Montgomery Burns

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Smithers! Libera i cani! »
(Montgomery Burns scaccia i conoscenti facendoli inseguire dai suoi cani feroci)
Montgomery Burns
Montgomery Burns e il fidato Waylon Smithers
Montgomery Burns e il fidato Waylon Smithers
Universo I Simpson
Lingua orig. Inglese
Autore Matt Groening
1ª app. 17 dicembre 1989
1ª app. in Un Natale da cani
app. it. 24 dicembre 1991
Voce orig. Harry Shearer
Voce italiana Sandro Iovino
Sesso Maschio
Luogo di nascita Springfield (in una puntata afferma di essere nato a Tangeri e in un'altra in una cittadina dell'Impero austro-ungarico)
Data di nascita 21 ottobre 1885
Professione Capo della centrale nucleare
Parenti
  • Rutherford Burns[1]
  • Franklin Jefferson Burns (bisnonno)[2]
  • Wainwright Montgomery Burns (nonno)
  • Daphne Charles (madre)
  • Colonnello Clifford Burns (padre)
  • Cornelia Burns (sorella)
  • Zeph "Buddy" Burns (fratello)
  • Cornelius Burns (fratello)
  • Larry Burns (figlio)

Charles Montgomery Plantageneto Schicklgruber Burns[3], spesso chiamato formalmente Montgomery Burns o più semplicemente Signor Burns o Monty Burns, è un personaggio della serie di cartoni animati I Simpson. Nella serie è il dispotico capo del protagonista Homer Simpson. La rivista Wizard lo ha classificato come il 45º più grande cattivo di tutti i tempi.[4]. Nella versione originale viene doppiato da Harry Shearer, e in italiano da Sandro Iovino.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Burns è il multimilionario[5] proprietario della centrale nucleare di Springfield, dove lavora Homer Simpson. Tuttavia, Burns non si ricorda mai di lui, nonostante interagisca con Homer diverse volte, anche in situazioni drammatiche. Dal canto suo, Homer svolge un ruolo completamente anonimo alla Centrale, nonostante sia l'ispettore alla sicurezza, passando le giornate lavorative a poltrire e probabilmente approfitta del fatto che Burns non si ricordi mai di lui per continuare a lavorare alla Centrale nonostante sia stato licenziato più di una volta. La villa dove Burns vive, Burns Manor, è una vera e propria reggia, ben protetta da un gran numero di feroci cani da guardia e, in alcuni episodi, anche da scimmie-pipistrello, frutto di esperimenti nucleari e parodia delle scimmie volanti de Il mago di Oz. Inoltre, nel suo parco vivono liberi pavoni ed altri animali, come si nota in più occasioni.

Data la sua posizione di grande importanza all'interno di Springfield, Burns è influente membro del Partito Repubblicano della città,[6] insieme al Dottor Hibbert, a Rainer Wolfcastle, a Krusty il Clown, a Law, Bob Dole e, apparentemente, al conte Dracula.

Burns è anche il proprietario degli Isotopi di Springfield, la locale squadra di baseball che gioca nella Minor League.

Montgomery Burns è l'uomo più vecchio della città, perlomeno a partire dall'episodio Il castello in aria di Homer (dove viene mostrato un uomo più vecchio di lui, che però muore d'infarto dopo aver ricevuto un bacio da Britney Spears). L'età di Burns è pari a 104 anni, da quanto affermato in vari episodi (tra cui Chi ha sparato al signor Burns?).[7][8][9] Un'ulteriore conferma della sua età può arrivare in Simpson e Dalila, infatti egli stesso dice di averne 81 e in un altro episodio 89, affermando di avere quell'età da molti anni.[6] In un episodio, mentre Burns e Smithers sono davanti a un bancomat, Burns gli chiede quale sia la password e Smithers risponde che la password è l'eta di Burns: lo stesso Burns digita quattro cifre.[10]

Nell'episodio L'infuriato Abe Simpson e suo nipote brontolone in "La maledizione del pescediavolo battagliero", Burns partecipa alla seconda guerra mondiale come soldato semplice (stando all'età "ufficiale", quindi, vi avrebbe partecipato intorno ai 55 anni). In un altro episodio (Il Film Festival di Springfield), invece, lo stesso Burns dice di aver venduto armi ai nazisti. Del resto, Abraham Simpson sostiene che in principio Burns era sergente ma fu degradato a soldato semplice per aver ostacolato un'indagine dell'FBI.

È affetto da malanni di ogni genere: una volta, durante una visita medica scopre di avere tutte le malattie esistenti – alcune, addirittura, scoperte solo nel suo corpo – che però non lo fanno morire perché queste, come più persone imbottigliate in una porta, non riescono ad entrare: in altre parole, tutti i suoi malanni si controbilanciano in un precario, ma effettivo equilibrio. Inoltre, nello stesso episodio si può vedere come una siringa gli trapassi il braccio, quasi mancassero le ossa al suo interno. In effetti al signor Burns manca perfino la forza fisica per sollevare una penna; una volta addirittura una banconota, trascinata dal vento contro il suo petto, vi lascia impresso un livido che ricalca minuziosamente la filigrana.[10] Nella puntata Impero mediatico Burns, cercando di schiacciare una formica, Burns viene scaraventato a terra dall'insetto.[6] Un'altra volta viene scaraventato per terra dal flash di una macchina fotografica. In un'altra puntata, in preda a un dilemma, si massaggia le tempie, ma queste gli si incassano, e per spingerle in fuori, deve tapparsi naso e bocca e soffiare. Comunque in altre puntate dimostra di non avere mancanze esagerate di forza.

In un'altra puntata il signor Burns, durante una partita di basket da lui organizzata, si presenta al pubblico cantando l'inno nazionale; canta però l'inno nazione dell'Impero austro-ungarico, facendo intuire quale sia probabilmente la sua terra d'origine. Resta poi esterrefatto quando il suo fedele assistente Waylon Smithers gli spiega che l'Impero austro-ungarico e l'arciduca non esistono più e che ora l'Austria è parte dell'Unione europea.

Ogni venerdì Burns deve sottoporsi a una serie di interventi (l'equipe di specialisti è diretta dal Dr. Nick Riviera) per allungare la sua vita di una settimana. Nell'episodio Springfield Files, questo fatto aveva causato molto trambusto: infatti, i trattamenti lasciano Burns ebete ed intontito, simile come aspetto ad un alieno (complice anche la sua fosforescenza naturale, dovuta alla prolungata esposizione alle radiazioni della centrale nucleare), così che gli abitanti di Springfield credettero di avere a che fare con un incontro ravvicinato del terzo tipo.

Montgomery Burns viene assistito fedelmente dal segretario Waylon Smithers, che ha una passione morbosa per lui. L'espressione più celebre del signor Burns è "eccellente!", pronunciata quando i suoi piani hanno successo.

Nell'episodio American History X-cellent, quando Burns viene arrestato per aver rubato un quadro da un'ispezione risulta che abbia la tessera delle SS naziste.

In un'altra puntata si scopre che Burns ha una madre ancora vivente, di nome Daphne, la cui età è pari a 122 anni. Mr. Burns non la sopporta e non riesce a stare con lei al telefono, perché la madre lo prende in giro continuamente. Vive fuori città e le uniche cose che sa fare sono urlare e telefonare.

Nei veri episodi si scopre essere membro (apparentemente ad uno dei livelli più bassi della gerarchia interna) anche del Sacro Ordine Mistico dei Tagliapietre (una parodia delle logge massoniche) e dei Skull and Bones, oltre che un membro del Partito Repubblicano.

In un episodio dei Simpson, viene rivelato che Burns è stato sul Titanic e che si è salvato costruendo una zattera di salvataggio utilizzando i vari naufraghi.

Nei vari episodi[modifica | modifica sorgente]

Nonostante sia avido e malvagio, in alcune circostanze si comporta generosamente. In certe occasioni addirittura si innamora, una volta di Marge Simpson, e perfino della madre della stessa, Jacqueline Bouvier,[11] ma sempre senza successo. Burns ha anche avuto una relazione con una poliziotta di nome Gloria[7], che però lo lascia a fine episodio per tornare dal suo ex, il criminale Serpente.

In alcune puntate si nota che sua madre è viva, per quanto decrepita; tuttavia,nell'episodio Il castello in aria di Homer dell'undicesima stagione, mentre si reca da un medico (nella cui sala d'attesa si notano Fidel Castro e Giovanni Paolo II), compilando una scheda alla voce Causa morte genitori, scrive: «Mi stavano sulle scatole».

Burns ha anche scritto un libro intitolato Ci sarà mai un arcobaleno?, che narra la rocambolesca avventura della sua malattia (episodio Sangue galeotto)

Pur avendo un figlio naturale, Larry (avuto da una brevissima relazione con una ragazza molto più giovane di lui), Burns continua a cercare un degno erede cui lasciare la sua immensa fortuna. In una puntata, tenta addirittura di adottare Bart Simpson, da lui ritenuto abbastanza cattivo per dirigere al meglio il suo vasto impero economico. In un'altra puntata, scopre di essere già nonno grazie al figlio Larry.

Nella puntata dove si ripercorre l'epopea del suo orsacchiotto Bobo, la vita di Burns viene mostrata fino dalla più tenera età, quando viveva insieme ai genitori (che lascerà per seguire un crudele e perverso miliardario) e al fratello George Burns, celebre (e realmente esistito) comico centenario statunitense. L'intero episodio è una parodia e un omaggio al film Quarto Potere di Orson Welles.

Il signor Burns è odiato e temuto da tutta la città: in un episodio, viene creduto morto, salvo poi tornare a casa e osservando al telegiornale la reazione dei concittadini scopre che a nessuno interessa minimamente di lui, Kent Brockman puntualizza invece che loro non avevano mai avuto il coraggio di fare quello che invece aveva fatto l'incidente.

Inoltre, Burns è stato protagonista di uno dei più famosi ed apprezzati episodi della serie (e finora l'unico ad essere diviso in due puntate), Chi ha sparato al Signor Burns? (parodia del famoso Chi ha sparato a JR? del serial Dallas). In questo episodio, Burns ruba il giacimento di petrolio dalla scuola elementare di Springfield per mantenere il monopolio delle fonti energetiche della città, causando molteplici danni e facendo sì che la città intera lo detesti, compreso il fedele Smithers. Successivamente, per cercare di rendere sempre più alta la richiesta di energia della città oscura il sole con una sorta di gigantesco scudo che ricopre l'intera Springfield. Poco dopo viene trovato ferito da un colpo di pistola, accasciato su una meridiana, indicando con le braccia le lettere "WS" (ovvero "ovest" e "sud"). Dopo essere finito all'ospedale, dove viene dichiarato (erroneamente) morto, i sospetti ricadono all'inizio su Smithers, che confessa di avergli sparato; in realtà si scopre che, in stato di ubriachezza, in un momento d'ira Smithers aveva sparato alla gamba di legno di Jasper Beardley e non al suo ex-capo. Quando Burns si risveglia pronuncia il nome di Homer Simpson, a causa di un'aggressione subita dal dipendente che, furioso perché il suo capo non sappia ancora chi sia, corre all'ospedale e punta la pistola in testa a Burns. Questi però rinsavisce dallo stato confusionale e, in un finale a sorpresa, rivela che il colpo è stato sparato da Maggie Simpson (e le iniziali erano state lette al contrario, o meglio non dal suo punto di vista: non era "WS", ovvero Waylon Smithers, ma "SM" come Simpson Maggie). Peraltro l'ipotesi delle lettere sulla meridiana come ultimo indizio lasciato da Burns "col suo ultimo grammo di forza" per accusare il suo assalitore viene scartata dallo stesso Burns, che dice:

« Col mio ultimo grammo di forza ho ingoiato le mie otturazioni in oro: quei paramedici hanno le dita calamitate! »

Un'altra caratteristica di Burns è il suo ricorrente cascare dalle nuvole constatando che il mondo sia cambiato dal periodo a cavallo tra il tardo '800 e l'inizio del '900. Nella puntata Scene di lotta di classe a Springfield, arrivando ad una stazione di servizio con un'automobile anteriore alla prima guerra mondiale, chiede un pieno di "petrolio raffinato" e una "rivulcanizzazione" degli pneumatici. Nella puntata Mamma Simpson cerca di spedire una lettera via autogiro al "consolato prussiano in Siam" (l'attuale Thailandia). Quando si reca a Cuba rimane stupito del fatto che Fulgencio Batista non governi più; inoltre, definisce il pop corn come "mais scoppiettato" (puntata Homer lo Smithers). Nello stesso episodio vengono mostrate le cucine della sua dimora, in cui si nota che non sono presenti elettrodomestici che risalgano a dopo il secondo dopoguerra. Nella puntata Homer alla battuta Burns vuole formare una squadra di baseball con giocatori deceduti da oltre centotrent'anni. Analogamente, in un'altra puntata fallisce economicamente per non essersi accorto degli effetti negativi sui suoi investimenti della Grande depressione; è così costretto a cedere la centrale alle banche sue creditrici, che nominano Lenny direttore al suo posto. Inoltre, Burns possiede ancora azioni della "holding confederata commercio schiavi". In Mamma Simpson cerca di convincere la polizia della pericolosità sociale di Mona Simpson, rea di aver contribuito a ritardare la ricerca nelle armi batteriologiche, facendo riferimento alla craniologia, nonostante Smithers gli ricordi che oggi è considerata ciarlataneria. In un altro episodio Burns, tentando di diventare popolare, organizza una partita di basket nel suo stadio (peraltro fatiscente) per eseguire numeri folli (come i giovani miliardari rampanti) ma al momento dell'inno nazionale, anziché di quello americano, intona quello dell'Impero Austro-Ungarico. In Impero mediatico Burns, propone di sterminare la popolazione con coperte infette di vaiolo ma subito Carl lo ammonisce "Siamo già immuni babbione!".

