Henry Pelham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Henry Pelham
Henry Pelham in un ritratto di William Hoare

Henry Pelham in un ritratto di William Hoare


Primo ministro del Regno Unito
Durata mandato 27 agosto 1743 –
6 marzo 1754
Capo di Stato Giorgio II
Predecessore Spencer Compton, I conte di Wilmington
Successore Duca di Newcastle

Dati generali
Prefisso onorifico The Right Honourable
Partito politico Partito Whig
Alma mater Hart Hall, Oxford

Henry Pelham (Laughton, 25 settembre 1694Londra, 6 marzo 1754) è stato un politico inglese. È stato Primo Ministro del Regno di Gran Bretagna dal 27 agosto 1743 al 6 marzo 1754.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Il giovane Henry Pelham in un ritratto del 1720 circa

Henry Pelham, era il figlio minore di Thomas Pelham, I barone Pelham di Laughton e di sua moglie, lady Grace Holles, figlia di Gilbert Holles, III conte di Clare e di Grace Pierrepont. Egli venne educato alla Westminster School per poi passare al college di Hart Hall, Oxford che ancora oggi lo onora con una società sportiva locale che porta il suo nome, la "Sir Henry Pelham Gentlemen's Sporting Society". Volontario nella Battaglia di Preston del 1715, egli trascorse anche del tempo sul continente e nel 1717 entrò in parlamento in rappresentanza di Seaford, incarico che mantenne sino al 1722.

L'inserimento nel governo[modifica | modifica wikitesto]

Attraverso l'influenza della famiglia e le raccomandazioni di Robert Walpole, Henry venne prescelto nel 1721 quale Lord of the Treasury e l'anno successivo fece ritorno nel Sussex. Nel 1724 divenne Segretario della Guerra, ma scambiò questo incarico nel 1730 per quello di più lucrativo di Paymaster of the Forces. Egli si avvalse per questo fortemente del supporto di Walpole anche nella questione delle tassazioni. Pelham, Newcastle e il primo ministro erano soliti incontrarsi a Houghton Hall, nel Norfolk, dove diressero gran parte della politica di quegli anni, al punto da denominare tale politica il Congresso di Norfolk. Con Walpole, egli fu patrocinatore e reggente del Foundling Hospital, un popolare ospedale di carità per bambini abbandonati aperto nel 1739.

Primo ministro[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1742 vi fu una coalizione di partiti di governo che scelse poi a primo ministro per l'anno successivo proprio Henry Pelham, affidandogli nel contempo anche gli incarichi di First Lord of the Treasury, Cancelliere dello Scacchiere e Leader della Camera dei Comuni.

Guidando il paese in un forte periodo di pace, Pelham portò avanti l'influenza inglese nella Guerra di successione austriaca sebbene la popolazione inglese accogliesse tale decisione come superficiale. Re Giorgio II, colpito negativamente dalla politica estera, aveva dal 1746 dimostrato sempre maggiori aperture verso William Pulteney, ma la sua proposta venne messa a tacere dall'immediata dimissione di Pelham che mise a nudo l'incapacità di lord Bath e la necessità di richiamare Pelham al governo su richiesta del re.

Nel 1749 venne approvato il Consolidation Act, riorganizzando la Royal Navy. Il 20 marzo 1751, venne riorganizzato il calendario britannico (ad esempio il New Year's Day venne ufficializzato il 1º gennaio); l'Inghilterra adottò inoltre il Calendario gregoriano due anni più tardi. Due degli ultimi atti finali del governo di Pelham furono il Jew Act of 1753, che consentiva agli Ebrei di venire naturalizzati inglesi, ed il Marriage Act of 1753, che stabiliva l'età minima per contrarre matrimonio. Alla sua morte, suo fratello il duca di Newcastle-upon-Tyne ottenne il governo come primo ministro inglese.

Matrimonio e figli[modifica | modifica wikitesto]

Pelham sposò Lady Catherine Manners, figlia di John Manners, II duca di Rutland, nel 1726. La coppia ebbe quattro figlie:

Le carte personali di Pelham vennero ereditate da suo genero come parte della Collezione Newcastle (oggi Clumber) conservata presso il dipartimento di Manoscritti e Collezioni Speciali dell'Università di Nottingham.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Membro del Parlamento di Gran Bretagna per Seaford Successore Union flag 1606 (Kings Colors).svg
George Naylor
William Ashburnham, II baronetto
1717-1722
con George Naylor
William Gage, VII baronetto
Sir Philip Yorke
Predecessore Membro del Parlamento di Gran Bretagna per il Sussex Successore Union flag 1606 (Kings Colors).svg
Spencer Compton
James Butler
1722-1754
con Spencer Compton 1722-1728
James Butler 1728–1741
Charles Sackville, conte di Middlesex 1742–1747
John Butler 1747–1754
John Butler
Thomas Pelham, I conte di Chichester
Predecessore Treasurer of the Chamber Successore Union flag 1606 (Kings Colors).svg
Charles Robartes, II conte di Radnor 1720 - 1722 Charles Stanhope
Predecessore Segretario della Guerra Successore Union flag 1606 (Kings Colors).svg
Thomas Trevor 1724 - 1730 William Strickland, IV baronetto
Predecessore Paymaster of the Forces Successore Union flag 1606 (Kings Colors).svg
Spencer Compton, I conte di Wilmington 1730 - 1743 Thomas Winnington
Predecessore Primo ministro del Regno Unito Successore Union flag 1606 (Kings Colors).svg
Spencer Compton Conte di Wilmington 1743 - 1754 Thomas Pelham-Holles Duca di Newcastle
Predecessore Cancelliere dello Scacchiere Successore Union flag 1606 (Kings Colors).svg
Samuel Sandys, I barone Sandys 1743 - 1754 William Lee
Predecessore Leader della Camera dei Comuni Successore Union flag 1606 (Kings Colors).svg
Samuel Sandys, I barone Sandys 1743 - 1754 Thomas Robinson, I barone Grantham

Controllo di autorità VIAF: 227730938 LCCN: n90602593

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie