William Pitt il Vecchio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(EN)
« There is something behind the throne greater than the King himself »
(IT)
« C'è qualcosa dietro il trono più grande del re stesso »
(William Pitt il Vecchio)
Il Conte di Chatham
William Pitt, 1st Earl of Chatham by William Hoare.jpg

10° Primo Ministro dei Regni di Gran Bretagna e Irlanda
Durata mandato 30 luglio 1766 –
14 ottobre 1768
Predecessore Marchese di Rockingham
Successore Duca di Grafton

Dati generali
Prefisso onorifico The Right Honourable
Suffisso onorifico PC
Alma mater Trinity College, Oxford

William Pitt, I Conte di Chatham detto il Vecchio (Westminster, Londra, 15 novembre 1708Hayes, 11 maggio 1778), è stato un politico britannico.

Ha fatto parte del Partito Whig. Nell'arco della sua quarantennale attività politica, accompagnata dal più caldo e talvolta entusiastico consenso popolare, la Gran Bretagna si trasformò in potenza imperiale (basti pensare alla conquista dell'India e del Canada) mentre, all'interno, prese vigore il sistema parlamentare-costituzionale.

Tratto caratteristico della sua carriera è che essa si svolse quasi ininterrottamente sui banchi della Camera dei Comuni. Fu assai raramente chiamato al governo e per brevi periodi (anche se furono momenti fondamentali per la storia inglese) e una sola volta divenne Primo Ministro, dal 30 luglio 1766 al 14 ottobre 1768.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò la sua attività nel 1735 ponendosi subito in luce per i suoi veementi attacchi contro la politica grettamente conservatrice e corrotta del Walpole. Ciò gli procurò una larga popolarità destinata a crescere ancora di più quando, caduto il potente primo ministro, l'intervento reale gli impedì di accedere al nuovo ministero. Ben presto però fu chiaro che le sue acute percezioni politiche ed il largo appoggio popolare facevano di lui una personalità che non era più possibile ignorare.

Ministro del gabinetto del Duca di Newcastle, tornò al governo nel 1757 come ministro della Guerra nel momento più drammatico della Guerra dei Sette Anni, quando le sorti del conflitto sembravano volgere decisamente a sfavore della Gran Bretagna. La guida di Pitt galvanizzò gli animi: la sua vertiginosa e multiforme attività e la solidarietà di tutto il popolo riuscirono a capovolgere le sorti della guerra.

Nominato dal re Conte di Chatham, divenne infine Primo Ministro. Ma fu un'amara esperienza: a poco a poco il favore popolare lo abbandonò ed egli fu rapidamente sommerso da un'ondata di critiche e di contestazioni sul suo operato. Si dimise, ritirandosi a vita privata.

Tornò alla politica nel 1778, dolorosamente colpito dalla dichiarazione d'indipendenza americana che il governo e il re non avevano, a suo dire, saputo evitare. Morì mentre pronunciava un discorso al suo banco parlamentare.

Viene comunemente ricordato come Pitt il Vecchio per distinguerlo da suo figlio William Pitt il Giovane, anch'egli politico e primo ministro britannico.

Influenze nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

  • Pitt il Vecchio viene citato anche in una puntata del 1992 nel cartoon The Simpsons, nella quale il Signor Burns arruola vari campioni per la sua squadra di baseball. Nella taverna di Boe c'è la discussione tra il campione di baseball Wade Boggs e Barney Gumble su quale sia stato tra Lord Palmerston e Pitt il Vecchio il più grande primo ministro inglese.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Primo Ministro dei Regni di Gran Bretagna e Irlanda Successore Union flag 1606 (Kings Colors).svg
Marchese di Rockingham 1766 - 1768 Duca di Grafton

Controllo di autorità VIAF: 34466316 LCCN: n/80/106735