita sessuale, la carriera di Troy McClure è arrivata ad una battuta di arresto. Su consiglio del proprio agente, l'attore decide di sposare Selma Bouvier, conosciuta alla motorizzazione. Nonostante Selma si renda conto che il suo è un matrimonio di interessi, decide di accettare comunque la situazione per godere dei vantaggi che comporta essere la moglie di un vip, fino al momento in cui Troy le chiede di fare un figlio. Sempre consigliato dal proprio agente, Troy ha pensato che avere un figlio porterebbe ancora maggiore giovamento alla sua carriera. Selma però rifiuta di avere un figlio così e lascia il marito.

  • Guest star: Jeff Goldblum (voce di MacArthur Parker)
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: i Simpson, tutti a forma di giocattoli a molla, vanno verso il divano, ma Homer cade per terra mentre tutti si siedono sul divano.

Bart girandolone[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Richard Appell
  • Regia: Swinton O. Scott III
  • Messa in onda originale: 31 marzo 1996
  • Messa in onda italiana: 18 agosto 1996

Bart riesce ad entrare in possesso di una patente a suo nome falsa, e ne approfitta per affittare una automobile, e fare un viaggio durante il break di primavera insieme a Milhouse, Martin e Nelson, dicendo ai genitori di essere ad una gara di spelling con la scuola. Lisa invece passa il proprio tempo col padre alla centrale, divertendosi molto. Rimasto senza soldi ed impossibilitato a tornare a casa o a rivelare la verità ai genitori, Bart chiama Lisa in cerca d'aiuto. Su consiglio di Lisa, Bart diventa un corriere espresso e la sorella convince il padre ad ordinare una nuova consolle per la centrale nucleare, facendo così rientrare Bart e i suoi amici a Springfield.

  • Guest star: Jim Lau (voce del dottore di Hong Kong)
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: il divano ha il dispositivo per rimettere a posto i birilli nelle piste da bowling: il gatto viene spostato e la macchina dispone i Simpson sul divano.

22 cortometraggi di Springfield[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Greg Daniels
  • Regia: Jim Reardon
  • Messa in onda originale: 14 aprile 1996
  • Messa in onda italiana: 18 febbraio 1998

Bart e Milhouse fantasticano su quante cose incredibili succedano ogni giorno agli abitanti di Springfield, il che porta l'episodio a mostrare una serie di storie di pochi minuti ciascuna legata ad i personaggi secondari della storia. Vengono raccontate delle brevi vicende legate ad Apu, al signor Burns, al dottor Nick, a Boe, al direttore Skinner, al commissario Winchester, all'uomo ape, al reverendo Lovejoy, a Cletus ed all'uomo dei fumetti. Negli ultimi secondi compare anche il Professor Frink, ma non fa in tempo a raccontare la propria storia.

Una particolarità di questo episodio è che riprende molte scene dal film Pulp Fiction, di Quentin Tarantino, come la scena in cui i poliziotti parlano tra loro di come il nome dei panini e bevande cambi dal Krusty Burger al McDonald's, oppure quella in cui il commissario Winchester e Serpe vengono catturati, legati alla sedia e imbavagliati dal commerciante d'armi.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: i Simpson in versione rane acquatiche nuotano verso una conchiglia al posto del divano e, invece della TV, guardano una cassa del tesoro.

L'infuriato Abe Simpson e suo nipote brontolone in "La maledizione del pescediavolo battagliero"[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Jonathan Collier
  • Regia: Jeffrey Lynch
  • Messa in onda originale: 28 aprile 1996
  • Messa in onda italiana: 19 febbraio 1998

Il rapporto fra nonno Simpson e Bart non va particolarmente bene, a causa dei racconti inverosimili a cui nessuno crede più. Contemporaneamente, muore un ex commilitone del nonno, lasciandolo con signor Burns l'unico superstite del plotone pescediavolo battagliero che operava durante la seconda guerra mondiale: negli ultimi giorni di guerra, i membri del plotone avevano trovato una cassa contenente vari quadri di grande valore, e strinsero un patto in cui decisero che il tesoro sarebbe andato a chi fosse sopravvissuto più a lungo. Per entrare in possesso dei quadri, Burns assolda un killer per uccidere il nonno, che racconta la storia a Bart, il quale decide di aiutarlo a recuperare il tesoro prima di Burns. Dopo una spericolata corsa, Nonno Simpson recupera i quadri e fa fuggire Burns radiandolo per sempre dal plotone. Purtroppo i Simpson non possono usufruire delle ricchezze, dato che i quadri vengono confiscati dal Dipartimento di Stato. Nonostante tutto, nonno e nipote hanno passato un'avventura memorabile.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: dopo essersi seduto sul divano, Homer alza un tappo nel pavimento e tutto viene risucchiato al suo interno.

Tanto Apu per niente[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: David S. Cohen
  • Regia: Susie Dietter
  • Messa in onda originale: 5 maggio 1996
  • Messa in onda italiana: 20 febbraio 1998

Dopo che un orso è sceso in città fino ad Evergeen Terrace, il sindaco Quimby viene costretto a istituire una pattuglia anti-orsi, che costringe gli abitanti di Springfield a pagare più tasse. Quando i cittadini gli si rivoltano contro, Quimby tenta di distogliere l'attenzione da sé e puntarla sugli immigrati clandestini, creando la "Proposta 24", che servirà a rimpatriare i clandestini. I Simpson aiutano così l'amico Apu ad ottenere la cittadinanza americana, mentre per via della proposta il giardiniere Willie viene espulso.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: i Simpson sono dei trofei di caccia di un cacciatore che entra nel salotto, si siede sul divano e fuma una pipa.

Homerpalooza[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Brent Forrester
  • Regia: Wes Archer
  • Messa in onda originale: 19 maggio 1996
  • Messa in onda italiana: 23 febbraio 1998

Homer, per dimostrare ai figli di essere un padre alla moda, porta Bart e Lisa all'Hullabalooza music festival, dove viene assunto come fenomeno da baraccone, per la sua capacità di sopportare la forza di una cannonata nella pancia. Homer gira l'America con il tour, fino al giorno in cui si fa tappa a Springfield e, per via di alcuni dolori addominali, si fa visitare da un medico. Il dottore gli dice che un altro colpo allo stomaco potrebbe ucciderlo, ma Homer non vuole perdere l'occasione di esibirsi davanti alla sua famiglia ed ai suoi concittadini. All'ultimo momento Homer decide di non esibirsi e di abbandonare il tour.

  • Guest star: The Smashing Pumpkins (voci di se stessi), Cypress Hill (voci di se stessi), Sonic Youth (voci di se stessi) e Peter Frampton (voce di se stesso)
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: la luce nel salotto è di un colore strano e, dopo essersi seduti, Homer accende la luce e torna tutto a posto.

Un mare di amici[modifica | modifica sorgente]

  • Sceneggiatura: Dan Greaney
  • Regia: Mark Kirkland
  • Messa in onda originale: 19 maggio 1996
  • Messa in onda italiana: 24 febbraio 1998

All'inizio dell'estate, Ned Flanders presta la propria casa al mare alla famiglia Simpson. Lisa decide di farsi degli amici sul posto, approfittando del fatto che nessuno la conosce, stringendo amicizia con una ragazza di nome Erin ed alcuni ragazzi del luogo. Bart, diventato geloso per via di questa situazione, rivela ai nuovi amici di Lisa che in realtà sua sorella è una secchiona. Lisa pensa di aver perduto i suoi nuovi amici, ma la sera successiva questi le fanno una gradevole sorpresa.

  • Guest star: Christina Ricci (voce di Erin)
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: dal divano esce un fax dei Simpson, il quale poi viene strappato e posizionato a terra.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

I Simpson Portale I Simpson: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di I Simpson