Troy McClure

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Troy McClure
Troy McClure in un filmato educativo sulla storia della cioccolata
Troy McClure in un filmato educativo sulla storia della cioccolata
Universo I Simpson
Lingua orig. Inglese
Autore Matt Groening
1ª app. 7 febbraio 1991 – 27 settembre 1998
1ª app. in Homer contro Lisa e l'ottavo comandamento
Ultima app. in Mamma Bart
app. it. 17 gennaio 1993 – 15 settembre 1999
Voce orig. Phil Hartman
Voci italiane
Sesso Maschio
Professione Attore
Parenti
« Salve! Sono Troy McClure! Forse vi ricordate di me per... »
(Frase tipica di Troy McClure)

Troy McClure è stato un personaggio secondario della serie televisiva a cartoni animati statunitense I Simpson, doppiato nella versione originale da Phil Hartman, che compare per la prima volta nell'episodio della seconda stagione Homer contro Lisa e l'ottavo comandamento.[1] McClure è un attore finito che interpreta ruoli di basso livello, recitando in spot televisivi e presentando film istruttivi per ragazzi. Compare come protagonista nell'episodio della settima stagione Un pesce di nome Selma, nel quale sposa Selma Bouvier per risollevare la propria carriera in crisi e zittire le dicerie sulla sua vita privata. Lo si ritrova anche come "conduttore" negli episodi Il 138º episodio spettacolare e La bacheca della serie dalla serie "I Simpson".

Il personaggio di McClure è stato basato in parte sugli attori di film di serie B Troy Donahue e Doug McClure, e in parte sullo stesso Phil Hartman. In seguito all'omicidio di Hartman avvenuto il 28 maggio 1998, il personaggio non è più comparso nella serie e la sua ultima apparizione è stata nell'episodio della decima stagione Mamma Bart. McClure viene spesso considerato uno dei personaggi più popolari della serie: nel 2006 il sito IGN lo ha classificato al primo posto nella lista dei "25 migliori personaggi secondari ne I Simpson".

McClure ha fatto anche un'apparizione indiretta e "muta" in Prendi la mia vita, per favore (2009): sul muro delle celebrità di Springfield è presente un suo ritratto.

Ruolo ne I Simpson[modifica | modifica wikitesto]

Troy McClure è lo stereotipo dell'attore di Hollywood che ha fatto il suo tempo:[2] famoso nei primi anni settanta, la sua carriera ebbe un forte declino a causa delle dicerie riguardanti una forma di parafilia nei confronti dei pesci. Nella maggior parte delle sue apparizioni nella serie presenta brevi filmati, come video educativi[3][4] e pubblicità,[5] che gli altri personaggi vedono in televisione o in luoghi pubblici. McClure introduce se stesso dicendo: "Salve, sono Troy McClure, forse vi ricordate di me per [film, video istruttivi, documentari, ecc.] come..." indicando due titoli che sono in attinenza con quello che sta presentando. Per esempio, nell'episodio Mamma Bart, McClure introduce un documentario su come covare le uova di uccello dicendo: "Salve, sono Troy McClure. Forse vi ricordate di me per documentari sulla natura come Bacarozzi, che schifo! e Uomo contro la natura: la strada della vittoria."[6]

McClure ricopre il ruolo di protagonista nell'episodio della settima stagione Un pesce di nome Selma. In questa puntata McClure incontra Selma Bouvier alla motorizzazione dove è costretto a recarsi per un controllo della vista e i due iniziano una relazione sentimentale; questo rapporto ridà slancio alla carriera dell'attore, portandolo al ruolo di protagonista in Fermate il pianeta delle scimmie: voglio scendere!, il musical ispirato al film Il pianeta delle scimmie. Per promuovere la carriera di McClure, il suo agente gli suggerisce di sposarsi; Selma accetta la proposta, nonostante sia all'oscuro delle reali motivazioni del futuro sposo, e si trasferisce nella casa di McClure, un edificio moderno somigliante alla Chemosphere di John Lautner. McClure, durante il suo addio al celibato, si ubriaca e confessa a Homer Simpson che il suo matrimonio è solo una montatura per aiutare la propria carriera. Al matrimonio Homer non dice nulla, ma successivamente riporta la confessione del cognato alla moglie Marge, sorella di Selma, che informa in seguito la parente. Selma decide comunque di rimanere con McClure, ma rimane perplessa quando l'agente di Tory consiglia alla coppia di avere un figlio; la paternità può far ottenere a McClure la parte di coprotagonista nel film McBain IV: crivellamento fatale, ma Selma è riluttante all'idea di crescere un figlio in una relazione senza amore e decide di lasciare Troy. Egli infine ottiene la parte, ma declina l'offerta per dirigere se stesso, nel ruolo di protagonista, in un proprio film intitolato L'aggeggioso favoleggio del professor Horatio Hufnagel, prodotto dalla 20th Century Fox.[7]

In aggiunta a questo ruolo principale, McClure appare come presentatore negli episodi Il 138º episodio spettacolare e La bacheca della serie dalla serie "I Simpson". Il primo è un documentario "dietro le quinte" sulla serie I Simpson, in cui risponde alle domande degli spettatori e vengono fatte vedere sequenza inedite;[8] il secondo è un episodio che presenta tre possibili spin-off de I Simpson.[9]

Negli altri media[modifica | modifica wikitesto]

La linea di giocattoli World of Springfield ha trasformato il personaggio di McClure in una action figure, venduta come parte della Celebrity Series 1.[10] Inoltre compare nel videogioco Virtual Springfield presentando la città di Springfield al giocatore.[11]

Personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Creazione[modifica | modifica wikitesto]

L'attore Phil Hartman, che presta la sua voce a Troy McClure

McClure è basato sul tipico attore di Hollywood che ha fatto il suo tempo; gli attori di film di serie B Troy Donahue e Doug McClure sono stati utilizzati come ispirazione per il nome e per certi aspetti del suo carattere.[1][12] Lo scrittore Mike Reiss incontrò la figlia di Dough McClure, che rivelò che suo padre aveva trovato l'omaggio divertente; pare che i figli lo chiamassero "Troy McClure" quando egli non li poteva sentire.[1] Secondo il creatore della serie, Matt Groening, Phil Hartman fu scelto per interpretare il ruolo di McClure per la sua abilità nel mettere "la massima quantità di umorismo" in ogni frase che recitava[12] e persino l'aspetto fisico di McClure era simile a quello dello stesso Hartman.[13] Durante la fase di creazione, a McClure è stata aggiunta una linea in più sotto i suoi occhi per far credere che il personaggio avesse subito un lifting facciale.[14]

In un'apparizione molto breve nell'episodio della seconda stagione Bart rischia grosso, McClure viene doppiato da Dan Castellaneta.[15]

Sviluppo del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

A detta del produttore esecutivo Al Jean, gli scrittori hanno spesso usato McClure nelle situazioni di emergenza e il personaggio veniva aggiunto quando ritenevano che l'episodio avesse bisogno di maggior umorismo.[16]

La personalità di McClure è stata maggiormente caratterizzata nell'episodio Un pesce di nome Selma, nel quale viene fornito uno sguardo più approfondito nella sua vita privata e nella sua carriera.[2] Gli show runner Bill Oakley e Josh Weinstein erano fan di Phil Hartman e speravano di realizzare un episodio riguardante McClure in modo da poter far recitare Hartman per più tempo possibile; per realizzare ciò, si pensò di far sposare McClure con Selma Bouvier, poiché quest'ultima "si sposava sempre".[2] L'animatore Mark Kirkland fu particolarmente soddisfatto che McClure fosse il protagonista dell'episodio, apprezzando molto l'interpretazione di Hartman, e l'episodio consentì a lui e agli altri animatori di affermare che "[McClure] può entrare in scena come personaggio".[2] In tutto l'episodio Un pesce di nome Selma viene fatti continuamente accenni a strani comportamenti sessuali di McClure; gli scrittori non sapevano inizialmente quale sarebbe stata la "strana" preferenza sessuale dell'attore, ma alla fine decisero che questa avrebbe riguardato i pesci, seguendo un suggerimento del produttore esecutivo James L. Brooks. Josh Weinstein descrisse questa idea sui pesci "così pervertita e strana da essere esagerata".[2]

Ritiro del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la morte di Hartman, avvenuta nel 1998,[17] anziché sostituire il doppiatore, lo staff della produzione decise di ritirare dalla serie il personaggio di Troy McClure insieme all'altro personaggio che Hartman era solito doppiare, Lionel Hutz;[12] l'ultima apparizione di McClure è stata pertanto nell'episodio della decima stagione Mamma Bart, dedicato alla memoria di Hartman.[18] Prima della sua morte, Hartman aveva spesso espresso interesse a partecipare a un film live action riguardante McClure, che sarebbe stato scritto da uno degli autori della serie.[19] Matt Groening ha successivamente dichiarato alla rivista Empire che l'idea non è mai "andata oltre il semplice entusiasmo", ma "sarebbe stato proprio divertente",[20] anche se Hartman affermò che "aspetto impazientemente questo film live action, pubblicizzando le presenze [di McClure] al Betty Ford Center".[21]

Accoglienza e influenza culturale[modifica | modifica wikitesto]

Anche dopo il suo ritiro, Troy McClure rimane uno dei più popolari personaggi secondari della serie: nel 2006 il sito IGN ha classificato McClure al primo posto nella lista dei "25 migliori personaggi secondari ne I Simpson", riferendosi a lui come "un personaggio meravigliosamente bizzarro e divertente che mostra il meglio di come possono essere i ruoli minori ne I Simpson".[22] In un articolo del 2007 riguardante le guest star ne I Simpson, Adam Finley di TV Squad ha scritto che McClure è stato "protagonista di alcuni dei momenti più divertenti nella storia de I Simpson".[23] Chris Turner sostiene nel libro Planet Simpson che McClure e Lionel Hutz "rappresentano il maggior contributo alla serie al di fuori del solito cast", aggiungendo che "è difficile immaginare un'era d'oro per la serie senza loro". Inoltre afferma che "l'interpretazione di Hartman prende di nuovo vita a ogni apparizione. McClure è diventata l'apoteosi dello stereotipo, una reinterpretazione divertente la cui introduzione [...] è diventata un modo simbolico per descrivere qualunque figura mediatica rozzamente artificiale".[24]

L'episodio in cui McClure ha il ruolo più importante, Un pesce di nome Selma, è spesso considerato uno dei migliori episodi della serie ed è uno dei preferiti da molti membri dello staff;[2] Entertainment Weekly ha posizionato l'episodio all'ottavo posto nella classifica dei 25 episodi migliori de I Simpson,[25] mentre il sito IGN ha designato l'episodio come il migliore della settima stagione, definendola una "scelta ovvia", e ha ritenuto il musical Fermate il pianeta delle scimmie: voglio scendere! il miglior momento dell'episodio e "forse anche [il migliore] dell'intera serie".[26]

Il doppiaggio di McClure era uno dei ruoli più noti di Phil Hartman; egli utilizzava spesso la voce del personaggio per intrattenere, tra una ripresa e l'altra, il pubblico presente alle registrazioni degli episodi della sitcom NewsRadio; affermò che "i miei fan preferiti sono i fan di Troy McClure"[27] e disse inoltre che "è l'unica cosa nella mia vita che faccio come svago. La faccio per il puro amore di farla".[28] Quando Hartman è stato assassinato nel 1998, molti necrologi citavano il suo lavoro di doppiaggio di McClure come uno dei momenti più importanti della sua carriera.[29][30][31] La BBC disse che "la voce [di Hartman] era conosciuta da milioni di persone" grazie ai doppiaggi di McClure e Hutz.[32]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Al Jean e Mike Reiss. (2002). Commento da Homer contro Lisa e l'ottavo comandamento, nel DVD I Simpson: la seconda stagione completa. 20th Century Fox.
  2. ^ a b c d e f Josh Weinstein, Bill Oakley, David Silverman e Jeff Goldblum. (2006). Commento da Un pesce di nome Selma, nel DVD I Simpson: la settima stagione completa. 20th Century Fox.
  3. ^ Groening, p. 185.
  4. ^ Groening, p. 264.
  5. ^ Groening, p. 115.
  6. ^ Groening, p. 281.
  7. ^ Groening, p. 200.
  8. ^ Groening, p. 191.
  9. ^ Groening, p. 237.
  10. ^ (EN) Troy McClure, simpsonscollectors.com. URL consultato l'8 marzo 2012.
  11. ^ (EN) Joe Toledo, Mmmmmm...A Virtual Travel Guide: Virtual Springfield, awn.com, ottobre 1997. URL consultato l'8 marzo 2012.
  12. ^ a b c (EN) Last Laughs 2004: Cartoonist Matt Groening, npr.org, 29 dicembre 2004. URL consultato il 9 marzo 2012.
  13. ^ John Weinstein. (2006). Commento da episodio spettacolare, nel DVD I Simpson: la settima stagione completa. 20th Century Fox.
  14. ^ Brad Bird. (2003). Commento da Homer da solo, nel DVD I Simpson: la terza stagione completa. 20th Century Fox.
  15. ^ Al Jean. (2002). Commento da Bart rischia grosso, nel DVD I Simpson: la seconda stagione completa. 20th Century Fox.
  16. ^ Al Jean. (2002). Commento da Homer da solo, nel DVD I Simpson: la terza stagione completa. 20th Century Fox.
  17. ^ (EN) Phil Hartman, wife die in apparent murder-suicide, cnn.com, 28 maggio 1998. URL consultato l'8 marzo 2012.
  18. ^ Bart, the Mother, snpp.com. URL consultato l'8 marzo 2012.
  19. ^ Bill Oakley. (2006). Commento da Homerpalooza, nel DVD I Simpson: la settima stagione completa. 20th Century Fox.
  20. ^ Olly Richards, Life In Development Hell in Empire, 24 maggio 2007, p. 76.
  21. ^ (EN) Bob Thompson, Phil: The Jerky Guy, jam.canoe.ca, 1º dicembre 1996. URL consultato l'8 marzo 2012.
  22. ^ (EN) Eric Goldman, Dan Iverson, Brian Zoromski, Top 25 Simpsons Peripheral Characters, ign.com, 6 settembre 2006. URL consultato il 14 marzo 2012.
  23. ^ (EN) Adam Finley, The Five: Great Simpsons guest stars, tvsquad.com, 20 giugno 2006. URL consultato il 14 marzo 2012.
  24. ^ Turner, pp. 405-406
  25. ^ (EN) The Family Dynamic, ew.com, 29 gennaio 2003. URL consultato il 15 marzo 2012.
  26. ^ (EN) Robert Canning, Eric Goldman, Dan Iverson e Brian Zoromski, The Simpsons: 20 Seasons, 20 Episodes, ign.com, 8 gennaio 2010. URL consultato il 15 marzo 2012.
  27. ^ (EN) Virginia Rohan, Out of the Bottle - Along With Many Amusing Characters, Phil Hartman of 'Newsradio' Unleashes the Rare Exception in The Record, 24 febbraio 1998, p. Y-01.
  28. ^ (EN) No raise...no big deal in Houston Chronicle, 11 maggio 1998, p. 1.
  29. ^ (EN) Joyce Millman, Phil Hartman: 1948-1998, salon.com, 28 maggio 1998. URL consultato il 15 marzo 2012.
  30. ^ (EN) Erik Mink, Phil Hartman was quite a character in Daily News.
  31. ^ (EN) Jennifer Weiner, An impressionist who let his voices propel him to fame in The Philadelphia Inquirer, 29 maggio 1998.
  32. ^ (EN) Friends pay tribute to murdered comic, bbc.co.uk, 1º giugno 1998. URL consultato il 15 marzo 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

I Simpson Portale I Simpson: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di I Simpson