Waylon Smithers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Chi è quell'uomo?
È Homer Simpson, signore! Ispettore capo del settore 7G »
(Risposta di Smithers alla domanda di Burns)
Waylon Smithers
Waylon Smithers
Waylon Smithers
Lingua orig. Inglese
Autore Matt Groening
1ª app. 21 gennaio 1990
app. it. 12 novembre 1991
Voce orig. Harry Shearer
Voci italiane
Sesso Maschio
Data di nascita 1954[1]
Parenti Waylon Smithers Sr. (padre deceduto)

Waylon Smithers Jr. è un personaggio della serie animata I Simpson.

Al suo esordio nella serie appare come un afroamericano dai capelli bianchi, ma poi acquista subito la pelle gialla.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

È l'assistente tuttofare del signor Burns, proprietario della centrale nucleare di Springfield nonché persona più anziana e ricca della città. Dato che l'anziano miliardario non riesce neanche a muovere una penna da solo, Smithers sta con lui sia in ufficio, dove tiene a bada i dipendenti, sia a casa dove gli prepara i pasti, lo lava, gli fa da autista, da cameriere e da governante. Smithers dunque svolge qualunque tipo di lavoro per Burns, di cui è perdutamente innamorato: nella puntata in cui si presenta la minaccia di un'apocalisse sulla città, Smithers si dichiara apertamente, appena prima di scoprire che l'apocalisse non ci sarebbe stata.

Ricorrenti sono quindi le situazioni in cui manifesta questo suo amore: in un suo sogno Burns entra di notte dalla finestra volando, mentre un'altra volta Smithers, pensando alla festa di compleanno che ha sempre desiderato, immagina una torta da cui esce il signor Burns nudo. Nell'episodio Lisa contro Malibu Stacy, Smithers accende il proprio computer su cui appare subito un'immagine animata di Burns, che dice con voce sensuale: "sei proprio bravo ad accendermi, Smithers... Molto bravo...".

Sebbene il suo orientamento sessuale non sia mai stato dichiarato ufficialmente, tutto lascia pensare che Smithers sia gay. Ad esempio, nella puntata La fobia di Homer dà segni di gelosia quando incontra il suo amico gay John in compagnia di Marge, Lisa e Bart. Nella puntata Homer lo Smithers, giunge anche ad essere invidioso di Homer Simpson, che lo sostituisce per un po' e costringe Burns a cavarsela da solo. Ma Smithers, tornato dalla vacanza in un villaggio gay, riesce a far tornare il capo dipendente in tutto e per tutto da lui.

In una puntata si scopre che suo padre Smithers Sr. morì nella centrale nucleare (poi ritrovato cadavere da Homer nel laghetto nelle vicinanze della centrale nucleare) e da allora Burns si prese cura del figlio neonato, raccontandogli che il padre fu ucciso in Amazzonia da una tribù di donne selvagge. Si suppone che questo abbia influito sull'orientamento sessuale di Smithers, anche perché Burns, dopo aver confessato la verità, chiede se il falso racconto lo abbia traumatizzato e Smithers afferma titubante "Non lo sapremo mai signore...". In una puntata, si scopre infatti che Smithers ha un vero e proprio terrore per le donne (vedasi gli esempi giù).

Nel 138º episodio spettacolare viene detto che è celibe.

Durante le puntate emergono di tanto in tanto anche altri particolari su Smithers che fugano ogni dubbio sul suo orientamento sessuale. Volendo fare altri esempi:

  • È il più grande collezionista mondiale di Malibu Stacy (una bambola parodia della Barbie).
  • Il suo appartamento è arredato nel tipico stile della comunità gay americana.
  • Lo si vede pattinare vestito con una canottiera fucsia aderente nel quartiere gay di Springfield.
  • Lo si vede in vacanza in un villaggio turistico per soli uomini.
  • Alcuni personaggi dichiaratamente gay fanno capire di aver avuto una relazione con lui.
  • Quando Telespalla Bob viene eletto sindaco per i Repubblicani, notoriamente ostili all'omosessualità, Smithers, pur avendo partecipato alla sua campagna elettorale (più che altro, per assecondare gli interessi del signor Burns), dichiara di non condividerne la politica ultraconservatrice, in evidente contrasto, come egli stesso afferma, "con il mio stile di vita".
  • Quando Burns, alla ricerca di compagnia femminile, si reca in un locale a luci rosse, Smithers si copre il volto e inorridisce di fronte a due donne che agitano le proprie forme davanti a lui. Inoltre, nell'episodio Il notturno di Bart, risulta tra delle persone fotografate a frequentare una casa di tolleranza. Si giustifica dicendo: "È stata la mamma; mi ha detto almeno di provare".
  • Durante la parata dell'orgoglio gay di Springfield tra i vari carri allegorici ce n'è uno con la scritta Stayin' in the closet (Rimasti nello stanzino, espressione gergale americana per indicare i gay non dichiarati): non si vede chi c'è dietro la porta, ma le voci sono quelle di Patty Bouvier e appunto di Waylon Smithers.
  • In un episodio compra degli estrogeni da Marge, e quando lei gli fa notare che sono ormoni femminili, Smithers, in evidente difficoltà, si giustifica dicendo che gli estrogeni sono per "una persona amica intrappolata nel corpo di un'altra persona amica".
  • Oltre alle fantasie erotiche, sono svariate le avances (goffe e timide) rivolte a Burns, tra le quali:
    • Quando Burns legge che troverà l'amore alla festa della bandiera, Smithers fa capire che vorrebbe almeno avere "qualcosa" con lui;
    • Quando Burns dichiara di volersi trasferire, dicendo: "Almeno lì c'è qualcuno che mi ama", Smithers subito ribatte: "Anche qui c'è qualcuno che l'ama, signore".
    • Nell'episodio Il fanciullo interiore di Bart, nel quale l'intera Springfield si libera da schemi e catene, Smithers durante la festa finale si fa avanti con: "Approfitto dell'atmosfera, signore, per dirle che..... Io l'amo!". Burns gli rivolge uno sguardo confuso, Smithers aggiunge: "...l'amo con quei colori, signore!"; subito si allontana sussurrando: "il momento giusto era nella rimessa della barca!"
    • Nell'episodio Lisa la scettica, poco prima della presunta fine del mondo profetizzata dallo scheletro di angelo, trova il coraggio di baciare in bocca Burns. Quando poi si scopre che la profezia non era altro che una manovra pubblicitaria per l'apertura di un nuovo centro commerciale, Smithers, imbarazzato, si giustifica con il capo dicendogli: "Signore, riguardo a quel bacio... Era solo un segno del mio rispetto per lei!"
    • Nell'episodio Impero mediatico Burns, nel quale Charles Montgomery Burns capì di essere odiato da moltissime persone Waylon Smithers gli disse che aveva sempre lui come persona da cui essere amato.

Nonostante tutto ciò, nell'episodio I segreti di un matrimonio felice, Smithers afferma di essere stato sposato e di aver divorziato; infatti non ha saputo mantenere in piedi il matrimonio perché infatuato del suo capo. Inoltre, nella puntata in cui Bart e Lisa possono vedersi nel futuro (grazie ad un congegno inventato dal professor Frink) Bart si ritrova a casa di Montgomery Burns, e Smithers entra sulla scena accompagnato da una bellissima donna, presentata come sua fidanzata. Bart allude alla sua presunta omosessualità, ma Smithers la nega, grazie ad una iniezione che deve farsi ogni 10 minuti (di cui Smithers dà subito una dimostrazione, seguita dall'urlo "Amo le poppe!!!"). In un'altra puntata ancora lo troviamo addirittura impegnato in un tentativo di "abbordaggio" nei confronti di Marge: vestito da cowboy, la invitava a ballare una quadriglia, adoperando un tono di voce fra l'altro molto più basso e maschile di quello usato di solito.

Doppiaggio italiano[modifica | modifica wikitesto]

Smithers è stato doppiato da Vittorio Amandola nelle prime venti stagioni (eccetto la stagione 13 in cui è doppiato da Maurizio Reti) e nel film dei Simpson. Dopo la morte di Amandola (2010), Smithers è doppiato da Pasquale Anselmo. Nella prima stagione del nuovo doppiaggio, la voce di Smithers appare molto diversa dalla precedente, più profonda anziché leggermente stridula e nasale, successivamente Anselmo ha doppiato Smithers con una voce più simile a quella di Amandola.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • In una puntata, mentre si vede il video della morte di Waylon Smithers Sr., si vede che il piccolo Smithers pronunciò (molto probabilmente) la prima parola davanti al signor Burns, cioè signore.
  • In un'altra puntata si scopre che Smithers è allergico alle punture d'ape, che gli potrebbero causare la morte. Proprio allora un'ape lo punge dopo un maldestro tentativo del signor Burns di scacciarla, lasciando Smithers agonizzante.
  • Sebbene Burns abbia deciso di seppellire Smithers vivo alla sua morte (parodia del finale del romanzo di Victor Hugo Notre-Dame de Paris, dove Quasimodo si seppellisce vivo con la defunta Esmeralda), in un futuro prospettato dalla serie, in cui il signor Burns è stato pugnalato alla schiena 17 volte, Smithers lo ha ibernato in una stanza di ghiaccio, in attesa che gli scienziati trovino una cura per salvarlo (parodia questa del personaggio dei fumetti DC Mister Freeze, che ha ibernato la moglie prima che venisse uccisa dalla "Sindrome di McGregor").
  • Nell'episodio Marinaio Homer, appaiono sul ponte del sommergibile dove era imbarcato Homer i Village People, intenti a cantare In the Navy, e poco più in là si vede Smithers ballare.
  • Nonostante, per convenzione, Waylon Smithers abbia un'età intorno ai 35 anni, il suo anno di nascita è il 1954. Infatti, nell'episodio Il vecchio e Lisa, il signor Burns cerca di incolparlo per non averlo avvisato del Crac del 1929 e a questa accusa Smithers risponde: "Ma signore, è accaduto 25 anni prima che io nascessi!". Va comunque considerato che la linea del tempo dei personaggi Simpson è ferma, ovvero non invecchiano mai.
  • Nell'episodio Il bar delle pazze Waylon Smithers trasforma il bar di Boe in un bar per omosessuali "poco trendy", tra gli omosessuali compare anche Patty Bouvier.
  • Nel videogioco arcade The Simpsons e nel picchiaduro The Simpsons wrestling, Smithers è, assieme al signor Burns, il boss finale del gioco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 8ª stagione, Ep. 19

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

I Simpson Portale I Simpson: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di I Simpson