Anthony Eden

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robert Anthony Eden,
1° Earl of Avon
Eden, Anthony.jpg

Primo ministro del Regno Unito
Durata mandato 7 aprile 1955 –
10 gennaio 1957
Capo di Stato Elisabetta II
Predecessore Sir Winston Churchill
Successore Harold Macmillan

Segretario di Stato per gli Affari Esteri
Durata mandato 22 dicembre 1935 –
20 febbraio 1938
Capo di Stato Giorgio V
Edoardo VIII
Giorgio VI
Primo ministro Stanley Baldwin
Neville Chamberlain
Predecessore Sir Samuel Hoare
Successore Edward Wood, I conte di Halifax

Durata mandato 22 dicembre 1940 –
26 luglio 1945
Capo di Stato Giorgio VI
Primo ministro Sir Winston Churchill
Predecessore Edward Wood, I conte di Halifax
Successore Ernest Bevin

Durata mandato 28 ottobre 1951 –
7 aprile 1955
Capo di Stato Giorgio VI
Elisabetta II
Primo ministro Sir Winston Churchill
Predecessore Herbert Stanley Morrison
Successore Harold Macmillan

Dati generali
Suffisso onorifico KG, MC, PC
Partito politico Partito Conservatore
Alma mater Christ Church, Oxford

Sir Robert Anthony Eden, conte di Avon (Durham, 12 giugno 1897Salisbury, 14 gennaio 1977), è stato un politico britannico nel periodo del gabinetto Churchill, agli inizi della Seconda guerra mondiale; famoso per le dimissioni presentate per il disaccordo con la politica di appeasement[1] propugnata da Neville Chamberlain nei confronti dei regimi nazi-fascisti europei.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Fu eletto deputato conservatore ai Comuni nel 1923. Dal 1926 al 1929 fu collaboratore del ministro agli Affari Esteri Austen Chamberlain e le sue doti diplomatiche lo proiettarono alla carica di sottosegretario di Stato agli Affari Esteri nel 1931, carica che mantenne fino al 1933. L'anno successivo divenne ministro per la Società delle Nazioni.

Sostituto del ministro Samuel Hoare agli Affari Esteri, sotto il governo di Neville Chamberlain, mostrò intransigenza e chiusura verso i regimi dittatoriali sia italiano sia tedesco e criticò aspramente la politica di indulgenza verso Hitler e Mussolini. Con il fallimento delle sanzioni all'Italia all'epoca della guerra nel Corno d'Africa contro l'Etiopia, Eden si dimise in aperto contrasto con la mollezza del primo ministro Chamberlain nel febbraio del 1938.

Con la salita al potere di Churchill, Eden divenne ministro dei dominion nel gabinetto di Guerra e poi ministro della Guerra nel maggio del 1940. Nello stesso anno divenne ministro per gli Affari Esteri, carica che mantenne fino al 1945 contribuendo a saldare l'amicizia e la collaborazione tra Gran Bretagna e Stati Uniti. Dopo la fine della Seconda guerra mondiale Eden era visto come il sostituto di Churchill, ma nel 1951, a seguito della vittoria dei conservatori, ricoprì la carica di ministro per gli Affari Esteri che lasciò nel 1955 per sostituire effettivamente Churchill come Primo Ministro.

Impegnatosi insieme alla Francia nella questione di Suez, fu costretto al ripiegamento per le pressioni contrarie di Stati Uniti e Unione Sovietica. Anche il clima interno era sfavorevole alla spedizione a Suez e i laburisti si mostrarono decisamente contrari. Nel 1957 abbandonò la vita politica ritirandosi a vita privata. Nominato Conte di Avon nel 1961, morì ad Alvediston, Salisbury, Wiltshire, nel 1977.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Giarrettiera
Military Cross - nastrino per uniforme ordinaria Military Cross

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ In lingua italiana: rappacificazione, accordo, accomodamento.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Primo ministro del Regno Unito Successore Flag of the United Kingdom.svg
Winston Churchill 7 aprile 1955 – 10 gennaio 1957 Harold Macmillan
Predecessore Leader del Partito Conservatore Successore Flag of the United Kingdom.svg
Winston Churchill 7 aprile 1955 – 10 gennaio 1957 Harold Macmillan

Controllo di autorità VIAF: 109021646 LCCN: n/79/45376