Commonwealth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Commonwealth è un sostantivo della lingua inglese, il cui utilizzo risale al XV secolo.[senza fonte] La frase originale da cui esso deriva è common wealth o the common weal viene dal vecchio significato di wealth che è "benessere".[1]

Significato ed utilizzo del termine[modifica | modifica sorgente]

Il termine letteralmente significa "ricchezza comune". Perciò in origine commonwealth indicava uno stato governato per il bene comune in opposizione ad uno stato autoritario, governato per il beneficio di una data classe di proprietari

Attualmente il termine ha un significato più generale ed indica una comunità politica. In italiano il termine inglese è conservato per indicare una serie di organizzazioni internazionali, nazionali o subnazionali che lo usano nella propria denominazione ufficiale. Tra queste vi sono:

Commonwealth delle nazioni[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Commonwealth delle nazioni.

Con una metonimia, di norma, per Commonwealth si intende il Commonwealth delle nazioni, di 53 membri — in inglese Commonwealth of Nations, in precedenza detto Commonwealth britannico — un'organizzazione internazionale fra Stati che abbiano fatto parte in passato dell'Impero britannico (eccetto il Mozambico ed il Ruanda). L'elenco dei paesi che ne fanno parte include sia repubbliche che monarchie ed il capo del Commonwealth (designato, non ereditario) è la regina Elisabetta II: ella regna come monarca nel Regno Unito ed in una serie di altri reami del Commonwealth, che quindi vengono a creare insieme un'unione personale. Il Commonwealth delle nazioni è talvolta denominato, in contesto britannico, New Commonwealth ("nuovo Commonwealth"), in contrasto con il Commonwealth di Oliver Cromwell, detto Old Commonwealth ("vecchio Commonwealth").

L'organizzazione è diretta dal Segretariato del Commonwealth, organismo con sede a Londra, retto da un segretario generale.

Nazioni[modifica | modifica sorgente]

Bahamas[modifica | modifica sorgente]

Le Bahamas, uno degli Stati facente parte dei reami del Commonwealth, ha adottato la denominazione di The Commonwealth of the Bahamas dalla sua indipendenza nel 1973.

Dominica[modifica | modifica sorgente]

La piccola repubblica caraibica di Dominica ha usato la denominazione ufficiale di Commonwealth of Dominica dal 1978.

Puerto Rico[modifica | modifica sorgente]

Porto Rico, ufficialmente il Commonwealth di Porto Rico, è un arcipelago costituito dall'omonima isola principale e da una moltitudine di isole minori, tra cui le più importanti sono Vieques, Culebra, Mona, Desecheo e Caja de Muertos. Di queste cinque solamente Culebra e Vieques hanno abitanti fissi che vi risiedono durante tutto l'anno, mentre Mona risulta abitata praticamente solo durante la stagione turistica e dai dipendenti del Dipartimento delle Risorse Naturali e Ambientali.

Canada[modifica | modifica sorgente]

Il Canada è uno stato federale entrato nel Commonwealth nel 1926 e, grazie a questo, nel 1931 raggiunse l'indipendenza. Nel 1982 il paese ha avuto una costituzione.

Subnazionali[modifica | modifica sorgente]

Stati Uniti[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Commonwealth (Stati Uniti) e Commonwealth (aree insulari degli Stati Uniti d'America).

Quattro degli Stati federali degli Stati Uniti si designano ufficialmente come Commonwealth: Kentucky, Massachusetts, Pennsylvania e Virginia. Questa denominazione, che non ha rilevanza costituzionale, enfatizza il fatto che hanno un governo basato sul consenso popolare, in opposizione al precedente status di Colonia reale.

Il termine Commonwealth è inoltre utilizzato per descrivere le relazioni politiche tra gli Stati Uniti ed i territori d'oltremare di Porto Rico e delle Isole Marianne Settentrionali. In questo caso il nome corretto italiano è Stato libero associato.

Paesi che hanno usato la denominazione di Commonwealth[modifica | modifica sorgente]

Gran Bretagna[modifica | modifica sorgente]

"Commonwealth of England" è stato il nome ufficiale dell'unione politica (de facto un governo militare a nome del Parlamento) che sostituì i regni di Scozia ed Inghilterra (dopo la Guerra civile inglese) sotto il governo di Oliver Cromwell e di suo figlio e successore Richard dal 1649 al 1660.

Fu la prima repubblica nel mondo anglofono, anche se divenne molto rapidamente una "quasi monarchia". Tony Benn, un ex membro laburista del Parlamento del Regno Unito, ha presentato più volte una proposta per l'abolizione della monarchia e la costituzione del Commonwealth of Britain. La proposta non ha mai avuto seguito.

Filippine[modifica | modifica sorgente]

Commonwealth of the Philippines è stata la denominazione assunta dalle Filippine durante la libera associazione con gli USA tra il 1935 ed il 1946.

Nota linguistica[modifica | modifica sorgente]

In lingua inglese il termine Commonwealth viene anche usato nella traduzione di espressioni relative a varie istituzioni della storia di altri popoli: ad esempio nel caso della repubblica (res publica) dell'antica storia romana, per lo Stato libero d'Islanda (Þjóðveldisöld) medievale, per la Confederazione polacco-lituana esistita tra il 1569 ed il 1795 e per la Comunità degli Stati Indipendenti formata da stati dell'ex-Unione sovietica. In opere di fantascienza in lingua inglese può essere usato anche per confederazioni galattiche o intergalattiche.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

I coloni d'America proponevano una concezione dell'Impero affine a quella del moderno Commonwealth, ove "il Re, capo dell'esecutivo, fosse posto al centro di un sistema di autonome nazioni, ciascuna con le proprie assemblee legislative" (N. Matteucci).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Merriam-Webster online

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]