Cheiracanthiidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cheiracanthiidae
Spider 9216.jpg
Cheiracanthium melanostomum, maschio
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Infraordine Entelegynae
Sezione Dionycha
Famiglia Cheiracanthiidae
Wagner, 1887
Generi
vedi testo

Cheiracanthiidae Wagner, 1887 è una famiglia di ragni appartenente all'infraordine Araneomorphae.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Sono ragni distribuiti in gran parte del mondo: Asia, Europa, Africa. America settentrionale ed Oceania[1].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Un lavoro di Ramírez del 2014, sulla base di considerazioni filogenetiche accurate ed approfondite, ha portato a precise caratterizzazioni nell'ambito dei Dionycha, con la costituzione di tre nuove famiglie (Eutichuridae, Phrurolithidae e Trachelidae) e la ristrutturazione di altre quattro (Miturgidae, Corinnidae, Clubionidae e Liocranidae)[2].

Questa famiglia è il risultato dell'elevazione di rango della sottofamiglia Eutichurinae, precedentemente attribuita alla famiglia Miturgidae, a seguito del suddetto lavoro di Ramírez del 2014[2].

Nel 2018 vi è stato un cambiamento di denominazione della famiglia Eutichuridae a seguito di un lavoro di Ono & Ogata, 2018 contra Ramírez, 2014: la prima denominazione Eutichureae, Kishida 1936d è posteriore a Cheiracantidae Wagner, 1887 e, secondo le regole dell'ICZN, è più corretta la denominazione più antica. Il problema è che Cheiracantidae è una denominazione errata che va corretta, sempre secondo le regole dell'ICZN: deriva da Cheiracanthium, la cui radice è "Cheiracanthi-" , cui va aggiunto il suffisso "-idae" che designa l'appartenenza ad una famiglia. Da ciò la denominazione corretta Cheiracanthiidae Wagner, 1887 della presente pagina[1].

Strotarchus piscatorius, esemplare immaturo

Attualmente, a dicembre 2020, si compone di 14 generi e 362 specie[1]:

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Specie di Cheiracanthiidae e Famiglie di Araneae.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c World Spider Catalogue, versione 21.5, Famiglie di ragni, con numero di generi e specie URL consultato il 1 dicembre 2020, su wsc.nmbe.ch.
  2. ^ a b The morphology and phylogeny of dionychan spiders (Araneae: Arameomorphae) di M. Ramírez
  3. ^ Trasferito qui dalla famiglia Corinnidae a seguito del lavoro di Ramirez del 2014
  4. ^ Trasferito dalla famiglia Miturgidae a seguito del lavoro di Ramirez del 2014

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ramírez, M., 2014 - The morphology and phylogeny of dionychan spiders (Araneae: Arameomorphae). Bull. Am. Mus. nat. Hist. vol.390, pp. 1–374.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi