Ciriaco Sforza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ciriaco Sforza
Ciriaco Sforza.jpg
Dati biografici
Nazionalità Svizzera Svizzera
Altezza 180 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 2006 - giocatore
Carriera
Giovanili
1976–1978
1978–1989
FC Villmergen
Wohlen Wohlen
Squadre di club1
1989-1990 Aarau Aarau 22 (3)
1990-1993 Grasshoppers Grasshoppers 75 (7)
1993-1995 Kaiserslautern Kaiserslautern 61 (15)
1995-1996 Bayern Monaco Bayern Monaco 30 (2)
1996-1997 Inter Inter 26 (1)
1997-2000 Kaiserslautern Kaiserslautern 91 (4)
2000-2002 Bayern Monaco Bayern Monaco 35 (1)
2002-2006 Kaiserslautern Kaiserslautern 47 (1)
Nazionale
1991-2001 Svizzera Svizzera 79 (7)
Carriera da allenatore
2006-2008 Lucerna Lucerna
2009-2012 Grasshoppers Grasshoppers
2014- Wohlen Wohlen team manager
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 4 gennaio 2014

Ciriaco Sforza (Wohlen, 2 marzo 1970) è un allenatore di calcio ed ex calciatore svizzero, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la sua carriera professionistica nell'Aarau, prima di trasferirsi al Grasshoppers. Firma poi per il Kaiserslautern, in Germania. Il centrocampista viene poi acquistato dal Bayern Monaco, per approdare l'anno successivo all'Inter, in Serie A, in cambio di 6 miliardi di lire.[1] L'esperienza, nonostante la fiducia accordatagli dall'allenatore Roy Hodgson, non è però positiva[2]. Segna il suo unico gol con la maglia nerazzurra (tiro di sinistro su corner di Youri Djorkaeff) al suo esordio nel campionato italiano l'8 settembre 1996 in Udinese - Inter 0-1. [3] Torna quindi in Germania, dove giocherà ancora per il Kaiserslautern e il Bayern Monaco, prima di ritirarsi nel 2006.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Diventa quindi l'allenatore del Lucerna e nel 2009 firma per la panchina della squadra zurighese del Grasshoppers, sulla quale si siede per l'ultima volta il 14 aprile 2012 a Berna contro lo Young Boys.[4] Il 3 gennaio 2014 accetta il posto di team manager propostogli dal Wohlen, club in cui ha militato nelle giovanili e che è il fanalino di coda di Challenge League.[5]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante la sua breve esperienza all'Inter, i tifosi nerazzurri lo ricordano, perché nel film del trio Aldo, Giovanni e Giacomo Tre uomini e una gamba (1997), Aldo acquista la maglia n. 21 di Sforza perché "quella di Ronaldo era finita."[3]


Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Grasshoppers: 1990-1991
Kaiserslautern: 1997-1998
Bayern Monaco: 2000-2001
Bayern Monaco: 2000

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Bayern Monaco: 1995-1996
Bayern Monaco: 2000-2001
Bayern Monaco: 2001

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1993
1994: 21°

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 13 (1996-1997), Panini, 30 luglio 2012, p. 10.
  2. ^ Cristian Vitali, Calciobidoni - Non comprate quello straniero, Piano B Edizioni, 2010.
  3. ^ a b Scusate se segno...Ciriaco Sforza (Udinese-Inter 1996/97)
  4. ^ (FR) [1] rts.ch
  5. ^ Vonlanthen a Sciaffusa, Sforza a... Wohlen, gdp.ch, 3 gennaio 2014. URL consultato il 13 maggio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (DEENIT) Ciriaco Sforza in Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.
  • (DEENIT) Ciriaco Sforza in Transfermarkt.it, Transfermarkt GmbH & Co. KG.