BMW Serie 5 GT

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
BMW Serie 5 GT
BMW Série 5 GT.jpg
Descrizione generale
Costruttore Germania  BMW
Tipo principale autovettura crossover
Produzione dal 2009
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.998 mm
Larghezza 1.900 mm
Altezza 1.554 mm
Passo da 3.071 mm
Massa da 1.935 a 2.155 kg
Altro
Assemblaggio Dingolfing
Stile Adrian van Hooydonk
Stessa famiglia BMW Serie 5 F10
Auto simili Mercedes-Benz Classe R e CLS Shooting Brake
BMW 5er GT rear lights.jpg

La BMW Serie 5 GT è un'autovettura di Segmento E prodotta a partire dal 2009 dalla Casa automobilistica tedesca BMW.

Storia e profilo[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una vettura crossover che la Casa tedesca definisce come PAS (Progressive Activity Sedan), ossia una sorta di incrocio tra una coupé a 5 porte, una berlina, una station wagon ed un SUV, nata per soddisfare le esigenze di quella clientela che vuole innanzitutto un'auto fuori dal coro, ma grande e lussuosa come una berlina di fascia superiore, dal look sportiveggiante come una coupé, dalle prestazioni brillanti e dall'abitabilità più che soddisfacente, oltre che dalla posizione di guida rialzata quasi come un SUV[1]. Ma la GT può essere anche un'interessante alternativa alla tradizionale station wagon, tanto che alcune fonti anglofone parlano di queste vettura utilizzando addirittura il termine van.

Il profilo della Serie 5 Gran Turismo concept

La Serie 5 GT non arriva a sorpresa nei listini ufficiali BMW: fin dal 2008, la BMW ha cominciato a divulgare foto e disegni di alcuni modelli e prototipi dalle insolite fattezze, chiaramente dei crossover; è stato però nella primavera del 2009, al Salone dell'automobile di Ginevra, che la Casa tedesca ha svelato un prototipo che prefigurava la vettura di serie quasi definitiva.

La Serie 5 GT (sigla di progetto F07) nasce sul pianale di quella che a partire dal 2010 sarà la sesta generazione della Serie 5 tradizionale (F10), ma rispetto a quest'ultima va a posizionarsi un gradino più in alto, appunto tra la Serie 5 berlina e la più costosa Serie 7.

La linea della Serie 5 GT lascia a prima vista sconcertati principalmente per il fatto di non riuscire a classificarla entro un segmento ben definito, molto più che non nel caso delle vetture crossover classiche. Essa appare come un mix di almeno tre tipologie di vetture, poiché unisce le dimensioni e l'eleganza di una grossa berlina di lusso alla praticità di una station wagon, ma condendo il tutto con una posizione di guida rialzata che sta a metà strada tra un crossover SUV ed una normale berlina, ed infine dando un tocco di sportività con la linea del padiglione e del lunotto, particolarmente inclinati e spioventi, che disegnano una coda alquanto sfuggente e che uniscono quindi al già elaborato insieme anche caratteristiche da coupé. Tipiche di una coupé sono anche le porte senza cornice, per la prima volta utilizzate da BMW su una vettura a 4 porte.

La vettura è stata principalmente progettata in funzione della praticità d'uso: il portellone del bagagliaio si apre sia nel modo tradizionale, sia senza includere nell'apertura anche il lunotto. In effetti, la parte posteriore è tra gli aspetti più caratterizzanti. Una volta aperto il bagagliaio ci si trova di fronte ad un grande vano bagagli dalla forma regolare, che può essere ampliato con l'abbattimento del divano posteriore: in questo caso, la capacità di carico sale da 590 a 1700 litri. Il divano posteriore è a tre posti, dei quali quelli più esterni sono regolabili manualmente, a richiesta è però possibile ottenere al suo posto due poltroncine separate e la vettura può ospitare a quel punto solo 4 persone. I passeggeri sistemati posteriormente godono di una notevole abitabilità a dispetto del padiglione inclinato. Lo spazio per gli occupanti della Serie 5 GT è paragonabile a quello della contemporanea Serie 7 BMW F01, dalla quale non si discosta molto con i suoi 5 metri di lunghezza. Il comfort per i passeggeri è accentuato dalla sensazione di luminosità data dal tetto in cristallo e dalla comodità dei sedili[2].

La Serie 5 GT è disponibile all'esordio in tre motorizzazioni: un 3 litri turbo a benzina, un 4.4 biturbo sempre a benzina ed un 3 litri turbodiesel common rail. Il 3 litri turbo a benzina deriva dal 3 litri biturbo N54 montato tra l'altro sulla 335i E90/1/2/3 e sulla 135i, ma privato di un turbocompressore ed in grado comunque di raggiungere la medesima potenza grazie all'ausilio di tecnologie come il Valvetronic ed il turbo twin scroll, assenti invece nella versione bi-turbo.

In tutte le versioni della gamma, ai motori è accoppiato un cambio automatico ad 8 marce di nuova generazione, lo stesso utilizzato sulle 760i/Li F01/02. Le sospensioni a richiesta sono regolabili su più livelli, dalla modalità normale alla Confort, a Sport ed ancora a Sport +. In quest'ultima modalità il controllo di stabilità viene parzialmente inibito e risulta meno invadente, intervenendo meno spesso e solo in casi di vera emergenza. Disponibili a richiesta sono anche le ruote posteriori con effetto sterzante.

Nella progettazione della Serie 5 GT non è stato trascurato il fattore efficienza, e così anche questo nuovo modello, come già alcuni altri modelli BMW dei tardi anni 2000, usufruisce del programma EfficientDynamics, che annovera tra l'altro il sistema di recupero dell'energia frenante e pneumatici a bassa resistenza al rotolamento.

Nel mese di aprile del 2010, la gamma si amplia con l'arrivo della 535d, equipaggiata con un 3 litri biturbo a gasolio, ovviamente con tecnologia common rail, in grado di erogare 299 CV di potenza massima. Contemporaneamente, arriva anche la 530d xDrive, dotata di trazione integrale "intelligente". Entro la fine della primavera, la stessa tecnologia verrà applicata alle restanti motorizzazioni.
Nel giugno del 2012 la gamma si ampliò verso il basso con l'arrivo della 520d GT, spinta dal 2 litri turbodiesel da 184 CV di potenza massima. Questa versione, però, non verrà proposta a trazione integrale ma solo a trazione posteriore, lasciando così la tecnologia xDrive a disposizione delle sole motorizzazioni a 6 e a 8 cilindri. Tra queste ultime, la 530d vide passare la propria potenza da 245 a 258 CV.
Nel luglio del 2013 si ha un leggero restyling, visibile nel nuovo disegno del paraurti, della calandra e dei fari posteriori. Quelli anteriori usufruiscono della tecnologia allo xeno. Per quanto riguarda le motorizzazioni, l'unica variazione riguarda il V8, che passa da 407 a 450 CV.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Le caratteristiche delle versioni previste per la gamma Serie 5 GT sono riassunte nella seguente tabella:

Modello Motore Cilindrata
cm³
Potenza
CV/rpm
Coppia
Nm/rpm
Trazione Massa a vuoto Velocità
max
Acceler.
0–100 km/h
Consumo medio
(l/100 km)
CO2
(g/km)
Anni di
produzione
Versioni a benzina
535i GT N55B30 2979 306/5800 400/
1200-5000
P 1.940 250 6"3 9 209 dal 10/2009
535i GT xDrive I 1.995 9.3 216 dal 05/2010
550i GT N63B44 4398 407/5500 600/
1750-4500
P 2.060 5"5 11.3 263 10/2009-06/2013
450/
5500-6000
650/
2000-4500
2.070 5" 9.2 214 dal 07/2013
550i GT
xDrive
407/5500 600/
1750-4500
I 2.175 5"4 11.8 275 06/2010-06/2013
450/
5500-6000
650/
2000-4500
2.140 4"8 9.7 224 dal 07/2013
Versioni a gasolio
530d GT N57D30O0 2993 245/4000 540/
1500-3000
P 1.960 240 6"5 6.5 173 10/2009-06/2012
N57D30O1 258/4000 560/
1500-3000
1.940 245 6"2 5.8 153 dal 06/2012
530d GT
xDrive
N57D30O0 245/4000 540/
1500-3000
I 2.015 235 6"9 6.9 183 04/2010-06/2012
N57D30O1 258/4000 560/
1500-3000
2.045 242 6"2 6.2 163 dal 06/2012
535d GT N57D30T0 299/4400 600/
1500-2500
P 1.970 250 6"1 6.8 175 dal 04/2010
535d GT
xDrive
I 2.035 6" 7.1 187 dal 09/2010

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Serie 5 GT sul sito ufficiale BMW
  2. ^ Presentazione della Serie 5GT su Repubblica

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti