BMW N73

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il BMW N73 (per esteso N73B60) è un motore a scoppio prodotto a partire dal 2003 dalla Casa automobilistica tedesca BMW.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Vista del 6.7 litri N73 montato su una Rolss-Royce Phantom

Questo motore è stato realizzato per sostituire l'unità M73. Con quest'ultima condivide l'architettura generale ed alcune altre caratteristiche tra cui:

  • frazionamento in 12 cilindri a V;
  • angolo di 60° tra le bancate;
  • presenza del sistema a fasatura variabile Doppio Vanos;
  • doppia centralina elettronica Bosch DME

Rispetto all'unità M73, però, introduce alcune novità, prime fra tutte:

Tali innovazioni hanno permesso al grosso V12 di contenere in maniera assai sensibile i consumi di carburante, a tal punto da risultare addirittura più economico di alcuni V8 BMW nati pochi anni prima, ma privi dell'iniezione diretta e della fasatura variabile.
Grazie alle sue misure di alesaggio e corsa pari ad 89x80 mm, questo motore ha una cilindrata di 5972 cc ed eroga una potenza massima di 445 CV a 6000 giri/min, con una coppia massima di ben 600 Nm a 3950 giri/min.
Tale motore è stato montato unicamente sulle BMW 760i e 760Li E65/66 prodotte dal 2003 al 2008.

Dall'unità N73B60 è stata derivata un'altra unità della cilindrata di 6749 cc, in grado di erogare 460 Cv di potenza massima a 5350 giri/min, con un picco di coppia pari a 720 N·m a 3500 giri/min. Tale motore non è però stato montato su nessuna BMW, ma sulle Rolls-Royce Phantom prodotte dal 2003 in avanti e sulle Rolls-Royce Phantom Drophead Coupé (dal 2006) e Phantom Coupé (dal 2008). La Casa inglese è infatti passata sotto il controllo della BMW già nel 1998.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]