Belfiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Belfiore (disambigua).
Belfiore
comune
Belfiore – Stemma Belfiore – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Verona-Stemma.png Verona
Amministrazione
Sindaco Davide Pagangriso (Lista Civica) dal 17/05/2011
Territorio
Coordinate 45°23′00″N 11°12′00″E / 45.383333°N 11.2°E45.383333; 11.2 (Belfiore)Coordinate: 45°23′00″N 11°12′00″E / 45.383333°N 11.2°E45.383333; 11.2 (Belfiore)
Altitudine 26 m s.l.m.
Superficie 26,47 km²
Abitanti 3 083[1] (01/01/2014)
Densità 116,47 ab./km²
Comuni confinanti Albaredo d'Adige, Arcole, Caldiero, Colognola ai Colli, Ronco all'Adige, San Bonifacio, Soave, Veronella, Zevio
Altre informazioni
Cod. postale 37050
Prefisso 045
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 023007
Cod. catastale A737
Targa VR
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti belfioresi
Patrono Natività di Maria
Giorno festivo 8 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Belfiore
Posizione del comune di Belfiore all'interno della provincia di Verona
Posizione del comune di Belfiore all'interno della provincia di Verona
Sito istituzionale

Belfiore (Belfior in veneto[2]) è un comune di 3 083 abitanti della provincia di Verona.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Belfiore dista circa 20 chilometri da Verona. Sorge sulla riva nord del fiume Adige. Ha un territorio totalmente pianeggiante tipico della Pianura Padana. Belfiore è un Comune che si trova nello Zerpano. Lo Zerpano è il consorzio che prosciuga questo triangolo di endolaguna a forma di zeppa.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Chiamato Porcile (poiché sorto sulla strada imperiale Porciliana[3]) la storia/leggenda narra che al passaggio di un'importante personalità il suo nome diventa Belfiore. Nel 1796 faceva parte (come tutto il veronese e il Veneto) della Repubblica Veneta neutrale e fu retrovia e luogo di passaggio delle truppe francesi che si avvicinavano ad Arcole nei giorni precedenti il 13 14 15 novembre 1796, famosi per la battaglia della vicina isola Arcole, dove si scontrarono i francesi con gli Austriaci.

La via imperiale Porciliana univa la via Postumia con la via Emilia Altinate, passando per Isole Belfiore, Isole Desmontà, Isole Veronella, Isola Strà, Isola Olmo, Isola Presana, Isola S. Zenon e Montagnana. È dunque possibile che la Porcilia seguisse il corso dell'Adige accompagnandolo nelle numerose anse e che sia rimasta in funzione fino all'età feudale, allorché fu intensiva la trasformazione idrogeologica dell'antico paleoalveo dell'Adige.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]


Cultura[modifica | modifica sorgente]

Paese di campagna che tra le principali tradizioni tramanda il dialetto veronese.

I monumenti[modifica | modifica sorgente]

Santuario delle Madonna della Strà[modifica | modifica sorgente]

Il monumento più significativo di Belfiore è sicuramente la chiesa della Madonna della Strà, che risale all'anno 1143. Nel territorio belfiorese collocati in aperta campagna si possono trovare vari capitelli dedicati alla Madonna o ad altri Santi minori.

Villa Cipolla[modifica | modifica sorgente]

A Belfiore, in località Panterona, si trova Villa Cipolla, detta appunto Panterona eretta nel 1692.

Altre notevoli costruzioni di interesse artistico, dei conti Cipolla si ritrovano nel territorio veneto: a Castion di Costermano ricordiamo la splendida villa settecentesca opera dell'architetto Pellegrini su base di un edificio del XV secolo.

Palazzo Moneta[modifica | modifica sorgente]

Palazzo Moneta è un imponente fabbricato costruito neI 1563 e lodato da Giorgio Vasari. Da segnalare la curiosa scala "dei muli": è a forma elicoidale in mattoni disposti a coltello e a spina di pesce. Serviva per far salire ai granai i muli che trasportavano i frutti dei campi.

Chiesa Parrocchiale della Natività[modifica | modifica sorgente]

Eretta nel 1947 per volere di Mons. Luigi Bosio, curandone la struttura e la disposizione interna in ogni particolare, è in romanico moderno. Sono degni d’ammirazione i bassorilievi dell’altare maggiore e degli altari laterali e il battistero.

Sport[modifica | modifica sorgente]

La Squadra principale è la U. S. Belfiorese che attualmente milita nel Campionato Promozione di Provincia

Gli appuntamenti[modifica | modifica sorgente]

  • ultimi venerdì e sabato di giugno - Palio delle Contrade
  • la prima domenica di settembre - Sagra della Madonna della Strà
  • la prima domenica di ottobre - Festa della Mela

Economia[modifica | modifica sorgente]

Caratterizzato da un'intensa attività agricola a Belfiore sono presenti piccole e medie industrie e un numero non trascurabile di artigiani. La principale coltura è la mela. Fa parte della zona di produzione del vino Arcole DOC.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
maggio 1985 maggio 1990 Gianfranco Carbognin Democrazia Cristiana Sindaco [5]
maggio 1990 aprile 1995 Gianfranco Carbognin Democrazia Cristiana Sindaco [6]
aprile 1995 maggio 1996 Gianfranco Carbognin Lista Civica Sindaco [7]
maggio 1996 novembre 1996 Rose Maria Machinè Commissario Prefettizio [8][9]
novembre 1996 maggio 2001 Giovanni Angiari Centro Sindaco [10]
maggio 2001 maggio 2006 Gianfranco Carbognin Lista Civica Sindaco [11]
maggio 2006 maggio 2011 Gianfranco Carbognin Lista Civica Sindaco [12]
maggio 2011 in carica Davide Pagangriso Lista Civica Sindaco [13]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2013.
  2. ^ Provincia In - Storia e curiosità dei 97 Comuni de la Provincia Veronese, La Rena Domila, l'informassion veronese. URL consultato il 26 novembre 2011.
  3. ^ Belfiore e la sua storia
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ amministratori.interno.it - 1985. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  6. ^ amministratori.interno.it - 1990. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  7. ^ amministratori.interno.it - 1995. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  8. ^ amministratori.interno.it - 1996 prefettizio. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  9. ^ amministratori.interno.it - 1996 straordinario. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  10. ^ amministratori.interno.it - 1996. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  11. ^ amministratori.interno.it - 2001. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  12. ^ amministratori.interno.it - 2006. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  13. ^ amministratori.interno.it - 2011. URL consultato il 7 ottobre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Veneto Portale Veneto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Veneto