Inoltre, Burns non ha alcuna cura per l'ambiente (nella puntata Homer lo Smithers distrugge i rapporti sull'ambiente ancora prima di leggerli, in La bambina e la balena si dichiara fiero di avvelenare il pianeta). Nella puntata dove fallisce, per tornare a far soldi, costruisce un'immensa rete per catturare pesci e animali marini in enorme quantità, in un'altra si scopre che possiede pellicce di varie specie di animali. Tuttavia, i conflitti con Lisa (da sempre ambientalista) lo portano a cambiare idea. Ad esempio, nella suddetta puntata dove si vedono le pellicce non riesce ad ammazzare dei cani per lo stesso scopo e dichiara che non indosserà mai più pelli di animali che possano eseguire numeri divertenti.

Tra le varie proprietà di Burns, oltre alla centrale nucleare, vi sono la società idrica, un albergo, la locale squadra di Football, un gruppo di cani campioni di corsa (tutti figli del Piccolo aiutante di Babbo Natale, adottati dal signor Burns), e dalla puntata Impero mediatico Burns in poi, egli diviene proprietario di tutti i mezzi d'informazione della città (eccezion fatta per alcuni giornali prodotti autonomamente dai cittadini). Burns possiede anche una compagnia cinematografica, che fa da parodia alla Colombia Pictures: il logo vede il signor Burns affermare "sono più ricco di voi!".

Burns soffre a volte per mancanza d'amore, in una puntata cerca di farsi consigliare da Homer come divenire popolare, arrivando addirittura a catturare il mostro di Loch Ness, ma senza risultati. In La storia più o meno infinita, Burns perde una scommessa (e la centrale) con il ricco texano perché non riesce a farsi fotografare con un bambino sorridente, finché Lisa non comprende il suo bisogno e gli permette di avere quella foto con lei.

Compare, inoltre, in due ipotetici futuri della serie:

  • nel futuro de Il matrimonio di Lisa, Burns è stato pugnalato alla schiena 17 volte ma non è morto poiché Smithers lo ha ibernato nel ghiaccio nell'attesa che un'equipe di scienziati diretta dal professor Frink trovi la cura (l'equipe era arrivata solo ad una cura contro 15 coltellate).
  • nel futuro di Futuro-drama, Burns è ancora vivo e ha rubato il Natale. Come punizione per tale crimine, ha dovuto offrire come premio per un concorso liceale una borsa di studio per Yale. Il premio se l'era aggiudicato Lisa ma quando Bart salverà Burns da una rapina da parte del criminale Serpente (oggetto del furto era un diamante, che era destinato ad essere riconvertito in carbone, che in tale futuro è la sostanza più preziosa della Terra) Burns gli offrirà la borsa di studio.

In uno degli episodi più recenti, mentre con Homer stanno per venire uccisi da un gruppo di robot, Homer gli chiede quanti anni abbia realmente e Burns afferma che è un numero di quattro cifre.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ I Simpson: episodio 17x13, La storia più o meno infinita (The Seemingly Never-Ending Story).
  2. ^ I Simpson: episodio 9x20, Guai da un trilione di dollari (The Trouble with Trillions).
  3. ^ I Simpson: episodio 22x11, Flaming Moe (Flaming Moe).
  4. ^ (EN) 100 Greatest Villains of all-time, thebarkinghead.com. URL consultato il 23 febbraio 2010.
  5. ^ In una puntata si scopre che per venti dollari non arriva al miliardo, e dal campo di campeggio dei miliardari viene buttato in quello dei milionari.
  6. ^ a b c I Simpson: episodio 15x22, Impero mediatico Burns (Fraudcast News).
  7. ^ a b I Simpson: episodio 13x4, Burns, fusto innamorato (A Hunka Hunka Burns in Love).
  8. ^ I Simpson: episodio 6x25, Chi ha sparato al signor Burns? (prima parte) (Who Shot Mr. Burns? (Part One)).
  9. ^ I Simpson: episodio 7x17, Homer lo Smithers (Homer the Smithers).
  10. ^ a b I Simpson: episodio 15x4, Lunga sfiga alla regina (The Regina Monologues).
  11. ^ I Simpson: episodio 5x21, L'amante di Lady Bouvier (Lady Bouvier's Lover).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

I Simpson Portale I Simpson: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di I Simpson