Episodi de I Simpson (dodicesima stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Episodi de I Simpson.

La dodicesima stagione de I Simpson (serie di produzione CABF) è andata in onda negli Stati Uniti dal 1º novembre 2000 al 20 maggio 2001.

La stagione comprende quattro episodi della serie di produzione BABF, relativa alla precedente stagione.

L'episodio HOMR ha vinto un Emmy per il miglior programma animato.

In Italia è stata trasmessa per la prima volta nell'ottobre del 2001 su Italia 1.

Dal 16 settembre 2009 è in vendita il cofanetto contenente la dodicesima stagione completa.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Codice di produzione Titolo Titolo originale Prima TV USA Stati Uniti Prima TV Italia Italia
1 BABF21 La paura fa novanta XI Treehouse of Horror XI 1º novembre 2000 1º ottobre 2001
2 BABF20 La storia di due Springfield A Tale of Two Springfields 5 novembre 2000 2 ottobre 2001
3 BABF17 Figlia unica di Krusty ignaro Insane Clown Poppy 12 novembre 2000 3 ottobre 2001
4 CABF01 Lisa l'ambientalista Lisa the Tree Hugger 19 novembre 2000 4 ottobre 2001
5 CABF04 Homer si gioca la dignità Homer vs. Dignity 26 novembre 2000 5 ottobre 2001
6 CABF02 Galeotto fu il computer e chi lo usò The Computer Wore Menace Shoes 3 dicembre 2000 8 ottobre 2001
7 CABF03 Truffa oggi... truffa domani! The Great Money Caper 10 dicembre 2000 10 ottobre 2001
8 CABF06 Tormenti di neve Skinner's Sense of Snow 17 dicembre 2000 11 ottobre 2001
9 BABF22 HOMR HOMR 7 gennaio 2001 12 ottobre 2001
10 CABF05 Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio Pokey Mom 14 gennaio 2001 15 ottobre 2001
11 CABF08 Il peggior episodio mai visto Worst Episode Ever 4 febbraio 2001 29 ottobre 2001
12 CABF07 Homer il racchettaro Tennis the Menace 11 febbraio 2001 16 ottobre 2001
13 CABF10 Il giorno dello sciacallino Day of the Jackanapes 18 febbraio 2001 30 ottobre 2001
14 CABF12 Party Posse: musica e follia New Kids on the Blecch 25 febbraio 2001 17 ottobre 2001
15 CABF09 Affamatissimo Homer Hungry, Hungry Homer 4 marzo 2001 18 ottobre 2001
16 CABF11 Bulli e secchioni Bye Bye Nerdie 11 marzo 2001 19 ottobre 2001
17 CABF13 Il safari dei Simpson Simpson Safari 1º aprile 2001 22 ottobre 2001
18 CABF14 Trilogia di una giornata Trilogy of Error 29 aprile 2001 23 ottobre 2001
19 CABF15 Vado a Osannalandia I'm Goin' to Praiseland 6 maggio 2001 24 ottobre 2001
20 CABF16 Il centro dell'infanzia di Homer Children of a Lesser Clod 13 maggio 2001 25 ottobre 2001
21 CABF17 Il cantastorie Simpsons Tall Tales 20 maggio 2001 26 ottobre 2001

La paura fa novanta XI[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi La paura fa novanta XI-XX#La paura fa novanta XI.
  • Sceneggiatura: Rob Lazebnick e John Frink, Don Payne e Carolyn Omine
  • Regia: Matt Nastuk
  • Messa in onda originale: 1º novembre 2000
  • Messa in onda italiana: 1º ottobre 2001

Tre storie di Halloween, introdotte dalla famiglia Simpson che interpretano i personaggi de "i Mostri", ma vengono successivamente attaccati dagli abitanti dei Springfield, che risparmiano solo Lisa:

  • F-F-Fantasma P-P-Papà (G-G-Ghost D-D-Dad)
    Homer muore, soffocato da un cavoletto di Bruxelles, e deve fare una buona azione per essere ammesso in Paradiso.
  • I racconti paurosi possono avverarsi (Scary Tales Can Come True)
    Parodia di Hansel e Gretel in cui Bart e Lisa vengono abbandonati nel bosco dal padre, e vengono catturati da una strega, la cui casa è realizzata interamente di dolci.
  • La notte del delfino (Night of the Dolphin)
    Lisa libera un delfino da un acquario, ma questi si rivela essere l'imperatore della razza, e per lavare l'onta subita decide di conquistare la Terra.
  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: assente
  • Gag del divano: assente

La storia di due Springfield[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: John Swartzwelder
  • Regia: Shaun Cashman
  • Messa in onda originale: 5 novembre 2000
  • Messa in onda italiana: 2 ottobre 2001

Nel tentativo di chiamare aiuto per poter liberare la cuccia del piccolo aiutante di Babbo Natale da un tasso, Homer scopre che Springfield è stata divisa in due zone con differenti prefissi telefonici. L'uomo indice una riunione cittadina per protestare, che termina con la separazione della città in due tramite una enorme muraglia. Tuttavia la carenza di provviste in un lato della città convince tutti i cittadini, tranne la famiglia Simpson, a trasferirsi nell'altro lato, lasciando Homer come sindaco di una città fantasma. A salvare la situazione ci penserà il gruppo rock The Who, che in un concerto suggerirà di utilizzare lo speed-dial e distruggerà il muro con un assolo.

  • Guest star: The Who (voce di se stessi)
  • Frase alla lavagna: Non trasmetterò subliminALi messaggiGORE
  • Gag del divano: Bart arriva prima di tutti e mette un cuscino-scherzo. Quando arriva la famiglia, Homer si siede sopra al cuscino e, dopo che viene emesso un rumore simile ad una flatulenza, Bart scoppia a ridere.

Figlia unica di Krusty ignaro[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: John Frink e Don Payne
  • Regia: Bob Anderson
  • Messa in onda originale: 12 novembre 2000
  • Messa in onda italiana: 3 ottobre 2001

Krusty il clown scopre di avere una figlia, nata da una relazione di una notte con una soldatessa conosciuta durante la guerra del Golfo. La bambina, Sophie, insiste per poter avere un rapporto con il padre, ed inizialmente le cose vanno piuttosto bene. Tuttavia Krusty durante una partita a poker con Tony Ciccione si gioca il violino della figlia, che perde la fiducia in lui. Per riconquistare l'affetto di Sophie, Krusty, aiutato da Homer entra in casa di Tony Ciccione per recuperare lo strumento, riuscendoci ma finendo quasi uccisi.

  • Guest star: Drew Barrymore (voce di Sophia), Amy Tan (voce di se stessa), Jay Mohr (voce di Christopher Walken), Stephen King (voce di se stesso), John Updike (voce di se stesso)
  • Frase alla lavagna: Non spaventerò chi soffre di incontinenza
  • Gag del divano: i Simpson, arrivando sul divano, rimangono fermi sospesi a mezz'aria, parodiando gli attori del film Matrix.

Lisa l'ambientalista[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: Matt Selman
  • Regia: Steven Dean Moore
  • Messa in onda originale: 19 novembre 2000
  • Messa in onda italiana: 4 ottobre 2001

La famiglia Simpson va a mangiare al Krusty Burger ma assiste ad una riunione di ambientalisti. Lisa, sostenitrice delle loro idee, si invaghisce di Jesse Grass, il capo dell'associazione, e viene ammessa nel gruppo. In una loro riunione viene a sapere che il Ricco Texano vuole abbattere la sequoia più alta di Springfield; Lisa si oppone, e decide di andare ad abitarci sopra per impedirne la distruzione. Il piano riesce i primi giorni, ma in una notte di temporale, Lisa decide di andare a trovare la famiglia. Quando però torna la mattina dopo, scopre che l'albero è stato abbattuto da un fulmine, e viene creduta morta. Lisa inizialmente decide di non uscire allo scoperto, ma quando il Ricco Texano afferma di voler costruire nel luogo in cui sorgeva l'albero, un luna park in memoria di Lisa, decide mostrarsi in pubblico e impedire il piano del magnate.

  • Guest star: Joshua Jackson (voce di Jesse Grass)
  • Frase alla lavagna: Non sono il presidente incaricato
  • Gag del divano: i Simpson sono vestiti da teletubbies e Maggie, vedendoli, applaude.

Homer si gioca la dignità[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: Rob LaZebnik
  • Regia: Neil Affleck
  • Messa in onda originale: 26 novembre 2000
  • Messa in onda italiana: 5 ottobre 2001

Waylon Smithers parte per un viaggio per il New Mexico, lasciando da solo il signor Burns che per alcuni giorni non sa che fare. La soluzione arriva quando Homer, immerso nei problemi finanziari, si dichiara disposto a tutto per ottenere un aumento: così Burns convince il suo dipendente a umiliarsi in pubblico per lui, in cambio di soldi. Tuttavia Lisa, dopo l'ennesima umiliazione del padre (travestirsi da panda ed entrare nella gabbia dello zoo), lo scopre, e gli insegna il vero valore della dignità. A questo punto Homer, colpito dalle parole della figlia, decide di non sottomettersi più alle decisioni di Burns, rinunciando anche ad un milione di dollari.

  • Guest star: Leeza Gibbons (voce di se stessa)
  • Frase alla lavagna: Non spaventerò chi soffre di incontinenza
  • Gag del divano: nel soggiorno c'è una rampa, dalla quale spuntano i Simpson in skateboard. Tutti superano la rampa e si siedono sul divano, tranne Homer che cade per terra.

Galeotto fu il computer e chi lo usò[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: John Swartzwelder
  • Regia: Mark Kirkland
  • Messa in onda originale: 3 dicembre 2000
  • Messa in onda italiana: 8 ottobre 2001

Homer compra un computer ed apre un sito internet in cui scrive pettegolezzi e speculazioni sentite in giro, sotto lo pseudonimo di "Mr. X". Le sue notizie, rivelatesi vere fanno ottenere a Mr. X il premio Pulitzer, ma per ottenerlo Homer è costretto a rivelare la propria identità, rendendo successivamente impossibile reperire nuove notizie per il sito, che quindi comincia ad inventare. Una delle sue notizie inventate rivela che tramite il vaccino il governo stia dominando le menti della popolazione. Per tale notizia Homer viene rapito da una misteriosa organizzazione che lo tiene segregato, insieme ad altri individui scomodi in un posto chiamato semplicemente "l'isola", mentre a casa viene sostituito da un sosia. Sull'isola conosce Numero 6, che si trova lì per aver inventato il sacchetto senza fondo delle noccioline, e che mostra a Homer la barca che è riuscito a costruirsi, fatta con rotoli di carta igienica e forchette di plastica: Homer se ne impossessa e tenta la fuga, riuscendo a tornare a casa dalla sua famiglia, ma a questo punto viene nuovamente sedato e riportato sull'isola insieme alla sua famiglia.

  • Guest star: Patrick McGoohan (voce di Numero 6)
  • Frase alla lavagna: Fornirò un campione di urine solo quando sarà richiesto
  • Gag del divano: il piccolo aiutante di Babbo Natale sta ballando in salotto, parodiando Snoopy della versione animata del fumetto Peanuts.[1]

Truffa oggi... truffa domani![modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: Carolyn Omine
  • Regia: Michael Polcino
  • Messa in onda originale: 10 dicembre 2000
  • Messa in onda italiana: 10 ottobre 2001

Homer e Bart mettono in piedi alcuni espedienti truffaldini per estorcere soldi ad i cittadini di Springfield. A loro si unisce ben presto il nonno, che si rivela un esperto in materia e fornisce l'idea di truffare gli anziani della casa di riposo. Tuttavia la truffa viene scoperta e Homer e Bart arrestati. I due riescono a farla franca facendo ricadere le colpe sul giardiniere Willie. Ben presto però si scoprirà che l'intera cittadina aveva montato una messinscena per dare una lezione ad Homer e Bart.

  • Guest star: Edward Norton (voce di Devon Bradley)
  • Frase alla lavagna: L'infermiera non è un mazziere
  • Gag del divano: i Simpson, vestiti da sub, raggiungono il divano: la telecamera si allarga e si vede che in realtà sono in un acquario per pesci.

Tormenti di neve[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: Tim Long
  • Regia: Lance Kramer
  • Messa in onda originale: 17 dicembre 2000
  • Messa in onda italiana: 11 ottobre 2001

il preside Skinner, il bidello Willie ed alcuni studenti della scuola elementare di Springfield rimangono intrappolati nell'istituto per via di una furiosa nevicata. Per imporre disciplina agli studenti, Skinner utilizza la propria esperienza militare, ma in breve tempo viene messo fuori gioco dai ragazzi, che rispondono alla leadership di Bart. A salvare i ragazzi ci penseranno Homer e Ned Flanders, che faranno crollare un silos di sale sulla scuola, facendo sciogliere la neve.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: La lezione di scienze non dovrebbe finire in tragedia
  • Gag del divano: i Simpson si buttano su una palla vestiti da giocatori di football americano e alla fine esce Maggie dal mucchio con la palla vincendo.

HOMR[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: Al Jean
  • Regia: Mike Anderson
  • Messa in onda originale: 7 gennaio 2001
  • Messa in onda italiana: 12 ottobre 2001

Per pagare alcuni debiti, Homer si fa assumere come cavia umana per alcuni esperimenti. In questa sede scopre che la causa della sua scarsa intelligenza è un pennarello infilatosi nel naso quando era bambino, che tocca il cervello. La rimozione del pennarello, rende Homer una persona estremamente intelligente e sensibile in perfetta sintonia con la figlia Lisa. Tuttavia grazie all'acquisita consapevolezza Homer diventa anche infelice, e decide di sottoporsi ad un nuovo intervento (effettuato da Boe) per reinserire il pennarello. Prima di ritornare ad essere stupido, Homer scrive una lettera a Lisa in cui le rivela quanto apprezzi l'intelligenza della figlia, rendendola felice.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: La network TV non è morta
  • Gag del divano: i Simpson sono portati sul divano da cinque tubi, con essi arriva però Fry, personaggio di Futurama, che viene subito dopo scambiato con Bart, a cui aveva preso il posto.

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: Tom Martin
  • Regia: Bob Anderson
  • Messa in onda originale: 14 gennaio 2001
  • Messa in onda italiana: 15 ottobre 2001

Marge prende a cuore il caso di un detenuto, Jack Crowley, dallo spiccato talento artistico, al punto di garantire per lui al momento del suo rilascio. Marge riesce persino a trovargli un lavoro presso la scuola elementare di Springfield, dove il preside Skinner ha bisogno di qualcuno che dipinga un murales con il motto della scuola. Tuttavia Skinner indispettisce Jack costringendolo a ridipingere il murales da lui realizzato, con uno più banale ed infantile. Esasperato Jack da fuoco all'automobile di Skinner e viene nuovamente arrestato. Homer intanto ha trovato un sistema per curare il mal di schiena, tramite un bidone della spazzatura, ma il suo strumento di lavoro viene distrutto dai chiropratici, spaventati dalla concorrenza.

  • Guest star: Michael Keaton (voce di Jack Crowley), Charles Napier (voce della guardia), Robert Schimmel (voce di se stesso), Bruce Vilanch (voce di se stesso)
  • Frase alla lavagna: Non "sguinzaglierò i cani"
  • Gag del divano: dopo che i Simpson si sono seduti sul divano, quest'ultimo ruota su di sé e si vede Ned Flanders incatenato.

Il peggior episodio mai visto[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: Larry Doyle
  • Regia: Matthew Nastuk
  • Messa in onda originale: 4 febbraio 2001
  • Messa in onda italiana: 29 ottobre 2001

L'uomo dei fumetti viene colto da un attacco cardiaco, e la bottega del fumetto viene presa in gestione da Bart e Milhouse, che durante un litigio scoprono una stanza segreta in cui l'uomo fumetto tiene nascosti alcuni video segreti ed illeciti. Intanto Homer per aiutare la riabilitazione dell'uomo fumetto gli fa conoscere Agnes Skinner, con cui l'uomo intreccia una passionale relazione. La relazione viene interrotta quando l'uomo viene arrestato in seguito ad una retata presso la bottega, in cui sono stati reperiti i video segreti.

  • Guest star: Tom Savini (voce di se stesso)
  • Frase alla lavagna: Non nasconderò le medicine della maestra
  • Gag del divano: il ragazzo dalla voce stridula mette a posto il divano e aspetta che qualcuno gli dia la mancia, ma quando Homer non gliela concede, se ne va arrabbiato.

Homer il racchettaro[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: Ian Maxtone-Graham
  • Regia: Jen Kamerman
  • Messa in onda originale: 11 febbraio 2001
  • Messa in onda italiana: 16 ottobre 2001

Homer decide di spendere i soldi vinti da nonno Simpson ad un talent show della casa di riposo per costruire un campo da tennis in giardino. Marge è molto contrariata però dal fatto che lei ed Homer siano diventati lo zimbello della città, dato che i due vengono sistematicamente sconfitti da chiunque. Per riparare Homer iscrive se stesso e la moglie ad un torneo di tennis di Krusty il clown, a cui però Marge partecipa insieme a Bart che ha dimostrato grande talento nello sport. Ingelosito Homer fa coppia con Lisa. Entrambe le coppie si iscrivono ad un altro torneo, ma all'ultimo momento, per assicurarsi la vittoria Homer sostituisce la figlia con Venus Williams, mentre Marge sostituisce Bart con Serena Williams. Il posto di Homer viene preso da Andre Agassi mentre quello di Marge da Pete Sampras. Alla fine la famiglia, nuovamente riunita, si goda la partita di tennis dei quattro campioni.

  • Guest star: Andre Agassi (voce di se stesso), Pete Sampras (voce di se stesso), Serena Williams (voce di se stessa), Venus Williams (voce di se stessa)
  • Frase alla lavagna: Non pubblicherò l'estratto conto del direttore
  • Gag del divano: il soggiorno è ghiacciato e i Simpson arrivano sul divano pattinando; quando però Homer si siede, la sua parte di divano si spezza e cade nell'acqua ghiacciata.

Il giorno dello sciacallino[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: Al Jean
  • Regia: Michael Marcantel
  • Messa in onda originale: 18 febbraio 2001
  • Messa in onda italiana: 30 ottobre 2001

Esasperato dalle richieste del network, che non esita ad interromperlo neanche durante la trasmissione, Krusty il clown annuncia il proprio abbandono del mondo dello spettacolo. Contemporaneamente, Telespalla Bob, riuscito nuovamente ad essere rilasciato dal carcere, ipnotizza Bart allo scopo di fargli uccidere Krusty con dell'esplosivo durante il suo show di addio. Il piano di Telespalla Bob riesce perfettamente, ma all'ultimo momento si pente di ciò che sta per fare, dopo che Krusty ha chiesto perdono a Bob. A salvare la situazione ci pensa Mr. Teeny, che riesce a liberare Bart dall'esplosivo, e farlo esplodere nella stanza dove sono riuniti i dirigenti del network.

  • Guest star: Gary Coleman (voce di se stesso), Kelsey Grammer (voce di Telespalla Bob)
  • Frase alla lavagna: Il criceto non ha avuto "una vita piena"
  • Gag del divano: i Simpson arrivano nel soggiorno, ma Homer si sdraia per primo, come in una seduta psicanalitica, e dice ad un dottore, che ha le fattezze di Sigmund Freud, di essere pazzo.

Party Posse: musica e follia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: Tim Long
  • Regia: Steven Dean Moore
  • Messa in onda originale: 25 febbraio 2001
  • Messa in onda italiana: 17 ottobre 2001

Bart, Nelson, Ralph e Milhouse vengono scelti da L.T. Smash, un produttore musicale per formare una boy band, i Party Posse. Il gruppo riscuote un discreto successo, ma Lisa scopre che nei testi delle canzoni dei Party Posse sono nascosti dei messaggi subliminali, con i quali vengono reclutati cadetti per la marina militare. Il piano di L.T. Smash però si conclude quando gli viene comunicato che sono stati tagliati i fondi per il progetto. Impazzito Smash dirige la nave sulla quale si stava tenendo un concerto dei Party Posse verso New York, per distruggere la sede della rivista Mad Magazine, che aveva pubblicato una cattiva recensione sui Party Posse.

  • Guest star: 'N Sync (voce di se stessi)
  • Frase alla lavagna: Non comprerò una grazia dal presidente
  • Gag del divano: i Simpson, vestiti da carcerati, scavano un tunnel e arrivano al divano.

Affamatissimo Homer[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: John Swartzwelder
  • Regia: Nancy Kruse
  • Messa in onda originale: 4 marzo 2001
  • Messa in onda italiana: 18 ottobre 2001

Homer scopre fortuitamente che il presidente degli Isotopi di Springfield, Howard K. Duff VIII, la locale squadra di baseball vuole trasferire la squadra ad Albuquerque, e comincia uno sciopero della fame per denunciare il progetto. Tuttavia la manifestazione di Homer non soltanto non viene presa sul serio dai cittadini, ma viene persino strumentalizzata dalla società sportiva. Finalmente la manovra viene scoperta, quando Homer fa notare ai cittadini di Springfield che i sandwich che sono stati distribuiti sono stati farciti con i tipici ingredienti di Albuquerque. Scoperto il piano segreto, il sindaco di Albuquerque abbandona l'idea di acquistare gli Isotopi e decide di provarci con i Dallas Cowboys.

  • Guest star: Stacy Keach (Voce di Howard K. Duff VIII)
  • Frase alla lavagna: "L'isola della tentazione" non è una squallida lordura
  • Gag del divano: i Simpson con delle mosse di karate distruggono tutto quello che incontrano nel salotto. Alla fine Homer tira fuori il telecomando e accende la TV.

Bulli e secchioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: John Frink e Don Payne
  • Regia: Lauren MacMullan
  • Messa in onda originale: 11 marzo 2001
  • Messa in onda italiana: 19 ottobre 2001

Nello scuolabus, Lisa tenta di fare amicizia con una nuova studentessa appena iscrittasi, Francine, che però in tutta risposta la aggredisce violentemente. Le aggressioni nei confronti di Lisa e di altri "secchioni" della scuola, inducono Lisa a studiare il fenomeno. Lisa scopre che i bulli, come Francine, si oppongono ai secchioni per via di un feromone. Lisa presenta la sua scoperta ad un congresso annuale di scienziati, in cui Francine va in stato di berserk per via del quantitativo di secchioni presenti in sala. Intanto Homer avvia una attività per difendere i neonati dalle possibilità di incidenti domestici.

  • Guest star: Kathy Griffin (voce di Francine), Jan Hooks (voce di Manjula)
  • Frase alla lavagna: Non spaventerò il vice presidente
  • Gag del divano: i Simpson entrano nel soggiorno ognuno su una macchina da autoscontri, ma alla fine tutti i componenti della famiglia iniziano ad urtare la macchina di Homer.

Il safari dei Simpson[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: John Swartzwelder
  • Regia: Mark Kirkland
  • Messa in onda originale: 1º aprile 2001
  • Messa in onda italiana: 22 ottobre 2001

In seguito ad uno sciopero degli impacchettatori la città di Springfield rimane a corto di cibo. I Simpson trovano nella propria soffitta un pacchetto di cracker risalente ad anni prima, tramite il quale la famiglia vince un viaggio in Africa. Qui i Simpson conoscono la dottoressa Bushwell (parodia di Jane Goodall), che vive studiando le scimmie. Si scoprirà che in realtà la dottoressa sfrutta gli animali per estrarre diamanti dalle miniere, e quelli che lei aveva spacciato per bracconieri in realtà sono esponenti di greenpeace.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: Non getterò prove nel water
  • Gag del divano: i Simpson anziché sedersi sul divano iniziano a ballare venendo raggiunti da ballerine, animali da circo, trapezisti, giocolieri, mangiatori di fuoco, illusionisti. La scena si sposta poi dal salotto a un palco da teatro, mentre in sottofondo la sigla viene sostituita da una musica da circo.

Trilogia di una giornata[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: Matt Selman
  • Regia: Mike B. Anderson
  • Messa in onda originale: 29 aprile 2001
  • Messa in onda italiana: 23 ottobre 2001

Una giornata dei Simpson viene raccontata attraverso tre linee narrative che si intrecciano:

  • La giornata di Homer
    Marge taglia il pollice di Homer e deve accompagnarlo all'ospedale per riattaccarlo.
  • La giornata di Lisa
    Lisa perde lo scuolabus proprio nel giorno del progetto di scienze.
  • La giornata di Bart
    Bart e Milhouse trovano un deposito di fuochi d'artificio illegali.
  • Guest star: Frankie Muniz (voce di Thelonious)
  • Frase alla lavagna: Il fuoco non è un purificatore
  • Gag del divano: nel soggiorno c'è una rampa, dalla quale spuntano i Simpson in skateboard. Tutti superano la rampa e si siedono sul divano, tranne Homer che cade per terra.

Vado a Osannalandia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: Julie Thacker
  • Regia: Chuck Sheetz
  • Messa in onda originale: 6 maggio 2001
  • Messa in onda italiana: 24 ottobre 2001

I Simpson si offrono di ripulire casa di Ned Flanders da tutti i ricordi che riguardano la sua defunta moglie Maude. Fra le cose di Maude saltano fuori alcuni schizzi relativi ad un progetto di un parco a tema cristiano, chiamato "Osannalandia". I Flanders, aiutati dai Simpson riescono a realizzare il parco, ma a causa dei costumi morigerati e sobri di Ned, il parco si rivela terribilmente noioso e i clienti lo boicottano. Tuttavia si scopre che chi si inginocchia davanti alla statua di Maude che accoglie i visitatori all'ingresso del palco, viene colto da visioni mistiche, e l'"attrazione" fa accorrere numerosissimi clienti. Alla fine però si scopre che il "miracolo" è in realtà dovuto ad una pericolosissima perdita di gas, ed il parco viene chiuso.

  • Guest star: Shawn Colvin (voce di Rachel Jordan)
  • Frase alla lavagna: La genetica non è una scusa
  • Gag del divano: davanti al divano, una betoniera fa colare del cemento che forma ognuno dei componenti della famiglia Simpson. Alla fine la statua di Homer si spezza e cade.

Il centro dell'infanzia di Homer[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: Al Jean
  • Regia: Mike Polcino
  • Messa in onda originale: 13 maggio 2001
  • Messa in onda italiana: 25 ottobre 2001

Dopo essersi fratturato una gamba durante una partita di basket, Homer è costretto a casa, ed accetta di lavorare come babysitter. La cosa gli riesce talmente bene che decide di farla diventare una vera e propria attività domestica, aprendo un centro per l'infanzia. Per dedicarsi ai bambini, però Homer trascura i propri figli, Bart e Lisa che sono colti dalla gelosia. Per vendicarsi Bart e Lisa boicottano la premiazione di Homer come "uomo dell'anno", mostrando durante la premiazione un filmato che mostra come sia realmente Homer. La platea rimane inorridita, ma Homer fugge via portandosi via i "suoi" bambini, ma alla fine la sua fuga viene fermata dalla polizia. Alla fine dell'episodio Homer decide di concentrare le proprie attenzioni sui suoi figli.

  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: Oggi non è la festa della mamma
  • Gag del divano: i Simpson sono come i pupazzi dei crash test e il divano, proprio come nei crash test automobilistici, va ad impattare il televisore.

Il cantastorie[modifica | modifica wikitesto]

  • Sceneggiatura: John Frink, Don Payne, Bob Bendetson e Matt Selman
  • Regia: Bob Anderson
  • Messa in onda originale: 20 maggio 2001
  • Messa in onda italiana: 26 ottobre 2001

I Simpson, viaggiando come clandestini su un treno, incontrano un vagabondo che racconta loro, in cambio di spugnature, tre storie:

  • Homer nei panni del taglialegna gigante Paul Bunyan, cacciato dal proprio villaggio perché non in grado di sfamarlo.
  • Lisa nei panni di Connie Seme di Mela (parodia di Johnny Appleseed), che salva il proprio popolo che aveva sterminato i bufali.
  • Bart e Nelson nei panni di Tom Sawyer e Huckleberry Finn.
  • Guest star: assente
  • Frase alla lavagna: Non dovrei avere già ventun'anni
  • Gag del divano: i Simpson entrano in una stazione del metrò dove vi è il divano e un cartello che porta la scritta "Evergreen Terrace", e, una volta arrivato il treno, salgono e vanno via.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Movie connections for "I Simpson" The Computer Wore Menace Shoes (2000), Internet Movie Database. URL consultato il 29 dicembre 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

I Simpson Portale I Simpson: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di I Simpson