Concamarise

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Concamarise
comune
Concamarise – Stemma Concamarise – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Verona-Stemma.png Verona
Amministrazione
Sindaco Cristiano Zuliani (Lega Nord) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate 45°12′00″N 11°08′00″E / 45.2°N 11.133333°E45.2; 11.133333 (Concamarise)Coordinate: 45°12′00″N 11°08′00″E / 45.2°N 11.133333°E45.2; 11.133333 (Concamarise)
Altitudine 20 m s.l.m.
Superficie 7,91 km²
Abitanti 1 084[1] (01-10-2011)
Densità 137,04 ab./km²
Comuni confinanti Bovolone, Cerea, Salizzole, Sanguinetto
Altre informazioni
Cod. postale 37050
Prefisso 0442
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 023029
Cod. catastale C943
Targa VR
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti concamarisani
Patrono san Lorenzo
Giorno festivo 10 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Concamarise
Posizione del comune di Concamarise all'interno della provincia di Verona
Posizione del comune di Concamarise all'interno della provincia di Verona
Sito istituzionale

Concamarise (Concamarise in veneto[2]) è un comune italiano di 1.084 abitanti della provincia di Verona, in Veneto.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Concamarise è il comune meno popoloso della Bassa veronese e il sesto dell'intera provincia (dopo Ferrara di Monte Baldo, San Mauro di Saline, Erbezzo, Velo Veronese e Selva di Progno) ed è situato a 32 km in posizione sud rispetto al capoluogo provinciale (Verona). La superficie del territorio comunale, di poco inferiore a 8 km², è abbastanza ridotta. Il centro urbano è formato da due nuclei principali: la parte vecchia (chiamata anche "Piazza") e la parte nuova (detta "Capitello") che attualmente è il centro del paese. Inoltre vi sono le località di S. Giovanni (verso Bovolone) e Ca' de Micheli (che si estende lungo la SR10 tra Sanguinetto e Nogara).

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

La località viene citata, per la prima volta, in un documento del 1114 col nome di Conchamaris. Il toponimo del comune, che anticamente si chiamava "Conchamaris" o "Conca Maris" deriva dall'unione di due termini. "Conca" col significato di incavo, cuneo o conchiglia nel terreno e "Maris", traduzione latina del termine "lamerese" o "merese" che nell'antico dialetto veneto significava stagno, acquitrigno. Quindi zona soggetta alla presenza di questi elementi. È risaputo che nel passato nella zona fosse presente un territorio ondulato e sabbioso ricoperto da paludi e pozze di acqua ferma.

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma comunale è suddiviso in quattro quadranti. Nei due in alto viene raffigurata una conchiglia, e delle onde marine, mentre nei due in basso ancora delle onde marine ed una spiga d'oro. Nella parte inferiore è cinto da due rami uno di quercia ed uno di alloro. I vari elementi sono riconducibili al fatto della conca (la conchiglia) e dello stagno (onde marine) quindi l'ipotesi sopracitata prende valore. La spiga rappresenta l'economia agricola del paese della Bassa veronese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il paese di Concamarise era già noto nelle carte vaticane per il suo sito di San Giovanni, importante convento di frati. Il paese si proclama libero comune nel 1225, ma in breve tempo perde l'autonomia cambiando più volte i feudatari: dapprima diventa feudo dei De Palatio e dei Sanbonifacio. Nel 1405 il feudo passa ai Verità, successivamente ai Malaspina e poi ai Montanari. Durante la seconda guerra mondiale passa per un piccolo periodo sotto il comune di Sanguinetto, dopo di che tornerà nuovamente comune indipendente.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Densità abitativa: 134,68 abitanti per chilometro quadrato.

Luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiese[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa dei Santi Lorenzo e Stefano - XIV secolo[modifica | modifica wikitesto]

Piazzale e chiesa dei Santi Lorenzo e Stefano.

La chiesa di San Lorenzo era già conosciuta nel 1400. A metà del Cinquecento la chiesa acquista molta importanza artistica; infatti in questo periodo venne arricchita e contava ben cinque altari. La struttura rimase quella di una modesta chiesa a servizio di un piccolo centro di campagna. Nel corso del Settecento la chiesa venne abbellita con dipinti e affreschi di importante valore artistico. Questa chiesa, da sempre sede della parrocchia paesana, è stata sostituita dal 1962 con il nuovo edificio sacro di Concamarise ed è stata da quel momento completamente abbandonata a se stessa, solo ora grazie alla vendita dell'immobile da parte della curia al comune di Concamarise è iniziato il restauro della stessa. Le uniche cose rimaste ben visibili sono la facciata esterna in rilievo e le due statue poste davanti la chiesa raffiguranti Santo Stefano e il patrono di Concamarise San Lorenzo.

Chiesa di San Lorenzo - 1958-1962[modifica | modifica wikitesto]

La sede della parrocchia venne trasferita nel 1962 in un nuovo edificio, più moderno e più vicino al centro del paese. La nuova chiesa di San Lorenzo fu costruita su progetto e donazione dell'architetto Giovanni Fregno tra il 1958 e il 1962. La struttura, dalla forma rotondeggiante dotata di cupola, si trova nella via centrale del piccolo paese, dove sono presenti tutti i servizi municipali, alla confluenza di due importanti vie di comunicazione. Per far posto a questo edificio sacro, venne spostato il capitello votivo che dà il nome alla contrada dalla parte opposta della piazza. Il progetto iniziale comprendeva la costruzione di un campanile, che però non è mai stato realizzato.

Ville[modifica | modifica wikitesto]

Villa Verità - XII secolo[modifica | modifica wikitesto]

È forse la villa più bella ed interessante di Concamarise. È un enorme struttura circondata da un maestoso parco ricco di alberi, comprendente un laghetto e un fossato, tutto racchiuso da un'antica cinta muraria. La villa è sempre stata proprietà delle più importanti famiglie della zona. La struttura è formata da due ali che si incontrano formando la figura di una "L" ed è adornata di due portali in tufo e da enormi finestre. Inoltre sono presenti le case dei lavoratori, il porticato usato all'epoca come deposito e la torre colombara tipica delle case a corte del Seicento.

Corte Camilletti - XVII secolo[modifica | modifica wikitesto]

La casa, costruita attorno al 1690 più minuta di quella visibile oggi, presenta delle linee eleganti con un bel portale in tufo e balaustra. Le finestre sono tutte incorniciate e a rendere ancor più slanciato l'edificio è il timpano ricoperto da tre piccoli obelischi ottocenteschi.

Corte Bevilacqua-Lazise - XV secolo[modifica | modifica wikitesto]

Provenendo da Bovolone e arrivando in località "Piazza", la prima corte che si trova sulla destra è corte Bevilacqua-Lazise, un'antica casa residenziale, risalente al Quattrocento, costruita con materiali particolari e adotta elementi raffinati. Infatti la struttura è composta da mattoni rossi mai dipinti e i camini sul tetto presentano delle merlature curate nei dettagli. È appartenuta nei secoli anche alla potente famiglia dei Bevilacqua che avevano la loro ricchezza nel comune omonimo.

Corte Trivelli-Pompei - XVI secolo[modifica | modifica wikitesto]

Sorge vicino alla vecchia chiesa di Concamarise. L'edificio è formato dalla casa padronale e da una lunga barchessa che termina a ridosso della torre colombara.

Villa Verità-Malaspina[modifica | modifica wikitesto]

La tenuta è citata per la prima volta nel 1656 anche se l'edificio è cinquecentesco. In questa precisa data venne ceduta ai conti Verità che si intrecciarono con la famiglia dei Malaspina, donde il nome. Nel secolo scorso questo edificio fu sede del Municipio di Concamarise.

  • Corte Malaspina
  • Corte Malagnin al Torcolo

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia del comune si basa essanzialmente sull'agricoltura. Vengono coltivati soprattutto mais e tabacco. Negli ultimi decenni si è sviluppato anche l'artigianato, in particolare la produzione di mobili e arredamenti aiutato dalla vicinanza al distretto del mobile Bovolone-Cerea, da qualche tempo è presente una florida attività legata alla macellazione e alla lavorazione delle carni con un paio di imprese a livello internazionale nel settore. Il paese che era da un po' di tempo fermo sul piano demografico, sta rispondendo con nuove costruzioni abitative.

Il comune di Concamarise appartiene all'area di produzione del Riso Nano Vialone Veronese che viene coltivato su terreni della pianura veronese irrigati con acqua di risorgiva. Infatti è inserito nella strada del riso de vialone nano contenente altri comuni adiacenti a nord, quindi rientra in una posizione geografica di interesse artistico naturale nei suoi vari paesaggi rustici.

Inoltre la locale Cassa rurale (Credito cooperativo di Concamarise o la neonata Banca Veronese) è la più importante della provincia[senza fonte].

Manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Festa dell'epifania - (Ass. Pro Loco Concamarise in Cammino) 6 gennaio
  • Marcia podistica Conca par la Sanoa (Concavillage gruppo giovani Avis) - seconda domenica di febbraio
  • Festa di carnevale (ANSPI Circolo NOI San Lorenzo) - febbraio
  • Festa delle donne (ANSPI Circolo NOI San Lorenzo) - 8 marzo
  • Biciclettata per le campagne del Basso Veronese (Ass. Pro Loco Concamarise in Cammino) - 1º maggio
  • Sagra paesana - (Ass. Pro Loco Concamarise in Cammino) prima domenica di giugno
  • Festa di San Lorenzo (ANSPI Circolo NOI San Lorenzo) - 10 agosto
  • Concafest (ex festa della birra dell'ass. Pro Loco Concamarise in Cammino) - terza settimana di agosto
  • Festa del ringraziamento - 8 dicembre
  • Festa di Santa Lucia - (Ass. Pro Loco Concamarise in Cammino) dicembre

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
luglio 1985 maggio 1990 Guido Correzzola Indipendente Sindaco [4]
maggio 1990 aprile 1995 Giuseppe Brisighella Democrazia Cristiana Sindaco [5]
aprile 1995 giugno 1999 Giuseppe Brisighella Lista Civica Sindaco [6]
giugno 1999 giugno 2004 Vasco Bellini Lista Civica Sindaco [7]
giugno 2004 giugno 2009 Vasco Bellini Lista Civica Sindaco [8]
giugno 2009 in carica Cristiano Zuliani Lega Nord Sindaco [9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 settembre 2011.
  2. ^ Provincia In - Storia e curiosità dei 97 Comuni de la Provincia Veronese, La Rena Domila, l'informassion veronese. URL consultato il 26 novembre 2011.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ amministratori.interno.it - 1985. URL consultato l'11 ottobre 2013.
  5. ^ amministratori.interno.it - 1990. URL consultato l'11 ottobre 2013.
  6. ^ amministratori.interno.it - 1995. URL consultato l'11 ottobre 2013.
  7. ^ amministratori.interno.it - 1999. URL consultato l'11 ottobre 2013.
  8. ^ amministratori.interno.it - 2004. URL consultato l'11 ottobre 2013.
  9. ^ amministratori.interno.it - 2009. URL consultato l'11 ottobre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]