BMW 600

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
BMW 600
BMW 600 Front.jpg
Descrizione generale
Costruttore bandiera  BMW
Tipo principale monovolume
Produzione dal 1957 al 1959
Sostituita da BMW 700
Esemplari prodotti 34.813
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 2900 mm
Larghezza 1400 mm
Altezza 1375MMZF mm
Passo 1700 mm
Massa 550 kg
Altro
Stessa famiglia BMW 250 e 300
Auto simili Fiat 500
NSU Prinz

La BMW 600 è una vettura di fascia bassa prodotta dal 1957 al 1959 dalla Casa automobilistica tedesca BMW.

Storia e profilo[modifica | modifica sorgente]

Sull'onda dell'immediato successo della BMW 250, la piccola vetturetta prodotta su licenza della Iso Autoveicoli, la BMW provò a proporne una versione più grande, una sorta di sorella maggiore. Fu così avviato il progetto contrassegnato dalla sigla E106. Partendo dalla 250, fu realizzato un telaio di tipo tubolare con passo maggiorato, in modo da poter ospitare una panchetta posteriore adatta per altre due persone. Per quanto riguardava il retrotreno si scelse una più tradizionale soluzione a ruote non ravvicinate. Si scelse invece di mantenere la carrozzeria "ad uovo" che ebbe così tanto successo in quegli anni presso il popolo tedesco, nonché l'accesso ai posti anteriori tramite il portellone frontale. L'aumento della massa costrinse i progettisti ad avvalersi di un nuovo propulsore da 0.6 litri, sempre di origine motociclistica.
La vettura definitiva fu presentata nel 1957: in effetti, la BMW 600 ricordava da vicino la più piccola Isetta, solo un po' più lunga e dotata di una sola portiera posteriore sul lato destro per l'accesso ai passeggeri sulla panchetta posteriore.
La BMW 600 fu allestita subito anche in versione Export, destinata ai mercati statunitense e canadese, ma oltre oceano non riscosse molto successo: solo 4020 esemplari furono venduti in tali mercati.
In realtà, le vendite della BMW 600 non fecero registrare cifre eccezionali neppure in Germania: il grosso difetto della BMW 600 era infatti il prezzo, appena più basso di quello di un ben più grande Maggiolino. In totale furono prodotti poco meno di 35 mila esemplari di BMW 600, e la produzione andò avanti fino al 1959, anno in cui la vetturetta fu sostituita dalla più tradizionale BMW 700.

Meccanica[modifica | modifica sorgente]

Vista laterale di una BMW 600 con scorcio della grigliatura posteriore

Come per l'Isetta, o BMW 250/300, anche nel caso della BMW 600, fu mantenuta l'architettura del "tutto dietro", vale a dire con motore e trazione posteriore.
Il "cuore" della BMW 600 era anche in questo caso di origine motociclistica, essendo stato mutuato dalla moto BMW R67: si trattava di un bicilindrico boxer raffreddato ad aria da 585 cm³. Tale motore disponeva di distribuzione a valvole in testa mosse da un albero a camme centrale, era alimentato tramite un carburatore Zenith ed arrivava ad erogare una potenza massima di 19.5 CV a 4500 giri/min. Anche la velocità massima era sensibilmente superiore a quella della contemporanea BMW 300, ed arrivava ad oltre 100 km/h.
La trasmissione prevedeva una frizione monodisco a secco ed un cambio manuale a 4 marce. L'architettura del retrotreno, più convenzionale, obbligò i progettisti BMW a montare anche un differenziale, assente invece sulle BMW 250 e 300.
Il telaio era in acciaio, così come i lamierati della carrozzeria, e montava sospensioni anteriori a ruote indipendenti, con bracci oscillanti e molle elicoidali. Il retrotreno era invece ad assale rigido. Sia davanti che dietro erano in ogni caso montati ammortizzatori idraulici telescopici. L'impianto frenante era del tipo a tamburo, con un'architettura convenzionale anche nel retrotreno, con un tamburo per ruota anziché un tamburo su entrambe le ruote come nella Isetta.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili