Spatiator

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Spatiatoridae)
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Spatiator
Immagine di Spatiator mancante
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Famiglia Spatiatoridae
Petrunkevitch, 1942
Genere Spatiator
Petrunkevitch, 1942
Specie

Spatiator Petrunkevitch, 1942 è un genere di ragni fossili appartenente alla famiglia Spatiatoridae.

È l'unico genere della famiglia Spatiatoridae.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Genere fossile risalente al Paleogene con caratteristiche comuni al genere Huttoniidae. I ragni sono costituiti da parti molli molto difficili da conservare dopo la morte; infatti i pochi resti fossili di aracnidi sono dovuti a condizioni eccezionali di seppellimento e solidificazione dei sedimenti.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La specie è stata rinvenuta in alcune ambre baltiche[1].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

A febbraio 2015, di questo genere fossile sono note tre specie ed un esemplare non ben determinato[1]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Petrunkevitch, A.I., 1942 - A study of amber spiders Transactions of the Connecticut Academy of Arts and Sciences vol.34, pp. 119–464
  • Wunderlich J., 2006 - Spatiator martensi n. sp., a second species of the extinct spider species Spatiatoridae in Eocene Baltic amber. Zootaxa, n.1325, pp. 313–318
  • Wunderlich J., 2008a - Descriptions of fossil spider (Araneae) taxa mainly in Baltic amber, as well as certain related extant taxa. In Wunderlich, J. (ed.). Beiträge zur Araneologie, vol.5, pp. 44–139
  • Jason Dunlop, David Penney, Denise Jekel, A summary list of fossil spiders and their relatives (PDF), version 15.5, American Museum of Natural History, 2015, p. 183.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]